settimana-mobilita-ppflag eng

La mobilità urbana è considerata un importante fattore propulsivo della crescita e dell’occupazione, oltre ad essere un elemento fondamentale per lo sviluppo sostenibile delle nostre città, e non può essere definita a prescindere dalle reali esigenze e aspettative dei cittadini.

Il diritto dei cittadini all’erogazione di servizi pubblici locali secondo standard di qualità ed efficienza è sancito a chiare lettere nel Codice del Consumo all’art. 2 comma 2. Ma quanto di questo diritto è realtà? Quanti cittadini ne sono a conoscenza? Cosa rimane del famoso “comma 461” che prevede il coinvolgimento delle Associazioni dei consumatori nella valutazione del servizio? E cosa può fare ciascuno di noi per dare forza ai propri diritti?

In occasione della Settimana europea della mobilità, Cittadinanzattiva lancia una mobilitazione civica in tema di trasporti pubblici locali.

Vuoi saperne di più?
Recati alla sede di Cittadinanzattiva a te più vicina, tra quelle aderenti all’iniziativa, e richiedi il materiale gratuito.

Vuoi dire la tua sul trasporto pubblico locale della tua città? Partecipa alla consultazione online sul tema dei tpl, e aiutaci a denunciarne le criticità e raccogliere le proposte di miglioramento da presentare alle istituzioni.

Vuoi ricevere informazioni, assistenza, tutela e consulenza in tema di trasporto pubblico locale? compila il form dedicato

 

Guarda il video

Scarica la nostra guida “5 consigli utili per muoversi in città

Scarica i “diritti dei passeggeri aereonavetreno - autobus

Cittadinanzattiva – ACN è partner associato della Settimana Europea della Mobilità (www.mobilityweek.eu)

L’iniziativa rientra nel quadro delle attività previste dal progetto “Consumatori in rete: diamo forza ai nostri diritti” realizzato da Cittadinanzattiva in collaborazione con Adiconsum (capofila), Associazione Utenti Dei Servizi Radiotelevisivi, CTCU e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.