Esprimere un consenso davvero informato dovrebbe rappresentare un momento specifico di un più ampio processo di comunicazione e ascolto tra professionisti sanitari e cittadini. Un processo che dovrebbe essere dinamico e continuativo, e non iniziare ed esaurirsi con la firma del modulo di consenso informato.

Spesso invece cittadini ci raccontano di sentirsi disorientati o desidererebbero ricevere più informazioni sull’intervento a cui sottoporsi prima di firmare il Modulo di Consenso.

Proprio per questi motivi e con lo spirito di rendere concreto il Diritto al Consenso enunciato nella Carta Europea dei diritti del malato, anche alla luce delle ultime normative come per esempio la Legge sul Consenso Informato e le Disposizioni Anticipate di Trattamento, abbiamo avviato un percorso  approfondimento in questo ambito attraverso:

  • Un Think Tank con rappresentanti di Associazioni di pazienti, rappresentanti del mondo Sanitario e delle Società Scientifiche all’interno del quale è stato affrontato il tema nelle sue diverse sfaccettature ed è stata svolta  un’analisi civica dei Moduli di raccolta per il Consenso Informato.
  • Un Seminario di approfondimento  per un più completo ed articolato confronto su questo tema, con l’obiettivo di costruire proposte concrete ed utili.

Ciò affinché l’acquisizione del consenso informato da parte del cittadino possa essere un percorso davvero utile per avere le informazioni più adeguate ed aderire ai trattamenti con consapevolezza, all’interno di una relazione terapeutica.

Anno di realizzazione 2017 – 2018
Per maggiori informazioni  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Il progetto è possibile grazie al sostegno non condizionato di
boston scientific

 

Per saperne di più
Scarica l’opuscolo “operazione sicurezza”: cosa sapere, cosa fare prima di un intervento chirurgico

Consulta la guida  per un Consenso davvero Informato 

Classe '74, cosentina di nascita, della mia Calabria porto sempre con me gli affetti più cari e la lucentezza del mare. Oltre alla psicologia, che è la mia passione, mi sta a cuore il diritto alla salute dei cittadini. Sono a Cittadinanzattiva dal 2002, dove ho cominciato ascoltando ed informando i cittadini che si rivolgono al Servizio PiT. Affascinata dal gene dell’attivismo civico degli aderenti a questo Movimento e dalle battaglie di tanti cittadini per una sanità a misura d’uomo, oggi mi occupo di progetti, campagne di informazione e politiche della salute

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.