Farmacie

  • Vaccini in Farmacia, cosa ne pensi? Compila il nostro questionario

    SURVEY FARMACIE 2020 1 copy

    Saresti d'accordo se anche in Italia si introducesse la possibilità per il farmacista di effettuare vaccinazioni in Farmacia? Il tuo punto di vista conta
    in diversi Paesi dell'UE il farmacista effettua vaccinazioni in Farmacia. Saresti d'accordo ad introdurre un’analoga possibilità nel nostro Paese?
    Nella breve indagine sull'esperienza dei cittadini nel rapporto con la farmacia in epoca di emergenza sanitaria, viene toccato, tra gli altri, anche il tema dei vaccini, quanto mai attuale.
    Dedica pochi minuti del tuo tempo per darci pareri e "raccontare" il vissuto di questi mesi. Il questionario è compilabile online dai cittadini in modo anonimo.

  • Hai acquistato mascherine prive di certificazione? Raccontaci la tua esperienza

    SURVEY FARMACIE 2020 1

    Ti è capitato che una o più mascherine acquistate in Farmacia siano state poi accertate come prive di certificazione riconosciuta e/o tolte dal commercio?  La sicurezza è uno dei temi-chiave della breve indagine sull'esperienza dei cittadini nel rapporto con la farmacia, nel contesto dell'emergenza Covid-19.

    Il questionario è compilabile online dai cittadini in modo anonimo.

  • Cittadini e farmacie ai tempi del Covid: partecipa alla nostra indagine

    La IIIa edizione del Rapporto Annuale sulla Farmacia, quale strumento di politica pubblica - realizzato in partnership con Federfarma e coordinato dall’Agenzia di Valutazione Civica di Cittadinanzattiva - è incentrata sul ruolo sanitario e sociale svolto dalle farmacie in risposta ai bisogni dei cittadini e delle comunità locali nel contesto dell’emergenza Covid-19. La nuova edizione del Rapporto si focalizza sulle difficoltà sperimentate dalla categoria professionale dei farmacisti, sulle sfide e sulle opportunità che una simile congiuntura ha generato con riferimento ad una sempre più urgente integrazione della farmacia nei SSR e SSN al fine di potenziare l’assistenza territoriale.

  • Le Farmacie nell'emergenza Covid-19: partecipa alla survey per i cittadini!

    SURVEY FARMACIE 2020

    Un breve questionario online per invitare i cittadini a "raccontarci" la loro esperienza riguardo al rapporto con la Farmacia di fiducia durante il periodo di emergenza Covid-19 e ad esprimere il loro punto di vista su alcuni ruoli e funzioni delle farmacie, alla luce di quanto abbiamo vissuto e vivremo.

    I dati, insieme a quelli raccolti tramite un Questionario rivolto invece ai Farmacisti, comporranno il "Terzo rapporto annuale sulla Farmacia presidio di salute sul territorio". Il Progetto, realizzato da Cittadinanzattiva in partnership con Federfarma e con il contributo incondizionato di Teva, quest'anno è dedicato, appunto, al ruolo sanitario e sociale svolto dalle farmacie in risposta ai bisogni dei cittadini e delle comunità locali nel contesto dell’emergenza Covid-19.

  • Cittadinanzattiva/Federfarma - Al via III Indagine sulla Farmacia in Italia

    farmacia farmacista

    Al via la IIIª indagine annuale sulla Farmacia in Italia come presidio di salute sul territorio“Il ruolo delle farmacie e la loro relazione con i cittadini nell’emergenza Covid-19”

    Le farmacie territoriali sono state - e continuano ad essere - presidi in prima linea contro il Covid-19, al pari di tutti gli altri operatori sanitari, e forse più esposti di altri a motivo della loro diffusione sul territorio e all’alto grado di prossimità con cittadini nella svolgimento della  quotidiana attività.

    Come ha impattato la pandemia SARS-CoV-2  sulle farmacie? E come le stesse sono state in grado di rispondere ai bisogni di salute di cittadini e comunità? E, ancora, quale è stato il grado di coinvolgimento delle farmacie nella gestione territoriale dell’emergenza? Quale la propria e altrui percezione nel considerarsi/essere riconosciuti tra i soggetti in prima linea? Quali gli insegnamenti per una sempre più urgente integrazione della farmacia nei Servizi sanitari regionali al fine di potenziare l’assistenza territoriale?

    Queste sono alcune delle domande a cui si cercherà di dare risposta grazie all’indagine avviata a fine luglio da Cittadinanzattiva con le farmacie aderenti al progetto “Rapporto annuale sulla farmacia, presidio di salute sul territorio”, promosso dalla associazione in partnership con Federfarma e con il supporto non condizionato di Teva, giunto alla III° annualità.

  • L’impegno di Cittadinanzattiva in tema di Farmacie

    Farmacie per i cittadini…

    Premessa

    Cittadinanzattiva continua ad occuparsi consistentemente di Farmacie poiché negli ultimi anni il ruolo del farmacista e delle farmacie si rivelano essenziali negli ambiti della prevenzione, nella  gestione dei bisogni di salute di persone e comunità, soprattutto fragili quali ad es. persone con patologie cronichee persone che vivono in aree interne/zone rurali.

    Tutti i professionisti della salute, nel rispetto delle reciproche competenze, funzioni, responsabilità e autonomie di intervento, sono chiamati ad operare efficacemente in team e avere come bussola comune l’attenzione al coinvolgimento attivo del cittadino nel piano di cure e alla sua progressiva responsabilizzazione nella gestione di pratiche di autocura.

    Su questo piano vari elementi rendono  la farmacia un naturale punto di riferimento del Servizio sanitario nazionale, ben lungi dall’essere punto vendita di farmaci e prodotti sanitari: la diffusione capillare delle farmacie a livello territoriale, il potenziale di prossimità e di personalizzazione che il farmacista può mettere in atto rispetto ai bisogni di salute dei cittadini, la mancanza di filtri e di intoppi burocratici nel rapporto con le persone, ecc.

     

    Le attività promosse sinora da Cittadinanzattiva

    Il 1995 ed il 2015 segnano due tra le principali pietre miliari impegno di Cittadinanzattiva rispetto alle Farmacie, sulla base delle quali si sono costruiti nel tempo, e su più fronti molteplici attività, che costituiscono un insieme organico e integrato di approcci concreti a questo tema, divenuto un asse di impegno costante nelle politiche della nostra organizzazione.

    Di seguito sono descritte le attività promosse e messe in campo a livello nazionale, divise per tipologia:

    1. Documenti / posizionamenti prodotti da Cittadinanzattiva
      • Carta della Qualità della Farmacia (1995)
      • Carta della Qualità della Farmacia(settembre 2015) - A vent’anni dalla prima stesura, il Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva e Federfarma hanno rinnovato e aggiornato il testo. Principi ispiratori della Carta sono: accessibilità, accoglienza e personalizzazione, informazione, sicurezza e standard di qualità dei servizi erogati. Per ognuna di queste categorie la Carta elenca i diritti da garantire al cittadino e gli impegni che la farmacia assume per rispettarli.
    1. Interlocuzione istituzionale, stakeholder engagement e partecipazione a tavoli di lavoro
    1. Iniziative nell’ambito dell’emergenza da Covid-19
      • 03.20, Appello di Federfarma e Cittadinanzattiva in nota indirizzata al Ministero della Salute e all’AIFA: distribuire, tramite le farmacie, i farmaci antivirali e antimalarici autorizzati per il trattamento domiciliare dei pazienti affetti da Covid-19, grazie ai servizi di consegna gratuita a domicilio, tramite i numeri verdi di Federfarma e della Croce Rossa Italiana. Notizia.
      • 23.04.20, Con Federfarma e Teva Italia, un impegno congiunto per i farmacisti italiani: Teva Italia ha voluto rispondere agli appelli di Federfarma e di Cittadinanzattiva riguardo all’esigenza di dotare i farmacisti italiani del territorio di idonei dispositivi di protezione individuale, donando 40.000 mascherine KN95/FFP2, la cui distribuzione è stata gestita da Federfarma in base alle esigenze del territorio. Notizia ; Comunicato Stampa
    1. Attività progettuali
      • Protocollo “Farmacia Protetta” 2020:in partnership con Apoteca Natura. Contributo civico nella definizione di un documento diretto alla reingegnerizzazione delle attività e delle procedure operative delle farmacie finalizzate a garantire il diritto alla sicurezza per farmacisti e collaboratori nello svolgimento del proprio lavoro e garantire protezione ai cittadini e pazienti nell'accesso alla farmacia e nella fruizione dei servizi offerti alla comunità, con particolare riguardo a persona più fragili e con patologie croniche.
      • Audit Civico® delle Farmacie (progetto triennale 2018-2020)
        Il progetto mira a coinvolgere, in un’ottica di Responsabilità Sociale d’Impresa, le farmacie di Apoteca Natura in un processo di valutazione civica strutturata che permetta di rilevare la qualità dei servizi offerti e la propensione a sentirsi e a essere presidio del Servizio sanitario nazionale, dal “punto di vista dei cittadini”. La finalità generale del progetto è quella di fornire la Rete delle Farmacie Apoteca Natura di uno strumento - l’Audit Civico® - in grado di far emergere buone prassi ed elementi di criticità nei servizi erogati ai cittadini, utili a pianificare e implementare azioni volte a migliorare il servizio offerto.
        • Prima annualità pilota: sperimentazione dell’applicazione della metodologia alle 21 Farmacie Comunali di Firenze (AFAM) (2018)
        • Seconda annualità 2020-21 -sito web dedicato
        • Terza fase: pianificazione e implementazione delle azioni di miglioramento (2022)
      • Progetto con Sunifar
        http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=72433
      • Rapporto annuale sulla farmacia, presidio del SSN (progetto triennale 2018-2020)
        Ha come obiettivo contribuire a qualificare il rapporto tra farmacia/farmacista e cittadino, in un’ottica di reciproca fiducia, scambio e collaborazione. Il Rapporto è costruito secondo la metodologia dell’analisi civica, attraverso attività - realizzate dal punto di vista civico - di raccolta d’informazioni di primo e secondo grado e di produzione di dati, necessari a rappresentare l’orientamento della farmacia a: essere accessibile, accogliente, attenta alla singola persona, fonte di informazione, garantire sicurezza e standard di qualità dei servizi che eroga, ecc. I dati sono prodotti “in funzione dell’attivazione di politiche e della partecipazione alle politiche pubbliche”.
      • Raccomandazione civica sull’aderenza terapeutica non incentrata sulla Farmacia, ma strettamente correlata al tema (2018)
      • Monitoraggio civico delle farmacie Ospedaliere - Focus sulla distribuzione dei farmaci(2018-2019) - Risultati presentati da Cittadinanzattiva il 21.11.19 nell’ambito del XL Congresso nazionale SIFO.
    1. Partecipazione ad eventi relativi al settore - Di seguito alcune delle partecipazioni
      • FarmacistaPiù -VI Congresso Nazionale dei Farmacisti Italiani, Milano, 4-5 ottobre 2019. Programma. Antonio Gaudioso, Segretario generale di Cittadinanzattiva, è stato componente del Comitato Scientifico del Congresso. Notizia Cittadinanzattiva è intervenuta in più sessioni della due giorni:
        • “Audit Civico® delle Farmacie: una tecnologia per Conoscere, Innovare, Evolvere”, a cura di Cittadinanzattiva, Notizia.
        • Corretta informazione al cittadino in tema salute
        • Riformiamo il futuro insieme Politiche di welfare e sanità: proposte per governare il cambiamento
        • Terapie avanzate e CAR-T

     

    Per saperne di più… Riferimenti normativi e materiali utili
    In Italia, a qualificare in modo nuovo il ruolo dei farmacisti e delle farmacie sono intervenuti - dopo la Legge 69/2009, Art. 11. “Delega al Governo in materia di nuovi servizi erogati dalle farmacie nell'ambito del Servizio sanitario nazionale nonché disposizioni concernenti i comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti”), i tre Decreti ministeriali sulla “farmacia dei servizi” (D.M. 16 dicembre 2010 in due Gazzette e il D.M. 8 luglio 2011), che hanno disciplinato l’erogazione in farmacia di nuovi servizi ad alta valenza socio-sanitaria, (prestazioni di prima istanza, di secondo livello erogabili con dispositivi strumentali, prestazioni professionali effettuate da infermieri e fisioterapisti), oltre a rimarcare l’attività, tutta peculiare, di supporto personalizzato all’empowerment del cittadino, alla prevenzione, al riconoscimento di “eventi sentinella” da segnalare al medico per i necessari approfondimenti, all’automedicazione.

    Il ruolo strategico che le farmacie possono assumere rende necessario che i farmacisti siano a loro volta disponibili a lavorare per la propria formazione continua, per la qualificazione e il rafforzamento delle loro competenze, anche cliniche, ispirandosi a modelli noti al livello internazionale con l’espressione “farmacia di comunità”.

    Cliccando su questo link si raggiunge il portale del Ministero della Salute in cui sono disponibili Decreti e normative inerenti alla Farmacia.

    (ultimo aggiornamento: Luglio 2020)

    flag eng

  • Cittadinanzattiva's commitment to pharmacies

    Pharmacies for citizens...

    Introduction

    Cittadinanzattiva continues to deal consistently with Pharmacies since in recent years the role of the pharmacist and pharmacies have proved essential in the areas of prevention, in the management of the health needs of people and communities, especially fragile ones such as for example, people with chronic diseasesand people living in inland / ruralareas.
    All health professionals, in respect of their mutual competences and functions, responsibilities and autonomy of intervention, are called to operate effectively in teams and have as a common compass the attention to the active involvement of the citizen in the treatment plan and to its progressive responsibility in managing self-care practices.
    On this level, various elements make the pharmacy as a natural reference point for the National Health Service, far from being a point of sale for drugs and health products: the widespread diffusion of pharmacies at a territorial level, the proximity and personalization potential that the pharmacist can implement in relation to the health needs of citizens, the lack of filters and bureaucratic hitches in the relationship with people, etc.

    The activities promoted so far by Cittadinanzattiva
    1995 and 2015 mark two of the main milestones of Cittadinanzattiva's commitment to the Pharmacies, on the basis of which multiple activities have been built over time, and on multiple fronts, which constitute an organic and integrated set of concrete approaches to this theme, become an axis of constant commitment in the policies of our organization.
    The activities promoted and implemented at national level, divided by type, are described below:

    1. Documents / placements produced by Cittadinanzattiva
      • Pharmacy Quality Charter (1995)
      • Pharmacy Quality Charter (September 2015) - Twenty years after the first draft, the Court for the rights of the patient of Cittadinanzattiva and Federfarma have renewed and updated the text. The inspiring principles of the Charter are: accessibility, reception and personalization, information, safety and quality standards of the services provided. For each of these categories, the Charter lists the rights to be guaranteed to the citizen and the commitments that the pharmacy undertakes to respect them.
    2. Institutional dialogue, stakeholder engagement and participation in working groups
      • National Table on the Pharmacy of Services - Ministry of Health - Established by Decree of 30.11.18 of the Director General of Health Planning of the Ministry of Health to define the guidelines of the three-year experimentation on the "pharmacy of services" in 9 Regions (March - July 2019)
      • Collaboration protocol between Cittadinanzattiva and SIF (Italian Society of Pharmacology) (February 2019)
    3. Initiatives in the context of the emergency from Covid-19
      • 31.03.20, Call of Federfarma and Cittadinanzattiva in a note addressed to the Ministry of Health and AIFA: to distribute, through pharmacies, the antiviral and antimalarial drugs authorized for the home treatment of patients with Covid-19, thanks to the delivery services free at home, through the toll-free numbers of Federfarma and the Italian Red Cross. News.
      • 23.04.20, With Federfarma and Teva Italia, a joint commitment for Italian pharmacists: Teva Italia wanted to respond to the appeals of Federfarma and Cittadinanzattiva regarding the need to equip Italian pharmacists in the area with suitable individual protection devices, donating 40,000 KN95 / FFP2 masks, whose distribution was managed by Federfarma according to the needs of the territory. News; Press release
    4. Project activities
      • Protocol "Protected Pharmacy" 2020: in partnership with Apoteca Natura. Civic contribution in the definition of a document aimed at reengineering the activities and operating procedures of pharmacies aimed at guaranteeing the right to safety for pharmacists and collaborators in carrying out their work and guaranteeing protection for citizens and patients in accessing the pharmacy and in using services offered to the community, with particular regard to people who are more fragile and with chronic diseases.
      • Civic Audit of Pharmacies(three-year project 2018-2020)
        The aim of the project is to involve Apoteca Natura pharmacies in a structured civic evaluation process that allows to detect the quality of the services offered and the propensity to feel and be in charge of the National Health Service, from a Corporate Social Responsibility perspective. , from the "citizens' point of view". The general purpose of the project is to provide the Apoteca Natura Network of Pharmacies with an instrument - Civic Audit® - capable of bringing out good practices and critical elements in the services provided to citizens, useful for planning and implementing actions aimed at improve the service offered.
        • First pilot year: testing the application of the methodology to the 21 Municipal Pharmacies of Florence (AFAM) (2018)
        • Second year 2020-21 - dedicated website
        • Third phase: planning and implementation of improvement actions (2022)
      • Project with Sunifar
        http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=72433
      • Annual report on pharmacy, NHS monitoring (three-year project 2018-2020)
        It aims to help qualify the relationship between pharmacy / pharmacist and citizen, with a view to mutual trust, exchange and collaboration. The Report is constructed according to the method of civic analysis, through activities - carried out from a civic point of view - of collecting first and second degree information and of producing data, necessary to represent the orientation of the pharmacy to: be accessible , welcoming, attentive to the individual person, source of information, guaranteeing safety and quality standards of the services it provides, etc. The data are produced "according to the activation of policies and participation in public policies".
      • Civic recommendation on therapeutic adherence not focused on the Pharmacy, but closely related to the topic (2018)
      • Civic monitoring of hospital pharmacies - Focus on the distribution of medicines (2018-2019) - Results presented by Cittadinanzattiva on 21.11.19 in the context of the XL National SIFO Congress.
    5. Participation in industry events - Below are some of the participations
      • FarmacistaPiù - VI National Congress of Italian Pharmacists, Milan, 4-5 October 2019. Program. Antonio Gaudioso, Secretary General of Cittadinanzattiva, was a member of the Scientific Committee of the Congress. News: Cittadinanzattiva occurred in several sessions of the two days:
        • "Civic Audit of Pharmacies: a technology to Know, Innovate, Evolve", edited by Cittadinanzattiva, News.
        • Correct information to the citizen on health issues
        • Reform the future together Welfare and health policies: proposals to govern change
        • Advanced therapies and CAR-T

     

    Find out more... Regulatory references and useful materials
    In Italy, to qualify the role of pharmacists and pharmacies in a new way - after Law 69/2009, Art. 11. “Delegation to the Government on new services provided by pharmacies within the National Health Service as well as provisions concerning municipalities with a population of up to 5,000 inhabitants "), the three ministerial decrees on the" pharmacy of services "(Ministerial Decree of 16 December 2010 in two Gazzette and Ministerial Decree of July 8, 2011), which governed the provision of new high socio-health value, (first-instance, second-level services that can be provided with instrumental devices, professional services performed by nurses and physiotherapists), in addition to highlighting the very peculiar activity of personalized support for citizen empowerment, prevention , to the recognition of "sentinel events" to be reported to the doctor for the necessary investigations, to self-medication.
    The strategic role that pharmacies can assume makes it necessary that pharmacists are in turn available to work for their continuous training, for the qualification and strengthening of their skills, including clinical ones, inspired by models known internationally with the expression "Community pharmacy".
    By clicking on this link you reach the portal of the Ministry of Health where Decrees and regulations relating to Pharmacy are available.

    (document translated by Giulia Decarolis, ACN staff)
    (last update: July 2020)

     

  • Con Federfarma e Teva Italia, un impegno congiunto per i farmacisti italiani

    pharmacist pharmacy medicine copy copy

    Tutti gli operatori sanitari, medici, farmacisti, infermieri, tecnici, stanno facendo un lavoro eccezionale in questa emergenza, a volte anche a costo della vita stessa.

    Teva Italia ha voluto rispondere agli appelli di Federfarma e di Cittadinanzattiva riguardo all’esigenza di dotare i farmacisti italiani del territorio di idonei dispositivi di protezione individuale donando 40.000 mascherine KN95/FFP2. La distribuzione di questi dispositivi verrà gestita da Federfarma in base alle esigenze del territorio a cominciare dalle zone più colpite dall’emergenza. Le prime verranno spedite nelle prossime ore a Federfarma Lombardia, per un quantitativo stimato di circa 10.000, in modo da assicurare una dotazione di almeno tre mascherine per singola farmacia.

  • CITTADINANZATTIVA, FEDERFARMA E TEVA ITALIA: UN IMPEGNO CONGIUNTO PER I FARMACISTI ITALIANI

    pharmacist pharmacy medicine copy

    Tutti gli operatori sanitari, medici, farmacisti, infermieri, tecnici, stanno facendo un lavoro eccezionale in questa emergenza, a volte anche a costo della vita stessa.

    Teva Italia ha voluto rispondere agli appelli di Federfarma e di Cittadinanzattiva riguardo all’esigenza di dotare i farmacisti italiani del territorio di idonei dispositivi di protezione individuale donando 40.000 mascherine KN95/FFP2. La distribuzione di questi dispositivi verrà gestita da Federfarma in base alle esigenze del territorio a cominciare dalle zone più colpite dall’emergenza. Le prime verranno spedite nelle prossime ore a Federfarma Lombardia, per un quantitativo stimato di circa 10.000, in modo da assicurare una dotazione di almeno tre mascherine per singola farmacia.

  • Federfarma raccoglie nostro invito: allarga sua iniziativa per consegna a domicilio anche dei dispositivi medici

    comuni a domicilio farmaci a domicilio

    Federfarma raccoglie invito Cittadinanzattiva e allarga sua iniziativa per consegna farmaci a domicilio anche dei dispositivi medici. Le organizzazioni lanciano un appello: “Le Regioni adottino un modello di prossimità, la distribuzione per conto per tutelare i cittadini in condizioni di fragilità”

     Federfarma raccoglie l’invito di Cittadinanzattiva allargando l’iniziativa gratuita sulla distribuzione a domicilio dei farmaci anche ai dispositivi medici, favorendo così i bisogni delle persone in condizioni di fragilità - come i pazienti affetti da una patologia cronica e rara - maggiormente esposte a rischio contagio in una fase delicata come quella che stiamo attraversando, e rispondendo anche all’appello rivolto a tutti di restare a casa. 

    Federfarma e Cittadinanzattiva insieme chiedono alle Regioni che siano anche  semplificate al massimo le procedure con cui i malati cronici e rari possono ottenere direttamente in farmacia anche i farmaci e i presidi sanitari solitamente distribuiti nelle strutture pubbliche, attraverso la adozione omogenea della distribuzione per conto, e in linea con quanto stabilito dalla recente ordinanza della Protezione civile che ha l’obiettivo di limitare gli spostamenti.

  • Presentato il II Rapporto annuale sulla farmacia

    Tre quarti dei cittadini hanno una propria farmacia di fiducia dove sono soliti recarsi; parimenti elevata (73%) è la percentuale di coloro che sono a conoscenza che da alcuni anni ormai le farmacie sono abilitate ad erogare nuovi servizi per i cittadini; considerevole è anche la popolazione (65% del campione) che percepisce la figura del farmacista come un professionista dispensatore di consigli importanti per la propria salute. E’ questo il quadro che emerge dall’indagine condotta da Cittadinanzattiva in collaborazione con Federfarma e con il contributo non condizionato di Teva, presentato oggi a Roma e che ha riguardato il 10% delle farmacie presenti sul territorio.

    Il Rapporto, al quale hanno contribuito 1915 farmacie, evidenzia una serie di barriere che ancora ostacola il pieno passaggio dalla farmacia "di fiducia" alla farmacia "dei servizi", tra cui: un limitato coinvolgimento delle farmacie (27%) in campagne di prevenzione e screening promosse dalle istituzioni; lo scarso coinvolgimento delle farmacie (solo il 20%) nel processo di attuazione del Fascicolo Sanitario Elettronico; una insufficiente condivisione, ai fini del supporto all'aderenza terapeutica, dei dati telematici tra il gestionale della farmacia e i sistemi informativi sia del Ministero della Salute/AIFA (34%), sia soprattutto dei MMG (solo il 12% delle farmacie risulta interconnesso con i medici di famiglia); la necessità di rafforzare dialogo e collaborazione a livello locale con le realtà dell'associazionismo civico impegnate nella tutela della salute come bene comune.

  • Presentato il II Rapporto annuale sulla farmacia

    II indagine civica sul ruolo delle farmacie di Cittadinanzattiva e Federfarma: i cittadini riconoscono come importante il ruolo a supporto della salute e della aderenza terapeutica. 

    Tre quarti dei cittadini hanno una propria farmacia di fiducia dove sono soliti recarsi; parimenti elevata (73%) è la percentuale di coloro che sono a conoscenza che da alcuni anni ormai le farmacie sono abilitate ad erogare nuovi servizi per i cittadini; considerevole è anche la popolazione (65% del campione) che percepisce la figura del farmacista come un professionista dispensatore di consigli importanti per la propria salute. E’ questo il quadro che emerge dall’indagine condotta da Cittadinanzattiva in collaborazione con Federfarma e con il contributo non condizionato di Teva, presentato oggi a Roma e che ha riguardato il 10% delle farmacie presenti sul territorio.

  • II Annual report on pharmacy presented

    II civic investigation on the role of the pharmacies of Cittadinanzattiva and Federfarma: the citizens recognize as pivotal their role in support of health and therapeutic adherence.

    Three-fourths of the citizens have their own trusted pharmacy where they usually go to; equally high (73%) is the percentage of those who are aware of the fact that for several years by now pharmacies are enabled to provide new services for the citizens; significant is also the population (65% of the sample) that perceives the figure of the pharmacist as a professional dispenser of important advice for your health. This is the picture that emerges from the survey conducted by Cittadinanzattiva with the collaboration of Federfarma and with the unconditioned contribution of Teva, presented today in Rome and that concerned 10% of the pharmacies present on the territory.

    The Report, to which 1915 pharmacies have contributed, highlights a series of barriers that still hinder the entire transition from the “trusted” pharmacy to the pharmacy “of services”, among which: a limited involvement of pharmacies (27%) in prevention and screening campaigns promoted from institutions; the poor involvement of pharmacies (only 20%) in the implementation process of the Electronic Health Record; an insufficient share, for the purpose of support of therapeutic adherence, telematics data between the pharmacy’s management and the information systems both of the Ministry of Health/AIFA (34%) but especially of the GP (only 12% of the pharmacies results interconnected with the family doctors); the necessity to strengthen dialogue and cooperation on a local level with the realities of civic association involved in the protection of health as a common good.

  • Farmacie ospedaliere: il monitoraggio civico di Cittadinanzattiva e SIFO

    SIFO

    SCARICA IL RAPPORTO

    Oltre il 70% dei cittadini si dichiara soddisfatto del servizio pubblico di farmacia ospedaliera, perché giudica professionale e disponibile il personale preposto e sufficientemente garantito l’accesso ai farmaci. Orari di apertura delle farmacie ospedaliere, così come informazione e comunicazione al momento della consegna delle terapie sono invece le due aree su cui si dovrebbe intervenire per una maggiore garanzia dei diritti dei pazienti. Emerge infatti che sebbene oltre una farmacia su tre sia aperta almeno sei giorni a settimana, solo una su quattro garantisce l’orario continuato. E sul fronte della informazione, sebbene gli stessi farmacisti lo ritengano parte fondamentale del proprio ruolo, il cittadino afferma di riceverla più dal proprio medico (nel 52% dei casi) che dal farmacista (38%). Su entrambi gli aspetti pesa sicuramente la carenza di personale, denunciata dai direttori responsabili del servizio, che interessa per il 43% il servizio di erogazione al pubblico e per il 63% le aree di counseling, informazione e comunicazione.

    Sono questi i principali aspetti che emergono dal Monitoraggio civico delle farmacie ospedaliere. Focus sulla distribuzione dei farmaci, presentato oggi a Genova da Cittadinanzattiva nell’ambito del XL Congresso nazionale SIFO.

  • II Rapporto sulla Farmacia: il 28 novembre la presentazione

    28novembre farmacie

    Cittadinanzattiva il 28 novembre mattina a Roma presenterà i risultati dell'indagine civica realizzata per il Rapporto annuale sulla Farmacia, II Edizione, in un evento aperto al pubblico. 
    L'indagine è stata svolta attraverso un'intervista ai Farmacisti e mediante una Survey rivolta ai Cittadini, con gli obiettivi di approfondire il grado d’implementazione del ruolo delle Farmacie nella prevenzione e nel supporto all'aderenza terapeutica, e di fornire la panoramica della situazione delle Farmacie, quali importanti presidi di salute sul territorio, in risposta ai bisogni dei cittadini.
    PER PARTECIPARE CLICCA QUI

  • il 21 novembre la presentazione del Monitoraggio civico sulle farmacie ospedaliere

    il prossimo 21 novembre a Genova, in occasione del XL Congresso Nazionale SIFO -.sessione precongressuale (13,30-15,00), saranno presentati i risultati del "Monitoraggio civico delle farmacie ospedaliere. Focus sulla distribuzione dei farmaci". L'iniziativa è promossa da Cittadinanzattiva con il contributo non condizionato di TEVA e con il patrocinio di SIFO.

    Attraverso l'esperienza di cittadini che accedono alla farmacia ospedaliera e delle ASL e quella dei Direttori responsabili del servizio farmaceutico, oltre alla osservazione diretta delle strutture (condizioni strutturali, comfort e umanizzazione) si è voluto restituire uno spaccato qualitativo di questo importante presidio del SSN, cogliendo eventuali nodi critici ma soprattutto le potenzialità di miglioramento per rendere tale servizio più a misura di cittadino.

  • Raccontaci la tua esperienza con la farmacia di fiducia

    farmacia croce copy

    C’è ancora qualche giorno di tempo - fino a metà ottobre - per i cittadini che vorranno far sentire la propria voce nell'ambito dell'indagine promossa da Cittadinanzattiva, in collaborazione con Federfarma e con il contributo incondizionato di Teva, per realizzare il Rapporto annuale sulle farmacie.

  • Cittadinanzattiva a FarmacistaPiù per l’Audit Civico® delle Farmacie

    apoteca natura arezzo 1024x768 copy

    Tra i vari momenti in cui Cittadinanzattiva sarà presente al Congresso FarmacistaPiù - che vede la partecipazione di migliaia di farmacisti e stakeholder del sistema - vi è un’apposita sessione a cura di Cittadinanzattiva dal titolo “Audit Civico® delle Farmacie: una tecnologia per Conoscere, Innovare, Evolvere” per presentare alla categoria il primo ciclo nazionale del Progetto, insieme ai partner Assofarm, Apoteca Natura, Sunifar, Federfarma e a FOFI e Utifar, che hanno concesso il Patrocinio.

  • Farmacie e concorrenza: Cittadinanzattiva partecipa al confronto

    farmaci 2015 02 15 copy

    Assofarm organizza per il 4 ottobre p.v. una giornata di studio dal titolo “La vis espansiva della Legge 124/2017 sulle farmacie comunali“, all’interno del convegno nazionale FarmacistaPiù 2019. L'obiettivo è di allargare la prospettiva sullo status quo ed esaminare se e come le norme per la concorrenza costituiscano un’opportunità anche per le Farmacie Comunali, tenuto conto del ruolo ad esse attribuito dall’ordinamento e del ruolo che ad esse riconosce la società civile.

  • Prosegue l'indagine civica sulle Farmacie: compila il questionario!

    "In base alla tua esperienza, l'immagine che hai del Farmacista si avvicina di più ad un addetto alla vendita oppure ad una figura di riferimento?"
    E ancora:  "Ti è capitato di essere coinvolto dalla farmacia in iniziative volte alla prevenzione, per individuare precocemente patologie e fattori di rischio?"

    Sono due delle domande a cui i cittadini sono chiamati a rispondere nell'ambito dell'indagine promossa da Cittadinanzattiva, in collaborazione con Federfarma e con il contributo incondizionato di Teva, per realizzare il Rapporto annuale sulle farmacie.

  • Partecipa all'indagine sulle farmacie, compila il questionario!

    Indagine Farmacie copy copy copy

    "Di norma, quante volte al mese si reca in farmacia, per sè e/o per i suoi familiari?": è una delle domande a cui i cittadini sono chiamati a rispondere, nell'ambito dell'indagine promossa da Cittadinanzattiva, in collaborazione con Federfarma e con il contributo incondizionato di Teva, per realizzare il Rapporto annuale sulle farmacie.

    L’iniziativa ha la finalità di contribuire a migliorare il rapporto tra farmacia/farmacista e cittadino e ad implementare il ruolo della Farmacia come presidio sanitario, erogatore di servizi, punto di riferimento per comunità e cittadini, in particolare quelli con patologie croniche.

  • Al via l’indagine civica sulle farmacie: compila il questionario!

    Indagine Farmacie copy

    Cittadinanzattiva, in collaborazione con Federfarma e con il contributo non condizionato di Teva, realizza il Rapporto annuale sulla farmacie. Come parte integrante della produzione del Rapporto è partita in questi giorni la fase di raccolta dei dati presso: Farmacisti, Cittadini e Associazioni di pazienti. Le attività di prevenzione e di supporto all’aderenza terapeutica realizzate dalle Farmacie costituiscono i due focus sui quali si articola l’indagine.

    L’iniziativa ha la finalità di contribuire a migliorare il rapporto tra farmacia/farmacista e cittadino e ad implementare il ruolo della Farmacia come presidio sanitario, erogatore di servizi, punto di riferimento per comunità e cittadini, in particolare quelli con patologie croniche.

  • Il ruolo delle Farmacie come presidio del SSN: al via IIª indagine

    Indagine Farmacie

    COMPLETA IL QUESTIONARIO

    Rapporto annuale sulla farmacia. Il ruolo delle Farmacie come presidio del SSN: Al via IIª indagine sui servizi attivati e sulla presa in carico del cittadino con patologie croniche. Focus su prevenzione e aderenza terapeutica

    Adesione delle farmacie a campagne di promozione di stili di vita salutari, promozione di specifiche iniziative volte alla individuazione dei soggetti a rischio e alla diagnosi precoce, partecipazione alle campagne di screening,  coinvolgimento nell'attuazione del Fascicolo Sanitario Elettronico, modalità di promemoria, tutoraggio e supporto ai pazienti per una più efficace aderenza alle terapie nelle patologie croniche (Diabete, BPCO, malattie cardiovascolari, etc.), quali sono i principali servizi fruiti dai cittadini e come vengono da essi percepiti in termini di miglioramento nella compliance alle terapie. Sono questi alcuni degli oltre cinquanta indicatori presi in esame dall’indagine avviata a giugno da Cittadinanzattiva con le farmacie Federfarma aderenti al progetto “Rapporto annuale sulla farmacia, presidio del Servizio sanitario nazionale”, promosso dalla associazione in partnership con Federfarma e con il supporto non condizionato di Teva Italia, giunto alla II annualità.

    Dopo il primo anno dedicato ai servizi nelle aree interne del Paese, nel 2019 è stato individuato come tema portante il ruolo delle Farmacie nella implementazione del Piano Nazionale della Cronicità per ciò che attiene alla Prevenzione e al supporto all'Aderenza terapeutica

Condividi