carcere

Alla presenza del ministro della Giustizia Andrea Orlando, il 19 maggio si è svolta a Bollate la giornata di presentazione degli Stati generali dell’esecuzione penale, un percorso semestrale di riflessione e approfondimento sulle tematiche legate al carcere per arrivare in autunno all'elaborazione di un progetto di riforma del sistema penitenziario italiano. Il seminario coinvolgerà diverse personalità del mondo della cultura, della magistratura, del volontariato, della politica e dell’amministrazione penitenziaria.

La finalità di questo seminario, della durata di sei mesi, sarà quella di raccogliere materiali, elaborare proposte, porre la questione delle pene e della loro esecuzione al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica, puntare sull’effettiva possibilità di recupero sociale del condannato, pensare a pene alternative praticabili. E ancora: portare all’interno del carcere il contributo di chi vive “fuori” e può dare tantissimo in termini di cultura, di formazione professionale e di accompagnamento al graduale reinserimento del detenuto. Continua a leggere

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.