Notizie

BONUS NIDO copy copy copy

Ciascun Comune può far fronte alla domanda di posti negli asili nido organizzando l’offerta secondo diverse forme di gestione, anche integrate tra di loro. Ci possono essere infatti:

  • asili nido comunali a gestione diretta. Si tratta di strutture educative gestite e coordinate dal Comune attraverso il proprio personale;
  • asili nido in concessione (gestione indiretta). Si tratta di strutture educative comunali affidate in gestione a soggetti terzi privati;
  • asili nido privati convenzionati (gestione indiretta). Sono strutture private che, avendo superato uno specifico percorso di accreditamento, sono convenzionate con il Comune e offrono gli stessi standard di qualità.

Le regole per l’ammissione negli asili comunali sono determinate dall’apposito Regolamento comunale, che prevede criteri, organizzazione e funzionamento del servizio.

Le domande d’iscrizione sono, per la maggioranza dei Comuni, da presentare in modalità on-line accedendo al portale del Comune di appartenenza della famiglia.

Novità Bilancio 2020

Nel 2015 l'ONU mise a punto l'Agenda 2030, un percorso di transizione verso un futuro più equo e sostenibile per tutte le nazioni. Il traguardo è indicato da allora tramite un percorso di 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs): eliminazione della fame nel mondo, accesso all'istruzione, tutela della biodiversità, garanzia di cure sanitarie, accesso all'acqua, transizione all'economia circolare, promozione delle energie rinnovabili, e così via. Per ognuno degli obiettivi "finali" ci sono delle tappe intermedie che ogni paese deve rispettare. L'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile si occupa di monitorare l'operato di enti, imprese e istituzioni del nostro paese per verificare che l'Italia possa centrare i suoi obiettivi.

scuola e coronavirus

Scuole chiuse in tutta Italia fino al 15 marzo. E' quanto prevede il nuovo decreto approvato il 4 marzo dal Consiglio dei Ministri. Diversi istituti si sono subito attivati sul digitale, il Ministero ha messo a punto una pagina web per orientare e supportare gli istituti in questa nuova sfida. Anche se la stessa Ministra, Lucia Azzolina, ha specificato che molte scuole non hanno la strumentazione adatta. 

La Cina, primo Paese colpito dall'emergenza, ha varato una serie di strumenti, diversi in base all’età, come racconta Agenda Digitale: "le lezioni della scuola elementare sono trasmesse su uno dei canali televisivi statali cinesi. Gli studenti delle scuole medie e superiori possono utilizzare una piattaforma di apprendimento online, che prevede 169 lezioni: coprono dodici materie per la prima settimana, in base al curriculum nazionale. Gli insegnanti continueranno ad aggiornare la piattaforma con nuovi materiali, se necessario. Per garantire le connessioni, il governo ha arruolato i tre principali operatori di telecomunicazioni del Paese, società tech come Huawei, Baidu e Alibaba per il backup della piattaforma con 90 terabyte di larghezza di banda e 7.000 server, garantendo fino a 50 milioni di connessioni".

Agricoltura e coronavirus

Coldiretti lancia ripetuti allarmi sulle enormi difficoltà che l'emergenza sanitaria conseguente all'epidemia di Covid-19 sta provocando ad agricoltori, allevatori e gestori di agriturismo italiani. Le tegole cadute in queste settimane sulla testa degli imprenditori agricoli vanno dall'impossibilità dei lavoratori stagionali stranieri a varcare le frontiere per raggiungere i campi di raccolta, alle disdette che stanno azzerando le prenotazioni del settore turistico in tutto il paese. Situazione critica nella zona rossa, dove capita che braccianti, agronomi, veterinari, tecnici e, a volte, persino i proprietari siano impossibilitati a raggiungere campi, pascoli e stalle per i divieti di spostamento tra comuni attualmente vigenti.

escursioni km0

Luigi Plos, fondatore della comunità dei "Luoghi segreti a due passi da Roma" promuove e organizza escursioni "avventurose" nei dintorni della Capitale. Un tipo di turismo green e locale, che si avvale della mobilità dolce e sostenibile (treni e biciclette) per raggiungere mete relativamente vicine ma sconosciute ai più. Boschi, torrenti, laghi, grotte, borghi abbandonati, curiosità geologiche e ruderi dell'antichità; percorsi fuori dai circuiti turistici ed escursionistici più battuti, ma ugualmente affascinanti.

clima nuovo specie nuovo copy

L'Agenzia Europea per l'Ambiente ha pubblicato uno studio secondo il quale molte colture ampiamente diffuse nei paesi del sud dell'Europa subiranno un calo del 50% nella resa dei terreni entro il 2050. Le cause sono da ricercare nel progressivo mutamento delle condizioni climatiche che, nel meridione del continente, si tradurrà, secondo le previsioni, in fenomeni meteorologici più violenti e imprevedibili rispetto al passato, e maggiori ondate di calore foriere di siccità. Le colture più dipendenti dalla regolarità del clima, come il mais e il grano, saranno le più a rischio.

ricercatori precari copy

Oggi vogliamo condividere con voi una nuova lettera della nostra aderente a Cittadinanzattiva Marche sul tema dei ricercatori precari pubblicata su Quotidiano sanità

Sai cosa significa economia solidale e circolare? Si tratta di pratiche di produzione e consumo sostenibili che riescono a coniugare l'attività d'impresa con percorsi di inclusione socio-lavorativa per le persone più fragili e vulnerabili, intese non più come "scarti" bensì come risorse di capitale sociale, relazionale e di competenze lavorative.

E’ quanto scrivono i giudici della terza sezione penale della Corte di Cassazione, nelle motivazioni depositate a fine febbraio. La Corte ha annullato l’ordine di arresto emesso dalla Procura di Agrigento, non convalidato dal Gip, nei confronti della comandante della nave Sea Watch perché Carola Rackete agì correttamente seguendo le disposizioni sul salvataggio in mare: l'obbligo di prestare soccorso, stabiliscono i giudici, comporta anche l'obbligo di sbarcare i migranti in un luogo sicuro.

La diffusione del Coronavirus sta suscitando grande apprensione anche all’interno degli istituti penitenziari, anche se ancora non si registra una diffusione del virus. Le persone detenute non hanno pertanto alcun motivo per essere identificate come fattori di rischio di diffusione del Covid-19 essendo, anzi, da questo punto di vista più tutelate di altri proprio in ragione dei loro limitati contatti con l’esterno. L’Amministrazione penitenziaria sta dunque adottando le misure necessarie per garantire e assicurare la piena tutela dei detenuti in luoghi, come quelli della detenzione, che facilmente possono rivelarsi più rischiosi a causa del sovraffollamento e delle scarse condizioni igienico-sanitarie.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.