turismo sostenibile

A partire dal primo settembre 2017, in Unione Europea sono entrati in vigore nuovi e più rigidi standard a cui dovranno conformarsi i modelli di automobili prima della loro commercializzazione.
Le nuove prove delle emissioni garantiranno risultati più attendibili e precisi in merito alle prestazioni dei nuovi autoveicoli. Le nuove norme prevedono che i nuovi modelli siano sottoposti a test in condizioni di guida reale (RDE - Real Driving Emissions ), per eliminare l'enorme discrepanza registrata tra i valori di emissioni diesel calcolati nei test di laboratorio e quelli misurati poi su strada. Le emissioni di NOx e di particolato, che sono tra le principali cause dell'inquinamento atmosferico (oltre che di 40.000 morti premature all'anno in UE), saranno così misurate in maniera più affidabile. Il test in condizioni di guida reale andrà comunque ad integrare una procedura di prova in laboratorio nuova e più realistica (prova WLTP, World Harmonised Light Vehicle Test Procedure) per tutti i tipi di emissioni, comprese quelle di CO2 e del consumo di carburante, nonché le emissioni di NOx e di altri inquinanti atmosferici.


Le prove rappresentano una delle diverse e importanti attività che la Commissione europea sta portando avanti per promuovere un'industria automobilistica pulita, sostenibile e competitiva. Tra queste, è in programma anche l'adozione - entro novembre 2017 - di un piano d'azione riguardante un'infrastruttura per i combustibili alternativi, allo scopo di diffondere maggiormente l'uso dei carburanti alternativi in Europa.
Per maggiori informazioni, clicca qui.

Classe ’87, di origine campana. Laurea in lingue e letterature straniere e master in marketing e strategia digitale. Appassionata di viaggi, libri e (buona) cucina, a Cittadinanzattiva lavora nella rete europea, Active Citizenship Network.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.