E’ una birra artigianale realizzata utilizzando eccedenze alimentari di qualità destinate ad essere sprecate, fatta insieme a detenuti inseriti in un percorso di reinserimento, concepita per sostenere l’impatto sociale di EquoEvento e Vale la Pena, le due Onlus che l'hanno ideata. E’ una birra che recupera cibo e persone, che dà una seconda possibilità a materie prime eccellenti destinate ad essere sprecate, ed a persone che cercano un reinserimento sociale.

Per la produzione, le due associazioni hanno necessità di affittare un impianto, e per farlo hanno attivato una campagna di crowdfunding per raggiungere il primo obiettivo di € 5.800 e successivamente quello di € 11.600. I fondi raccolti saranno interamente impiegati per realizzare produzioni di 1.800 litri ognuna di RecuperAle, ed una volta avviata la produzione potremo rendere stabile il progetto continuando a recuperare risorse, umane ed alimentari.

Tutti gli eventuali utili saranno reinvestiti nel progetto, per legge e per statuto delle due Onlus che lo realizzano.

Per contribuire al progetto clicca qui.

Aurora Avenoso
Lucana, classe '73, master in comunicazione e relazioni pubbliche. Il meglio lo sto imparando con i miei figli, Greta e Giacomo. Per Cittadinanzattiva mi occupo di ufficio stampa e comunicazione. "Non dubitare mai che un gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l'unica cosa che è sempre accaduta" (Margaret Mead)

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.