banca popolare vicenza ca parte civile

Il 3 febbraio, nel corso dell'udienza preliminare, il Tribunale di Vicenza ha ammesso Cittadinanzattiva come parte civile nel processo avviato nei confronti della Banca popolare di Vicenza. Il crack della Bpvi ha gettato sul lastrico decine di migliaia di risparmiatori che avevano affidato all’istituto di credito i risparmi di una vita sicuri di sottoscrivere obbligazioni "blindate" e in realtà tenuti all'oscuro dei reali profili di rischio delle azioni acquistate.

Cittadinanzattiva nel processo è rappresentata dall’avv. Simonetta Pastorello: si tratta di un nuovo importante risultato e di un ulteriore segnale da parte del Tribunale, che riconosce il ruolo, l’importanza e l’effettività dell’impegno e delle politiche che Cittadinanzattiva mette in atto sul fronte della tutela dei consumatori e utenti.

Approfondisci su www.ilfattoquotidiano.it e  scarica l’ordinanza di ammissione

Valentina Ceccarelli
Classe '78, romana e romanista doc. Laureata in Giurisprudenza, è a Cittadinanzattiva dal 2009. Impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini, è consulente del Pit Unico e si occupa delle tematiche di Giustizia per la newsletter. Appassionata di libri, cucina e danza orientale, è convinta che il mondo non si possa cambiare restando seduti.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.