"Cittadini e operatori sanitari, con il supporto dell'Agenzia per la Valutazione Civica, valutano periodicamente la qualità, la sicurezza e l'umanizzazione di Ospedali, Pronto Soccorso e dei servizi territoriali tra cui l'Assistenza Domiciliare, i SerT, la Salute Mentale, ecc. Consulta in ciascuna Regione e Azienda per Azienda, i risultati dal 2009 ad oggi

Vuoi saperne di più in tema di audit civico in sanità?

  • Guide utili

  • Conciliazione


L'Audit civico consiste in un'analisi critica e sistematica dell'azione delle aziende sanitarie promossa dalle organizzazioni civiche e si configura come uno strumento a disposizione dei cittadini per promuovere la valutazione della qualità delle prestazioni delle aziende sanitarie locali e ospedaliere.

 

L'Audit civico nasce nel 2000 per iniziativa di Cittadinanzattiva sulla base dell'esperienza del Tribunale per i diritti del malato, nel quadro di una partnership con AstraZeneca.

Il primo ciclo sperimentale è stato avviato nel 2001 con lo scopo di definire, e testare sul campo, il quadro teorico e metodologico realizzato con la collaborazione di 12 aziende sanitarie.

A partire dal 2003, la possibilità di aderire all'Audit civico è stata estesa all'universo delle aziende sanitarie e il numero delle aziende coinvolte finora è aumentato costantemente.

Dal 2004 in poi, in base a specifiche convenzioni con le Agenzie Sanitarie e gli Assessorati alla Salute delle Regioni, sono stati avviati alcuni cicli regionali ovvero programmi regionali di applicazione sistematica della metodologia.

Nel 2007 è stato siglato un programma nazionale di collaborazione con il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali - Settore Salute (Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione e Dipartimento della Qualità) - con la finalità di favorire l'insediamento dell'Audit civico nel Sistema sanitario nazionale.

Il totale delle aziende coinvolte nell'Audit civico, nel corso degli anni, è pari a 175 aziende sanitarie.

Il programma Audit civico ha permesso, nel corso degli anni, di mettere a punto una metodologia della valutazione civica, caratterizzata da due dimensioni fondamentali: la struttura di valutazione e la partecipazione dei cittadini.

La valutazione civica conferisce al punto di vista del cittadino la necessaria dimensione tecnica, in quanto:

  • identifica, formalizza e rende misurabili gli aspetti caratteristici dell'esperienza del cittadino;

  • definisce un insieme coerente di strumenti per la raccolta dei dati e per l'elaborazione delle informazioni;

  • identifica i momenti dei processi di valutazione e di decisione in cui i rappresentanti dei cittadini devono essere presenti, per portare e fare valere la propria interpretazione circa i temi sul tappeto.


La definizione della struttura di valutazione si propone di connettere le informazioni "analitiche" che descrivono aspetti molto concreti della realtà, con valutazioni "sintetiche", riguardanti gli aspetti più generali della realtà stessa. La struttura di valutazione si completa con la definizione della struttura di rilevazione, un insieme coerente di strumenti per la raccolta dei dati e per l'elaborazione delle informazioni.

Le modalità di coinvolgimento dei cittadini previste nella metodologia dell'Audit civico rappresentano una forma innovativa di partecipazione che supera le modalità tradizionali, prevalentemente legate alla consultazione. La presenza attiva dei cittadini, in tutte le fasi di svolgimento dell'Audit civico, diviene una risorsa che può consentire l'espressione autonoma e originale di uno specifico punto di vista, e rende trasparente e verificabile l'azione delle aziende sanitarie.

Nel 2011 si sono realizzati 3 cicli regionali di Audit civico “classico” in Umbria, Lazio e Sicilia, e in alcune singole aziende sanitarie.
I principali temi della valutazione realizzata con l'Audit civico sono:

  • l'orientamento al cittadino nell'organizzazione e nella gestione dei servizi;
  • la priorità data alla prevenzione dei rischi, alla riduzione del dolore e al sostegno dei malati cronici ed oncologici;
  • il coinvolgimento dei cittadini nella definizione e nella valutazione delle politiche aziendali.

In ciascuna delle aziende sono stati raccolti dati e informazioni attraverso il monitoraggio delle strutture e dei servizi, l'esame comparativo delle segnalazioni dei cittadini, la consultazione della documentazione riguardante delibere e provvedimenti aziendali in genere, interviste alla direzione generale e sanitaria, la consultazione delle organizzazioni civiche.
A partire dal 2012 stiamo sperimentando cicli regionali di Audit civico “tematici”, nello specifico:

  • Nel 2012/13 in Abruzzo si sono svolti due cicli di Audit, uno dedicato al tema della Rete d’Emergenza, in particolare abbiamo valutato i Pronto Soccorso, le Postazioni 118 e le Centrali Operative; l’altro al tema dei Servizi di Salute Mentale, in particolare sono stati coinvolti: i Dipartimenti di Salute Mentale, i Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura, i Centri di Salute Mentale e i Centri Diurni. I rispettivi Rapporti conclusivi sono stati presentati tra maggio e giugno 2013.
  • In Lombardia nel 2013 sono stati realizzati tre cicli pilota di Audit tematici, rispettivamente dedicati al Servizio Dipendenze, al Servizio Assistenza Domiciliare Integrata e al Servizio di Ausili e Protesi. Le Aziende coinvolte sono state 5, e i risultati saranno presentati nei primi mesi del 2014.
  • In Sicilia, sempre nel 2013, sono stati avviati e sono in fase di realizzazione due cicli di Audit che valutano uno il Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata ed l’altro il Presidio Territoriale di Assistenza. La valutazione ha coinvolto tutti i servizi presenti nelle 9 Aziende Sanitarie Provinciali.

Nella sezione Relazioni Annuali è possibile consultare i rapporti finora prodotti a livello nazionale, mentre la sezione Approfondimenti ospita una serie di documenti tra cui i regionale

Per avere maggiori informazioni contatta Michela Liberti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.