compiti vacanze

Siamo quasi agli sgoccioli dell'anno scolastico e si ripresenta l'incubo per studenti e genitori dei compiti per le vacanze. Ci si chiede se è necessario inondare di letture ed esercizi gli studenti e se sia realmente utile al loro apprendimento. Lo scorso anno il Ministro dell'istruzione Bussetti fece un appello ai docenti invitandoli a non esagerare con i compiti per la pausa estiva. Una recente indagine internazionale, basata sull'aprrendimento in lettura per i bambini delle elementari, sostiene che gli studenti che ricevono meno compiti a casa sono quelli che rendono di più ed hanno una perfomance migliore rispetto ai compagni che vengono inondadi di compiti a casa.

I bambini apprendono maggiormente durante le ore scolastiche, i compiti a casa dovrebbero essere limititati e finalizzati ad educare gli studenti ad organizzarsi in autonomia.

Per saperne di più leggi l'articolo su www.repubblica.it

Calabrese di nascita, romana d’adozione. Classe '80, una laurea in Scienze della Comunicazione e una specializzazione in giornalismo. A Cittadinanzattiva dal 2007, prima nel Dipartimento Networking, poi nella rete Scuola dove attualmente si occupa di Progetti e Campagne. Appassionata di fotografia, cinema e soprattutto del “mare del sud” dal quale non riesce a stare lontana.

Condividi

Potrebbe interessarti