Rifiuti italiani piu educati imprese piu produttive reference

A vent’anni dall’introduzione del cosiddetto “Decreto Ronchi”, normativa che nel 1997 andava a regolamentare il settore della raccolta dei rifiuti nel nostro Paese, la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, di cui l’ex ministro è oggi presidente, traccia un bilancio analizzando le performance del settore rifiuti italiano.


I numeri non sono male: il 91% degli italiani oggi dichiara di fare la raccolta differenziata, anche se solo il 58% per spirito ambientalista (il 42% la fa perché obbligato) e i risultati si vedono: nel 1997 venivano avviate in discarica 21,3 milioni di tonnellate di rifiuti (l’80% dei rifiuti urbani) e la raccolta differenziata non arrivava al 9%, mentre nel 2015 (dati Ispra) i rifiuti smalti in discarica sono scesi al 26% e la raccolta differenziata è arrivata al 47,6% . APPROFONDISCI

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.