mobilita sostenibile 2016

Guarda il video

Scarica la locandina

Partecipa alla consultazione su mobilità sostenibile e nuovi modelli di mobilità

Il contesto attuale e gli scenari futuri
Elementi quali la congestione del traffico, il livello di incidentalità, le emissioni inquinanti, un trasporto pubblico non rispondente alle esigenze dei cittadini, il degrado delle aree urbane (dovuto all’occupazione massiva di automobili a discapito dei pedoni) e il consumo di territorio (causato dalla realizzazione di strade e infrastrutture chiamate ad ospitare sempre più veicoli) pongono al centro del dibattito sulla qualità e sostenibilità della vita nei centri urbani l’interrogativo su come “spostare” persone e merci in un modo più efficace, efficiente e, principalmente, sostenibile.

È evidente che il comparto dei trasporti genera delle esternalità negative che si trasformano in costi sociali alla lunga sempre meno sostenibili.
La politica europea dei trasporti punta molto sulla centralità della mobilità urbana. Lo sviluppo di servizi di trasporto efficienti è considerato fondamentale non solo per l’economia, ma anche per la coesione territoriale e sociale.

Come si legge nel libro verde “Verso una nuova cultura della mobilità urbana” la città costituisce l’habitat della maggior parte dei cittadini europei ed essi hanno diritto alla migliore qualità della vita possibile. Nella comunicazione “Europa 2020 – Una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva” viene posto l’accento sull’importanza di un’economia più verde, di una politica europea dei trasporti diretta a garantire una mobilità sostenibile per tutti i cittadini, “decarbonizzando” i trasporti e sfruttando le potenzialità offerte dai progressi tecnologici.

Sarà importante puntare quindi sulla multimodalità dei sistemi di trasporto, su di un riequilibro modale dalla gomma al ferro, su un’integrazione della mobilità individuale privata con quella collettiva o disponibile in condivisione, su una pianificazione integrata, su sistemi intelligenti e non inquinanti per la mobilità urbana e sulla promozione di una tassazione intelligente per incoraggiare gli utenti a modificare le proprie abitudini di mobilità.

Il progetto
La promozione di una nuova cultura della mobilità rappresenta la strategia più adeguata, nel lungo periodo, per affrontare le questioni connesse alla congestione delle città e a quanto da essa deriva. Ruolo centrale ricopre l’educazione ad un nuovo modello, più sostenibile, basato sull’attenzione ai temi ambientali e la condivisione, con un forte orientamento alla multi modalità e all’interoperabilità dei mezzi nel particolare, e in generale ad un approccio più sostenibile al mondo dei servizi pubblici locali.
Cittadinanzattiva intende intervenire in tale ambito attraverso la promozione di modelli di mobilità più sostenibili e del coinvolgimento e della partecipazione dei cittadini (empowerment).
Le linee di azione individuate e seguite con questo progetto sono:

  • promozione della partecipazione civica come asset strategico per la qualità dei servizi di mobilità (in primis dei trasporti pubblici locali);
  • attività di informazione sul nuovo paradigma della mobilità sostenibile e dell’accesso al servizio di mobilità che supera e va oltre il concetto di possesso del mezzo;
  • attività di sensibilizzazione ed educazione volte alla promozione di nuovi modelli di mobilità, alla multimodalità e l’intermodalità.

La finalità generale di questo progetto sarà quella di sensibilizzare i cittadini su questi temi, di educarli a diversi e nuovi modelli più sostenibili e responsabili, nonché interrogarli e coinvolgerli nella individuazione delle eventuali criticità e punti di forza legate alla loro diffusione.

Attività previste:

  • iniziativedi divulgazione e sensibilizzazione in 10 città italiane con distribuzione di una piccola guida, gratuita e appositamente confezionata, ai cittadini, associati e non, presso le nostre sedi territoriali, a partire da settembre (consulta l’agenda appuntamenti). La guida sarà disponibile anche al download;
  • una iniziativa di piazza, nel cuore nella settimana europea (16-22 settembre 2016) per sensibilizzare il vasto pubblico sull’importanza dell’adozione di comportamenti più sostenibili in tema di mobilità;
  • realizzazione della seconda edizione della consultazione civica sui nuovi modelli di mobilità (prima edizione conclusa a novembre 2015 con pubblicazione a dicembre, consultabile QUI);
  • evento conclusivo di presentazione dei risultati della consultazione con rappresentazione teatrale “Vita da cittadino – un viaggio nel cuore dei servizi pubblici locali” (scheda artistica)

La rappresentazione teatrale sarà preceduta da un momento di discussione sul tema della mobilità sostenibile tra stakeholder di settore, prendendo spunto da quanto emerso dalla consultazione, il cui report sarà presentato in occasione dell’evento.

Per saperne di più sulla posizione di Cittadinanzattiva in tema di mobilità

Anno di realizzazione: 2016

Per maggiori informazioni: Cinzia Pollio Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si ringrazia per il contributo tecnico FS Italiane

Progetto realizzato con il sostegno di:

eni logo 2016

 

vodafone

 

 

Cittadinanzattiva è partner associato della

settimana europea mobilita

 

Campana, classe '82, master in management delle imprese sociali. Una grande passione per il "not for profit" e la responsabilità sociale d'impresa "applicata", in Cittadinanzattiva dal 2007, presso la sede nazionale dal 2011. Si occupa della gestione dei progetti nell'ambito delle politiche dei consumatori.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.