bollette

La Delibera 23/15/CONS, che avvia la consultazione pubblica per la modifica di un’altra Delibera Agcom n. 418/07/CONS, recante “disposizioni in materia di trasparenza della bolletta telefonica,  sbarramento selettivo di chiamata e tutela dell’utenza” ai fini di ulteriori misure di trasparenza contrattuale per l’utilizzo dei nuovi servizi digitali, è stata pubblicata sul sito dell’’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. La delibera vuole impedire che si continuino a verificare fenomeni di acquisto involontario dei servizi a sovrapprezzo su smartphone e tablet.

Secondo il Vicedirettore Direzione tutela Consumatori Agcom, Enrico Maria Cotugno, “le sanzioni non sono sufficienti per arginare il fenomeno” che andrebbe risolto in modo strutturale, agendo sul meccanismo che rende possibile l’addebito dei costi.  Cittadinanzattiva, partendo dalle segnalazioni che riceve tramite il proprio servizio di assistenza PiT servizi,  ha sollevato più volte il fenomeno di bollette poco trasparenti e incomprensibili , in cui gli utenti del settore telefonico si ritrovano spesso attivazioni non richieste e ha partecipato alla consultazione Agcom, fornendo le proprie osservazioni in merito. Leggi l’intervista completa rilasciata a Helpconsumatori da Enrico Maria Cotugno.

Metà campana metà romana, poliedrica, e alla continua ricerca del bello nella fotografia e nell’arte attraverso i suoi quadri. Da 10 anni impegnata in Cittadinanzattiva, sempre in difesa e a tutela dei cittadini, in particolare per l’area consumatori e le politiche della conciliazione. Il suo motto è ”Il mondo non è di chi si alza presto la mattina, ma di chi si alza felice di iniziare una nuova giornata

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.