diritto europeo

La Commissione europea è impegnata a garantire, mediante il controllo dell'applicazione delle norme del mercato unico UE, che i cittadini europei possano beneficiare ogni giorno della libertà di vivere, lavorare, fare acquisti e commerciare nei 28 Stati membri. Pertanto, la Commissione agisce con fermezza in caso di violazioni del diritto dell'UE che ostacolano la realizzazione degli obiettivi chiave delle politiche europee.

La Relazione annuale sul controllo dell'applicazione del diritto dell'UE illustra come la Commissione ha monitorato e applicato il diritto dell'Unione Europea nel 2016.

Per il 2016, la Relazione indica un aumento considerevole delle procedure di infrazione aperte rispetto all'anno precedente (pari al 21%), che hanno toccato, così, il livello massimo dell'ultimo quinquennio. Ciò è preoccupante perché la mancata applicazione del diritto UE nega ai cittadini e alle imprese i diritti e i vantaggi sanciti dalla legislazione europea.

Tenendo conto di tutti i settori valutati, i paesi che hanno ottenuto i risultati migliori sono: Austria, Danimarca, Estonia, Lituania, Malta e Slovacchia.I cittadini, le imprese, le ONG e altre parti interessate possono segnalare violazioni presunte del diritto UE mediante un modulo di denuncia online accessibile tramite il portale Europa alla sezione "Diritti e opportunità". Nel 2016, nella maggior parte dei casi le denunce presentate hanno riguardato la giustizia e i diritti dei consumatori, l'occupazione, il mercato unico europeo e questioni attinenti al settore industriale e alle PMI.

Per maggiori informazioni, clicca qui

Classe ’87, di origine campana. Laurea in lingue e letterature straniere e master in marketing e strategia digitale. Appassionata di viaggi, libri e (buona) cucina, a Cittadinanzattiva lavora nella rete europea, Active Citizenship Network.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.