accoglienza immigrati copy copy copy

Sono trascorsi quattordici mesi dalla firma del Presidente della Repubblica sul decreto sicurezza e immigrazione e quattro mesi sono passati dalla conversione in legge del decreto sicurezza bis. Entrambi i provvedimenti sono stati accompagnati da osservazioni e grandi perplessità rispetto alle misure previste ed ancora né Parlamento né Governo hanno provveduto a correggere le parti su cui il Presidente aveva chiesto di intervenire.

Per questo, attraverso un appello rivolto proprio al Presidente della Repubblica e lanciato da Radicali italiani, si chiede che Governo e Parlamento intervengano al più presto modificando i decreti sicurezza per far rientrare quanto prima il Paese nella legalità costituzionale e nel rispetto degli obblighi internazionali, nonché di porre fine alla drammatica situazione libica, richiamando al rispetto dei diritti inviolabili di ogni essere umano. Firma anche tu l’appello

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.