Il farmaco Myleran, utilizzato per la cura di gravi patologie quali la policitemia vera, la mielofibrosi, la leucemia granulocitica cronica e la trombocitemia essenziale, è al centro delle polemiche dopo il suo passaggio deciso dall'AIFA dalla fascia A a quella C a carico del cittadino. Il prezzo è così aumentato di circa 350 Euro. il Tribunale per i diritti del malato ha sollecitato con l'invio di una lettera un intervento risolutivo da parte delle Istituzioni competenti per garantire che nei casi in cui il medico certifichi l'indispensabilità ed insostituibilità di Myleran, il farmaco sia a carico del SSN. Leggi il comunicato

Salvatore Zuccarello
Siciliano, classe ’81, si laurea a Roma in Comunicazione. Dal 2008 in Cittadinanzattiva, si occupa settimanalmente della newsletter.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.