Continua la campagna “Verità per Giulio Regeni”, l’iniziativa promossa dalla Coalizione Italiana Libertà e Diritti civili (CILD), Antigone, Amnesty International Italia alla quale ha aderito anche Cittadinanzattiva. A poco più di due mesi dalla scomparsa in Egitto del giovane ricercatore, ucciso brutalmente e ritrovato senza vita il 3 febbraio, sembra esserci una svolta da parte del governo egiziano, un nome, una indicazione di una responsabilità, come se negli ultimi giorni fosse maturata al Cairo la volontà di collaborare seriamente con l’Italia alla ricerca della verità o di una parte di essa.

Perché è da quando il corpo di Giulio Regeni è stato ritrovato senza vita che la famiglia è ancora alla ricerca della verità ed aspetta una risposta forte da parte del nostro governo, perché spetta a tutti noi ed al governo italiano stesso esigere la verità. E anche Cittadinanzattiva chiede verità per Giulio. Guarda le nostre foto su www.facebook.com/cittadinanzattiva e leggi il contributo di Mauro Palma, Garante Nazionale dei diritti dei detenuti su www.ristretti.org. Qui gli ultimi aggiornamenti sul caso

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.