Notizie

Migranti pubblicato il dossier dellONU

L’indagine su Open Arms è stata archiviata: a distanza di un anno, la procura di Catania non ha trovato prove del rapporto fra l'Ong spagnola - fra le più attive nel soccorso dei migranti nel tratto di mare fra Italia e Libia - e i trafficanti libici. Le accuse che il Pubblico Ministero di Catania aveva rivolto alla Ong erano di associazione per delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina: in particolare, l’inchiesta aveva riguardato lo sbarco di 218 migranti a Pozzallo, in provincia di Ragusa, avvenuto il 17 marzo 2018.

onu blocca decreto sicurezza

L’Alto commissariato per i Diritti umani delle Nazioni Unite conferma, in una nota, la posizione già espressa nella lettera inviata il 15 maggio scorso all'Italia sul Decreto Sicurezza bis ed invita il Governo a bloccare il testo normativo. Gli esperti dell'Onu, che sollecitano una risposta alla loro lettera, condannano la bozza di decreto proposta dal Ministro dell'Interno, con particolare riferimento alle disposizioni che prevedono multe per chi soccorre migranti e rifugiati in mare.

mafia a roma 1

La Corte di Appello di Roma ribalta la sentenza di primo grado che aveva assolto Maurizio Venafro, l’ex capo di gabinetto alla Regione Lazio, con formula piena "per non aver commesso il fatto". I giudici della terza Corte di Appello hanno così accolto la richiesta del Sostituto procuratore generale di Roma e condannato Venafro - accusato, nell'ambito di uno dei filoni del processo Mafia Capitale, di turbativa d'asta - alla reclusione di un anno, disponendone anche il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione per la durata della pena.

carcere condizioni

Il titolo del quindicesimo rapporto dell’associazione Antigone sul sistema carcerario, “Le carceri secondo la Costituzione”, lascia poco spazio all’immaginazione. Quella del carcere si mostra, a tutti gli effetti, come una realtà non costituzionale, in quanto lesiva della dignità stessa della persona, priva di ogni forma di socialità. I detenuti sono costretti in celle di pochi metri quadrati per oltre venti ore al giorno, privati della propria libertà: sempre più si tratta di persone che portano con loro storie di esclusione sociale, di marginalità o di disagio psichico.

cultura dell accoglienza e comunita inclusiva

Il 17 maggio, a Torino, si è svolto l’evento finale del progetto "Cultura dell'accoglienza e comunità inclusiva" che Cittadinanzattiva sta realizzando in diverse città italiane in partnership con AICS e Fictus, con l’obiettivo di creare buone pratiche di accoglienza e integrazione. A Torino è stata presentata l'esperienza dei laboratori di comunità che si sono svolti sul territorio piemontese e che hanno coinvolto ragazzi italiani e stranieri, in un percorso di conoscenza reciproca e di attivismo civico, confronto e partecipazione.

compiti vacanze

Siamo quasi agli sgoccioli dell'anno scolastico e si ripresenta l'incubo per studenti e genitori dei compiti per le vacanze. Ci si chiede se è necessario inondare di letture ed esercizi gli studenti e se sia realmente utile al loro apprendimento. Lo scorso anno il Ministro dell'istruzione Bussetti fece un appello ai docenti invitandoli a non esagerare con i compiti per la pausa estiva. Una recente indagine internazionale, basata sull'aprrendimento in lettura per i bambini delle elementari, sostiene che gli studenti che ricevono meno compiti a casa sono quelli che rendono di più ed hanno una perfomance migliore rispetto ai compagni che vengono inondadi di compiti a casa.

codice della strada modifiche

Il Codice della Strada potrebbe arricchirsi di nuove norme. Le numerose proposte di legge depositate nei mesi scorsi dovranno poi seguire il lungo iter legislativo prima di esser definitivamente approvate. Qui di seguito, ne vedremo alcune tra le più significative.
Semafori. La durata delle luci dei semafori dipende dal genere di incrocio che regolano. La durata minima della luce gialla però potrebbe essere di cinque secondi.
Gravidanza. I comuni italiani potranno decidere di riservare spazi per la sosta per le donne in stato di gravidanza o con un figlio piccolo di età non superiore ad un anno.
Foglio rosa. La durata del foglio rosa raddoppierà da sei a dodici mesi.

norvegia pagamenti elettronici 2015 03 04

A breve ci saranno novità per accedere e confermare i pagamenti in banca via Internet, sito mobile o per mezzo di App Mobile Banking. Le innovazioni sono rivolte a tutti i correntisti per adeguarsi al regolamento che integra la direttiva PSD2 sui servizi di pagamento. Si parte dal 14 settembre 2019. Ma vediamole più da vicino queste misure.

Il regolamento ha come oggetto un adeguamento dei sistemi di autenticazione per autorizzare i pagamenti. Principalmente, per assicurare i clienti da frodi, sono introdotti mezzi di strong authentication per tutelare la sicurezza dell'utente prima che effettui operazioni bancarie. Le "chiavi" su cui si fondano questi nuovi mezzi sono: conoscenza - qualcosa che solo l'utente conosce, possesso - qualcosa che solo l'utente possiede, inerenza - qualcosa che caratterizza il cliente, come il riconoscimento biometrico. Per esempio, dal 24 aprile scorso la banca Unicredit ha reso disponibile per la clientela una nuova modalità di accesso e di validazione delle operazioni dispositive in Banca Multicanale tramite UniCredit Pass e Mobile Token, strumenti che generano password usa e getta.

EnergiaSostenibile

Il Gestore dei servizi energetici (più brevemente, GSE S.p.A.) ricopre un ruolo fondamentale: nasce infatti per promuovere lo sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia attraverso l'erogazione di incentivi economici. Essa svolge anche attività di informazione per incentivare la cultura dell'uso dell'energia compatibile e sostenibile con le esigenze dell'ambiente.

Facciamo luce su bollette e pagamenti

Il Consiglio di Stato ha respinto la sospensiva richiesta dalle compagnie telefoniche Vodafone, Wind Tre e Fastweb e ha suggerito loro di predisporre un «piano di storno scaglionato» in attesa dell'udienza di merito fissata per il prossimo 4 luglio. Il ricorso al giudice amministrativo era avvenuto poiché le tre big della telefonia inviavano le fatture ogni quattro settimane invece che su base mensile, con il risultato che i clienti ricevevano 13 bollette all'anno. Respingendo l'ennesima richiesta di sospensiva i giudici danno piena validità al provvedimento dell'Autorità che impone agli operatori di procedere con i rimborsi.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.