sprecoalimentare

La Commissione si appresta a presentare un piano europeo contro lo spreco alimentare, un tema che il commissario alla Salute e alla sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis considera non solo una questione etica ma "una tragedia economica ed ambientale". Lo spreco alimentare, infatti, genera circa l'8% delle emissioni globali di gas serra: questo significa che se fosse un Paese, sarebbe il terzo grande emettitore dopo Cina e Usa.

Andriukaitis ha affermato che “la Commissione, in collaborazione con gli Stati membri, elaborerà una metodologia comune per misurare lo spreco alimentare”, con un sistema chiaro di tracciabilità. Quindi creerà, entro fine 2016, una “piattaforma per definire le misure necessarie” che coinvolgerà tutti i soggetti interessati, dagli agricoltori ai distributori alle autorità locali e “che aiuterà la Commissione ad identificare le migliori azioni possibili a livello Ue”. Leggi di più

Romana, classe '80. Arrivata a Cittadinanzattiva direttamente dal Master in comunicazione pubblica e istituzionale de La Sapienza nel 2006. Si è occupata di relazioni istituzionali e ora coordina il networking tra le associazioni che animano la rete europea Active Citizenship Network.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.