segnale libero cabine

A Vercelli nasce  "Segnale Libero", progetto creativo dell'associazione culturale Libriamoci con l'appoggio del Comune.
L'arte, nelle sue varie forme, trova casa all'interno di sette cabine telefoniche dismesse: dislocate in vari punti della città e ormai inutilizzate, da "strumento di comunicazione" diventano "luoghi di comunicazione", insolite sedi espositive che portano l'arte nelle strade di Vercelli.

Si tratta di sette cabine telefoniche dismesse (senza telefono, mensole e luce), collocate in vari punti della città. Le prime installazioni saranno inaugurate sabato 12 novembre, resteranno allestite per un paio di mesi. A curare la loro riconversione sono sei artisti che le hanno "adottate" e i volontari dell'associazione. 

Approfondisci su "La Stampa.it" e visita la pagina facebook "Segnale Libero".

Classe '88, Roncionese fino al midollo, ho problemi con la L ma mi impegno costantemente per migliorare. Laurea in comunicazione d’impresa e master in marketing management. Adoro il mondo della pubblicità, in particolare la guerriglia e la new advertising. Ricatto le persone pur di fare una campagna on-line. “Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come se fermasse l'orologio per risparmiare il tempo”. A Cittadinanzattiva lavoro nell'Ufficio Stampa e comunicazione.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.