Rescissione contratto da fornitore energetico? Ecco un caso concreto di conciliazione.

Il signor Fabio dopo aver valutato attentamente le diverse offerte commerciali proposte da vari gestori del servizio elettrico, disdice il suo vecchio contratto e, richiede l'attivazione del servizio ad un nuovo operatore.

Malgrado sia cliente della nuova società, riceve ancora dal vecchio gestore di energia elettrica una fattura per consumi e, per lo stesso periodo di riferimento, anche una fattura di acconto da parte del nuovo. Allarmato anche dagli importi considerevoli e, amareggiato dal non aver trovato benefici dal cambio gestore, invia il reclamo al nuovo gestore chiedendo l'annullamento della fattura.

Riceve come risposta il preavviso di sospensione della fornitura, malgrado l'utente abbia contattato il call center numerose volte per la definizione della questione!

A questo punto, si pente amaramente di aver ceduto alle lusinghe dei vantaggi della liberalizzazione e, minacciando di tornare con il vecchio operatore, decide di rivolgersi a Cittadinanzattiva per avviare gratuitamente una procedura di conciliazione. La commissione si riunisce e, propone al signor Fabio l'annullamento della fattura da parte del nuovo gestore. Il nostro amico accetta e, decide di valutare le offerte che l'azienda propone per la casa al mare dove si reca solo in estate.

FAQ

  • Problemi relativi al settore energetico?

Moduli procedura di conciliazione

  • Per scaricare i moduli per la procedura di conciliazione Sorgenia, Asea Regione Campania, Edison. Clicca qui

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.