Il Comitato di Valutazione del Rischio per la Farmacovigilanza (PRAC) dell’EMA (European Medicines Agency) ha raccomandato “il rafforzamento delle restrizioni all’utilizzo dei farmaci a base di valproato a causa del rischio di malformazioni e di problemi di sviluppo nei bambini esposti in utero” alla sostanza.

“Il valproato- prosegue la nota - non deve essere utilizzato per trattare l’epilessia o il disturbo bipolare nelle ragazze e nelle donne che sono o possono restare incinte a meno che altri trattamenti non siano risultati inefficaci o non tollerati”. AIFA, sulla scorta delle considerazioni dell’EMA, ha diffuso precise indicazioni. Consulta la notizia dal sito web AIFA e la nota dell’Agenzia Europea

Salvatore Zuccarello
Siciliano, classe ’81, si laurea a Roma in Comunicazione. Dal 2008 in Cittadinanzattiva, si occupa settimanalmente della newsletter.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.