stop plastica monouso

Il Parlamento Europeo ha approvato in via definitiva la direttiva che dal 2021 vieta l'uso in Europa di una serie di articoli in plastica monouso come i piatti, le posate, le cannucce e i bastoncini cotonati. E non solo. Anche i bastoncini di plastica per palloncini, le plastiche ossi-degradabili e i contenitori per alimenti e tazze in polistirolo espanso.
Il motivo per cui si è giunti a questa misura è presto detto: secondo uno studio della Commissione infatti, oltre l'80% dei rifiuti marini è costituito da plastica e i prodotti coperti dalla direttiva costituiscono il 70% di tutti i rifiuti marini.
La palla adesso passa ai paesi UE che dovranno recepire la direttiva e metterla in atto.

Per tale motivo, è urgente che il governo italiano risponda prontamente. Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa afferma a tal proposito: "Voto storico al Parlamento Europeo: il cammino per arrivare allo stop della plastica monouso in Ue è realtà. Appena l'iter formale sarà concluso, orientativamente a fine aprile, ci attiveremo immediatamente per il recepimento della direttiva in Italia".
Ma vediamo quali possono essere i materiali alternativi ai prodotti sopracitati che saranno presto messi al bando. Pensiamo alla carta innanzitutto. Piatti e posate di carta sono infatti biodegradabili. E poi c'è anche l'alluminio da poter utilizzare più volte.

Approfondisci

Classe '86, nato a Roma, studi universitari a Parigi che culminano con la laurea in legge. Si definisce "feliciclista" urbano, ha incontrato Cittadinanzattiva lungo la sua strada percorrendola...per aspera ad astra!

Condividi

Potrebbe interessarti

Stai parlando con SUSI
Realizzato nell'ambito del progetto Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico (DM 7 febbraio 2018)

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.