Chi ha ricevuto una cartella esattoriale Equitalia, e ha deciso che non farà ricorso, secondo la sentenza del Tar che dichiara l'illegittimità di 700 dirigenti dell'Agenzia delle Entrate, sarà tenuto a pagare la cartella. La novità è che adesso c'è una opportunità in più per chi dovrà corrispondere una somma richiesta dal fisco, emanata dall'Agenzia delle Entrate, ma trasformatasi poi in cartella esattoriale di pagamento da parte di Equitalia.

In pratica, chiunque abbia ancora in sospeso con il fisco un debito superiore ai 50mila euro, e che fino a ieri non poteva richiedere la rateizzazione a causa della propria situazione di difficoltà economica, adesso, potrà preferire il saldo di cartelle specifiche anche per saldi al di sotto di 50mila euro di soglia. Per inoltrare la richiesta di rateizzazione a Equitalia, se il debito è fino a 50 mila euro, non è necessario presentarsi allo sportello, ma si potrà anche inoltrare una raccomandata a/r, o in altrernativa, si potrà entrare nel sito di Equitalia e inviare le richieste di rateazione inserendo i dati relativi a cartella o avviso di verifica. Approfondisci su Leggi oggi

Metà campana metà romana, poliedrica, e alla continua ricerca del bello nella fotografia e nell’arte attraverso i suoi quadri. Da 10 anni impegnata in Cittadinanzattiva, sempre in difesa e a tutela dei cittadini, in particolare per l’area consumatori e le politiche della conciliazione. Il suo motto è ”Il mondo non è di chi si alza presto la mattina, ma di chi si alza felice di iniziare una nuova giornata

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.