asvisevidenza

Durante il corso di una campagna elettorale raramente la politica si spende su temi come sostenibilità, cambiamenti climatici, piuttosto che energie rinnovabili o mobilità sostenibile. Il domani però è alle porte e, in un’epoca fatta di sfide globali e grandi cambiamenti, la voce delle nuove generazioni deve essere ascoltata con rinnovata urgenza, attraverso i temi della sostenibilità, per garantire loro un mondo rispettoso dell’ambiente e un futuro sostenibile.
L’Italia d’altronde, nel 2015, ha sottoscritto, con altri 192 paesi, l’Agenda 2030 dell’Onu impegnandosi al raggiungimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in cui questa si declina, dalla lotta alla fame e alla povertà, alla tutela dell’ambiente allo sviluppo di una società più equa e partecipata.

Per questo l’AsviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, ha reso note dieci proposte per lo sviluppo sostenibile chiedendo a tutte le forze politiche di inserirle all’interno dei programmi elettorali. “L’Agenda 2030 riconosce che tutte le dimensioni dello sviluppo sostenibile – economica, sociale e ambientale – sono ugualmente importanti” ha commentato il portavoce di AsviS, Enrico Giovannini. Quello di AsviS è un decalogo per “realizzare un duraturo miglioramento delle condizioni economiche, sociali, ambientali del Paese”, poiché l’Italia “non è ancora su un sentiero di sostenibilità e non possiamo più perdere tempo” ha ammonito ancora Giovannini.

APPROFONDISCI

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.