mense

Nella puntata "Mens sana" della trasmissione di Raitre "Indovina chi viene a cena", andata in onda il 7 novembre, sotto la lente d'ingrandimento le mense scolastiche e le due novità del momento: il panino libero (al quale si è opposto anche il Ministero della salute e il sindaco di Torino) e la scelta vegana senza obbligo di presentazione di un certificato.

Si parte da una finestra sull'Olanda, dove nessuna scuola ha la mensa e dove per festeggiare i compleanni in classe è possibile portare solo dolci preparati in casa. Insomma, esattamente all'opposto di quanto avviene nelle nostre scuole. 

Il servizio poi mostra l’opacità dell’etichettatura del cibo con la materia prima biologica e l’inadeguatezza di molti menu italiani che si rifanno alle linee guida del ministero della Salute, linee guida incredibilmente non aggiornate sulla base degli studi più recenti e delle raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, che consigliano di non somministrare salumi ai bambini e di ridurre l’eccesso di proteine animali. Non mancano poi i modelli positivi, come Reggio Emilia e sette comuni della provincia di Genova, che abbattono i costi pur garantendo cibo biologico al 95% e pesce fresco.

 

La trasmissione ha anche presentato per la prima volta l'applicazione creata ad hoc per i genitori che consente di valutare sulla base di un punteggio il valore nutrizionale della mensa del proprio figlio

Rivedi la puntata su Raireplay

 

Aurora Avenoso
Lucana, classe '73, master in comunicazione e relazioni pubbliche. Il meglio lo sto imparando con i miei figli, Greta e Giacomo. Per Cittadinanzattiva mi occupo di ufficio stampa e comunicazione. "Non dubitare mai che un gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l'unica cosa che è sempre accaduta" (Margaret Mead)

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.