Attivismo Civico

Foto via Chiugina 1

La via Chiugina è una strada di origine etrusca che collegava la città di Perugia con il lago Trasimeno, rappresentando il cuore pulsante di questa parte dell’Umbria. Sulla via Chiugina, oltretutto arteria fondamentale di collegamento anche tra la stessa Perugia e le numerose campagne circostanti, è passato tanto grano, tanto pesce, ma anche tante personalità di rilievo come imperatori e pontefici.

Nel tempo, però, la via Chiugina ha gradualmente perso la propria centralità nella vita delle persone, fino ad essere completamente dimenticata.

elenco spiaggie stop sigarette elettroniche

Ventuno Comuni italiani hanno detto addio alle sigarette sulle spiagge e altri quaranta hanno scelto di schierarsi sotto l'etichetta "plastc free".

Sigarette e plastica bandite per combattere l’inquinamento e migliorare la permanenza dei bagnanti lungo le coste: sono molte le amministrazioni comunali che, come ci racconta Nova del Sole24ore mettendo a disposizione anche una mappa interattiva, hanno adottato dei piani per la tutela del mare e delle spiagge che prevede il divieto di fumo, con multe molto salate per chi verrà colto a violare le regole, e il divieto di utilizzo di plastica monouso.

rigeneriamocomunita copy copy

Favorire la creazione, il consolidamento e lo sviluppo di cooperative di comunità, un modello innovativo di impresa finalizzato all’interesse generale delle comunità locali che punta, attraverso la partecipazione attiva dei cittadini alla gestione dei beni comuni, a contrastare lo spopolamento delle aree interne o il degrado delle grandi città. È questo l’obiettivo del bando Coopstartup “Rigeneriamo comunità”, promosso da Legacoop e da Coopfond -con il sostegno di Banca Etica, Fondazione Finanza Etica, e la partnership con soggetti dell’associazionismo e della promozione territoriale- che si rivolge a gruppi, composti da almeno 3 persone, che intendano costituire un’impresa cooperativa aderente a Legacoop, e a cooperative aderenti a Legacoop costituite a partire dal 1° gennaio 2018.

borghi 2019

Dal 27 giugno al 30 giugno nel Borgo Autentico di Oriolo Romano si terrà il Meeting Nazionale delle comunità dei borghi autentici d'Italia "Sulla Cura della Casa Comune" . Quattro giornate per riflettere sul legame che sussiste tra i nostri stili di vita, la qualità ambientale e il futuro delle comunità locali perché, per fronteggiare la crisi ambientale e sociale che stiamo vivendo, è necessario diffondere la logica della resilienza e la capacità di portare avanti piccole grandi azioni quotidiane "con la passione per la cura del Mondo".

Nei giorni del meeting saranno allestiti stand enogastronomici con prodotti e produttori provenienti da varie parti d’Italia (degustazioni e street food delle regioni Sardegna, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo, Basilicata, Puglia, Sicilia) e Associazioni nazionali che porteranno le loro proposte ed iniziative (Cittadinanzattiva, Legambiente, Alleanza Mobilità Dolce, Rete dei piccoli comuni del Welcome, Associazione Laudato Si’). Sarà allestito e animato uno spazio dedicato a famiglie e bambini per ritornare a giocare per strada riprendendo la tradizione del “gioco antico".

“Poggiofranco non è la Svizzera di Bari”, raccontano le mamme, cittadine attive che, da alcuni mesi, si stanno occupando della sicurezza stradale del quartiere. “L’immaginarsi senza problemi o situazioni critiche può trasformarsi in uno svantaggio, perché si finisce con il restare ancorati allo stato delle cose, senza il desiderio di migliorare la realtà”. E invece loro hanno compreso che le cose possono sempre essere cambiate in meglio, e per farlo hanno deciso di costituire a dicembre 201, un Comitato, “Poggiofranco attiva”, e poco dopo di aderire all’assemblea locale di Cittadinanzattiva, di cui Stefania Palmisano è la coordinatrice.

Grazie ad una raccolta firme e alla presentazione di un progetto promosso dalle attiviste, l'amministrazione comunale ha messo a punto alcune modifiche sulla via Gandhi, dove negli ultimi mesi si erano verificati due incidenti stradali mortali. 

rigeneriamocomunita copy

Coopstartup Rigeneriamo Comunità è un’iniziativa nazionale che ha l’obiettivo di favorire il consolidamento, lo sviluppo e la creazione di cooperative di comunità. Il progetto è promosso da Legacoop Nazionale e Coopfond e sperimenta nuovi processi di promozione cooperativa nelle aree interne, nei piccoli comuni, nelle aree urbane degradate, nelle aree agricole abbandonate, nelle aree naturalistiche e nelle aree di interesse storico, paesaggistico e culturale.

protoccolodiintesa ca e legacoopsociali

Prevedere la creazione di partnership finalizzate alla co-progettazione e supporto alla realizzazione di interventi per la promozione di comunità consapevoli e di cura. Questo l’obiettivo generale del protocollo d’intesa tra Cittadinanzattiva  e Legacoopsociali.
Tra le aree di comune interesse su cui si attiveranno collaborazioni e gruppi di lavoro ci saranno: il lavoro nelle carceri, percorsi di re-inserimento socio-lavorativo, processi di accoglienza.

Il Calciosociale allombra del Serpentone di Corviale

Nella nuova puntata dello speciale di Repubblica “Palestre di vita: quei ragazzi salvati dallo sport”, il protagonista è il centro sportivo Campo dei Miracoli, nella periferia di Roma, dove per combattere degrado ed esclusione sociale si insegna il Calciosociale, uno sport, come da nome, molto simile al calcio ma con regole tutte sue: squadre miste, divieto di segnare più di tre gol e dove è fondamentale aiutare il compagno.  Uno sport finanziato dalla fondazione Laureus Italia Onlus, che dal 2005 si impegna a sostenere i minori in condizioni di forte deprivazione economica e sociale nelle periferie di Milano, Napoli e Roma.

Servizi, bisogni, fondi ed idee innovativi per reagire allo spopolamento e rilanciare il futuro di circa 5500 piccoli comuni con una popolazione che raggiunge al massimo cinquemila abitanti. 

Di questo si è occupata la rubrica TG2 Italia, andata in onda lo scorso 5 giugno. Fra gli ospiti in studio anche Anna Lisa Mandorino, vice segretaria generale di Cittadinanzattiva che da tempo si sta occupando delle aree interne del Paese, lavorando su questo tema con diversi attori, fra cui la Strategia Nazionale per le aree interne, il Forum Disuguaglianze e Diversità e Borghi Autentici di Italia.

Scegli la Natura LIPU e UE reclutano volontari per lambiente

Pochi giorni fa l’IPBES, il panel intergovernativo ONU su biodiversità e servizi ecosistemici, l’equivalente di ciò che il più famoso IPCC rappresenta per i cambiamenti climatici, ha pubblicato un rapporto sullo stato di salute della biodiversità mondiale che è stato accolto con molta comprensibile preoccupazione.

Secondo i 145 esperti provenienti da tutto il mondo, che per confezionare il report hanno revisionato circa 15.000 fonti scientifiche e governative, un milione di specie, tra animali e vegetali, sono a rischio estinzione in un prossimo futuro.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.