tagenti lombardia

“Ecco che si ripete lo stesso copione! Siamo indignati, ancora tangenti nelle strutture sanitarie lombarde. Così il Segretario regionale di Cittadinanzattiva Lombardia, Liberata Dell'Arciprete,  intervenendo in merito agli arresti di ieri, e prosegue: “in un momento, così difficile, in cui i cittadini sempre più faticano a far fronte alle spese sanitarie molto spesso rinunciando alle stesse, l’idea che gli acquisti di apparecchiature per le strutture sanitarie fossero legati a “squallidi” regali, ci lascia senza parole. E prosegue: “E' importante che si vada presto fino in fondo e che si accerti la verità. Le accuse sono gravissime e  se accertate i responsabili non dovranno rimanere impuniti, così come si pone la necessità  di un intervento più efficace da parte di Regione Lombardia in termini di controllo”.

Qualora venissero accertate le accuse,  conclude Liberata Dell’Arciprete “preannunciamo sin da subito che ci costituiremo parte civile. E’ un dovere per noi esserci, da un lato, perché il cittadino-paziente ha il diritto di essere curato nel modo più appropriato, ma anche per il personale medico e sanitario che con impegno e serietà lavora quotidianamente ponendo al centro la salute e sicurezza dei pazienti”.

Ufficio Stampa
Ufficio stampa e comunicazione di Cittadinanzattiva, e se no di chi? Scriviamo, parliamo, twittiamo e ci divertiamo. Se esageriamo, ditecelo!

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.