Per il terzo anno consecutivo Cittadinanzattiva avvia un progetto di formazione per i volontari operanti nei centri di tutela locale di Cittadinanzattiva, a cura del Pit nazionale.

Nel corso degli anni Cittadinanzattiva ha messo a punto ed ha investito sulla tecnologia di tutela denominata Pit (progetto integrato di tutela). Nel 1996 nasce Pit salute, nel 1999 Pit Servizi e nel 2008 Pit Giustizia.

Un elemento che caratterizza il PiT  e lo rende diverso da un semplice sportello di tutela è la modalità di attivare la tutela rendendo attivo e partecipe il cittadino stesso. Tramite il PiT Cittadinanzattiva realizza uno dei punti fondamentali della sua mission: l’attivazione ed il coinvolgimento dei cittadini, in una parola il PiT serve anche a promuovere l’attivismo civico.

Il PiT è al contempo una tecnologia per attivare le diverse forme di tutela ed un “termometro” per misurare lo stato della sanità, dei servizi, della giustizia, in Italia.L’attività di tutela svolta da Cittadinanzattiva è fatta direttamente dalle sedi locali, i Pit locali, le sezioni del Tribunale per i Diritti del malato, gli sportelli dei consumatori sono tanti “occhi” di cittadini-volontari presenti sui territori.Oggi, anche alla luce del federalismo sanitario e della riforma dei servizi pubblici locali, sempre di più si rende necessaria una tutela fatta direttamente sui territori perché da territorio a territorio (anche nell’ambito di una stessa regione) possono variare le richieste dei cittadini e le stesse normative.È per questo che Cittadinanzattiva ha deciso di investire sulla formazione dei volontari che operano presso i propri Centri di tutela locale ed ha avviato un percorso di formazione ed aggiornamento in tema di tutela. Al contempo è stato avviato un programma di informatizzazione delle sedi locali.

Obiettivi del progetto:

  • rafforzare la competenza in tema di tutela  degli operatori locali dei Pit e degli altri centri di tutela di Cittadinanzattiva;
  • diffondere la nuova scheda informatica per la raccolta delle segnalazioni;
  • approfondire temi specifici in ambito sanitario.
  • Istituire una rubrica sul sito di Cittadinanzattiva dal titolo “PiT Salute risponde” nella quale saranno approfonditi temi relativi all’ambito socio sanitario e di particolare interesse per i cittadini.

Temi trattati nei seminari
Nei seminari sono trattate diverse tematiche che vanno dalle competenze degli operatori locali, ad  un approfondimento sulle principali disposizioni normative in tema di tutela. Di volta in volta vengono approfonditi temi di particolare rilevanza in ambito sanitario (il federalismo sanitario, le liste di attesa, l’invalidità, ecc.)

Rubrica il PiT Salute risponde temi trattati finora:

Domanda 1: la terapia del dolore
Vi disturbo per avere maggiori notizie in merito alla terapia del dolore: sono stata ricoverata in ospedale per un intervento chirurgico e mi sono accorta che si prestava davvero poca attenzione al dolore, non solo al mio, ma in generale a quello dei tanti degenti ricoverati nel reparto. Ritenevo che in ospedale fosse posta la massima attenzione al dolore, specie in un reparto di chirurgia, e che dovesse esserci un medico in grado di valutare e riconosce il dolore e somministrare quei farmaci che lo alleviano. Così non è stato, almeno nella mia esperienza. Ritengo che rispetto al dolore non si possa essere indifferenti. La terapia del dolore dovrebbe essere diritto di qualsiasi malato che, a seguito di una malattia, ha un dolore costante. Desidero conoscere qualcosa in più. Risposta

Domanda 2: Accesso alle protesi ed ausili
Mia madre è affetta da sclerosi multipla ed è in carrozzina da sette anni. Ha bisogno di vari ausili tra cui i pannoloni. La nostra Asl ultimamente ha cambiato la ditta che fornisce i pannoloni e la marca che ora fornisce è di qualità molto inferiore a quelli precedenti. Mia madre presenta problemi nella zone a contatto con l´ausilio, come bruciore e sanguinamento, inoltre risultano poco resistenti. Abbiamo chiesto che i pannoloni fossero quelli della ditta che la mamma ha usato finora, ma in ASL mi hanno riferito che non ci si può fare nulla, in quanto l’appalto per la fornitura ha previsto quella marca, se ne voglio una diversa devo pagarla di tasca mia e di soldi non ne abbiamo. Non capisco da cosa sia derivato questo atteggiamento di chiusura da parte della ASL. Risposta

Domanda 3: Ticket Sanitari
Salve, come ormai di consueto devo effettuare dei controlli oculistici per un problema alla retina. Ho quindi prenotato una TOMOGRAFIA OTTICA A RADIAZIONE COERENTE  (OCT) per la quale ho sempre speso  36 euro di ticket. Oggi mi hanno chiesto ben 66 euro. Alla mia richiesta di chiarimenti  un operatore mi ha risposto che c´è stato l´aumento da parte della Regione (Lombardia). E´ corretto quanto sopra?  Possibile un rincaro quasi del doppio? Mi piacerebbe sapere cosa mi devo aspettare per il futuro visto che ho diverse patologie da monitorare. Inoltre mi risulta che in altre regioni il costo è invariato, non capisco perché ci devono essere sempre differenze di trattamento, siamo o no tutti in Italia? Risposta

Domanda 4: Procreazione Medicalmente Assistita
Buon giorno, io e mio marito non riusciamo ad avere figli: abbiamo una diagnosi di infertilità. Abbiamo intrapreso il percorso della PMA due anni e mezzo fa. Tanti, tanti, tanti esami medici. Lo scorso Marzo, finalmente, ho fatto una ICSI purtroppo non andata a buon fine. Adesso ne sto affrontando un´altra. Su consiglio del mio ginecologo ci siamo rivolti ad una struttura privata di Bologna (con tantissimi sacrifici) dove ci siamo trovati benissimo. Però ora siamo in difficoltà economica e questo desiderio ci sta spingendo a grandi sacrifici. Vorrei sapere da voi, se la regione Lazio prevede qualche tipo di rimborso per queste spese sostenute fuori regione o se è possibile fare la PMA, in tempi congrui visto che ho 42 anni, anche qui nel Lazio, perché a quanto pare non è possibile. Abbiamo chiesto una risposta alla Regione e questa ha affermato l´impossibilità di rimborsare la prestazione in quanto non rientra nei Lea. Vorrei capirci qualcosa, perché mi sembra di aver capito che in altre regioni invece è passata? Risposta

Domanda 5: Cure odontoiatriche e Servizio Sanitario Nazionale
Gentile associazione, ho bisogno di sottopormi ad una serie di prestazioni dentistiche che ho rimandato a causa di impossibilità economiche. Ora non posso proprio più attendere ed ho cominciato a farmi una idea sui costi che dovrò sostenere. Sono andata dal mio vecchio dentista ma il preventivo supera i 2000 euro e sono rimasta senza parole. Temo di dover rimandare ancora e questo mi preoccupa non poco. Dovrei eseguire due devitalizzazioni e mettere delle corone. Vorrei sapere se in pubblico posso avere le stesse prestazioni a costi più contenuti dato che ho anche altre patologie per le quali spendo moltissimo mensilmente. Risposta

Domanda 6: Somministrazione dei farmaci a scuola
Gentile Associazione, sono la mamma di un bambino di 7 anni e da pochi giorni abbiamo scoperto che purtroppo è affetto da epilessia. Dovrà assumere dei farmaci anche durante l'orario scolastico. Ho chiesto ad altre mamme amiche, che hanno la stessa necessità, e mi hanno dato delle preoccupazioni perché sembra che a scuola non garantiscano facilmente la somministrazione. Mio figlio chiaramente non può gestire da solo la terapia, almeno non ancora. Non mi sono ancora informata presso la scuola di mio figlio ma vorrei sapere intanto se ho qualche diritto per poter andare preparata all'incontro con il Dirigente scolastico. Grazie per le informazioni che potrete darmi. Risposta

Domanda 7: Novità in tema di invalidità civile ed handicap
Salve, volevo un'informazione se possibile. Mio figlio è affetto da grave ritardo mentale ed ogni 2 o 3 anni deve essere sottoposto a visita di rivedibilità. L'ultima visita l'ha fatta a luglio scorso ed ha ottenuto l'indennità di accopagnamento. Tra sei mesi compirà i 18 anni e tempo fa ci avevano avvertito che dovrebbe essere sottoposto a nuova visita perché così funziona la legge al compimento della maggiore età. È mai possibile che il solo fatto di compiere la maggior età sia sufficiente a giustificare la necessità di una visita perfettamente inutile?? Vi chiedo chiarimenti. Risposta

Domanda 8: Mercato parallelo dei farmaci
Salve, mi rivolgo a voi per sottoporre un caso legato all’indisponibilità di un farmaco. Da diversi  giorni sto facendo il giro di diverse farmacie perché il farmaco XXXX che mi ha prescritto il medico è introvabile. Sembra che non sia un problema di produzione quanto di distribuzione; in sostanza non ci sono scorte nei magazzini e non è possibile rifornire le farmacie. Questo è quanto mi ha riferito il farmacista che ho consultato oggi: mi ha detto che dipende dal fenomeno del mercato parallelo. Vorrei capire meglio, ma soprattutto esprimere la mia indignazione: possibile che una persona non si possa curare?? Cosa posso fare? A me il farmaco serve!!! Risposta

Domanda 9: Medico di base e prescrizioni
Salve, vorrei gentilmente avere un’informazione, se possibile. Avendo bisogno di un certificato medico per un rimborso assicurativo, mi sono recato dal Medico di Base che mi assiste da diversi anni, ma a cui non avevo mai effettuato una richiesta simile;  mi ha chiesto 120,00 euro con fattura, per un solo certificato! Io controllando i prezzi, anche chiedendo agli altri colleghi del mio Medico, ho visto che tutti, più o meno, si orientano nel chiedere 60,00/70,00 euro per la certificazione in oggetto. Volevo sapere se è normale che il mio medico di base mi chieda il doppio rispetto alla maggior parte dei suoi colleghi: non ci sono dei prezzi uguali per tutti?Qual è la funzione di tutela e garanzia che viene offerta da questi professionisti, allora? Grazie mille per l’attenzione e buona giornata. Risposta

Domanda 10: Dimissioni e assistenza a domicilio
Salve, mia nonna si trova attualmente ricoverata in ospedale, ha subito un piccolo intervento pochi giorni fa. Adesso i medici parlano di dimissione e mi hanno fatto capire che vorrebbero che lei tornasse a casa; la nonna, però, al momento, in conseguenza dell’operazione, non è in grado di essere autonoma e abita da sola. Per noi famigliari la gestione della sua assistenza sarebbe assai problematica, in quanto abbiamo poca possibilità di accedere a ferie e permessi per poterla assistere con un minimo di continuità. I medici mi hanno anche detto che mia nonna può avere le cure al domicilio, ma non sono stati più specifici;  quali sono le operazioni che debbo compiere? quali le figure da attivare? Risposta

Domanda 11: Epatite C e nuove terapie
Salve, mi rivolgo a voi perché sono un paziente con epatite C. Sono a conoscenza del fatto che esistono dei nuovi farmaci che potrebbero favorire la guarigione dalla malattia, ma i medici mi hanno riferito che queste nuove terapie hanno un costo molto alto e non vengono concesse gratuitamente a tutti. Perché? Cosa posso fare? A me i farmaci servono per guarire!! Risposta

Domanda 12: RSA e nuovo ISEE
Salve, sono ricoverato in una Residenza Sanitaria Assistenziale e mi hanno chiesto di pagare una retta alberghiera superiore rispetto allo scorso anno, da quando è entrato in vigore il nuovo ISEE.  Hanno calcolato come reddito anche l’indennità di accompagnamento e l’assegno di invalidità civile, così ho superato il tetto per avere il contributo del Comune e ora dovrei pagare più di mille euro al  mese. Ma io proprio questi soldi non li ho! Ma è giusta questa richiesta? E possono chiedereil pagamento anche ai miei familiari? Risposta

Domanda 13: Accesso ai farmaci all’estero
Buongiorno,vi scrivo per avere informazioni rispetto alla possibilità di acquistare all’estero un farmaco per la cura della mia patologia. Sono affetto da ipertensione arteriosa e spesso mi reco all’estero, prevalentemente in Germania, per lunghi periodi a causa del mio lavoro. È capitato più volte che mi dimenticassi le scorte del farmaco o le esaurissi a causa della necessità di prolungare la mia permanenza all’estero di alcune settimane. È possibile acquistare all’estero il farmaco? Chi mi deve fare la prescrizione? Lo devo pagare il farmaco? Risposta

Domanda 14: Vaccini
Salve, vorrei avere qualche informazione in merito ai vaccini. Ho da poco avuto un bambino e la mia pediatra mi ha informato della necessità di eseguire alcune vaccinazioni già nel terzo mese di vita da ripetere durante il primo anno e poi negli anni successivi. Vorrei sapere se sono obbligatorie oppure no e da quali malattie ci proteggono. Risposta

Anno di realizzazione: 2012 - In corso

Per avere maggiori informazioni contatta Isabella Mori: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per saperne di più in tema di politiche sanitarie visita la relativa Area di interesse

Il progetto è realizzato con il contributo non condizionante di Johnson & Johnson Medical SpA

Classe 74, laureata in giurisprudenza, master in “diritto dei consumatori e globalizzazione dei mercati”. Dal 2002 lavora nel no profit, dal 2004 collabora con Cittadinanzattiva. Attualmente è responsabile del settore Telecomunicazioni e direttore del Pit, il servizio di informazione e tutela ai cittadini. Membro della Direzione nazionale di Cittadinanzattiva, segue le politiche nazionali su trasparenza e corruzione.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.