Ad un anno dal referendum che ha decretato l'acqua bene comune, rimangono ancora molti i nodi da sciogliere, come quello legato ai parametri di qualità e le deroghe concesse a molte amministrazioni comunali. Per questo motivo Cittadinanzattiva e Legambiente, da sempre impegnate sul tema dell'acqua, hanno deciso di realizzare una inchiesta-denuncia su quali e quanti sono i Comuni italiani che non hanno (ancora nel 2012!) acqua potabile di qualità, sicura e conforme alla legge a causa della presenza di alcune sostanze, come borio, fluoruri e soprattutto arsenico, in concentrazioni superiori ai valori stabiliti dalla legge.

 

Lo studio ha avuto al centro le deroghe per le acque potabili, e ha permesso di mettere in luce:

  • evoluzione del problema
  • territori coinvolti
  • mancata informazione ai cittadini
  • interventi necessari

Per saperne di più, consulta nella sezione Approfondimenti:

  • Dossier "Acque in deroga", che ricostruisce la questione delle deroghe richieste e concesse ai Comuni italiani dal 2003 ad oggi, facendo il punto sui territori coinvolti e sugli interventi attuati o in programma.  Il precedente studio sulle deroghe realizzato da Cittadinanzattiva risaliva al 2009.

  • Leggi nello speciale realizzato dal settimanale "Il Salvagente" l'elenco degli oltre 100 Comuni che nel 2012 hanno ottenuto deroghe per i parametri della qualità dell’acqua potabile, necessarie per ripristinare i valori al di sotto dei limiti stabiliti dalla legge. Interessato un milione di cittadini di Lazio, Toscana e Campania.

 

Anno di realizzazione: 2011/ 2012

Per avere maggiori informazioni contatta Tiziana Toto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Se vuoi saperne di più in tema di acqua, visita la relativa Area di interesse

Iniziativa realizzata in partnership con:
Legambiente

in
Calabrese, classe '75, laurea in Economia aziendale. A Cittadinanzattiva dal 2002, è responsabile dell'Osservatorio prezzi e tariffe e delle politiche per l'energia e l'ambiente.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.