È on line il primo Manifesto delle mobilità sostenibile scritto dai 1863 studenti che hanno partecipato al progetto O.R.A. Open Road Alliance, promosso da Cittadinanzattiva e Fondazione Unipolis.

Determinazioni, Cambiamenti, Proposte e Futuro: sono queste le sezioni di cui si compone il Manifesto, una piattaforma nata grazie al contributo di tutte le classi, presentata lo scorso 16 settembre e che ben presto sarà oggetto di un tour nelle 14 città metropolitane.

La prima sezione del Manifesto racchiude le definizioni del concetto di mobilità sostenibile elaborate dagli studenti. La seconda evidenzia i cambiamenti che vorrebbero veder realizzati nelle diverse città. La terza delinea le proposte concrete che a loro avviso andrebbero realizzate e, infine, la quarta presenta alcune pillole di futuro che descrivono la mobilità del domani. Arricchiscono il Manifesto una pagina di consigli dei giovani ai loro coetanei, le parole chiave con le quali meglio descrivono la mobilità sostenibile e una raccolta dei 10 migliori elaborati creativi multimediali realizzati durante il progetto.

Nelle riflessioni degli studenti emerge una grande attenzione ai temi ambientali, alla condivisione dei mezzi, alla sicurezza, all’inclusività e un forte orientamento alla multimodalità e all'interoperabilità oltre che ad un approccio più sostenibile al mondo dei servizi pubblici locali.

Lo stesso Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini, nel corso dell’evento nazionale ha sottolineato che “[i]Il Manifesto che nasce nella scuola è un progetto straordinario che ha messo in moto grande vitalità nel territorio. È un segnale per noi di grande incoraggiamento, dato che con il Pnrr andiamo proprio nella direzione sperata dai giovani riguardo la mobilità sostenibile[/i]”.

 

Scopri il Manifesto

Guarda il video del Manifesto

Guarda l’evento d presentazione

Classe '86, nato a Roma, studi universitari a Parigi che culminano con la laurea in legge. Si definisce "feliciclista" urbano, ha incontrato Cittadinanzattiva lungo la sua strada percorrendola...per aspera ad astra!

Condividi

Potrebbe interessarti