casa delle donne 2

Si scende in piazza per protestare contro la chiusura della Casa Internazionale delle Donne, il presidio simbolo dell’associazionismo femminile che nel corso della sua storia è diventato un organismo autonomo preposto a valorizzare la politica delle donne, offrire servizi e consulenze. Un luogo unico nel suo genere che oggi rischia lo sgombero, a seguito dell’approvazione da parte dell'assemblea capitolina di una mozione che di fatto rischia di sfrattare la storica associazione dalla sede di via della Lungara.

Si è svolto un incontro tra il direttivo dell'associazione e la sindaca di Roma che, assicura, non intende procedere a nessuno sgombero: ma, che siano o meno chiari gli intenti, le donne hanno alzato la voce in difesa di quello che considerano un luogo simbolico. E sono state almeno un migliaio quelle che lunedì 21 maggio hanno animato rumorosamente la protesta in piazza del Campidoglio, tra slogan e cori, per la difesa della Casa. Approfondisci

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.