giustizia

Disposto il rinvio al 14 luglio 2015 per il processo per la morte di Roberto Magherini, il quarantenne deceduto durante un arresto dei carabinieri la notte del 2 marzo 2014 in Borgo San Frediano, a Firenze. Le forze dell’ordine erano intervenute nel quartiere mentre l’ex calciatore era in preda ad una crisi da assunzione di cocaina.

Il processo è stato rinviato per consentire alle difese di esaminare le costituzioni di parte civile oltre che dei familiari di Magherini, anche di altre associazioni, tra cui Cittadinanzattiva. Per la morte del ragazzo sono indagate le sette persone coinvolte nell’arresto - quattro carabinieri e tre volontari della Croce Rossa - tutte accusate di omicidio colposo. Grande solidarietà nei corridoi del tribunale: parenti ed amici di Riccardo si sono stretti per chiedere verità e giustizia. Leggi di più

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.