Indagine civica accesso farmaci innovativi

L’accesso all’innovazione farmacologica ha rappresentato, in questi ultimi anni, una sfida per il Servizio Sanitario Nazionale, per garantire al maggior numero possibile di persone, affette da patologie anche molto impattanti, cure che possono fare la differenza per la loro vita. 

Il nostro impegno è da sempre forte sul tema dell’innovazione e dell’accesso all’innovazione, per dare risposte concrete ai cittadini che si confrontano con difficoltà nel veder garantiti i propri diritti ad accedere a cure, come ai farmaci per l’Epatite C (44%) o, più in generale, a quelli di classe “A” ed “H” ed in quelle aree specialistiche in cui insistano terapie classificate come innovative (es. epatologia, neurologia, oculistica, oncologia). 

Accade talvolta che i medicianali non siano disponibili in farmacia o nelle strutture (24%); la spesa per farmaci rappresenta uno tra i principali ostacoli all'accesso (18%). Ci si confronta, inoltre,con tempi troppo lunghi di inserimento dei farmaci nei Prontuari terepeutici regionali (17%), con una variabilità nei tempi molto eterogenea da Regione a  Regione (34%). Limitazioni nell'accesso alle terapie nascono anche da disposizioni di livello regionale o aziendale e per motivi legati ai budget.

La Legge di Bilancio per l'anno 2017 ha istituito i due Fondi per l'acquisto dei farmaci oncologici e non oncologici di 500 milioni di euro ciascuno; e l'Agenzia Italiana del farmaco ha emanato i nuovi criteri (Determina Aifa 1535/2017) che attribuiscono, ai fini dell'accesso ai Fondi, il carattere di innovatività di un farmaco.

Obiettivo della nostra Indagine civica sul grado di accesso alle terapie innovative, è di fotografare, attraverso una survey indirizzata ai professionisti sanitari (clinici prescrittori, farmacisti e direttori sanitari), le eventuali criticità e le buone pratiche esistenti a livello regionale, e iincidere sulle cause e sui fattori che non garantiscono  equità nell'accesso alle cure e all'innovazione, diritti proclamati nella Carta Europea dei diritti del malato. PER COMPILARE IL QUESTIONARIO  CLICCA QUI 

 

Per maggiori informazioni contatta:

Alessia Squillace: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Anno di realizzazione: 2018

 

 

Il progetto è reso possibile grazie al contributo non condizionato di:

msd ifl lg rgb tl dkgry

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.