Cittadinanzattiva su legittimità costituzionale legge 40 e Tribunale di Milano: notizia positiva per le coppie in attesa e contro divieto assurdo

Con ordinanza di rimessione del 29 marzo 2013, il Tribunale di Milano, Sez. I Civile, ha risollevato la questione di legittimità costituzionale del divieto assoluto di fecondazione previsto dalla legge n. 40 del 2004, per violazione degli articoli 2, 3, 29, 31, 32, comma 1 e 2, e 117, comma 1, della Costituzione.

“E’ una notizia molto positiva”, ha commentato l’avvocato Maria Paola Costantini, difensore della coppia, in cui uno dei partner ha problemi di sterilità, e legale di Cittadinanzattiva. “Entro la fine dell’anno, le coppie in Italia potrebbero avere accesso alla fecondazione eterologa e questo consentirà una maggiore tutela della salute e anche di protezione del minore. In Italia infatti i controlli e il monitoraggio delle coppie e dei nati è totale al contrario di tanti paesi“

 

“Siamo molto soddisfatti per la decisione del Tribunale di Milano, che ha deciso di risollevare la questione di costituzionalità davanti alla Corte costituzionale per fare cancellare la norma, che vieta in Italia la fecondazione eterologa”.

Dopo il rinvio della Corte costituzionale (ordinanza della Corte costituzionale, n. 150 del 2012) ai Tribunali di Catania e Milano i quali avevano eccepito l’incostituzionalità della Legge 40 per il divieto di donazione dei gameti, il Tribunale di Milano ha ritenuto che il divieto assoluto e senza alcuna deroga è in contrasto con i principi costituzionali, tra cui il diritto fondamentale all’autodeterminazione della coppia (art. 2), in relazione alla procreazione e al diritto di fondare una famiglia; il principio di eguaglianza tra coppie,(art. 3, 29, 31) discriminate in base al grado di sterilità e infertilità; il diritto alla salute della coppia (art.32) ritenendo di nuovo che via anche contrasto con i principi della Convenzione sui diritti dell’uomo.

Con questo provvedimento, il Tribunale di Milano ha accolto i principi dettati dalla Grande Camera della Corte di Strasburgo, che indicavano l’illegittimità della Legge 40.

Il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva ha allestito uno spazio dedicato ai diritti legati alla maternità e a quanto previsto dalle norme anche in materia di eterologa, http://www.cittadinanzattiva.it/approfondimenti/salute/2656-maternita-fertilita2.html

Alessandro Cossu
Classe '71, napoletano di nascita, mancato romano di adozione. Laureato in economia, ha passato molto tempo a collezionare master in diverse discipline, ed è a Cittadinanzattiva dal 1997. Appassionato di cucina e di tecnologia applicata, è responsabile dell'ufficio comunicazione e stampa, e membro della Direzione Nazionale.

Condividi

Potrebbe interessarti

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.