Libri.jpg

Per imparare a leggere i bambini hanno bisogno di libri e non di computer, è quanto emerge dall'indagine Pirls (Progress in International Reading Literacy Study) del 2016 che valuta le performance di lettura dei bambini di quarta elementare di 50 Paesi nei vari continenti. Per ottenere buoni risultati in lettura serve il vecchio libro cartaceo, pare infatti che i risultati migliori si registrino proprio nelle scuole con le biblioteche.

L'Italia si trova al diciassettesimo posto con 548 punti ben oltre la media calcolata dall'IEA (International Association fot the Evaluation of Educational Achievement)un istituto che si occupa di migliorare l'istruzione nel mondo. Il nostro Paese si posiziona prima di Germania, Francia e Spagna. Secondo i dati nelle scuole dove i bambini non hanno a disposizione neanche un computer il dato sulla lettura arriva a 554.

Per saperne di più leggi l'articolo su www.repubblica.it

Calabrese di nascita, romana d’adozione. Classe '80, una laurea in Scienze della Comunicazione e una specializzazione in giornalismo. A Cittadinanzattiva dal 2007, prima nel Dipartimento Networking, poi nella rete Scuola dove attualmente si occupa di Progetti e Campagne. Appassionata di fotografia, cinema e soprattutto del “mare del sud” dal quale non riesce a stare lontana.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.