"È singolare che le province di Catania e Trapani assorbano addirittura il 57% delle risorse disponibili, mentre in provincia di Agrigento dobbiamo fare i conti con lunghe liste di attesa e cicli di cura inadeguati per le patologie di cui sono affetti i disabili gravi". Lo affermano Mariella Lo Bello, segretario provinciale della Cgil, e il coordinatore regionale del Tribunale del malato Giuseppe Roccaro. Approfondisci

Redazione Online
Siamo noi, quelli che ogni giorno scovano e scrivono forsennatamente notizie di diritti e partecipazione. Non solo le nostre, perché la cittadinanza attiva è bella perché è varia. Età media: 33 anni, provenienza disparata....

Condividi

Potrebbe interessarti

Stai parlando con SUSI
Realizzato nell'ambito del progetto Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico (DM 7 febbraio 2018)

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.