Reti di riferimento europee attive

Dal 1 marzo 2017 sono ufficialmente divenute operative le reti di riferimento europee (ERN), piattaforme uniche ed innovative di cooperazione transfrontaliera tra specialisti, dedicate alla diagnosi e alla cura di malattie complesse o poco diffuse.
Le reti di riferimento europee sono reti virtuali che riuniscono i prestatori di assistenza sanitaria di tutta Europa per affrontare patologie che richiedono cure altamente specializzate e una concentrazione di conoscenze e risorse. 

Istituite nel quadro della direttiva UE sui diritti dei pazienti nell'ambito dell'assistenza sanitaria transfrontaliera (2011/24/UE), le reti svilupperanno modelli e strumenti di assistenza sanitaria online, soluzioni, dispositivi e prodotti medici nuovi e innovativi. Inoltre, garantiranno un uso più efficiente delle risorse costose, il che avrà effetti positivi sulla sostenibilità dei sistemi sanitari nazionali e per decine di migliaia di pazienti che soffrono di malattie e patologie rare e/o complesse nell'UE.

Le reti di riferimento europee attualmente attive sono 24: riuniscono oltre 900 unità di assistenza sanitaria altamente specializzata di 26 paesi. L'unione delle migliori competenze dell'UE su una così ampia scala dovrebbe portare benefici ogni anno a migliaia di pazienti affetti da patologie che richiedono una particolare concentrazione di assistenza sanitaria altamente specializzata in settori medici in cui le competenze necessarie sono rare.

Per maggiori informazioni, clicca qui (link in inglese). 

Classe ’87, di origine campana. Laurea in lingue e letterature straniere e master in marketing e strategia digitale. Appassionata di viaggi, libri e (buona) cucina, a Cittadinanzattiva lavora nella rete europea, Active Citizenship Network.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.