logoasvis

Pubblicata il 14 marzo, dall’Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) e dal Centro nazionale di studi per le politiche urbane (Urban@it), l’Agenda Urbana per lo sviluppo sostenibile.
Il documento parte dall’adozione degli indicatori Eurostat sul grado di urbanizzazione incrociando i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 con i 12 temi prioritari dell’Agenda urbana per l’Unione Europea, evidenziando come i sindaci e gli amministratori locali possano utilizzare la ricerca della sostenibilità economica, sociale e ambientale come riferimento nella gestione delle politiche di propria competenza. Una gestione innovativa e più condivisa che possa contribuire al superamento della frammentazione delle politiche urbane riconoscendo la necessità di definire un’Agenda urbana nazionale.


L’Agenda urbana rappresenta uno strumento utile non solo per Sindaci e amministratori locali che sono legittimati nel perseguire delle azioni di governo in base a precisi obiettivi da conseguire, ma anche per gli stessi cittadini che sono portati ad adottare comportamenti più sostenibili cambiando i propri stili di vita e per Governo, Regioni e altri attori che investendo sulle città contribuiscono a creare migliori condizioni per attuare la Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile.
Nelle tre sezioni dell’Agenda si affronta in primis l’esigenza che Governo ed enti locali definiscano un’Agenda urbana nazionale così da implementare a livello urbano la Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile, approvata lo scorso dicembre dal Comitato interministeriale per la programmazione economica.  Nel secondo capitolo si approfondisce la definizione di territorio urbano per poi collegare i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 con i 12 temi del Patto di Amsterdam e con gli obiettivi della Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile. Per ogni SDGs sono individuati gli obiettivi nazionali e le conseguenti azioni necessarie per raggiungerli.
L’Agenda si configura, quindi, come un utile strumento di lavoro che può realmente rappresentare un primo passo per migliorare le città del nostro Paese. Per approfondire leggi l'Agenda urbana per lo sviluppo sostenibile.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.