#divanodemergenza: Cittadinanzattiva invia diffide a 71 Comuni di Piemonte, Sardegna, Sicilia e Veneto per chiedere l’adozione dei Piani comunali di emergenza.

Dopo le diffide partire nelle scorse settimane a 32 Comuni di Abruzzo, Basilicata, Marche, Puglia ed Umbria, Cittadinanzattiva diffida ulteriori 19 Comuni del Piemonte, 24 della Sardegna, 16 della Sicilia e 12 del Veneto, che ancora non hanno adottato i Piani comunali di emergenza, come previsto dalla legge 100/2012.
Continua così la campagna di Cittadinanzattiva #divanodemergenza (www.divanodemergenza.org).con la quale l’associazione vuole informare la popolazione sulla sicurezza del territorio e invitare tutti i Comuni a dotarsi di un Piano di Emergenza Comunale, ovvero uno strumento per gestire un'emergenza di protezione civile. Il Piano contiene la descrizione dei rischi presenti sul territorio e le azioni previste dal Comune nelle diverse emergenze: prima, durante e dopo.
In Italia, infatti, il 48% dei Comuni è situato in un’area ad elevata sismicità e l'82% in aree ad elevato rischio idrogeologico. L'emergenza è quindi, potenzialmente, all'ordine del giorno. A questo si aggiungono più di 1.000 impianti industriali a rischio di incidente rilevante, il 30% di superficie esposta a rischio incendi e 11 vulcani attivi o quiescenti.
Da ottobre 2012 su tutto il territorio nazionale è obbligatorio per ogni Comune, come previsto dalla legge 100/2012, predisporre il Piano Comunale. Tuttavia il 24% dei Comuni Italiani non lo ha ancora redatto.

Regioni/Province Autonome

Totale Comuni

Comuni con Piano

Comuni senza Piano

% Comuni con Piano/totale

% Comuni senza Piano

Abruzzo

305

299

6

98%

2

Basilicata

120

109

11

91%

9

Calabria

409

219

190

54%

46

Campania

551

214

337

39%

61

Emilia Romagna

348

267

81

77%

23

Friuli Venezia Giulia

218

218

0

100%

0

Lazio

378

153

225

40%

60

Liguria

235

153

82

65%

35

Lombardia

1.544

1.209

335

78%

22

Marche

239

236

3

99%

1

Molise

136

136

0

100%

0

Piemonte

1.206

1.119

87

93%

7

Puglia

258

247

11

96%

4

Sardegna

377

233

144

62%

38

Sicilia

390

190

200

49%

51

Toscana

287

217

70

76%

24

Umbria

92

91

1

99%

1

Valle d'Aosta

74

74

0

100%

0

Veneto

581

497

84

86%

14

Totale

7.759

5.887

1872

76%

24

Fonte: Dipartimento nazionale della Protezione civile, dicembre 2013

Ecco la lista dei Comuni diffidati:
PIEMONTE: in provincia di Alessandria: Castelspina, Paderna, Piovera, Sezzadio; in provincia di Asti: Cerreto d'Asti e Montechiaro d'Asti; in provincia di Biella: Cerrione e Villa del Bosco; in provincia di Cuneo: Boves, Tarantasca e Vottignasco; in provincia di Novara: Ameno e Terdobbiate; in provincia di Torino: Balme, Cantoira, Chialamberto, Groscavallo, La Cassa, Pessinetto.
SARDEGNA: in provincia di Cagliari: Ballao, Castiadas, Decimoputzu, Gergei e Mandas; in provincia di Carbonia-Iglesias: Domusnovas, Gonnesa e Iglesias; in provincia di Nuoro: Fonni, Loculi, Lodè e Oliena; nell’Ogliastra: Cardedu; in provincia di Olbia-Tempio: Arzachena e Telti; in provincia di Oristano: Bonarcado, Fordongianus, Gonnosnò, Narbolia e Uras; in provincia di Sassari: Bessude, Bulzi, Osilo e Porto Torres.
SICILIA: in provincia di Agrigento: Menfi, Montevago e Porto Empedocle; in provincia di Caltanissetta  Bompensiere e Villalba; in provincia di Catania: Paternò; Enna; in provincia di Messina: Fiumedinisi, Itala, Pagliara e Rometta; in provincia di Palermo: Contessa Entellina, Roccamena e Termini Imerese; in provincia di Trapani: Poggioreale e Salemi.
VENETO: in provincia di Belluno: Cesiomaggiore e Cibiana di Cadore; in provincia di Padova: Campodarsego, Piazzola sul Brenta, San Martino di Lupari e Tombolo; in provincia di Treviso: Crocetta del Montello, Pederobba, Possagno, Riese Pio X, Vidor; in provincia di Vicenza: Mussolente.

Continua inoltre l’attivazione dei cittadini che possono partecipare alla campagna condividendo, su Instagram e Twitter con #divanodemergenza, una foto del proprio divano con sopra gli oggetti che porterebbero con sè se dovessero fuggire da casa in due minuti. Tutte le foto ad oggi condivise sono visibili sul sito www.divanodemergenza.org

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.