amazon copy

Amazon, la società americana fondata a Seattle, rischia una multa salatissima per comportamenti anticoncorrenziali. I giudici USA della Federal Trade Commission, l'equivalente dell'italiana Autorità garante della concorrenza e del mercato, stanno investigando sulle modalità di vendita dei prodotti sul sito web di Amazon.

Amazon è infatti sia gestore della piattaforma che porta il suo nome e dalla quale si compiono gli acquisti online, sia venditore diretto stesso dei beni acquistabili online, al pari di tutti gli altri commercianti che usano il sito web Amazon per vendere i propri prodotti. Pare, dalle indagini, che gli altri venditori concorrenti ottengano oltre il 90% dei loro ricavi dalle vendite online su Amazon, consegnando, ad Amazon stessa, un potere enorme in qualità di gestore della piattaforma. Sotto osservazione, sono proprio le politiche che il colosso di Seattle pone in essere in modo improvviso e unilaterale per sfavorire i concorrenti rivali che vendono nel sito web americano.

Per saperne di più

Classe '86, nato a Roma, studi universitari a Parigi che culminano con la laurea in legge. Si definisce "feliciclista" urbano, ha incontrato Cittadinanzattiva lungo la sua strada percorrendola...per aspera ad astra!

Condividi

Potrebbe interessarti