Servizi bancari e finanziari

  • Bambini costretti in carcere: nostro emendamento per case famiglia protette

    carcere donne

    Bambini costretti in carcere con le mamme detenute: in queste ore è in discussione un emendamento di Cittadinanzattiva per case famiglia protette per detenute con figli minorenni. I bambini ristretti assieme a madri detenute, che si trovano costretti a trascorrere i loro primi anni di vita all’interno degli istituti penitenziari.
    Oggi un passo importante e significativo può essere fatto per dare una risposta a questo problema: tra gli emendamenti al “Decreto giustizia” in discussione presso la Commissione Giustizia del Senato ce n’è uno promosso da Cittadinanzattiva che recepisce una parte importante delle proposte della organizzazione. Si tratta di una disposizione finalizzata a favorire la rapida individuazione e realizzazione di nuove case famiglia protette per detenute con figli minorenni, ove promuovere percorsi di reinserimento, grazie ad apposite convenzioni tra il Ministero della Giustizia e gli enti locali. La proposta di emendamento vede come prime firmatarie le Senatrici Cirinnà, Valente e  Rossomando. Una proposta che rappresenterebbe una prima soluzione concreta, sia nell’emergenza che al di là di essa, per consentire percorsi del tutto alternativi alla detenzione nel circuito penitenziario di bambini e delle loro madri.

  • “L’accesso ai servizi bancari nelle aree interne”: ad Amaro il terzo seminario di formazione

    aree interne

    Si è svolto il 15 novembre ad Amaro (UD) presso la sala associazioni del Comune, il terzo seminario di formazione rivolto a giovani facilitatori del progetto “L'accesso ai servizi bancari nelle aree interne” che Cittadinanzattiva e UniCredit stanno realizzando in partnership nell’ambito di “Noi&UniCredit”, l’accordo di collaborazione fra la banca e 14 Associazioni dei Consumatori di rilevanza nazionale a cui Cittadinanzattiva partecipa fin dal 2005. Obiettivi comuni del progetto, che coinvolge in via sperimentale tre aree interne - Matese, Valnerina e Alta Carnia - sono rafforzare la digitalizzazione, la consapevolezza finanziaria e l’imprenditorialità delle aree del paese significativamente distanti dai centri di offerta di servizi essenziali (istruzione, salute e mobilità). I facilitatori, una volta formati sui temi bancari e finanziari, diventeranno il punto di riferimento per i residenti.

  • L'accesso ai servizi bancari nelle aree interne: secondo seminario di formazione

    areeinterne copy

    Si è svolto il 25 ottobre a Roccaporena presso la “Stazione di Roccaporena”, nell’ambito delle attività del progetto Rockability dedicato alle aree interne, il secondo seminario di formazione rivolto a giovani facilitatori del progetto “L'accesso ai servizi bancari nelle aree interne” che Cittadinanzattiva e UniCredit stanno realizzando in partnership nell’ambito di “Noi&UniCredit”, l’accordo di collaborazione fra la banca e 14 Associazioni dei Consumatori di rilevanza nazionale a cui Cittadinanzattiva partecipa fin dal 2005. Obiettivi comuni del progetto, che coinvolge in via sperimentale tre aree interne: Matese, Valnerina e Alta Carnia sono rafforzare la digitalizzazione, la consapevolezza finanziaria e l’imprenditorialità delle aree del paese significativamente distanti dai centri di offerta di servizi essenziali (istruzione, salute e mobilità). I facilitatori, un volta formati sui temi bancari e finanziari, diventeranno il punto di riferimento per i residenti. Durante il seminario si è affrontato il tema della moneta digitale e degli strumenti innovativi di pagamento, oltre a quello dei finanziamenti per l’impresa.

  • “L’accesso ai servizi bancari nelle aree interne”: il primo seminario a Sassinoro

    areeinterne copy copy

    Si è svolto il 14 ottobre a Sassinoro, presso il Forum della Gioventù, il primo seminario di formazione rivolto a giovani facilitatori del progetto “L'accesso ai servizi bancari nelle aree interne” che Cittadinanzattiva e UniCredit stanno realizzando in partnership nell’ambito di “Noi&UniCredit”, l’accordo di collaborazione fra la banca e 14 Associazioni dei Consumatori di rilevanza nazionale a cui Cittadinanzattiva partecipa fin dal 2005. Obiettivi comuni del progetto, che coinvolge in via sperimentale tre aree interne: Matese, Valnerina e Alta Carnia, sono rafforzare la digitalizzazione, la consapevolezza finanziaria e l’imprenditorialità delle aree del paese significativamente distanti dai centri di offerta di servizi essenziali (istruzione, salute e mobilità). I facilitatori, un volta formati sui temi bancari e finanziari, diventeranno il punto di riferimento per i residenti.

  • Al via oggi a Sassinoro (BN) il progetto “L’accesso ai servizi digitali bancari nelle aree interne”

    areeinterne copy

    Al via oggi a Sassinoro (BN) il progetto “L’accesso ai servizi digitali bancari nelle aree interne”. Una iniziativa di Cittadinanzattiva in collaborazione con UniCredit
    Rafforzare la digitalizzazione, la consapevolezza finanziaria e l’imprenditorialità delle Aree interne del Paese sono gli obiettivi del progetto “L’accesso ai servizi bancari nelle Aree Interne” che sarà realizzato nei prossimi mesi da Cittadinanzattiva in collaborazione con UniCredit. 

    Le aree interne si contraddistinguono per una perdita progressiva degli abitanti e per l’invecchiamento della popolazione residente, con un aumento delle disuguaglianze, sia nell’accesso ai servizi che nella qualità dei servizi offerti, in particolare la salute e l’istruzione. Sono aree penalizzate da un divario digitale significativo e dalla dismissione progressiva dei servizi a rete, non ultimi sportelli bancari e uffici postali. I servizi bancari pur non rappresentando un servizio “essenziale” come la salute, l’istruzione e i trasporti, sono ugualmente da considerarsi fondamentali per chi resta e vive nelle aree interne, per poter accedere ad altri servizi altrettanto necessari. Proprio per rispondere all’esigenza di accedere ai principali servizi bancari e finanziari pur in mancanza di uno sportello fisico nasce questo progetto che coinvolge in via sperimentale tre aree interne: Matese, Valnerina e Alta Carnia. L’iniziativa nasce nell’ambito di “Noi & UniCredit”, l’accordo di collaborazione fra la banca e 14 Associazioni dei Consumatori di rilevanza nazionale a cui Cittadinanzattiva partecipa attivamente fin dal 2005.

  • L'Autorità Antitrust avvia un procedimento contro Telepass

    telepass copy

    L'Agcom - L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato - ha avviato una procedura contro Telepass per possibile discriminazione verso i consumatori.
    Telepass, controllata al 100% da Atlantia, avrebbe violato le norme UE che vietano di impedire o applicare condizioni diverse ai consumatori che intendono pagare il pedaggio autostradale attraverso domiciliazione su conti correnti esteri.

  • Gestire il proprio conto con internet e mobile banking è sempre più frequente

    banca digi 2015 02 13

    Secondo i dati emersi dall'indagine online ABI Lab-Doxa, contenuta nel Rapporto annuale sul Digital Banking e realizzato dal Consorzio ABI Lab, aumenta sempre di più la frequenza e la familiarità con la quale l'utente interagisce con l'home banking dal proprio PC o con il mobile banking tramite il proprio smartphone.

    Secondo lo studio, tutte le banche del campione offrono servizi tramite Internet banking e applicazioni (app) per smartphone, eppure il numero di operazioni da PC rimane più del doppio rispetto a quelle effettuate via smartphone. L’88% degli utenti intervistati effettua operazioni informative (saldo di conto corrente, lista movimenti cc), e/o dispositive (bonifici e giroconti, ricariche del cellulare, pagamento bollette, F24, ricarica della carta di credito prepagata etc.) tramite PC. Lo smartphone in particolare, si ritaglia uno spazio importante per specifiche operazioni come la prenotazione appuntamento in filiale e la ricarica cellulare.

  • Al via il Progetto Trasparenza Semplice in ambito bancario

    associazioni scrivono alle banche

    Promosso dall'Associazioni Bancaria Italiana ed alcune associazioni dei consumatori, tra cui Cittadinanzattiva, nasce il Progetto Trasparenza Semplice con l’intento di promuovere la trasparenza tra il consumatore/utente e gli istituti bancari.

    A testimonianza dell'impegno profuso, sono stati resi pubblici alcuni strumenti informativi ed educativi diretti alla clientela sulle molte novità normative in ambito bancario con impatti significativi per la stessa, utilizzando un linguaggio ed una modalità espositiva semplice, immediata, facilmente comprensibile ed essenziale.

  • La Banca d'Italia pretende maggiore trasparenza dalle banche

    trasparenze banche

    La Banca d'Italia stabilisce nuove regole sulla trasparenza nei servizi bancari e la correttezza nelle relazioni con i clienti.
    Con un provvedimento appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale (Provvedimento Banca d’Italia del 18 giugno 2019, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 156 del 5 luglio 2019), le modifiche, che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2020, prevedono maggiori informazioni e garanzie per i clienti delle banche che hanno rapporti di conti correnti.
    La prima novità riguarda gli obblighi di comunicazione delle banche nei confronti dei propri clienti. Ai correntisti dovranno essere inviati documenti di sintesi esposti in maniera chiara. Per facilitare il compito, il provvedimento della Banca d’Italia ha predisposto un modello tipo al quale le banche dovranno attenersi. L’obiettivo è quello di presentare le condizioni economiche in maniera tale che risulti facilmente comprensibile sia il dettaglio delle singole operazioni sia il loro costo complessivo. La banca dovrà inoltre inviare al cliente un apposito “Indicatore dei costi complessivi” (Icc), che consentirà ai consumatori di effettuare confronti con altre offerte e di conoscere quanto veramente gli costa il conto.

  • Nuove soluzioni per autorizzare i pagamenti online

    norvegia pagamenti elettronici 2015 03 04

    A breve ci saranno novità per accedere e confermare i pagamenti in banca via Internet, sito mobile o per mezzo di App Mobile Banking. Le innovazioni sono rivolte a tutti i correntisti per adeguarsi al regolamento che integra la direttiva PSD2 sui servizi di pagamento. Si parte dal 14 settembre 2019. Ma vediamole più da vicino queste misure.

    Il regolamento ha come oggetto un adeguamento dei sistemi di autenticazione per autorizzare i pagamenti. Principalmente, per assicurare i clienti da frodi, sono introdotti mezzi di strong authentication per tutelare la sicurezza dell'utente prima che effettui operazioni bancarie. Le "chiavi" su cui si fondano questi nuovi mezzi sono: conoscenza - qualcosa che solo l'utente conosce, possesso - qualcosa che solo l'utente possiede, inerenza - qualcosa che caratterizza il cliente, come il riconoscimento biometrico. Per esempio, dal 24 aprile scorso la banca Unicredit ha reso disponibile per la clientela una nuova modalità di accesso e di validazione delle operazioni dispositive in Banca Multicanale tramite UniCredit Pass e Mobile Token, strumenti che generano password usa e getta.

  • Inclusione finanziaria e sviluppo sostenibile. Appuntamento a Milano il 10 maggio.

    invito evento feduf

    Appuntamento il 10 maggio dalle ore 10.00 alle 13.00 presso la Social Innovation Academy di Fondazione Triulza  - Cascina Triulza Lab-Hub per l'Innovazione Sociale, per l’evento di lancio delle video pillole della collana TG Utile.
    Oltre a curare la sezione SOS del portale curaituoisoldi.it realizzato dalla Fondazione per l'Educazione Finanziaria e al Risparmio - Feduf, le Associazioni di consumatori hanno prodotto i contenuti delle video pillole che saranno presentate nel corso dell’evento.

  • Servizi finanziari e assicurativi: consigli e strumenti per tutelarsi

    tutela

    Nell’ultimo approfondimento del progetto Risparmio e vulnerabilità si affronta la questione relativa alla tutela assicurativa e bancaria.

    Dal rapporto tra istituto bancario/finanziario o società di assicurazioni e cliente finale, talvolta, possono sorgere delle controversie relativamente ai servizi/prodotti in essere. All’interno dell’approfondimento analizzeremo in che modo il cliente finale può tutelare i propri interessi per mezzo di alcuni strumenti come l’Arbitrato bancario finanziario (ABF) per esempio, ma non solo.

    Per rendere più completo il quadro informativo ed aumentare le proprie conoscenze finanziarie e assicurative verrà proposto anche un breve glossario di educazione assicurativa.

  • Commercializzazione a distanza di servizi finanziari: l'Ue ci consulta!

    commercializzazione a distanza

    La Commissione EU ha avviato una consultazione pubblica aperta sulla valutazione della direttiva sulla commercializzazione a distanza di servizi finanziari. L'obiettivo è garantire che tutte le pertinenti parti interessate abbiano la possibilità di esprimere il loro punto di vista sull'efficacia della direttiva, in particolare ascoltare i consumatori, i fornitori di servizi finanziari al dettaglio e le autorità preposte al controllo e all'applicazione delle disposizioni.

  • Corte UE: chi sbaglia IBAN paga

    IBAN

    Secondo quanto stabilito dalla Corte di giustizia dell'Unione Europea, le banche, le poste e tutti gli altri prestatori di servizi di pagamento non hanno nessun obbligo di verificare che l'Iban indicato corrisponda effettivamente al beneficiario di un bonifico o ad altra transazione. La decisione è arrivata in merito al caso aperto tra Tecnoservice e Poste italiane in seguito a un versamento eseguito a favore dell'azienda ma dove, a causa di un errore nell'Iban, questo è andato a favore di un altro beneficiario.

  • Il contante resta la modalità di pagamento più diffusa

    solo contanti

    Il pagamento in contante resta la soluzione favorita dagli italiani. 
    Questo è quanto emerge dai dati resi pubblici da uno studio sulle modalità di pagamento più diffuse in Italia, condotto da l'European House – Ambrosetti (un think thank con sede a Milano) che ha avviato per il terzo anno una piattaforma di confronto di alto livello per la diffusione dei pagamenti elettronici in Italia. Ne risulta che gli italiani sono il terz'ultimo paese in Europa per l'utilizzo di pagamenti cashless.
    Per invogliare ad usare più frequentemente le carte bancarie, dal primo gennaio scorso Bancomat non fa più pagare alle singole banche le commissioni sui micropagamenti (inferiori ai 15 euro) dei clienti. L’idea è quella di spingere i singoli istituti finanziari a eliminare, a loro volta, le commissioni richieste agli esercenti su queste spese, invogliando i consumatori a utilizzare i pagamenti elettronici anche per le piccole spese quotidiane, dal caffè al giornale.

  • Comportamenti e conoscenza per ridurre le spese e risparmiare

    Risparmio vulnerabilità 800x450 copy copy

  • Unicredit e Cittadinanzattiva per la consapevolezza in tema di banca e finanza

    consapevolezza banche

    Il 14 febbraio scorso, con un comunicato stampa, Unicredit conferma il programma di cooperazione attiva con 13 Associazioni dei Consumatori, di cui fa parte anche Cittadinanzattiva.
    La sinergia nasce per accrescere la consapevolezza tra i consumatori sui temi di banca e finanza. È dal 2005 che il gruppo bancario italiano Unicredit e le Associazioni dei Consumatori collaborano al fine di sensibilizzare il pubblico.
    I temi su cui si fonda il contribuito delle Associazioni dei Consumatori riguardano la trasparenza, la semplificazione, l’educazione bancaria, l’inclusione finanziaria e la conciliazione paritetica.

  • Mastercard multata pesantemente dall’Antitrust Ue

    multa mastercard

    L’azienda americana Mastercard è stata sanzionata per un ammontare di € 570 milioni per aver abusato della propria posizione dominante. La ricostruzione dei fatti compiuta dalla Commissaria UE per la Concorrenza Margrethe Vestager risale al 2007.  Mastercard, violando le regole sulla “commissione di interscambio”. è rea di aver artificialmente aumentato i costi dei pagamenti con carta.

  • Libretti al portatore: c’è tempo fino al 31 dicembre per estinguerli

    ABI

    Per informare e sensibilizzare i clienti su cosa fare in vista della prossima scadenza del 31 dicembre, l’ABI invita tutti coloro che sono ancora in possesso di libretti al portatore a recarsi in banca nei prossimi giorni, verificando gli orari degli sportelli della propria filiale di riferimento, per effettuare l’estinzione nei termini previsti dalla legge ed evitare eventuali sanzioni.

  • Confermato divieto alle commissioni sulle carte di credito/debito

    carte di credito

    Mediante comunicazione pubblicata in data 26 Novembre 2018, l’AGCM - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato - riafferma il divieto di applicare spese aggiuntive per l’uso di uno specifico strumento di pagamento come le carte di credito/debito. Ciò infatti costituirebbe una violazione dell’art. 62 del Codice del Consumo, ribadita peraltro nella direttiva (UE) 2015/2366 relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno (c.d. “PSD2”), recepita dal decreto legislativo 15 dicembre 2017 n° 218.

  • Aumentate le spese di gestione del conto corrente nel 2017

    conto corrente bancario

    La spesa media di gestione di un conto corrente bancario nel 2017 è stata pari a 79,4 €, equivalente ad 1,8 € in più rispetto al 2016, rappresentando così il secondo aumento consecutivo (1,1€ nel 2016).

    Questi sono i dati emersi all’esito dell’ “Indagine sul costo dei conti correnti nel 2017” prodotta da Banca d’Italia sull’onerosità dei conti correnti rilevando per ciascun conto corrente gli oneri effettivi di gestione ripartiti tra spese fisse e variabili. Le spese fisse infatti ammontano a 52,8 € e rappresentano circa i due terzi della spesa complessiva. Le spese variabili, pari a 26,6 €, sono rimaste pressoché costanti, registrando un aumento di poco più di 0,3 €.

  • Sovraindebimento familiare, se ne parla al seminario di Cittadinanzattiva

    Tempo pieno per le classi alle elementari 7

    "Sovraindebitamento familiare e tutela del credito tra autoregolazione e necessità di una nuova educazione finanziaria" è il titolo del Workshop organizzato da Cittadinanzattiva insieme al Forum Unirec Consumatori di cui fa parte insieme ad altre associazioni di consumatori. Il Workshop si svolgerà martedi 27 novembre 2018 alle ore 13,30 presso la sede regionale di Cittadinanzattiva Emilia Romagna sita in Bologna, Via Castiglione 24.

    Tra gli interventi del workshop è previsto quello di Isabella Mori responsabile tutela di Cittadinanzattiva e vicepresidente del Forum consumatori Unirec.

  • Cos’è il Prestito Vitalizio Ipotecario?

    IPOTECAFINANZIARIO

    È un finanziamento concesso da banche o intermediari finanziari (il “finanziatore”), a persone di età superiore a 60 anni compiuti (“soggetto finanziato”), garantito da ipoteca di primo grado iscritta su un immobile ad uso residenziale a garanzia della restituzione del prestito, degli interessi e delle spese.

  • Isabella Mori è il nuovo vicepresidente del Forum Unirec-Consumatori

     isabellamori

    Tempo di rinnovi per il vertice Forum Unirec (Unione nazionale imprese a tutela del credito) – Consumatori. 

    Una conferma per il presidente Marcello Grimaldi che ricoprirà la carica anche per il prossimo biennio e un nuovo incarico per Isabella Mori nel ruolo di vicepresidente
    La responsabile nazionale del PIT e del settore dei Servizi Bancari e finanziari di Cittadinanzattiva ha dichiarato di voler proseguire con il lavoro già avviato nel delicato settore del recupero crediti.

  • Rinnovata l’Iniziativa CREDIamoci, più tutele sul credito alle famiglie

    recupero crediti privacy

    Accesso al credito, sostegno alle famiglie in difficoltà, rafforzamento della consapevolezza. Attorno a queste tre tematiche è stata rinnovata per il triennio 2018- 2020 l’iniziativa “CREDIamoCI”, creata nel 2015 tra l’Abi e le Associazioni dei Consumatori (Acu, Adiconsum, Adoc, Asso-Consum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, La Casa del Consumatore, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori, U.Di.Con). Scopo dell’accordo è il potenziamento di tutta una serie di misure straordinarie per il credito alle famiglie in difficoltà con il pagamento delle rate di alcune forme di credito al consumo a medio e lungo termine e di credito ipotecario; l’introduzione di misure specifiche a sostegno delle popolazioni colpite da calamità naturali; l’emanazione della disciplina del Prestito Ipotecario Vitalizio, grazie all’accoglimento da parte del Parlamento della proposta comune di Abi e numerose Associazioni dei consumatori; l’istituzione del Fondo di garanzia per il sostegno alla natalità.

  • Ti aspettiamo al XVII Rapporto PiT Servizi

    PITServiziCONSUMATORI std 01

    Cittadinanzattiva è lieta d’invitarLa alla presentazione della XVII Relazione Pit Servizi, frutto del lavoro svolto dal servizio di tutela dei consumatori e degli utenti promosso e animato dall'associazione.
    Giunto alla sua XVII edizione, è la sintesi delle segnalazioni che provengono a Cittadinanzattiva tramite il proprio servizio Pit durante tutto l’anno. Il Rapporto rappresenta una fotografia di quelli che sono stati i disservizi più frequentemente segnalati da parte dei cittadini nel corso dell’ultimo anno e al contempo anche un quadro di quelle che sono state le attività messe in campo dall’associazione nei diversi settori di riferimento per contrastare comportamenti scorretti, la violazione di diritti o semplicemente per promuovere un migliore dialogo e accorciare le distanze tra consumatori, aziende e pubblica amministrazione.

  • Invito XVII Rapporto PiT Servizi: "Diritti dei consumatori, si può fare di più"

    CONSUMATORI std 01

    Cittadinanzattiva è lieta d’invitarLa alla presentazione della XVII Relazione Pit Servizi, frutto del lavoro svolto dal servizio di tutela dei consumatori e degli utenti promosso e animato dall'associazione.
    Giunto alla sua XVII edizione, è la sintesi delle segnalazioni che provengono a Cittadinanzattiva tramite il proprio servizio Pit durante tutto l’anno. Il Rapporto rappresenta una fotografia di quelli che sono stati i disservizi più frequentemente segnalati da parte dei cittadini nel corso dell’ultimo anno e al contempo anche un quadro di quelle che sono state le attività messe in campo dall’associazione nei diversi settori di riferimento per contrastare comportamenti scorretti, la violazione di diritti o semplicemente per promuovere un migliore dialogo e accorciare le distanze tra consumatori, aziende e pubblica amministrazione.

  • Feduf per gli Obiettivi dell’Agenda 2030

    curaituoisoldi newsletter 800x450

    Contribuire al raggiungimento dell’Obiettivo 16 dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è tra gli scopi della sezione SOS del portale curaituoisoldi.it realizzato dalla Fondazione per l'Educazione Finanziaria e al Risparmio, Feduf, e curata dalle Associazioni di consumatori.
    Un programma di educazione finanziaria che vuole rendere le nostre società più giuste e inclusive e le nostre istituzioni più responsabili ed efficienti.
    Nella sezione SOS sono presenti 5 sottosezioni all’interno delle quali è possibile trovare tutte le informazioni utili per chi è in difficoltà economica e non solo. Partendo da un’educazione finanziaria sistematica è possibile produrre un cambiamento sia nella consapevolezza che nelle abitudini finanziare dei singoli.  

  • Cura i tuoi soldi: un portale per l’educazione finanziaria

    curaituoisoldi banner 800x450 copy

    Una partnership tra la Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio (FEDUF) e le associazioni di consumatori in risposta alla situazione di emergenza sociale e economica che coinvolge un numero ancora troppo alto di individui e famiglie nel nostro Paese.
    Il portale curaituoisoldi.it nasce per fornire informazioni di educazione finanziaria e consigli per affrontare in maniera più consapevole la gestione del denaro imparando ad amministrarlo.  Una sezione specifica, SOS è dedicata alle fasce deboli e fornisce informazioni specifiche per superare momenti di difficoltà economica.  La sezione è articolata in sottosezioni: credito e strumenti di base, misure alle famiglie, utenze e fiscalità agevola, recupero crediti e codici di condotta, strumenti di tutela extragiudiziale e sistemi informazioni creditizie.

  • Contanti, assegni, conti correnti e libretti: come utilizzarli al meglio?

    Come utilizzare assegni bancari

    Un’iniziativa di informazione che si coniuga con l’esigenza di una maggiore tutela e sicurezza a vantaggio di tutti i cittadini. L’ABI promuove un’iniziativa di sensibilizzazione per ricordare le principali regole di utilizzo del contante, degli assegni e dei libretti al portatore contenute nel Decreto legislativo n.231 del 2007 che disciplina la normativa di prevenzione dei fenomeni del riciclaggio dei proventi derivanti da attività criminose e di finanziamento del terrorismo aggiornata con il Decreto Legislativo 90 del 2017. Ciò sulla scia di quanto ha già effettuato in occasione delle novità introdotte a suo tempo dal Decreto legislativo n. 231 del 2007 sulla non trasferibilità degli assegni.

  • Processo Banca popolare di Vicenza: Cittadinanzattiva ammessa parte civile

    banca popolare vicenza ca parte civile

    Il 3 febbraio, nel corso dell'udienza preliminare, il Tribunale di Vicenza ha ammesso Cittadinanzattiva come parte civile nel processo avviato nei confronti della Banca popolare di Vicenza. Il crack della Bpvi ha gettato sul lastrico decine di migliaia di risparmiatori che avevano affidato all’istituto di credito i risparmi di una vita sicuri di sottoscrivere obbligazioni "blindate" e in realtà tenuti all'oscuro dei reali profili di rischio delle azioni acquistate.

  • SOS - Cura i tuoi soldi: quali strumenti per chi è in difficoltà economica?

    curasoldi

    Si è tenuto martedì 30 simultaneamente a Roma e Milano un incontro formativo realizzato da FEduF – Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio -  in collaborazione con le associazioni di consumatori in cui sono stati presentati i principali strumenti a sostegno di chi si trova in situazioni di difficoltà economica. L’incontro, rivolto agli operatori del Terzo settore, è stato un’occasione conoscitiva e di confronto favorendo lo scambio di esperienze e competenze.

  • Una buona notizia per chi ha un prestito da pagare

    associazioni scrivono alle banche

    Nei giorni scorsi è stata prorogata la possibilità di sospendere il pagamento delle rate in caso di difficoltà economiche. Si tratta dell’Accordo per la sospensione del credito alle famiglie, la misura promossa da banche e associazioni dei consumatori per aiutare chi è in difficoltà col pagamento delle rate.

  • Esonero canone Rai 2018: invio modulo entro il 31 gennaio

    canone rai rimborso

    "I cittadini intestatari di un’utenza elettrica e di una televisione, per non pagare il canone Rai 2018 devono inviare all’Agenzia delle entrate il modulo entro il 31 gennaio, al fine di ottenere l’esonero del pagamento del canone in bolletta per l’intero anno.

    Ai fini di disdetta canone Rai, occorre presentare all’Entrate la dichiarazione di non detenzione tv per posta, di persona o online, entro il 31 gennaio perché solo in questo modo si potrà acquisire l’esenzione per l’intero anno.

  • Banche Venete: risarcire i consumatori

    associazioni scrivono alle banche

    É in discussione in Parlamento la Legge di Bilancio che deve essere approvata prima di fine anno. Cittadinanzattivaintende sensibilizzare i parlamentari circa il problema dei risparmiatori traditi per la cattiva gestione delle due banche venete: Banca Popolare di Vicenza e  Veneto Banca.
    Sta emergendo sempre più chiaramente quanto anche da noi denunciato relativamente alla dolosa assenza di controlli da parte degli organismi preposti a vigilare, la Banca d’Italia e la Consob.

    Le due agenzie preposte rispettivamente alla stabilità bancaria ed alla vigilanza sui prodotti e sul loro collocamento si stanno vergognosamente rimpallando le responsabilità consapevoli, ormai, che l’opinione pubblica non è più disposta ad accettare tesi mistificatorie e tattiche dilatorie.
    Cittadinanzattiva  chiede che vengano discussi ed approvati quegli emendamenti alle Legge di Bilancio volti a costituire un fondo di risarcimento per assicurare il doveroso ristoro ai risparmiatori vittime delle banche venete.

  • Anatocismo bancario, AGCM: 11 milioni di multe a tre istituti

    Anatocismo bancario copia

    UniCredit S.p.A., Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. e Intesa San Paolo S.p.A. sono state sanzionate dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per aver messo in atto pratiche commerciali scorrette. L’ammontare complessivo della multa è di 11 milioni di euro.
    Le tre banche hanno adottato condotte aggressive, in violazione degli articoli 24 e 25 del Codice del Consumo, aventi ad oggetto la pratica dell’anatocismo bancario, ovvero il calcolo degli interessi sugli interessi a debito nei confronti dei consumatori.

  • Raffica di aumenti sui correntisti, stavolta tocca anche ai conti online

    banca digi 2015 02 13

    "Commissioni per i prelievi dal bancomat della propria banca, fino a 35 euro per un’operazione allo sportello e canone che cambia in base alla giacenza media sul conto corrente. Si moltiplicano le nuove spese introdotte dalle banche, e in arrivo ci sono altri rialzi. L’era dei tassi a zero, e in particolare il tasso applicato dalla Bce per la liquidità in eccesso parcheggiata dalle banche nei conti dell’Eutrotower che è negativo a -0,4%, sta pesando sui conti degli istituti italiani.

  • La conciliazione nei servizi bancari e bancoposta

    Unirec

     

    Assofin

     

    Come ricorrere all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF)

     

    Bancoposta (Organismo ADR)

  • Reclami servizi bancari e finanziari

     

  • Associazioni di consumatori scrivono alle Banche venete

    associazioni scrivono alle banche copia

    Il decreto legge sulle banche venete dà il colpo di grazia a decine di migliaia di piccoli azionisti già clienti di Veneto Banca e Popolare Vicenza ai quali negli anni sono state vendute fraudolentemente, come accertato dalla Consob, le azioni delle due banche.

  • Firmato Protocollo di conciliazione Assofin sul credito al consumo

    conciliazione copia

    Dal 1 luglio scorso, grazie a un protocollo di conciliazione paritetica siglato tra Assofin e le principali Associazioni dei consumatori, tra cui anche Cittadinanzattiva, per problemI relativI al credito al consumo i consumatori potranno attivare la procedura di conciliazione e definire così bonariamente l'eventuale controversia insorta con la società finanziaria.

  • “I finanziamenti e le fonti di informazione dell’UE"

    In occasione della Festa dell'Europa, lo Europe Direct Roma, in collaborazione con il Comune di Tivoli, organizza una giornata informativa su  “I finanziamenti e le fonti di informazione dell’Unione Europea 2014-2020" il 4 maggio 2017 a Tivoli, presso la Sala Conferenze Scuderie Estensi in Piazza Garibaldi.

  • 5 suggerimenti dall'UE per identificare notizie false e bufale in rete

    Notizie false (o "fake news") e bufale sono ormai all'ordine del giorno sui social media e non solo. Quasi la metà dei cittadini europei (circa il 46% nel 2016) si informa sui social media senza controllare l’attendibilità delle fonti: sei notizie su dieci vengono condivise senza esser state lette.

  • Nuove regole per i mutui

    nuove regole mutui

    Dal 1 novembre grazie al decreto legistlativo 72/2016, che ha recepito la direttiva 2014/17/Ue, sono entrate in vigore nuove regole in materia di compravendite immobiliari e di mutui, che riguardano la valutazione degli immobili, la trasparenza dell’informazione precontrattuale e degli annunci pubblicitarie e gli strumenti di supporto obbligatori per chi è in difficoltà con il pagamento delle rate.

  • XVI Rapporto PiT Servizi: scarica i focus tematici

    pit servizi

    Anche quest'anno Cittadinanzattiva ha presentato il consueto Rapporto PiT Servizi (Progetto integrato di Tutela), giunto ormai alla XVI edizione. Il 27 e 28 ottobre scorso, infatti, si è svolta una due giorni di lavori, con 4 focus tematici nell'ambito dei servizi di pubblica utilità (Energia e ambiente, Mobilità e trasporti, Telecomunicazioni e Servizi postali, Servizi bancari e Servizi assicurativi).

  • Servizi bancari e assicurativi: sovra indebitamento, difficoltà nella rinegoziazione dei mutui e clonazione delle carte di pagamento

    800 450banche

    Servizi bancari e assicurativi: sovra indebitamento, difficoltà nella rinegoziazione dei mutui e clonazione delle carte di pagamento le principali criticità. Presentato il Focus del XVI Rapporto PIT Servizi di Cittadinanzattiva

    Sono il sovraindebitamento, la rinegoziazione dei mutui e la clonazione delle carte di pagamento le principali difficoltà dei cittadini alle prese con i servizi bancari e finanziari, emerse dal Focus specifico da Cittadinanzattiva, all’interno del XVI Rapporto PiT Servizi. Il PiT Servizi è il servizio di consulenza e tutela gratuiti di Cittadinanzattiva in ambito consumeristico.

  • XVI Rapporto PiT Servizi

    Anche quest'anno Cittadinanzattiva presenta il consueto Rapporto PiT Servizi (Progetto integrato di Tutela), giunto ormai alla XVI edizione. Prevista per il 27 e 28 ottobre una due giorni di lavori, con 4 focus tematici nell'ambito dei servizi di pubblica utilità (Energia e ambiente, Mobilità e trasporti, Telecomunicazioni e Servizi postali, Servizi bancari e Servizi assicurativi).

  • Associazioni consumatori e Regione Toscana siglano convenzione

    banca digi 2015 02 13 copy

    In seguito all'ultimo incontro del CRCU (Comitato Regionale Consumatori e Utenti) è stata siglata una convenzione tra le associazioni dei consumatori, tra cui Cittadinanzattiva e la Regione Toscana per il sostegno delle spese sostenute dai cittadini toscani, obbligazionisti di banche, danneggiati dalle recenti crisi finanziarie. In Toscana la questione coinvolge soprattutto gli obbligazionisti di Banca Etruria.

  • Il Mese della finanza Etica

    scelgobancaetica

    Un mese per sensibilizzare i cittadini e non solo sull’importanza di una finanza al servizio dell’economia reale e sostenibile. Dal 15 ottobre al 15 novembre, sono 100 le iniziative organizzate in tutta Italia che vogliono raccontare come la finanza etica funziona e voglia crescere rafforzando il capitale sociale.

    Le iniziative spaziano dai dibattiti al teatro civile passando per l’educazione critica alla finanza. Durante il mese della finanza etica verrà anche sostenuta l’Offerta pubblica delle azioni della Banca.  

  • Invito al XVI Rapporto PiT servizi

    invito800 450 PIT SERVIZI 2016 copy

    Cittadinanzattiva è lieta di Invitarti alla presentazione del XVI Rapporto PiT Servizi (Progetto integrato di Tutela), che si svolgerà il 27 e 28 ottobre p.v. con 4 focus tematici nell'ambito dei servizi di pubblica utilità (Energia e ambiente, Mobilità e trasporti, Telecomunicazioni e Servizi postali, Servizi bancari e Servizi assicurativi).

  • 27 e 28 ottobre, il XVI Rapporto PiT servizi

    invito800 450 PIT SERVIZI 2016

    Cittadinanzattiva è lieta di invitarti alla presentazione del XVI Rapporto PiT Servizi (Progetto integrato di Tutela), che si svolgerà il 27 e 28 ottobre p.v. con 4 focus tematici nell'ambito dei servizi di pubblica utilità (Energia e ambiente, Mobilità e trasporti, Telecomunicazioni e Servizi postali, Servizi bancari e Servizi assicurativi).

  • Cos'è il prestito ipotecario vitalizio?

    0001

    E' un particolare tipo di finanziamento riservato a chi ha più di 60 anni, garantito da ipoteca su un immobile residenziale la cui durata, in generale, coincide con la vita del sottoscrittore. Questo strumento di finanziamento, già diffuso all’estero da tempo, può rappresentare una valida alternativa alla vendita della nuda proprietà dal momento che garantisce a chi lo sottoscrive di continuare ad abitare nell’immobile senza perderne la proprietà.

  • Acquistare la casa in sicurezza: i consigli delle associazioni e dei notai

    Casa bene primario

    "Casa bene primario", questo il titolo della conferenza stampa dello scorso 13 settembre a Roma dal Consiglio Nazionale del Notariato insieme alle Associazioni dei consumatori, tra cui anche Cittadinanzattiva, per il lancio della iniziativa di piazza che si svolgerà il prossimo 21 settembre in 5 piazze italiane.

  • Acquistare un volo online con carta di credito costa caro?

    acquisto online

    La risposta può essere si, se quando si acquista non si presta la dovuta attenzione! Comprare un biglietto aereo online è ormai una prassi per la maggior parte dei consumatori, un pò per mancanza del tempo a disposizione, un pò per la facilità con cui si acquista e altrettanto per il diffondersi di questa nuova cultura dell' e-commerce.

  • Una tassa sulle transazioni finanziarie: il momento è adesso!

    robin tax copy copy copy

    Mancano ormai pochi giorni all'Ecofin e la sfida è quella di raggiungere in quell'occasione l’accordo per l’introduzione della Tassa europea sulle Transazioni Finanziarie (TTF) volta a disincentivare finalmente pratiche speculative sui mercati e a far versare al settore finanziario il “giusto contributo fiscale” agli Stati. Dopo tre anni di trattative non è infatti più giustificabile ritardare l’introduzione di quella che è divenuta la "tassa più popolare di sempre" attraverso una petizione globale che nel 2015 ha superato1 milione di firme.

  • Siglata intesa tra Good Bank e associazioni dei consumatori

    the good bank copy

    Il Tavolo di dialogo tra le Good Bank e le Associazione dei consumatori, istituito  lo scorso gennaio, giovedi 12 maggio ha raggiunto un importante risultato.
    Le 4 banche (Nuova Banca delle  Marche, Nuova Banca dell'Etruria e del Lazio, Nuova Carichieti e Nuova CariFerrara) rappresentate dal Presidente Roberto Nicastro e dalla dott.ssa Donata Monti, e le Associazioni dei Consumatori più rappresentative tra cui Cittadinanzattiva, hanno sottoscritto un Verbale d’intesa, volto a facilitare sia il ricorso all’Arbitrato, sia il ricorso al Fondo Interbancario che si occuperà dei rimborsi, secondo le modalità previste nel Decreto Legge n.59 del 3 maggio 2016, che ha aggiunto alla modalità arbitrale anche un meccanismo di rimborso automatico a cui si prevede potrà accedere oltre la metà dei risparmiatori coinvolti ed eliminato il massimale di 100 milioni di euro.

  • Polizze dormienti: nuovi rimborsi per i benificiari

    Dal 9 maggio al 1 luglio 2016 è possibile presentare alla CONSAP- Concessionaria servizi assicurativi pubblici- la richiesta di rimborso parziale delle polizze dormienti prescritte prima del 1° luglio 2010. La richiesta di  rimborso delle polizze dormienti potrà essere inoltrata solo in determinati casi e caratteristiche di seguito specificate:

  • Rinnovato accordo tra Associazioni dei Consumatori e UniCredit

    In occasione dell’ UniCredit Consumer Day 2016, che si è svolto lo scorso 5 aprile, l'istituto bancario ha rinnovato l'accordo con 12 tra le Associazioni dei consumatori di maggiore rilevanza nazionale, tra cui Cittadinanzattiva. Il rinnovo della partnership conferma così l’impegno a proseguire il percorso avviato insieme sul tema della tutela dei consumatori, e in particolare sui temi legati alla trasparenza, alla semplificazione, all’educazione finanziaria, all’inclusione finanziaria nei territori, alla conciliazione paritetica, con un focus particolare su temi di stretta attualità come il risparmio e gli investimenti.

  • Dopo 18 rate insolute, la casa va alle banche

    Dopo le polemiche di questi giorni sulla pignorabilità della casa in caso di insolvenza delle rate del mutuo, si è arrivati a una soluzione equa, secondo cui la casa potrà essere pignorata e venduta all'asta dalla banca solo se si verifichi insolvenza del debitore per 18 rate di mutuo, e non più dopo sole 7 rate, come paventato in precedenza. La norma non sarà retroattiva e non si applicherà alle surroghe.

  • Guida al leasing immobiliare abitativo

    leasing immobiliare

    Cos'è il leasing immobiliare abitativo? Chi può fruirne? Quali sono le condizioni contrattuali previste? Quali i pro e i contro della stipula di questa nuova forma contrattuale? A queste domande e a tante altre è possibile trovare una prima risposta nella "Guida sul Leasing immobiliare abitativo prima casa", realizzata grazie alla collaborazione tra Assilea (Associazione Italiana Leasing), il Consiglio Nazionale del Notariato con l’adesione di 11 tra le principali Associazioni dei Consumatori tra cui Cittadinanzattiva, e con il contributo del Dipartimento delle Finanze (Ministero dell’Economia e delle Finanze).

  • Nuovi rimborsi in arrivo per le polizze dormienti

    8xmille scuola 2015 02 20

    C'è tempo fino al prossimo 8 aprile per presentare richiesta di rimborso per le polizze dormienti prescritte prima del 1° aprile 2010. La domanda dovrà essere presentata alla Consap Spa e consisterà in una richiesta di rimborso parziale (fino a un massimo del 70%). Il rimborso delle polizze dormienti potrà essere richiesto solo se la morte dell’assicurato o la scadenza della polizza che determinano il diritto a riscuotere il capitale assicurato siano avvenuti successivamente al 1° gennaio 2006.

  • "Previdenza integrativa: la conosci davvero?"

    Questo il titolo del documento sviluppato nell’ambito dell’Accordo Quadro di Unicredit da Cittadinanzattiva Onlus insieme ad altre 11 tra le maggiori Associazioni dei consumatori
    Si tratta di un decalogo specifico sul tema della previdenza integrativa, realizzato con le domande e risposte più frequenti per favorire la comprensione e la scelta consapevole dei prodotti bancari ai consumatori. Ad esempio, cos'è la previdenza complementare? E perchè sceglierla? Sono solo alcuni esempi.

  • Le associazioni di consumatori scrivono a Cantone e Padoan

    palazzodigiustizia

    Gent.mi,
    le scriventi associazioni, riconosciute dal Consiglio Nazionale Consumatori ed Utenti, nell’esercizio delle proprie funzioni e del proprio ruolo, ormai da settimane sono sollecitate ad individuare risposte e soluzioni adeguate per quei “risparmiatori traditi” in quelle regioni maggiormente coinvolte dalla crisi delle 4 Banche.

    La storia si ripete e a distanza di dieci anni ci ritroviamo ad affrontare le stesse emergenze. La crisi del risparmio di ormai un decennio addietro ha rappresentato un momento drammatico che ha riguardato migliaia di cittadini vittime di investimenti sbagliati. La risposta immediata al grave problema finanziario è stata ,nel passato, la Procedura di conciliazione, siglata d’accordo con la maggioranza delle Associazioni di Consumatori riconosciute dal Cncu. L’esperienza è stata decisamente positiva se si considera che in fase di conciliazione in molti casi è stato rimborsato anche il 100% del capitale investito e che ha permesso, successivamente, di attivare Protocolli di conciliazione paritetica sottoscritti in via preventiva (dunque ex ante e non ex post come per il caso della Parmalat) con gli Istituti bancari con lo scopo di prevenire o comunque risolvere l’eventuale contenzioso in via bonaria.

  • Bond Argentina: accordo preliminare raggiunto

    Dopo 15 anni dal default dell’Argentina, che ha causato la perdita dei risparmi di chi aveva investito in obbligazioni, sembra si sia arrivati alla soluzione che porterà al rimborso del 150% del capitale investito dai cittadini italiani. Almeno questo è quanto prevede un accordo preliminare Italia-Argentina, siglato tra Il Ministero del Tesoro e della Finanza Pubblica della Repubblica Argentina e la Task Force Argentina  (TFA).

  • Confronto sulla nuova nota informativa semplificata delle polizze danni

    L’IVASS ha incontrato oggi i rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori, degli Intermediari, di ANIA, ABI, UnipolSai e Intesa Sanpaolo per discutere la nuova “nota informativa” semplificata delle polizze danni, che va consegnata al cliente prima della stipulazione delle polizza, per consentire una scelta consapevole.

  • Una Guida per il consumatore sulla crisi delle banche

    Dal 1 gennaio 2016 è entrato in vigone anche in Italia il pacchetto di nuove regole comuni a tutti i Paesi Membri dell'Unione Europea per prevenire e gestire le crisi delle banche.
    Principale finalità di queste norme è quella di limitare la probabilità che si possano verificare delle gravi crisi bancarie in danno ai consumatori. Nel caso in cui la crisi si dovesse manifestare invece, lo scopo è quello di limitare gli effetti, impedendo che si diffondano tra i vari Paesi dell'UE.

  • Crisi bancarie: cosa è il bail in in vigore da gennaio

    bailin

    In dieci domande e dieci risposte le novità introdotte dalle nuove regole europee sulle crisi bancarie, in vigore anche in Italia dal prossimo 1° gennaio.
    Per far conoscere ai cittadini i principali cambiamenti introdotti dalle nuove regole europee sulle crisi bancarie, in vigore anche in Italia dal primo gennaio 2016, l’ABI ha messo a punto una guida in collaborazione con dodici associazioni dei consumatori (Acu, Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del consumatore, Centro tutela consumatori utenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Lega consumatori, Movimento consumatori, Unc), la Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio e la Federazione delle banche, delle assicurazioni e della finanza. Scarica la guida

     

  • "005": una mini tassa sulle transazioni finanziarie

    robin tax copy copy

    All’Ecofin di oggi i Paesi europei partecipanti alla cooperazione rafforzata, con l’unica eccezione dell’Estonia, hanno annunciato il raggiungimento di un accordo su alcuni elementi e principi chiave relativi al disegno della Tassa europea sulle Transazioni Finanziarie (TTF o Robin Hood Tax).

  • Presentato il XV Rapporto PiT Servizi

    primo piano pit servizi copy

    Bollette esose e poco chiare, tanto per l’energia che per la telefonia, difficoltà nell’accedere al credito al consumo, mutui insostenibili, ritardi nei trasporti pubblici. Sono queste fra le principali criticità segnalate dai cittadini che  emergono dal XV rapporto PiT Servizi “Sulla strada del consumattore: da spettatore a protagonista”presentato a Roma da Cittadinanzattiva il 28 e 29 ottobre.

  • Presentato il XV Rapporto PIT Servizi di Cittadinanzattiva, focus banche e assicurazioni

    Difficoltà di accesso al credito e insostenibilità dei mutui.

    Un cittadino su cinque iscritto alla banca dati cattivi pagatori ed uno su quattro ha difficoltò ad accedere al credito al consumo. Quasi uno tre, inoltre, vorrebbe sospendere il mutuo ed accedere ai nuovi Fondi di garanzia e solidarietà per la prima casa.
    Sono queste le principali criticità segnalate dai cittadini nell’ambito dei servizi bancari, come emerge dal XV Rapporto PIT Servizi “RAPPORTO PIT SERVIZI SULLA STRADA DELCONSUMATTORE: DA SPETTATORE A PROTAGONISTA” presentato oggi a Roma da Cittadinanzattiva, sulla base di 9.279 segnalazioni riferite ai seguenti ambiti: energia e ambiente, telecomunicazioni e servizi postali, servizi bancari e servizi assicurativi, mobilità e trasporti, pubblica amministrazione e beni e contratti.

  • 28- 29 ottobre la presentazione del XV Rapporto PiT Servizi

    PIT SERVIZI eventbrite

    Invito stampa: “Sulla strada del consumattore: da spettatore a protagonista”. Il 28 e 29 ottobre a Roma la presentazione del XV Rapporto PiT Servizi di Cittadinanzattiva
    Sulla strada del consumattore: da spettatore a protagonista",  questo il titolo del XV Rapporto PiT Servizi che Cittadinanzattiva presenta a Roma i prossimi 28 e 29 ottobre, presso la Sala Perin del Vaga dell’Istituto Luigi Sturzo, Palazzo Baldassini, Via delle Coppelle 35.
    La presentazione del rapporto PiT costituisce un appuntamento fisso da ben 15 anni e rappresenta per Cittadinanzattiva un fondamentale momento di incontro e interlocuzione con i principali attori coinvolti in tutti i settori per i quali il nostro servizio di tutela fornisce gratuitamente ai cittadini informazioni, assistenza e consulenza.

  • XV Rapporto PiT servizi

    invito rapporto PiT Servizi 2015

    "Sulla strada del consumattore: da spettatore a protagonista",  questo il titolo del XV Rapporto PiT servizi che si svolgerà a Roma nei prossimi 28 e 29 ottobre. La presentazione del rapporto PiT costituisce un appuntamento fisso da ben 15 anni e rappresenta per Cittadinanzattiva un fondamentale momento di incontro e interlocuzione con i principali attori coinvolti in tutti i settori per i quali il nostro servizio di tutela fornisce gratuitamente ai cittadini informazioni, assistenza e consulenza.

  • Interessi su interessi? No grazie!

    Parliamo di anatocismo bancario, ovvero sia di quel fenomeno in base al quale al debitore vengono applicati gli interessi su interessi scaduti, i cd. interessi compositi. In pratica accade spesso che l'istituto bancario addebiti direttamente sul conto corrente del proprio cliente-correntista, somme derivanti da interessi che maturano sul conto corrente bancario, generando così, ulteriori interessi in danno del correntista.

  • Stop all'Anatocismo bancario

    tribunale giudice

    Questa la richiesta formale che 14 associazioni dei consumatori, tra cui Cittadinanzattiva, inoltrano al Governo e al CICR per dire "basta alle omissioni"!
    Le 14 Associazioni dei consumatori, con la lettera aperta, hanno sollecitato il Governo a dare immediata e definitiva attuazione all’art. 120 T.U.B. (Testo Unico Bancario). Sebbene il divieto di anatocismo sia operante dal 1° gennaio 2014, ad oggi non è ancora stata adottata la deliberazione del CICR (Comitato Interministeriale per il Credito ed il Risparmio) che deve regolare la produzione degli interessi nelle operazioni bancarie.

    Leggi il comunicato stampa

  • Stop anatocismo. 14 Associazioni dei consumatori scrivono formalmente al Governo e al CICR: "basta omissioni"

    banca digi 2015 02 13

    Le associazioni di consumatori Adiconsum, Adoc, Adusbef, CTCU, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori ACP, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Rete Consumatori Italia (Assoutenti, Casa del Consumatore, Codici), Unione Nazionale Consumatori, hanno sollecitato con una lettera il Governo a dare immediata e definitiva attuazione all’art. 120 T.U.B.

  • Al via la conciliazione Unirec

    Si è svolto a Roma il 9 e 10 giugno il primo corso di formazione per conciliatori Unirec, frutto di un Protocollo di conciliazione paritetica siglato tra il forum Unirec e alcune associazioni dei consumatori tra cui Cittadinanzattiva.

  • Campagna Social di Unicredit sui diritti dei consumatori

    unicredit

    Prosegue la campagna social di Unicredit dedicata alle "video pillole" informative realizzate in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori.
    Visitando la pagina facebook di UniCredit è possibile trovare le 4 video pillole che affrontano temi di stretto interesse per i consumatori in termini di trasparenza ed inclusione finanziaria quali:

  • Consumatori e Abi: raggiunta intesa su nuova moratoria famiglie

    banca digi 2015 02 13

    Le Associazioni dei consumatori, Acu, Adiconsum, Adoc, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori hanno raggiunto un accordo per la sospensione della quota capitale per i finanziamenti alle famiglie anche tenendo conto di quanto previsto dalla Legge di Stabilità. L’Accordo è stato trasmesso al Ministero dell’economia e delle finanze e al Ministero dello sviluppo economico.

    Con l’accordo i firmatari hanno inteso ampliare le misure di sostegno alle famiglie in difficoltà nell’ambito del credito ai consumatori a medio e lungo periodo e hanno previsto tra i possibili beneficiari anche i soggetti che hanno subito sospensioni o riduzioni dell’orario di lavoro dovuta alla prolungata crisi economica. Entrambe le misure di sostegno non erano state fin qui previste in apposite iniziative.

  • XIV Rapporto PIT Servizi 2014 - Focus Servizi Bancari e Assicurativi

    banca digi 2015 02 13

    flag eng

     

    Consumatori e servizi bancari e finanziari: stretti tra prestiti negati e banca dati dei cattivi pagatori.Presentato il XIV Rapporto PIT Servizi di Cittadinanzattiva,focus Servizi bancari e assicurativi

    Difficoltà nell’ottenere un prestito, aumento delle segnalazioni alle banche dati dei cattivi pagatori
    È quanto emerge dal XIV Rapporto PIT Servizi “Consumatori, servizi e utenze: l’era dello scont(r)o” presentato oggi a Roma da Cittadinanzattiva, sulla base di 9.583 segnalazioni riferite ai seguenti ambiti: energia e ambiente, telecomunicazioni e servizi postali, servizi bancari e servizi assicurativi, mobilità e trasporti, pubblica amministrazione e beni e contratti.

  • Focus on Bank and Insurance Services

    banca digi 2015 02 13

    Consumers stuck between denied loans and the defaulters’ database with difficulty in getting a loan and increased reports of defaulters: these are the main complaints from citizens on banking and insurance services in Italy.

    Banking and financial services
    The reports received on banking and financial services accounted for 12.3% of the total reports (9583) collected by Cittadinanzattiva over the last year. They are divided in: consumer credit (35.2%), mortgages (28.1%), investments and savings (21.1%) and current accounts (15.6%).
    The economic crisis had a very big impact on citizens’disposable income, often forced to take out consumer credits to pay their taxes or utility bills. Other times, they are forced to take out further loans to pay their monthly installment payments. Sometimes, the citizens are not able to pay back the extra loans, thus marking them as defaulters by the financial institutions.

  • Guida al credito per il Consumatore

    UNIREC (Unione Nazionale Imprese a tutela del Credito) e le cinque Associazioni dei Consumatori aderenti al FORUM, tra cui Cittadinanzattiva, hanno sottoscritto la "Guida del Consumatore ai servizi di tutela del credito". Il documento e' fondamentale per operare con trasparenza, fornendo regole certe e condivise agli operatori e per divulgare in modo chiaro in cosa consiste l'attività di tutela del credito. Scarica la guida

  • Quale futuro senza alfabetizzazione finanziaria

    finanza soldi 2015 02 13

    Qualche giorno fa sono usciti i dati (preoccupanti) sull’alfabetizzazione finanziaria dei giovani, all’interno del primo Rapporto dell’Ocse sulle competenze finanziarie di questa fascia di popolazione.
    Gli italiani sono sotto la media Ocse. Oltre uno studente su cinque (di circa 15 anni) pari al 21,7% rispetto al 15,3% nei Paesi ed economie dell'Ocse, è lontanoda un livello elementare di competenze, quello necessario ad applicare le conoscenze e i concetti finanziari comuni, e prendere decisioni finanziarie in ambiti che sono direttamente rilevanti nella vita quotidiana delle persone.

  • ECOFIN: TASSA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

    Alla vigilia del primo Ecofin che si tiene nel semestre di Presidenza italiana, oltre 50 organizzazioni della società civile italiana aderenti alla Campagna ZeroZeroCinque,  assieme a molte altre realtà afferenti alle RobinHoodTax Campaigns di tutta Europa, hanno chiesto al Premier Renzi e al Ministro Padoan un impegno dell’Italia volto a raggiungere un accordo per l’adozione di un’efficace tassa sulle transazioni finanziarie (TTF), detta anche RobinHoodTax. Scarica il comunicato stampa. La fotogallery del flash mob di lunedi 7 luglio in piazza Montecitorio. Il video

  • A volte ritornano!

    Sembrava una guerra vinta, invece si ricomincia. Il Decreto Legge n°91/14 del governo Renzi ha reintrodotto l’anatocismo bancario, vanificando anni di lotte e sentenze che le associazioni a tutela dei consumatori, avevano condotto con passione e un’implacabile perseveranza. Per saperne di più

  • Pagamenti elettronici: la fiducia dei consumatori

    Moneta elettronica: L’Unione Europea non garantisce i diritti ai consumatori. Un’indagine IPSOS per IEPC rivela la preoccupazione per il provvedimento UE. Per il 79% i costi ricadranno sui consumatori, per il 54% la norma va bloccata. 

    Antonio Longo, presidente IEPC: “La presidenza italiana ci ascolti: chiediamo un intervento per bloccare la direttiva UE”

    I risultati dell’ultima indagine IPSOS – Moneta elettronica: L’Unione Europea non garantisce i diritti ai consumatori – realizzata per Italian E-Payment Coalition (IEPC) non lasciano dubbi: la direttiva europea che disciplina i pagamenti con moneta elettronica danneggerà i consumatori su cui ricadranno i crescenti costi causati dal provvedimento. Ne è convinto il 79% degli intervistati, su un campione composto da 800 persone.

  • POS OBBLIGATORIO PER PAGAMENTI SUPERIORI AI 30 EURO

    Bancomat obbligatorio ma senza una visione di sistema.

     
    Scatta da oggi l'obbligo di legge per imprese, lavoratori autonomi, artigiani e  professionisti di dotarsi del Pos per consentire ai consumatori il pagamento con moneta elettronica. Consumatori che potranno chiedere di pagare con carta quando l'entita del pagamento supera la cifra di € 30.
  • Dal 30 giugno il Pos nei negozi diventa obbligatorio

    Dal prossimo 30 giugno scatterà l’obbligo per commercianti e artigiani di dotarsi di Pos per permettere il pagamento con bancomat e carta di credito ai proprio clienti, ma non ci sono sanzioni per chi non lo utilizza! Per saperne di più

  • Più tutele per chi paga con smartphone e tablet

    Al via le nuove regole del Garante privacy: tutele per i minori, profilazione solo con consenso, dati protetti. Maggiori tutele per gli utenti che decideranno di effettuare acquisti di beni e servizi digitali utilizzando nuove forme di pagamento elettronico. Regole certe per le società del settore. Per saperne di più

  • TTF: l'annuncio di un compromesso poco audace

    La settimana scorsa all'Ecofin (Economic and Financial Affairs Council) a Bruxelles, è stato annunciato un primo vago accordo dai Ministri delle Finanze dei Paesi dell'UE aderenti alla procedura di cooperazione rafforzata per l'introduzione della Tassa europea sulle Transazioni Finanziarie (TTF). Leggi il comunicato stampa della campagna 005 di cui Cittadinanzattiva è tra i promotori. Per maggiori info

  • ABI: al via la“Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio”

    La Fondazione, nata su espressa volontà del mondo bancario per sviluppare un approccio condiviso alla educazione finanziaria e al risparmio, promuoverà la diffusione dell’educazione finanziaria su tutto il territorio nazionale, e svilupperà la conoscenza finanziaria e la cultura del risparmio nei cittadini tramite l’organizzazione di eventi sul territorio, strumenti innovativi e in prospettiva grazie alla creazione di contenuti originali. Approfondisci

  • Un milione di firme contro la speculazione finanziaria

    Anche Cittadinanzattiva è tra i promotori della campagna 005 per l'introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie. Guarda il video della campagna

  • Campagna 005: la lettera appello al futuro Governo

    economia padoan petizione 2015 02 13

    Egregio Presidente Renzi, Egregio Ministro dell'Economia che verrai,
    essendo ad un punto di svolta importante nel negoziato europeo volto all'introduzione di una Tassa sulle Transazioni Finanziarie (TTF) e consapevoli dell'impegno dell'Italia per far avanzare il processo tra gli 11 Paesi Membri aderenti alla cooperazione rafforzata, vogliamo qui richiamare la vostra attenzione su alcuni aspetti che la nostra Campagna, in piena sintonia con le altre campagne europee da molti anni attive su questi temi, considera elementi imprescindibili per definire un efficace disegno per la TTF europea. Il testo su cui vi invitiamo a convergere è dato dalla proposta di direttiva presentata dalla Commissione UE lo scorso febbraio.

  • Prelievo bancomat? Rincari in arrivo

    Rincari per i conti correnti. Il costo del prelievo bancomat e le altre spese continuano ad aumentare. In media, secondo uno studio dell’Università Bocconi, nel corso del 2013 c’è stato un aumento del 5% sui prelievi al bancomat, che sono passati da 2 euro a 2,10 euro. Approfondisci

  • Guida al bonifico bancario europeo

    Dal 1° febbraio 2014 per fare o ricevere bonifici e per gli addebiti in conto i consumatori utilizzeranno i nuovi servizi europei di Bonifico SEPA e Addebito diretto SEPA che sostituiranno per sempre il Bonifico nazionale e il RID. Molti i vantaggi per i cittadini, che potranno avere maggiori informazioni scaricando la guida redatta da Abi e le Associazioni dei consumatori. Scarica la guida

  • Rinnovato Fondo per giovani coppie e genitori single

    E’ stato rinnovato il Fondo per l’accesso ai mutui delle giovani coppie, con una semplificazione delle condizioni e una dotazione complessiva di 70 milioni di euro che andranno a potenziare l’iniziativa, rivolta inoltre ai genitori single con figli minori. Il protocollo d’intesa è stato firmato oggi a Roma dal Ministro per l’integrazione Cécile Kyenge e dal Presidente dell’Associazione bancaria italiana (Abi), Antonio Patuelli. Approfondisci

  • Gli Italiani e le banche

    Questo il tema dell'intervista di Geo & Geo dello scorso 31 ottobre, in cui è intervenuta Tina Napoli, responsabile delle Politiche dei consumatori di Cittadinanzattiva. In evidenza i dati dell'ultima relazione PiT servizi su servizi bancari e credito al consumo e le difficoltà in cui vengono a trovarsi i consumatori per problemi legati al sovraindebitamento e alla insolvibilità dei debiti. L'intervista a Geo&Geo

  • L'Abi ci risponde

    L'Associazione bancaria italiana replica ai dati del rapporto PiT servizi sui disservizi delle banche segnalati dai cittadini a Cittadinanzattiva. Secondo l'Abi i dati elaborati non rappresentano la situazione reale della intera clientela di tutto il complesso degli intermediari bancari, ma sicuramente meritano la massima attenzione come stimolo a fare di più e meglio per le banche. La risposta di Abi

  • Educazione e digitalizzazione e le banche

    banca digi 2015 02 13

    (Ospitiamo questa settimana un editoriale del Presidente di I-Com Stefano da Empoli) Le sezioni del Rapporto PIT Servizi di Cittadinanzattiva dedicate alle banche e alle assicurazioni fotografano impietosamente lo stato di crisi dell'economia italiana, che negli aspetti finanziari trova uno dei suoi snodi principali.
    I principali epicentri delle preoccupazioni dei consumatori, in base alle richieste di informazione e assistenza pervenute nel 2012, sono da un lato il credito al consumo e dell'altro i contratti R.C. auto.
    Nel primo caso, è evidente come molti cittadini siano stati travolti da aspettative reddituali diverse da quelle poi effettivamente realizzatesi oppure al momento delle stipula dei contratti di finanziamento non avessero ben in mente le implicazioni.

  • Banche, credito e revolving

    Nella puntata di Report dello scorso 28 ottobre si è parlato dei debiti delle banche e degli imprenditori che non vengono protetti perché non hanno garanzie, del credito al consumo che ormai viene utilizzato per l'acquisto dei beni di prima necessità, e delle carte revolving che il più delle volte i consumatori non sanno nemmeno di aver attivato. Intervistati anche due cittadini che si sono rivolti a Cittadinanzattiva per un problema con una finanziaria. La puntata di Report

  • XIII Rapporto PiT Servizi 2013 - Focus Banche e Assicurazioni

    Banche e assicurazioni: cittadini ancora troppo indifesi dalla stretta del credito e dai rischi di sovraindebitamento. Cittadinanzattiva presenta a Roma il Focus su banche, finanziarie e assicurazioni.

    Un cittadino su cinque ha avuto nel 2012 un problema relativo a Banche e Finanziarie (73%) o Assicurazioni (27%). I principali problemi segnalati, e contenuti nel Focus su banche e assicurazioni del XIII Rapporto PiT Servizi di Cittadinanzattiva, diffuso oggi, riguardano non solo le difficoltà legate alla crisi, come la difficoltà di accesso al credito, la “stretta” operata dagli Istituti e l’eccessivo indebitamento, ma anche gli aumenti ingiustificati delle polizze RC Auto, con enormi e inspiegabili differenze territoriali.

Condividi