Trasporti

  • 06 36718040 il nostro call center gratuito sui servizi pubblici locali

    CALL CENTER GRATUITO PIU SAI PIU

    Il call center servizi pubblici locali fornisce gratuitamente al cittadino informazioni, assistenza e consulenza in tema di
    gestione dei rifiuti,acqua (servizio idrico),trasporto pubblico easili nido comunali.

    Chiamaci come hanno fatto Riccardo, Cristina, Francesca, Erika e tanti altri ancora. I nostri servizi sono gratuiti! 
    Riccardo. 53 anni. Operaio di Guidonia.
    <Ho ricevuto una bolletta dell’acqua di 3.000 euro per consumi che poi ho scoperto essere dovuti ad una perdita occulta. Non sapevo cosa fare: se e come pagare tutti quei soldi! Ho chiamato lo 0636718040 di Cittadinanzattiva che ha seguito e risolto il mio caso>.

  • Servizi pubblici locali e Obiettivi di Sviluppo sostenibile: i risultati della nostra consultazione civica

    Consultazione SDGs e SPL presentazione 1

    Non pienamente soddisfatti dei servizi pubblici della propria città, con un livello di soddisfazione che diminuisce dal Nord al Sud del Paese. Più apprezzato il servizio idrico, a seguire quello di raccolta dei rifiuti, in basso alla classifica il trasporto pubblico locale. Ma come è messa l'Italia rispetto al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile?  Secondo i cittadini, non proprio bene: circa la metà ha scarsa fiducia nelle possibilità di migliorare e rendere sostenibili tali settori, come indicato dagli obiettivi dell’Agenda 2030.

    È quanto emerge dalla Consultazione civica sui servizi pubblici localie gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile realizzata da Cittadinanzattiva nell’ambito del progetto “Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino”, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi del DM 7 febbraio 2018.

  • Servizi pubblici locali e Obiettivi di Sviluppo sostenibile: i risultati della nostra consultazione civica

    Consultazione SDGs e SPL presentazione 1

    Servizi pubblici locali: in basso alla classifica di soddisfazione degli utenti il trasporto pubblico locale. Obiettivi di sostenibilità ritenuti poco raggiungibili. I risultati della consultazione civica di Cittadinanzattiva

    Non pienamente soddisfatti dei servizi pubblici della propria città, con un livello di soddisfazione che diminuisce dal Nord al Sud del Paese. Più apprezzato il servizio idrico, a seguire quello di raccolta dei rifiuti, in basso alla classifica il trasporto pubblico locale. Ma come è messa l’Italia rispetto al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile? Secondo i cittadini, non proprio bene: circa la metà ha scarsa fiducia nelle possibilità di migliorare e rendere sostenibili tali settori, come indicato dagli obiettivi dell’Agenda 2030.

    È quanto emerge dalla Consultazione civica sui servizi pubblici locali e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile realizzata da Cittadinanzattiva nell’ambito del progetto “Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino”, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi del DM 7 febbraio 2018.

    Alla consultazione hanno partecipato 3.586 cittadini, di età compresa - quasi per il 90% - fra i 18 e i 65 anni, di cui il 45% ha il titolo di istruzione superiore e quasi il 44% ha conseguito la laurea. I rispondenti appartengono per il 40% alle regioni del Centro Italia, per il 37% al Nord e per il 23% al Sud.

  • Trasporto pubblico locale: in 15 anni +22% l'abbonamento mensile in Italia

    Costi bassi ma mezzi vecchi: nel confronto con gran parte dei Paesi europei, del nostro trasporto pubblico locale vien fuori una immagine in chiaro-scuro. Se in media l’abbonamento annuale in Italia costa poco meno di 300€ rispetto agli oltre 500€ di Madrid e ai 750€ di Parigi, il parco mezzi del nostro Paese nel 2018 ha un’età media di 12,3 anni rispetto ai circa 7 anni della media europea.
    Notevoli le differenze inoltre che si riscontrano nelle diverse regioni, con Sud e Isole penalizzate in termini di disponibilità del servizio e numero di passeggeri trasportati a fronte di tariffe non sempre inferiori alla media.
    Nei principali centri urbani, inoltre, si viaggia ad una velocità media di circa 15km orari (in linea con quella del ‘700, come ricorda Confcommercio) e nelle ore di punta si scende fino a 7-8 km/h. Non a caso sono ben 5 le città italiane nella classifica delle prime 25 al mondo per ore perse nel traffico: oltre a Roma (seconda dopo Bogotà, con 254 ore perse nel 2018 da ogni romano nel traffico), ci sono Milano (7ma in classifica), Firenze (14ma), Napoli (17ma) e Torino (23ma).

    Costo abbonamenti: Perugia e Alessandria i capoluoghi più cari
    Nel 2020 l’abbonamento ordinario mensile in Italia costa in media 33 euro (+22,2% rispetto al 2005). A spendere di più sono gli umbricon 47,50€ al mese (+30% vs al 2005), a spendere meno sono i molisanicon 25,13€ mensili e nessuna variazione rispetto al 2005. L’incremento più elevato negli ultimi 15 anni si registra in Calabria (+82,2%), a seguire la Sardegna con +50,7%.
    La spesa media per l’abbonamento annuale è invece di 297 (+18,8% rispetto al 2005); la tariffa più elevata si registra in Liguria (374€, +37% vs 2005), quella più bassa in Campania (201€, -3,4%).
    Fra i capoluoghi di provincia al vertice della top ten dei più cari troviamo Perugia con 55€ per l’abbonamento mensile e Alessandriacon 473€ per quello annuale; i più economici sono invece Andria per l’abbonamento mensile (17,50€) e Vercelli per quello annuale (150€).

    I dati sono resi noti nell’Osservatorio Prezzi e Tariffe di Cittadinanzattiva, realizzato nell’ambito del progettoConsapevolmente consumatore, ugualmente cittadino”, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico (DM 7 febbraio 2018).
    L'indagine ha interessato le tariffe per il trasporto pubblico locale urbano applicate in tutti i capoluoghi di provincia italiani nel 2020 (e confrontate con quelle applicate nel 2005, primo anno di indagine), e ha preso come riferimento i seguenti titoli di viaggio: il biglietto ordinario a tempo, l'abbonamento mensile ordinario personale e l'abbonamento annuale ordinario personale.

  • Trasporto pubblico locale. i dati 2020 dell'Osservatorio di Cittadinanzattiva

    trasporto pubblico locale i dati 2020 dell osservatorio di cittadinanzattiva

    In 15 anni il costo dell’abbonamento mensile in media in Italia è cresciuto del 22%. Poche le tutele per chi è vittima di disservizi e i rimborsi Covid-19 non sono ancora stati attivati in un caso su tre. 
    A spendere di più sono gli umbri con 47,50€ al mese (+30% vs al 2005), a spendere meno sono i molisani con 25,13€ mensili e nessuna variazione rispetto al 2005. L’incremento più elevato negli ultimi 15 anni si registra in Calabria (+82,2%), a seguire la Sardegna con +50,7%.

    La spesa media per l’abbonamento annuale è invece di 297€ (+18,8% rispetto al 2005); la tariffa più elevata si registra in Liguria (374€, +37% vs 2005), quella più bassa in Campania (201€, -3,4%). Fra i capoluoghi di provincia al vertice della top ten dei più cari troviamo Perugia con 55€ per l’abbonamento mensile e Alessandria con 473€ per quello annuale; i più economici sono invece Andria per l’abbonamento mensile (17,50€) e Vercelli per quello annuale (150€).

    I dati sono resi noti nell’Osservatorio Prezzi e Tariffe di Cittadinanzattiva, realizzato nell’ambito del progetto“Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino”, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico (DM 7 febbraio 2018). L'indagine ha interessato le tariffe per il trasporto pubblico locale urbano applicate in tutti i capoluoghi di provincia italiani nel 2020 (e confrontate con quelle applicate nel 2005, primo anno di indagine), e ha preso come riferimento i seguenti titoli di viaggio: il biglietto ordinario a tempo, l'abbonamento mensile ordinario personale e l'abbonamento annuale ordinario personale.

  • Local public transport. 2020 Data from Cittadinanzattiva’s Observatory

    trasporto pubblico locale i dati 2020 dell osservatorio di cittadinanzattiva

    In Italy the cost of the monthly pass for local public transport has grown on average by 22% in 15 years. Little protection is provided to those who are victims of inefficiencies and Covid-19 reimbursements have not yet been enabled in one out of three cases. People living in Umbria spend the most, with € 47.50 per month (+ 30% vs 2005), while those living in Molise spend the least, with € 25.13 per month and no changes compared to 2005. The highest increase in the last 15 years has been recorded in Calabria (+ 82.2%), followed by Sardinia (+ 50.7%).

    Similarly, the average cost for the annual subscription is of € 297 (+ 18.8% compared to 2005). The highest rate has been recorded in Liguria (€ 374, + 37% vs 2005), while the lowest in Campania (€ 201, -3.4%). Among the capital cities of each province, the first of the ten most expensive is Perugia – with € 55 for the monthly pass – followed by Alessandria – with € 473 for the annual pass, – while the cheapest are Andria for the monthly pass (€ 17.50) and Vercelli for the annual pass (€ 150).

  • Trenitalia attiva i rimborsi per i biglietti e abbonamenti regionali

    Come ottenere i rimborsi da Trenitalia

    Dopo una lunga fase di confronto con le Regioni sono state pubblicate sul sito di Trenitalia le modalità per richiedere il rimborso dei biglietti di corsa semplice e gli abbonamenti regionali e sovraregionali. Ogni Regione segue degli iter diversi.

    In tema di trasporto pubblico locale sono attivi anche un call center dedicato (numero 06 36718040 attivo il lunedì dalle 14:30 alle 17:30 e il mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13) e la nostra assistente virtuale S.U.S.I. (Sistema Unico di Supporto Intelligente) visibile in basso a destra sulla nostra homepage.

  • L'Arbitro Bancario Finanziario cambia pelle e diviene più accessibile

    associazioni scrivono alle banche

    Alla luce del crescente successo dell’ABF - Arbitro Bancario Finanziario, Banca d’Italia ha pubblicato la nuova versione delle disposizioni che regolano il funzionamento di questo prezioso strumento di alternativa risoluzione delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari.

    Tra le novità tese a migliorare il servizio vi è l’aumento della competenza per valore dell’Arbitro, che ora potrà occuparsi di controversie in ambito bancario di valore fino a duecentomila euro; viene così raddoppiato, il limite precedente, con attrazione verso l’ABF di cause tra intermediari e clienti di assoluta rilevanza.

  • Post Covid: come cambiano i comportamenti degli utenti del trasporto pubblico

    trasporti pubblici locali

    L'ART - Autorità di regolazione dei trasporti - in collaborazione con DOXA S.p.A., ha svolto un’indagine demoscopica finalizzata all’acquisizione di informazioni relative sia all’utilizzo da parte degli utenti delle diverse modalità di trasporto (prima, durante e dopo l’emergenza sanitaria COVID-19), sia alle possibili misure di sicurezza in grado di stimolare l’utente finale ad un maggior uso dei mezzi di trasporto e favorire la ripresa degli spostamenti.
    Riportiamo alcune conclusioni a cui è giunta l'indagine: il 37% degli intervistati ha dichiarato di aver cambiato i propri comportamenti di mobilità durante la c.d. Fase 2 rispetto a quella precedente l’emergenza sanitaria, registrando una generale contrazione degli spostamenti per tutte le modalità di trasporto, ad eccezione della mobilità sostenibile (ad es. spostamento a piedi, bicicletta, monopattino e scooter a noleggio/sharing) e di quella con autovettura; il 58% degli intervistati ha giudicato utile ricevere informazioni, in tempo reale, sulle caratteristiche dei mezzi di trasporto disponibili a supporto delle proprie scelte di mobilità.

  • Dal 14 luglio le nuove misure anti-coronavirus: consulta la nostra Guida Covid-19

    Entra in vigore il nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che proroga fino al 31 luglio le misure per il contenimento del Covid-19. In un solo articolo e tre brevi commi, Palazzo Chigi rimanda alle leggi in vigore e quindi conferma le fondamentali precauzioni: mascherina obbligatoria nei luoghi chiusi, distanziamento e divieto di assembramento. 

    Nella Guida Covid-19 Cittadinanzattiva esamina tutte le principali disposizioni che gli utenti dei servizi di trasporto pubblico dovranno rispettare per contenere la diffusione del coronavirus. Ecco cosa prevedono.

  • I paesi a cui l’Unione europea apre le sue frontiere esterne

    viaggio aerporto

    Da mercoledì 1 luglio i cittadini di quattordici paesi extraeuropei possono entrare in Europa per la prima volta dal 16 marzo 2020, giorno in cui era stata decisa la chiusura delle frontiere esterne dell’Unione per arginare la pandemia di covid-19. Il consiglio dell’Unione europea ha ufficializzato la lista il 30 giugno. È citata anche la Cina, ma con una clausola specifica.

  • Indagine su Flixbus per la vendita di viaggi durante il lockdown

    FLIXBUS

    L'AGCM - L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha comunicato di aver avviato un procedimento istruttorio ed un sub procedimento cautelare nei confronti di Flixbus Italia Srl, società tedesca di autobus extra-urbani che effettua servizi di trasporto a basso costo in tutta Europa.
    Dalle indagini risulta che la compagnia abbia reso accessibile ai consumatori il proprio sistema di vendita on line anche in relazione a date/periodi di viaggio già soggetti ai blocchi di circolazione via via disposti dal Governo a causa del Coronavirus, e non solo. Le informazioni destinate ai singoli utenti sulla soppressione delle corse già vendute durante la situazione di emergenza sanitaria nazionale apparivano lacunose, ambigue, e spesso non tempestive.

  • Servizi pubblici locali: S.U.S.I. e sportelli locali a supporto dei cittadini

    SUSI 01

    A partire dal 4 giugno, S.U.S.I. - Sistema Unico di Supporto Intelligente - è di nuovo disponibile in homepage cittadinanzattiva.it, in una versione più ricca di contenuti e funzionalità. Chattando con S.U.S.I, la nostra assistente virtuale disponibile h24, sarà possibile avere risposte immediate su dubbi e questioni riguardanti il servizio idrico, il trasporto pubblico locale, la gestione dei rifiuti e gli asili nido comunali, oppure, in caso di situazioni più complesse, essere messi in contatto con uno dei nostri operatori.

  • Mobilità sostenibile e rimborso abbonamenti dei trasporti nel Decreto Rilancio

    img trasporti copy copy copy

    Un ripensamento della mobilità locale risulta necessario per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. A tal fine, il governo, nel decreto Rilancio, per incentivare forme di mobilità sostenibile da affiancare al trasporto pubblico locale che garantiscano il diritto alla mobilità delle persone nelle aree urbane prevede il “Programma sperimentale buono mobilità".
    La misura riconosce ai residenti maggiorenni nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia - ovvero nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti - un “buono mobilità”, pari al 60 per cento della spesa sostenuta e comunque non superiore a euro 500, a partire dal 4 maggio 2020 e fino al 31 dicembre 2020 (ciò vuol dire che il contributo è retroattivo), per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard, monopattini e monowheel. Il buono mobilità è fruibile anche per l'acquisto di abbonamenti a servizi di mobilità condivisa (bike sharing e così via, esclusi ovviamente le condivisioni di scooter e automobili).
    Attenzione però, potrà essere richiesto per una sola volta ed esclusivamente per una delle destinazioni d’uso previste. Per chiedere e ottenere il contributo - basterà conservare il documento giustificativo di spesa (fattura) - e si dovrà accedere ad una applicazione online in via di predisposizione da parte del Ministero dell'Ambiente, anche attraverso il sito istituzionale. L'applicazione sarà operativa entro sessanta giorni dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale.

  • Nel nuovo decreto legge possibile il rimborso degli abbonamenti ai mezzi pubblici

    img trasporti copy

    Il decreto Rilancio introduce misure di tutela per i pendolari di trasporto ferroviario e Tpl, come di seguito indicato:

  • Trenitalia e associazioni dei consumatori per una ripartenza in sicurezza

    Trenitalia copy

    Le associazioni dei consumatori sono in stretto contatto con Trenitalia per favorire una corretta gestione della mobilità su rotaia nella fase 2.

    Sabato scorso si è svolto il primo incontro in vista della ripartenza del 4 maggio, e come annunciato, altri ne seguiranno per garantire la mobilità in totale sicurezza dei lavoratori. Leggi il comunicato

  • Le Associazioni dei Consumatori incontrano Trenitalia per una corretta gestione della mobilità su rotaia nella fase 2

    Le Associazioni dei consumatori Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Adusbef, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Legaconsumatori, Movimento Dufesa del Cittadino e Movimento Consumatori hanno incontrato, sabato 2 maggio, Trenitalia per condividere e rimarcare le misure di sicurezza necessarie indispensabili a garantire una corretta gestione della mobilità su rotaia in questa fase di emergenza del coronavirus a partire da lunedì 4 maggio e descritte in tutte le stazioni e su tutti i treni.

    Le associazioni dei consumatori sottolineano l’impegno di Trenitalia e di tutto il gruppo FS ad assicurare misure severe per la sicurezza sanitaria e fanno appello a tutti i viaggiatori e pendolari e ai loro comitati di applicare le indicazioni e assicurare un corretto rispetto delle disposizioni in particolare nell’uso obbligaTorio della mascherina e del distanziamento così come predisposto nelle stazioni e sui treni e di segnalare alle associazioni Dei consumatori, raggiungibili sui loro social sui loro siti sui loro telefoni sulle loro mail, qualsiasi anomalia venisse riscontrata al fine di aiutare il monitoraggio in tempo reale delle problematiche che si dovessero manifestare.

  • Covid-19 e mobilità: un decalogo per i cittadini

    img trasporti copy

    Garantire ai pendolari un trasporto pubblico sicuro attraverso l’adozione di nuove misure organizzative che consentano la tutela della salute.
    Con questo obiettivo è stato realizzato dall’INAIL, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, un documento tecnico sull’adozione di nuove procedure organizzative e di prevenzione ma anche semplici regole per i cittadini che usano i mezzi pubblici.
    Per maggiori informazioni sui servizi pubblici locali (trasporti, acqua, rifiuti e asili nido comunali) chiamaci al numero 06 36718040 attivo il lunedì dalle 14:30 alle 17:30 e il mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13.

  • COVID-19 e mobilità: un decalogo Inail-ISS per il trasporto pubblico terrestre

    img trasporti

    La ripresa della mobilità dovuta al progressivo allentamento delle misure contenitive che hanno caratterizzato la fase di lockdown, necessita di una riorganizzazione del sistema di trasporto pubblico terrestre in grado da un lato di sostenere la ripresa delle attività, dall’altro di garantire una efficace tutela della salute dei lavoratori del settore e dei passeggeri.  

    L’intero sistema di trasporto pubblico deve essere considerato un contesto a rischio di aggregazione medio-alto, con possibilità di rischio alto nelle ore di punta, soprattutto nelle aree metropolitane ad alta urbanizzazione. 

    Ciò può dipendere dall’alto numero di persone concentrate in spazi limitati con scarsa ventilazione; dall’attuale mancanza di controllo degli accessi per identificare soggetti potenzialmente infetti; e dalla elevata possibilità di venire in contatto con superfici potenzialmente contaminate in quanto comunemente toccate (distributori automatici di biglietti, corrimano, maniglie, etc.). 

  • Pesaro: la comunità si mobilita per chiedere un ripensamento sul parcheggio

     ambiente sostenibiltà terra

    Un parcheggio e la sua mole di automobili. Un parcheggio che in tempi di coronavirus fa riflettere e mette in condizione le realtà associative di chiedere un altro modello di sviluppo per la mobilità collettiva. Sono 28 le associazioni che si sono riunite al fine di chiedere il ripensamento dei modelli di progettazione urbanistica.

    “In queste lunghe e surreali giornate, in cui si stanno consumando purtroppo anche tante tragedie familiari, risulta evidente la fragilità di un sistema nato sull’illusione di una crescita senza limiti in un ambiente per sua natura limitato. Niente potrà essere più come prima! Stiamo ignorando da oltre 50 anni la comunità scientifica internazionale che parla di evidente crisi ambientale, una crisi che minaccia l’esistenza dell’intera comunità mondiale. Molti studi scientifici concordano nel ritenere che la pandemia è strettamente connessa alla crisi ambientale.

  • "L'orologiaio virus" di Franco Arminio

    Arminio 638x425

    Poeta, scrittore e regista, il noto paesologo, con le sue riflessioni e il suo impegno è tra i principali interpreti del valore e del ruolo delle aree interne del Bel Paese. In questa occasione ci propone alcuni versi sull’emergenza che tutti stiamo vivendo e attorno agli effetti della quale siamo tutti chiamati ad interrogarci. “L’orologiaio Virus” è il componimento che lo scrittore irpino ha realizzato per riflettere sulla mutazione del tempo con l’arrivo del coronavirus nelle nostre indaffarate esistenze.

  • Mobilità sostenibile: al via nelle città le attività del progetto O.R.A.

    O.R.A. SITO WEB copy copy

    O.R.A. – Open Road Alliance è il progetto di Fondazione Unipolis e Cittadinanzattiva dedicato alla mobilità sostenibile.
    Gli studenti che partecipano al progetto, frequentanti le classi terze nell’A.S. 2019/2020, sono 2.665 e sono guidati da 177 docenti referenti. Cominciano in queste settimane un percorso che dalla terza alla quinta classe li vedrà impegnati sui temi della mobilità sostenibile con momenti informativi alternati a dibattiti, esperienze pratiche e confronti tra i partecipanti. L’obiettivo di O.R.A., infatti, è promuovere una nuova cultura della mobilità, attraverso modelli di sostenibilità innovativi e la partecipazione attiva dei cittadini.

  • Servizi pubblici locali: vai su INFORMAP e scopri i dati della tua città

    INFORMAP 800X450 01

    INFORMAP (www.cittadinanzattiva.it/informap) è il portale informativo dedicato ai consumatori con l’obiettivo di contribuire ad aumentare la conoscenza sui servizi pubblici locali, al fine di incrementare la consapevolezza dei cittadini circa i propri diritti. Sul portale, grazie ad una cartina navigabile sarà possibile avere informazioni sui servizi pubblici locali per tutti i capoluoghi di provincia italiani. Al momento sono disponibili informazioni su costi, qualità e tutele riguardo al servizio gestione rifiuti e agli asili nido comunali. A breve la piattaforma sarà arricchita anche con le informazioni riguardanti acqua e trasporto pubblico locale.

  • Trenitalia lancia la conciliazione paritetica nel trasporto regionale

    Trenitalia

    Sarà esteso anche ai clienti del trasporto regionale di Trenitalia l’istituto della conciliazione paritetica, già adottato con i passeggeri di Frecce e Intercity, per risolvere le piccole controversie con l’azienda di trasporto del Gruppo FS, in maniera facile e senza ricorso a vertenze legali.
    La decisione permette a Trenitalia di essere sempre più vicina alle persone che viaggiano sui suoi treni regionali e accoglie le richieste avanzate in tal senso da numerose associazioni dei consumatori. Nelle prossime settimane si avvierà quindi il percorso per far sì che la procedura diventi operativa e accessibile a tutti i clienti regionali entro i primi mesi del 2020.

  • Attivo un nuovo servizio gratuito di tutela su acqua, rifiuti, trasporto pubblico locale e asili nido comunali

    call center 1015274 960 720

    Al via da oggi un nuovo servizio di tutela di Cittadinanzattiva sui Servizi pubblici locali (acqua, rifiuti, trasporto pubblico locale, asili nido comunali), realizzato nell’ambito del progetto Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico (dm 7 febbraio 2018). 

    Rafforzare forme di assistenza e tutela per i cittadini-consumatori relativamente a servizi che incidono in modo rilevante sulla vita quotidiana ma che allo stato attuale sono caratterizzati da strumenti di tutela inesistenti o poco strutturati. Questo il principale obiettivo del servizio che risponde, da oggi, allo 06 36718040, dalle 14:30 alle 17:30 un numero di informazione, assistenza e consulenza riguardante i servizi pubblici locali, strutturato per favorire il dialogo con l’amministrazione comunale e/o il gestore di riferimento del servizio in questione, in una prospettiva di promozione della cultura del reclamo come stimolo ad una gestione ed erogazione di qualità. Il servizio è attivo anche il mercoledì e il venerdì dalle 10 alle 13.

  • Lanciata la campagna di comunicazione su Facebook “Più sai, più sei”

    piu sai piu sei new copy

    La campagna di comunicazione “Più sai, più sei” - realizzata nell'ambito del progetto “Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino”e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 7 febbraio 2018) - è online anche su Facebook alla pagina
    Con quest'iniziativa, i promotorim - Cittadinanzattiva, Confconsumatori e Movimento Consumatori - intendono mettere a disposizione strumenti pratici per accrescere la consapevolezza del cittadino a muoversi con maggiore facilità tra i propri diritti.

  • PIÙ SAI, PIÙ SEI! Per un cittadino più consapevole dei propri diritti

    Dal 22 ottobre al via il progetto nazionale rivolto ai consumatori per rimuovere gli ostacoli ad una fruizione equa dei servizi e diventare, tutti, “ugualmente cittadini”.

    Sconfiggere le disuguaglianze economiche, socio-culturali e territoriali che ancora oggi penalizzano il consumatore nell’accesso a molti servizi e a prodotti di primaria utilità. Questo l’obiettivo di Cittadinanzattiva, Confconsumatori e Movimento Consumatori, che, insieme, danno il via alla campagna di comunicazione “Più sai, più sei”, relativa al progetto “Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino”, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi del DM 7 febbraio 2018. Il progetto intende guidare il cittadino in un percorso di consapevolezza e informazione, fornendo strumenti pratici per muoversi con maggiore facilità tra i propri diritti.

    L’obiettivo principale del progetto è contribuire alla lotta alle disuguaglianze (in linea con il goal 10 di Agenda Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile) – puntando sulla maggiore consapevolezza del cittadino come chiave per superare disagi e vulnerabilità e proponendo strumenti concreti per acquisire autonomia e benessere.

  • Più sai, più sei

    piu sai piu sei

    Scarica gratuitamente il nostro dossier sul "rifiuti urbani - anno 2020"
    Scarica gratuitamente i risultati della nostra consultazione civica in tema di SDG's e servizi pubblici locali. Presentazionee relazione
    Scarica gratuitamente il nostro dossier sul "trasporto pubblico locale - anno 2020"
    Scarica gratuitamente il nostro dossier sul servizio idrico integrato - indagine annuale su costi, qualità e tutele - anno 2020
    Scarica gratuitamente la nostra guida "5 consigli per l'uso dell'acqua bene comune"
    Scarica gratuitamente il nostro dossier sugli asili nido comunali - indagine annuale su costi, qualità e tutele - 2019
    Scarica gratuitamente il nostro dossier sul servizio di gestione dei rifiuti - indagine annuale su costi, qualità e tutele - 2019
    Scarica gratuitamente la nostra guida "5 consigli per muoversi in città" 
    Scarica gratuitamente la nostra guida"5 consigli per tenere pulita la città" 

     

    Per avere informazioni dettagliate su asili, rifiuti, acqua e trasporti pubblici locali di tutti i capoluoghi di provincia é online INFORMAP - il portale dell'informazione per il consumatore.

     

    piu sai piu sei logoL’obiettivo del progetto è quello di realizzare un percorso pensato per garantire al cittadino/consumatore pari opportunità di accesso ai servizi e alle informazioni, l’esercizio dei propri diritti e delle relative forme di tutela, nei settori dei Servizi Pubblici Locali, dei Servizi Digitali della Pubblica Amministrazione e della Tutela della Privacy, del Benessere e della Sicurezza Alimentare. Come? Superando le differenze territoriali, socio-culturali ed economiche e fornendo gli strumenti per colmarle. Con “Più sai, più sei” si vuole rispondere all’obiettivo 10 dell’Agenda 2030 dell’ONU: “ridurre le diseguaglianze” rispetto al quale, come risulta dall’ultimo rapporto AsviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), non sono stati fatti i passi avanti necessari.

  • L'Autorità Antitrust avvia un procedimento contro Telepass

    telepass copy

    L'Agcom - L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato - ha avviato una procedura contro Telepass per possibile discriminazione verso i consumatori.
    Telepass, controllata al 100% da Atlantia, avrebbe violato le norme UE che vietano di impedire o applicare condizioni diverse ai consumatori che intendono pagare il pedaggio autostradale attraverso domiciliazione su conti correnti esteri.

  • Presentato O.R.A. per una nuova mobilità: al via il percorso per le scuole

    In Italia la fascia di età 14-17 rappresenta il 62,4% dei decessi su strada tra gli under 18, un dato ben superiore alla media europea del 51%. Il nostro Paese conta 11,4 decessi in strada nella fascia di età 0-17per milione di abitanti, un dato che, nonostante sia inferiore alla media europea di 16, risulta doppiorispetto alla virtuosa Norvegia. Sono i risultati della ricerca “Lo stato dell’educazione alla mobilità e alla sicurezza stradale in Europa. Modelli, obiettivi, casi di studio e dati”,condotta e coordinata nel 2018 dallo European Transport Safety Council (ETSC), che evidenziano la necessità di intervenire nell’educazione alla sicurezza stradale, e più in generale alla mobilità sostenibile, delle giovani generazioni.

    In tale contesto e in occasione della Settimana Europea della Mobilità 2019, prende oggi avvio O.R.A. - Open Road Alliance, il progetto sulla mobilità sostenibile dedicato alle scuole italiane promosso da Fondazione Unipolis, la fondazione d’impresa del Gruppo Unipol, e Cittadinanzattiva, presentato a Roma presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva.

    Il progetto consiste in un percorso formativo e in un contest di idee finalizzati all’elaborazione del nuovo “Manifesto della Mobilità Sostenibile” ed è riservato ai giovani del terzo anno di tutte le Scuole Secondarie di 2° grado delle 14 Città Metropolitane italiane: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino e Venezia. Le classi potranno candidarsi a partecipare dal 19 settembre fino al 20 dicembre 2019, compilando il form su  www.progetto-ora.it.

  • Presentato O.R.A. per una nuova mobilità: al via il percorso per le scuole

     

    In Italia la fascia di età 14-17 rappresenta il 62,4% dei decessi su strada tra gli under 18, un dato ben superiore alla media europea del 51%. Il nostro Paese conta 11,4 decessi in strada nella fascia di età 0-17per milione di abitanti, un dato che, nonostante sia inferiore alla media europea di 16, risulta doppiorispetto alla virtuosa Norvegia. Sono i risultati della ricerca “Lo stato dell’educazione alla mobilità e alla sicurezza stradale in Europa. Modelli, obiettivi, casi di studio e dati”,condotta e coordinata nel 2018 dallo European Transport Safety Council (ETSC), che evidenziano la necessità di intervenire nell’educazione alla sicurezza stradale, e più in generale alla mobilità sostenibile, delle giovani generazioni.

    In tale contesto e in occasione della Settimana Europea della Mobilità 2019, prende oggi avvio O.R.A. - Open Road Alliance, il progetto sulla mobilità sostenibile dedicato alle scuole italiane promosso da Fondazione Unipolis, la fondazione d’impresa del Gruppo Unipol, e Cittadinanzattiva, presentato a Roma presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva.

  • Trasporti, crescono spostamenti a piedi e in bicicletta

    art rapproto 2019

    L'Art - Autorità di regolazione dei trasporti, attraverso l'intervento del Presidente Andrea Camanzi, ha presentato alla Camera dei deputati la Relazione annuale 2019.
    Dai dati riportati, emerge che nel 2017 l’auto privata è stata utilizzata nel 57% degli spostamenti (pari a 20,7 milioni), mentre solo il 21% di essi (7,6 milioni di spostamenti) sono avvenuti utilizzando servizi di trasporto pubblico locale urbano ed extraurbano via strada e via ferrovia. Molto forte è stato l’incremento degli spostamenti a piedi e in bicicletta (+8,6% nel periodo 2015-2017, registrando nel 2017 un numero di spostamenti pari a 6,9 milioni).

  • Liberare i bambini dalle auto: ecco qualche proposta di Bike Italia

    scuola bici

    Nelle realtà europee, tra cui molte città italiane, si pensa sempre più spesso a chiudere le strade limitrofe agli edifici scolastici, almeno in quell’arco di tempo in cui i bambini entrano ed escono dalle scuole.
    La chiusura delle strade può avvenire in due modi: il primo attraverso l’aiuto dei vigili urbani o di volontari autorizzati dai comuni, il secondo grazie al posizionamento di barriere fisiche da azionare esclusivamente in base alle necessità.

    Sarebbe un primo passo importante, ricorda l'associazione Bike Italia, per consentire agli studenti di raggiungere le scuole in piena sicurezza e migliorare la qualità dell'aria che respirano. Su questo, l'associazione è stata audita negli scorsi giorni presso la Commissione Trasporti della Camera dei Deputati per presentare le loro proposte di modifica al Codice della strada.

  • Stazione Tiburtina: arriva la proposta urbanistica dei cittadini

    tiburtina territorio

    I promotori “da snodo autostradale ad area verde, pedonale e ciclabile": giovedì 14 la presentazione. Nasce dall’iniziativa dei cittadini rappresentati nei comitati Ass.ne Rinascita Tiburtina, Cittadinanzattiva assemblea territoriale Nomentano, Comitato Cittadini Stazione Tiburtina e Vento di Cambiamento Fenix la proposta di delibera all’assemblea capitolina di ridisegnare completamente l’area attorno alla Stazione Tiburtina.

  • Ryanair e Wizzair multate per pratiche commerciali scorrette

    multe aerei

    Se alcune compagnie low cost attirano i viaggiatori per i prezzi stracciati, bisogna fare molta attenzione a cosa si nasconde dietro a queste politiche commerciali. La notizia di una settimana fa non deve pertanto stupire nessuno.

    L’AGCM - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato - ha deciso di multare rispettivamente, di 3 milioni e 1 milione di euro Ryanair e Wizzair per la scarsa trasparenza verso il cliente durante la fase di acquisto online dei biglietti aerei.

  • Tar: Ryanair potrà far pagare il bagaglio a mano

    TAR del Lazio accoglie ricorso di Ryanair 1

    Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso della compagnia low cost irlandese che contestava il provvedimento Antitrust in quanto sospendeva la scelta di Ryanair per la nuova policy del bagaglio a mano pronta a partire dal 1 novembre 2018. L’Autorità infatti, con i provvedimenti del 31 ottobre e 7 novembre, aveva sospeso la politica tariffaria della compagnia aerea relativa al trasporto dei bagagli ritenendo che la richiesta di un supplemento per un elemento essenziale del contratto di trasporto aereo, quale il bagaglio a mano, fornisse una falsa rappresentazione del reale prezzo del biglietto e viziasse il confronto con le tariffe delle altre compagnie, inducendo in errore il consumatore.

  • Ryanair e Wizzair, nessuna modifica alla policy del bagaglio

    ryanair wizzair

    Nonostante il provvedimento dell'Autorità della Concorrenza che dispone in via cautelare la sospensione della nuova policy dei bagagli a mano delle due compagnie low-cost Ryanair e Wizzair, finora sembra non ci sia stato nessun adeguamento alle nuove regole introdotte dal 1 novembre scorso. I vettori fanno sapere che faranno appello alla decisione dell'Antitrust ritenendo di aver agito nei limiti di una policy trasparente.

  • Risparmio: al via il programma “Più informati, più protetti”

    Risparmio vulnerabilità 800x450

    "Più informati, più protetti”, Cittadinanzattiva lancia in occasione della Giornata Mondiale del Risparmio il progetto su risparmio e vulnerabilità, primo passo della campagna informativa.

    In occasione della Giornata Mondiale ad esso dedicata, Cittadinanzattiva lancia una consultazione civica rivolta ai cittadini interessati al tema del risparmio ed alla sua crescente vulnerabilità, con il triplice scopo di rilevare le criticità riguardanti aspetti quali l’uso consapevole del denaro, le difficoltà quotidiane legate alle possibilità di risparmio (sempre più in erosione, come denuncia la Consob) e all’adozione di strategie per gestire i rischi a sua tutela.

  • Referendum su ATAC: informiamoci e andiamo a votare

    Domenica 11 novembre si vota a Roma per il referendum su ATAC promosso dai Radicali. Ben pochi lo sanno, anche perché pare che il silenzio politico attorno allo stesso non sia casuale.
    Il nostro invito, e sotto vi spieghiamo perché, è invece quello di informarsi e di andare a votare.

    Partiamo da alcune considerazioni e da una realtà che è sotto gli occhi di tutti.
    ATAC è in crisi, è un'azienda che ha un debito di 1.300 milioni di Euro; è passata da 123 milioni di km di corse fatte nei primi anni 2000 agli 86 di questo anno.
    I romani la giudicano giustamente un'azienda "fallita", inefficiente e senza speranze di rinascita.
    Il TPL delle periferie è gestito da diverso tempo da soggetti privati ma il servizio anche lì non brilla. Anzi.
    Anche l'ultimo report dell'Agenzia per la Qualità dei servizi rimarca le deficienze e carenze di ATAC.
    Ritardi, corse saltate, bus rotti, scarsa manutenzione, autobus che vanno a fuoco...insomma un disastro.
    Inoltre a dicembre i creditori di ATAC decideranno se aderire o meno al concordato attivato dal Comune di Roma per recuperare i crediti vantati dall’azienda dei trasporti. Ricordiamo che il concordato è un accordo per rientrare da una situazione debitoria e che se questo dovesse saltare ATAC dovrebbe chiudere per fallimento. Inoltre il Comune di Roma creditore di ATAC per 484.748.000,00 dovrà mettere a Bilancio tale somma e il suo effettivo recupero potrà avvenire o con maggiori tasse sui cittadini o con il conferimento di risorse aggiuntive da Stato e/o Regione.

  • Crollo scala mobile metro Roma: scarsa manutenzione e scarsa sicurezza

    Progetto senza titolo 1

    Il crollo della scala mobile all’interno della stazione metropolitana di Piazza della Repubblica di stasera ripropone con forza la necessità di avere una costante attenzione alla manutenzione, alla sicurezza e alla qualità del servizio pubblico locale. Queste le dichiarazioni di Elio Rosati segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio.

    Attendiamo di sapere quali siano state le reali cause del crollo di stasera e chiediamo all’azienda di dare informazioni precise e puntuali sugli interventi realizzati sulle scale mobili di tutte le stazioni della Metropolitana di Roma.

  • Dal 1 novembre bagaglio a mano Ryanair a pagamento?Antitrust indaga

    antitrust

    Ryanair ha ancora 9 giorni di tempo per rispondere alle contestazioni formulate dall'Antitrust in merito alla nuova policy del bagaglio a mano a pagamento.
    Dal 1 novembre se il bagaglio verrà acquistato al momento della prenotazione iniziale il costo sarà di €8, altrimenti, se aggiunto successivamente alla prenotazione (fino a 40 minuti prima dell’orario di partenza previsto) il costo sarà di €10.
    Il bagaglio registrato da 10kg dovrà essere depositato al banco consegna bagagli prima di passare il controllo di sicurezza. I passeggeri che non hanno aggiunto alla prenotazione il bagaglio a mano da 10kg registrato possono acquistarlo all’aeroporto: se acquistato al banco deposito bagagli, il costo sarà di €20, altrimenti, se acquistato al gate di imbarco, il costo sarà di €25. Il bagaglio a mano grande registrato potrà essere ritirato nell’aerea di recupero bagagli all’aeroporto di destinazione.

  • Consigli utili per una mobilità più sostenibile

    CAMBIA E VAI CONSIGLI UTILI

    La settimana europea della mobilità 2018, quest’anno con lo slogan Cambia e vai, vuole porre l’attenzione sull’importanza della multimodalità e sul ruolo che ognuno di noi ha nel ripensare le proprie abitudini di mobilità anche scegliendo dei mezzi meno inquinanti in sostituzione o integrazione dell’auto, sperimentando nuove forme di mobilità. Cittadinanzattiva partecipa anche quest’anno con numerose iniziative sul territorio che è possibile consultare nell’agenda appuntamenti per scoprire quella più vicina. 

    Ma concretamente cosa possiamo fare per contribuire al cambiamento?
    Ecco qualche consiglio utile per una mobilità più sostenibile

  • Abbonamento al trasporto pubblico: si alla detrazione Irpef

    Sì alla detrazione Irpef

    Grazie alle previsioni contenute nella Legge di Bilancio 2018, quest'anno i cittadini potranno usufruire di uno sconto sugli abbonamenti del bus e della metro. Sarà possibile infatti detrarre le spese sostenute per l'acquisto di un abbonamento del trasporto pubblico. Più in particolare come riportato sul sito dell'Agenzia delle Entrate, si avrà diritto a una detrazione Irpef del 19% per le spese sostenute per l'acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, su un costo annuo massimo di 250 euro.

    L'agevolazione riguarda sia le spese sostenute direttamente dal contribuente per l'acquisto di un abbonamento del trasporto pubblico, sia quelle affrontate per conto dei familiari fiscalmente a carico.

  • Cambia e vai! Settimana europea della mobilità 2018

    Anche quest’anno Cittadinanzattiva partecipa attivamente alla Settimana europea della mobilità, giunta alla sua 17esima edizione, con incontri e iniziative di sensibilizzazione in diverse città italiane (consulta l’agenda appuntamenti).

    Il tema di quest’anno è la multimodalità, con lo slogan “mix and move” (cambia e vai!), e l’obiettivo di sottolineare quanto sia importante ripensare le proprie abitudini di mobilità, prediligendo l’utilizzo di più mezzi, meno inquinanti, in uso combinato tra di loro, che integrino o sostituiscano l’auto.

    Per i cittadini abbracciare il concetto di multimodalità significa ripensare il modo in cui ci si muove nelle città e avere la volontà di sperimentare nuove forme di mobilità, per le amministrazioni richiede la volontà di supportare metodi di trasporto alternativi.

    Tema ambizioso che richiede la partecipazione, il coinvolgimento e la volontà di cambiare da parte di tutti noi!

  • Arriva il bonus per gli abbonamenti su Trenitalia

    BONUS

    Nuovo aggiornamento di tutti i sistemi di vendita di Trenitalia con le nuove tariffe sovraregionali che consentirà di acquistare biglietti e abbonamenti validi dal 1° agosto 2018. Le nuove tariffe sovraregionali avranno validità retroattiva (1 ottobre 2017) e sono determinate proporzionalmente ai chilometri percorsi in base al nuovo modello di calcolo, deliberato dalla competente Conferenza delle Regioni e Province Autonome.

  • Rendere le strade della Sicilia più sicure: il nostro appello

    01 AUTOSTRADE SICILIANE DEL CAS

    Cittadinanzattiva Messina si rivolge al Prefetto, Cas e Regione. "Urge eliminare i gravi rischi per gli utenti in caso di incendi
    Prima dell'arrivo dei possenti venti di scirocco e dei consueti incendi dolosi,  del mese di luglio e agosto, Cittadinanzattiva di Messina si rivolge al Prefetto, all'Assessore alle infrastrutture e Mobilità della Regione Sicilia e ai responsabili del Cas, perché si provveda a rendere sicure le uniche Autostrade a pagamento del Sud Italia.

    I due sensi di marcia  delle Autostrade A18 e A20, assieme ad alcuni svincoli, sono oscurati da una folta vegetazione di alto fusto, eucalyptus,  pini domestici e Sambuco i cui rami in alcuni tratti abbracciano le carreggiate, che si sommano ai grovigli di rovi, fichi d'india e sterpaglie.

  • Cittadinanzattiva partecipa alla consultazione sui diritti dei passeggeri nei servizi ferroviari

    L’ART, l’Autorità di Regolazione dei Trasporti ha avviato un procedimento per la definizione delle misure concernenti il contenuto minimo degli specifici diritti che gli utenti dei servizi di trasporto per ferrovia connotati da oneri di servizio pubblico possono esigere nei confronti dei gestori dei servizi e delle infrastrutture ferroviarie.
    In merito alla definizione i soggetti interessati hanno partecipato alla consultazione sul contenuto minimo dei diritti dei passeggeri presentando le proprie osservazioni. Cittadinanzattiva, insieme a Movimento Consumatori ha presentato un documento contenente specifiche considerazioni sulla relazione illustrativa.

  • Ti aspettiamo al XVII Rapporto PiT Servizi

    PITServiziCONSUMATORI std 01

    Cittadinanzattiva è lieta d’invitarLa alla presentazione della XVII Relazione Pit Servizi, frutto del lavoro svolto dal servizio di tutela dei consumatori e degli utenti promosso e animato dall'associazione.
    Giunto alla sua XVII edizione, è la sintesi delle segnalazioni che provengono a Cittadinanzattiva tramite il proprio servizio Pit durante tutto l’anno. Il Rapporto rappresenta una fotografia di quelli che sono stati i disservizi più frequentemente segnalati da parte dei cittadini nel corso dell’ultimo anno e al contempo anche un quadro di quelle che sono state le attività messe in campo dall’associazione nei diversi settori di riferimento per contrastare comportamenti scorretti, la violazione di diritti o semplicemente per promuovere un migliore dialogo e accorciare le distanze tra consumatori, aziende e pubblica amministrazione.

  • Tragitto casa-scuola in sicurezza: cosa far sapere ai tuoi figli

    scuolabussicuro

    Il percorso che compi ogni giorno con i tuoi bambini per raggiungere la scuola può riservare imprevisti e brutte sorprese. Strade trafficate, scarsa visibilità dovuta alle auto parcheggiate ai bordi del marciapiedi, alberi, lavori in corso e la mancanza di strisce pedonali possono creare situazioni pericolose per i più piccoli. Rispetto agli adulti, i bambini percepiscono l'ambiente che li circonda in modo differente e spesso valutano in modo scorretto le situazioni in cui si trovano. Basti ricordare che nel 2016 sono stati 16 i bambini che in Italia hanno perso la vita mentre si trovavano per strada a piedi.

  • Premio PA sostenibile: vince il nostro #Mobilitime

    MOBILITIME 800x450 01 copia

    Il nostro progetto#​Mobilitime: È tempo di muoversi​ è stato selezionato, tra quasi trecento progetti,  come particolarmente meritevole e inserito quindi nei “100 progetti” del suo ambito.

    Ritirato il diploma nell'ambito del convegno “Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile”, svoltosi il 23 maggio nel contesto del Forum PA 2018, presso l'Arena Convention Center “La Nuvola".

  • Presentato dalla Commissione Europea il terzo pacchetto “L’Europa in movimento”

    EUROPEAN COMMISSION Europe on the move

    La Commissione europea ha presentato il terzo ed ultimo pacchetto “L’Europa in movimento” (i primi due risalgono rispettivamente a maggio e novembre 2017), che ha l’obiettivo di ridurre i pericoli legati al traffico e all’inquinamento dei veicoli orientandosi verso soluzioni tecnologiche avanzate continuando a sostenere la competitività dell’industria UE.
    La terza serie di misure va a concludere l’agenda europea per la modernizzazione della mobilità e comprende:
    - misure di sicurezza per veicoli e infrastrutture
    - norme in materia di emissioni di CO2 per veicoli pesanti;
    - piano di azione strategico per lo sviluppo e la produzione di batterie in Europa;
    - strategia sulla mobilità connessa e automatizzata.

  • Ryanair: check-in in 48 ore o a pagamento

    Una scelta di Ryanair rimette il vettore low-cost irlandese al centro delle polemiche e delle ironie del web: dal prossimo 13 giugno, sarà tagliata a 48 ore la finestra a disposizione dei viaggiatori che non hanno acquistato dei posti riservati a bordo per effettuare il check-in senza incorrere in sovraprezzo. Nella vecchia versione, i giorni a disposizione erano quattro. Per guadagnare un po' di respiro in più ci sarà sempre una soluzione: pagare. L'aggiornamento dei termini e delle condizioni per volare con Ryanair, prevede che coloro che abbiano pagato per prenotare dei posti a sedere assegnati abbiano più tempo a disposizione per il check-in: sono autorizzati a farlo già da 60 giorni prima del volo, fino alle due ore antecedenti la partenza.

  • Neve e disagi ferroviari: come ottenere rimborsi e indennizzi

    Ritardi Treno

    "La nevicata del 26 febbraio manda in tilt il trasporto ferroviario: da Italo a Trenitalia treni bloccati per ore con forti disagi per i passeggeri. Le avverse condizioni metereologiche che si sono abbattute nel nostro Paese nelle ultime ore non possono ritenersi degli eventi straordinari dovuti a causa di forza maggiore, ma al contrario delle situazioni indennizzabili a causa dei disagi provocati. Se il tuo treno è stato soppresso o ha subito un ritardo puoi chiedere un rimborso alla azienda di trasporto ferroviario.

  • Disagi ferroviari come ottenere rimborsi e indennizzi

    Rimborsi e indennizzi per i passeggeri di Trenitalia è in ritardo

    Per chi viaggia con Trenitalia e giunge a destinazione con un ritardo compreso tra 30 e 59 minuti è previsto un indennizzo del 25% dell’importo del biglietto per i treni Frecciarossa, Frecciabianca e Frecciargento.

    Per chi viaggia con Trenitalia (sulle Frecce e sulle altre tipologie di treni) e giunge a destinazione con un ritardo compreso tra 60 e 119 minuti è previsto un indennizzo del 25% dell’importo del biglietto

    Per chi viaggia con Trenitalia e giunge a destinazione con un ritardo compreso un indennizzo pari o superiore a 120 minuti è previsto un indennizzo pari al 50% (per tutte le tipologie di treni).

    Per ritardi superiori alle 3 ore è invece previsto un indennizzo eccezionale del 100%, invece del normale indennizzo del 50% previsto dalla normativa vigente.

    Ricordiamo che l’indennizzo può essere corrisposto entro 12 mesi, a scelta del cliente: con un bonus, in contanti per pagamenti effettuati in contanti o mediante il riaccredito per pagamenti effettuati con carta di credito

    Rimborsi per i passeggeri Trenitalia

    Per chi ha rinunciato al viaggio sui treni di lunga percorrenza sarà comunque riconosciuto un rimborso del 100% del biglietto non utilizzato indipendentemente dall’avvenuta soppressione del treno

    Ricordiamo che le richieste di rimborso potranno essere avanzate entro il 31 marzo 2018

    Per Trenitalia è possibile richiedere il rimborso presso la biglietteria al momento in cui si è verificato l’impedimento al viaggio. In caso di biglietto acquistato on line o tramite call center e non ancora ritirato, o di ticketless è invece possibile richiedere il rimborso integrale senza trattenute telefonando al call center di Trenitalia (a pagamento) o compilando il modulo di rimborso sul sito di Trenitalia , indicando il codice identificativo di prenotazione (PNR).

    Se il rimborso non viene riconosciuto è possibile richiederlo inoltrando la richiesta direttamente a Trenitalia. Se Trenitalia prevede che il ritardo in partenza o in arrivo sia superiore a 60 minuti il viaggiatore ha diritto:

    • a ricevere pasti e bevande;

    • al pernottamento e al rimborso delle spese per informare i familiari del ritardo nell'arrivo, se il viaggio non può continuare nello stesso giorno e non risulti possibile la prosecuzione con autoservizi sostitutivi (bus o taxi).

    Se questa assistenza non viene prestata, sarà possibile richiedere un risarcimento danni

    Trenitalia con una comunicazione ad hoc sul proprio sito evidenzia che a causa del persistere dell’emergenza meteo, per la giornata di martedì 27 febbraio tutti i treni alta velocità in arrivo e partenza da Roma fermeranno nella stazione Roma Tiburtina e che in linea con il livello di emergenza previsto dai Piani neve e gelo, sarà garantito l’80% dei treni alta velocità e il 50% dei treni del trasporto regionale nel Lazio

    Rimborsi e indennizzi per i passeggeri di Italo

    Per chi ha viaggiato con Italo ed è giunto a destinazione con ritardi superiori ai 60 minuti, l’erogazione degli indennizzi avverrà in maniera automatica entro il prossimo 11marzo, senza bisogno di una espressa richiesta del passeggero.

    Per ritardi superiori ai 120 minuti è invece previsto un indennizzo eccezionale del 100%, invece del normale indennizzo del 50% previsto dalla normativa vigente.

    Per chi ha rinunciato al viaggio sarà comunque riconosciuto un rimborso del 100% Risarcimenti

    Sia per Italo, che per Trenitalia sarà possibile in ogni caso richiedere il risarcimento di eventuali danni subiti dovuti ai ritardi accumulati dai treni, come nel caso della perdita di chance o di occasioni di lavoro, di visite mediche prenotate da tempo, etc.

    Per maggiori informazioni o ricevere assistenza sugli indennizzi e rimborsi è possibile rivolgersi a Cittadinanzattiva attraverso i centri di tutela sul territorio

    Clicca quiper contattare la sede di riferimento territorialmente competente.
    Per effettuare direttamente la segnalazione e richiedere tutela compila il form.

  • Quando non pagare il bollo auto secondo la Cassazione

    quando pagare il bollo auto

    In questi giorni migliaia di automobilisti stanno ricevendo le notifiche di ingiunzioni di pagamento delle tasse automobilistiche regionali, anno 2012, da parte della Regione Campania. Attenzione però, perché secondo l’avvocato Carlo Claps, presidente di Aidacon Consumatori (www.aidacon.it). tali richieste di pagamento non sono legittime.

    «L’Ente impositore, nel caso di specie la Regione, può riscuotere l’imposta sulla circolazione delle auto entro tre anni – ha spiegato l’avvocato Claps - che decorrono dall’anno successivo a quello in cui è dovuto il pagamento.

  • Incidente Pioltello: ci costituiremo parte civile. La sicurezza è un requisito fondamentale e irrinunciabile.

    incidente ferroviario segrate pioltello2

    “Nel caso di rinvio a giudizio e di apertura di un processo penale, Cittadinanzattiva si costituirà parte civile”. Queste le dichiarazioni di Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, il giorno dopo il tragico incidente ferroviario di Pioltello. “Al di là delle cifre sugli investimenti per la sicurezza, ci appelliamo alle Regioni affinché, una volta e per tutte, si comminino sanzioni o, nei casi più gravi, che rescindano i contratti relativi al trasporto ferroviario locale. E si dia ascolto davvero a chi, tutti i giorni, utilizza i treni. Da anni registriamo appelli quasi completamente inascoltati delle centinaia di Comitati dei pendolari che, e su questo l’Italia è davvero unita, denunciano le condizioni di viaggio al limite della decenza. Si parla tanto di mobilità sostenibile, ma di fronte a episodi che mettono in discussione la sicurezza tutti gli sforzi per favorire il trasporto collettivo rischiano di svanire”.

  • Ryanair: dal 15 gennaio nuove regole per il bagaglio a mano

    Ryanair bagaglio a mano

    Ryanair, cambia tutto: da lunedì 15 gennaio, infatti, entrano in vigore le nuove regole per il bagaglio a mano. Per portare a bordo una borsetta da donna, un portacomputer o uno zaino (di 35x20x20 cm) e il trolley o la valigia (55x40x20 cm) come accade finora bisognerà infatti acquistare un pacchetto Premium (a 5 euro se preso insieme al biglietto, a 6 in seguito). In caso contrario si potrà portare in cabina soltanto una borsa più piccola, mentre quella più grande verrà imbarcata in stiva gratuitamente dopo averlo registrato al gate. All'arrivo potrà essere ritirato al nastro trasportatore .

  • Cinture di sicurezza anche sugli scuolabus: firma la petizione!

     sicurezza cinture scuolabus

    L'ultimo incidente, in ordine di tempo, è accaduto nel Mantovano solo pochi giorni fa: uno scuolabus è finito fuori strada, provocando il ferimento di 30 fra alunni, autista e insegnanti.

    Da qui una petizione online, rivolta al Ministero dei Trasporti e al MIUR, che chiede l'obbligatorietà delle cinture di sicurezza per i bambini che viaggiano sui bus scolastici:

  • La Roma-Lido al primo posto delle 10 linee ferroviarie peggiori d'Italia

    Roma Lido

    "Il record negativo ancora non è stato perso: anche nel 2017 la linea ferroviaria peggiore d'Italia, secondo Legambiente, è la ferrovia suburbana Roma-Lido gestita dall'Atac. Qui i treni hanno in media 20 anni, i passeggeri sono calati del 45% in pochi anni e le biglietterie ci sono solo in un quarto delle stazioni. Viaggiare in treno su questa tratta, insomma, continua a essere una vera e propria odissea.

  • Natale, tempo di viaggi e di tutele per chi viaggia in aereo

    natale tempi di viaggio

    Da giorni si respira aria di Natale, le vetrine sono addobbate a festa, le strade illuminate, i supermercati pieni di panettoni e torroni, i negozi riservano sconti speciali per le strenne natalizie, le agenzie di viaggi offrono le mete più varie per chi vorrà approfittare di queste vacanze per partire. Perchè non farsi contagiare dalla voglia di evadere e staccare dalla routine del quotidiano? Tra Natale, Capodanno e l’Epifania c’è solo l’imbarazzo della scelta, resta solo decidere dove andare.

  • Voli Ryanair cancellati: nuova misura dell'Autorità

    000ebad3 800

    L’Autorità Garante della concorrenza e del Mercato ha deliberato in data 29 novembre l’avvio di un procedimento di inottemperanza nei confronti di Ryanair per non aver dato seguito a quanto prescritto nel provvedimento cautelare adottato lo scorso 25 ottobre 2017 con la quale l’Autorità ha imposto al vettore irlandese, a seguito delle cancellazioni dei voli operate negli scorsi mesi di settembre e ottobre - in larga misura riconducibili a ragioni organizzative e gestionali del vettore - l’adozione di specifiche misure volte a fornire informazioni chiare, trasparenti e immediatamente accessibili sui diritti dei consumatori italiani ai sensi del Regolamento CE n. 261/2004.

  • Mobilità sostenibile: consegnato il premio #mobilitime

    Un cittadino attento ai temi ambientali e alla salute, desideroso di riappropriarsi del proprio tempo e del proprio spazio, orientato verso servizi di mobilità integrata. Questo il profilo che emerge dalla terza edizione della consultazione civica di Cittadinanzattiva in tema di mobilità sostenibile, presentata oggi a Roma, in occasione della consegna del premio per il contest fotografico #mobilitime sul tema. Il progetto è realizzato con il sostegno di Eni e Cities Changing Diabetes. Con il supporto tecnico di Bierò.

  • Mobilità sostenibile: consegnato il premio #mobilitime

    Mobilità sostenibile: cresce l’attenzione ambientale e la richiesta di mobilità integrata. Consegnato oggi a Roma il premio #mobilitime realizzato da Cittadinanzattiva

    Un cittadino attento ai temi ambientali e alla salute, desideroso di riappropriarsi del proprio tempo e del proprio spazio, orientato verso servizi di mobilità integrata. Questo il profilo che emerge dalla terza edizione della consultazione civica di Cittadinanzattiva in tema di mobilità sostenibile, presentata oggi a Roma, in occasione della consegna del premio per il contest fotografico #mobilitime sul tema. Il progetto è realizzato con il sostegno di Eni e Cities Changing Diabetes.Con il supporto tecnico di Bierò.

  • "Mobilitime, è tempo di muoversi" si conclude a Roma il 6 dicembre

    STD programma MOBILITIME 6dicembre 01

    Siamo ormai giunti all’ultima settimana del progetto "Mobilitime, è tempo di muoversi" che è partito in occasione della Settimana europea della mobilità di quest’anno.
    Il progetto ha ottenuto un ottimo risultato grazie alle attività che lo hanno caratterizzato e grazie alle quali siamo riusciti a informare, sensibilizzare e conoscere il punto di vista dei cittadini.

  • Il caso del Liceo Mancini di Avellino

    liceo mancini rai 1440x564 c copia

    Il caso del liceo "Mancini" di Avellino, oramai diventato nazionale, sembra ancora lontano da una risoluzione. Il 3 novembre scorso il liceo insieme ad altri due Istituti Superiori della città è stato chiuso dalla Procura della Repubblica perchè a rischio crolli ed attualmente continuano i sopralluoghi nella scuola media "Solimene".

  • Il 6 dicembre a Roma l’evento conclusivo di Mobilitime, è tempo di muoversi!

    800 450STD 6 dicembre MOBILITIME

    Si terrà a Roma, il 6 dicembre alle ore 15.00 presso il foyer della LuissEnLabs di Via Marsala, 29 h, l’evento conclusivo del progetto "Mobilitime, è tempo di muoversi" in cui verranno presentati i dati della consultazione civica sulla mobilità sostenibile con a seguire dibattito.
    Dopo l’apertura dei lavori da parte del segretario generale Antonio Gaudioso, interverrà il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti On. Riccardo Nencini. 
    Leggi il programma.

  • Come ottenere i rimborsi da Trenitalia

    Come ottenere i rimborsi da Trenitalia

    Vuoi chiedere il rimborso a Trenitalia per l’abbonamento secondo le nuove tariffe sovraregionali?
    Ecco alcuni accorgimenti da seguire. A seguito di confronto tra le Regioni, Trenitalia, le Associazioni e Comitati di pendolari è stato modificato, dal 1 ottobre 2017, l’algoritmo di calcolo delle tariffe sovraregionali su base proporzionale rispetto ai Km percorsi in ogni regione attraversata e che comporterà una riduzione dei prezzi degli abbonamenti.

  • Vuoi chiedere il rimborso a Trenitalia per l’abbonamento secondo le nuove tariffe sovraregionali? Ecco alcuni accorgimenti da seguire

    A seguito di confronto tra le Regioni, Trenitalia, le Associazioni e Comitati di pendolari è stato modificato, dal 1 ottobre 2017, l’algoritmo di calcolo delle tariffe sovraregionali su base proporzionale rispetto ai Km percorsi in ogni regione attraversata e che comporterà una riduzione dei prezzi degli abbonamenti.

    L'algoritmo aveva generato una distorsione tariffaria con maggiori esborsi per alcune  tratte sovraregionali rispetto a quelle regionali. 

  • #Mobilitime, è tempo di muoversi: hai tempo fino al 15 novembre

    bevenuti in mobilitime copia

    Sai che i trasporti stradali producono più di ¼ del totale delle emissioni inquinanti; in Italia l’86,4% degli spostamenti motorizzati urbani avviene con mobilità individuale e solo il 13,6% con mezzi collettivi - percentuali ben più alte rispetto a quelle delle altre metropoli europee; nel nostro Paese ci sono 62 auto ogni 100 abitanti, molto più della media europea; nel 2015 si sono verificati complessivamente 174.539 incidenti stradali con ben 3.428 vittime e 246.920 feriti; le aree urbane sono sempre più degradate per l’occupazione massiva delle automobili, a discapito dei pedoni e dei ciclisti.

  • Mobilitime, è tempo di muoversi! Ancora appuntamenti sul territorio

    MOBILITIME 800x450 01 copia copia copia copia copia

    Per tutta la settimana in corso la sede di Macerata sarà aperta, dalle 9.30 alle 13.30, per distribuire materiali e fornire informazioni sulla mobilità ai cittadini. Anche a Milano la segreteria regionale di Via Rivoli, per l’intero mese di novembre, sarà un punto di riferimento per chiunque voglia acquisire informazioni utili su nuovi modelli di mobilità più sostenibili e responsabili o per avanzare criticità e proposte.

     

    Clicca qui per scoprire gli appuntamentisul territorio.

  • Treni: finalmente in vigore il nuovo algoritmo per tariffe sovraregionali

    trenitalia 2015 02 19

    "Dopo un lungo e puntuale confronto, il Coordinamento delle Regioni ha accolto la richiesta delle associazioni dei consumatori e dei comitati pendolari di modificare, dal 1 ottobre 2017, l'algoritmo di calcolo delle tariffe sovraregionali su base proporzionale rispetto ai Km percorsi in ogni regione attraversata e che comporterà una riduzione dei prezzi degli abbonamenti, anche notevoli, per oltre il 90% dei passeggeri (vedi esempi riportati nella tabella allegata di alcune importanti relazioni)."

  • Biglietti aerei, il prezzo dipende da un algoritmo

    alitalia aerei

    "L’intenzione è concedersi una pausa a New York. Partenza il 6 novembre, ritorno otto giorni dopo: 382 euro, tasse incluse, calcola l’app sul telefonino mentre la metropolitana è ferma in una zona periferica di Milano. Pochi minuti dopo si tenta l’acquisto, stavolta dal computer di lavoro, in pieno centro: 421 euro per lo stesso volo, la stessa classe.

  • Mobilitime "è tempo di muoversi"

    Continuano gli appuntamenti di Mobilitime. Domenica 29 ottobre, a Mantova, in piazza Erba dalle 10 alle 19, nell'ambito dell'iniziativa "il grande cuore di mantovani", i volontari di Cittadinanzattiva saranno a disposizione della cittadinanza per distribuire materiali e fornire info per una mobilità più sostenibile.

  • Partecipa al contest #Mobilitime e vinci una bici!

    mobilitime video contest

    Sai che i trasporti stradali producono più di ¼ del totale delle emissioni inquinanti; in Italia l’86,4% degli spostamenti motorizzati urbani avviene con mobilità individuale e solo il 13,6% con mezzi collettivi - percentuali ben più alte rispetto a quelle delle altre metropoli europee; nel nostro Paese ci sono 62 auto ogni 100 abitanti, molto più della media europea; nel 2015 si sono verificati complessivamente 174.539 incidenti stradali con ben 3.428 vittime e 246.920 feriti; le aree urbane sono sempre più degradate per l’occupazione massiva delle automobili, a discapito dei pedoni e dei ciclisti.

  • "Mobilitime - E' tempo di muoversi"

    immagini progetto mobilitime copia copia copia copia copia copia

    Sai che i trasporti stradali producono più di ¼ del totale delle emissioni inquinanti?; in Italia l’86,4% degli spostamenti motorizzati urbani avviene con mobilità individuale e solo il 13,6% con mezzi collettivi - percentuali ben più alte rispetto a quelle delle altre metropoli europee; nel nostro Paese ci sono 62 auto ogni 100 abitanti, molto più della media europea; nel 2015 si sono verificati complessivamente 174.539 incidenti stradali con ben 3.428 vittime e 246.920 feriti; le aree urbane sono sempre più degradate per l’occupazione massiva delle automobili, a discapito dei pedoni e dei ciclisti.

  • #Mobilitime: da oggi un contest fotografico sulla mobilità sostenibile

    MOBILITIME 800x450 01 copia copia copia

    “Mobilitime, è tempo di muoversi” è il progetto di Cittadinanzattiva per promuovere l’adozione da parte dei cittadini di nuovi modelli di trasporto più sostenibili e responsabili, a partire dalle principali criticità e punti di forza che saranno gli stessi a individuare. Il progetto è realizzato con il sostegno di Eni e il contributo tecnico di Bierò.

    La promozione di una nuova cultura della mobilità rappresenta la strategia più adeguata, nel lungo periodo, per affrontare le questioni connesse alla congestione delle città e aquanto da essa deriva. “Sensibilizzare le persone e le autorità ad adottare un nuovo modello, più sostenibile, basato sull’attenzione ai temi ambientali e la condivisione, con un forte orientamento alla multi modalità e all’interoperabilità dei mezzi e ad un approccio più sostenibile al mondo dei servizi pubblici locali, rappresenta per Cittadinanzattiva una priorità. Siamo convinti che una partecipazione diffusa e consapevole sul tema possa essere il metodo più efficace affinché si cambi marcia rispetto ad oggi, lasciando da parte il trasporto privato e individuale a favore di forme con costi sociali e ambientali minori”, ha dichiarato Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva.

  • #Mobilitime: gli approfondimenti

     

    Cosa intendiamo per mobilità sostenibile
    Il concetto di mobilità sostenibile ha a che fare sia con soluzioni di trasporto, sia con modalità e abitudini di spostamento di tutti noi, in grado di diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economicigenerati dai mezzi di trasporto come ad esempio l’inquinamento atmosferico, l’inquinamento acustico, la congestione stradale, l’incidentalità, ecc.
    Agire nelle proprie città sul fronte della mobilità rappresenta una priorità per favorire una migliore qualità della vita dei cittadini. Sono le comunità locali che pagano i “costi” che derivano proprio dalla (dis)organizzazione del sistema dei trasporti. Spetta al cittadino abbracciare la cultura della mobilità sostenibilespostando le proprie preferenze dall’utilizzo del mezzo privato all’utilizzo dei mezzi pubblici e alle forme di mobilità alternativa (es. car sharing). È così che, insieme ai provvedimenti per limitare e disincentivare l’uso del mezzo individuale, il cuore di tutte le politiche di mobilità sostenibile è rappresentato da sempre dall’obiettivo di modificare i comportamenti delle persone per indurli a un consumo di mobilità più consapevole e sostenibile.

  • #Mobilitime: È tempo di muoversi

    MOBILITIME 800x450 01 copia

    Partecipa alla consultazione sulla mobilità sostenibile 

    Partecipa al concorso fotografico

    Segui le iniziative sul territorio 

     La questione

    • I trasporti stradali producono più di ¼ del totale delle emissioni inquinanti;
    • in Italia l’86,4% degli spostamenti motorizzati urbani avviene con mobilità individuale e solo il 13,6% con mezzi collettivi. Percentuali ben più alte rispetto a quelle delle altre metropoli europee;
    • nel nostro Paese ci sono 62 auto ogni 100 abitanti, molto più della media europea;
    • nel 2015 si sono verificati complessivamente 174.539 incidenti stradali con ben 3.428 vittime e 246.920 feriti;
    • le aree urbane sono sempre più degradate per l’occupazione massiva delle automobili, a discapito dei pedoni;
    • secondo dati Cittadinanzattiva, l’80% dei cittadini dichiara di aver subito disservizi nell’utilizzo del trasporto pubblico locale, considerandolo poco efficiente e affidabile.

    Elementi quali la congestione del traffico, il livello di incidentalità, le emissioni inquinanti, un trasporto pubblico non rispondente alle esigenze dei cittadini, il degrado delle aree urbane e il consumo di territorio (causato dalla realizzazione di strade e infrastrutture chiamate ad ospitare sempre più veicoli) sono le criticità che ruotano intorno al tema della mobilità nei centri urbani.

    È evidente che il comparto dei trasporti genera delle esternalità negative che si trasformano in costi sociali alla lunga sempre meno sostenibili.

    La nostra idea di mobilità

    Per Cittadinanzattiva la mobilità va resa sostenibile da un punto di vista:

    • sociale, contemplando modalità di spostamento accessibili e praticabili da parte delle persone diversamente abili o a mobilità ridotta, prevedendo scelte alternative per la mobilità, contribuendo a risolvere la congestione del traffico e a migliorare la tutela di chi viaggia;
    • ambientale, riducendo emissioni inquinanti e rumore;
    • economico, in termini di costi e tariffe da dover sostenere da parte dei cittadini.

    La nostra idea di mobilità si sviluppa in modo coerente al raggiungimento del goal 11, definito nell’ambito degli Obiettivi di sviluppo sostenibile stabiliti dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite: “rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili” – con particolare attenzione al target 11.2: “entro il 2030 fornire l’accesso a sistemi di trasporto sicuri, sostenibili, e convenienti per tutti, migliorare la sicurezza stradale, in particolare ampliando i mezzi pubblici, con particolare attenzione alle esigenze di chi è in situazioni vulnerabili, alle donne, ai bambini, alle persone con disabilità e agli anziani”.

    Il progetto “mobilitime – è tempo di muoversi”

    La finalità generale di questo progetto è quella di sensibilizzare i cittadini su questi temi, di educarli a diversi e nuovi modelli più sostenibili e responsabili, nonché interrogarli e coinvolgerli nella individuazione delle eventuali criticità e punti di forza legate alla loro diffusione.

    La promozione di una nuova cultura della mobilità rappresenta la strategia più adeguata, nel lungo periodo, per affrontare le questioni connesse alla congestione delle città e a quanto da essa deriva. A nostro avviso, ruolo centrale ricopre l’educazione ad un nuovo modello, più sostenibile, basato sull’attenzione ai temi ambientali e la condivisione, con un forte orientamento alla multi modalità e all’interoperabilità dei mezzi nel particolare, e in generale ad un approccio più sostenibile al mondo dei servizi pubblici locali.

    Attività previste

    Le attività principali sono:

    1. iniziative di divulgazione e sensibilizzazione in diverse città italiane con distribuzione di materiale informativo gratuito ai cittadini, associati e non, presso le nostre sedi territoriali, a partire da metà settembre (consulta l’agenda appuntamenti). Il pieghevole informativo è disponibile al download;
    2. realizzazione della terza edizione della consultazione civica sulla mobilità sostenibile, con particolare attenzione alla mobilità urbana e alla sharing mobility. Attraverso questa consultazione sarà possibile per noi raccogliere il punto di vista dei cittadini su un argomento che impatta direttamente sulla loro qualità della vita, evidenziare i rischi e le opportunità connesse allo svilupparsi e diffondersi delle nuove forme di mobilità e maturare proposte da portare all’attenzione di stakeholder di settore e decisori politici, così da continuare ad essere presenti nel complesso dibattito pubblico in corso sul tema;
    3. concorso fotografico sui social. Attraverso il concorso sarà possibile mantenere alta l’attenzione sul tema della mobilità sostenibile, coinvolgendo un ampio target attraverso la modalità social. Il concorso si pone come obiettivo una finalità sociale, ovvero svolgere un'azione di sensibilizzazione sul tema della mobilità sostenibile;
    4. evento conclusivo di presentazione dei risultati della consultazione e premiazione dei vincitori del concorso.

     

    Scarica il report

     

    Per saperne di più sulla posizione di Cittadinanzattiva in tema di mobilità: Clicca qui

    Anno di realizzazione: 2017

    Per maggiori informazioni: Cinzia Pollio Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

    Progetto realizzato con il sostegno di:

    brand identity2010

     

     

    Si ringrazia   per aver offerto il premio del concorso

    LOGO BIERO LA BICI VERDE

  • Stati Generali della Mobilità Nuova: “Muovere le idee per muovere le persone”

    mobilitaanuova

    Il 15 e 16 settembre prossimi a Pesaro si svolgerà l’iniziativa Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova dal titolo “Muovere le idee per muovere le persone”, promossa da numerose associazioni, tra cui anche Cittadinanzattiva, che agiscono su questi temi. 
    L'evento - che segue gli Stati Generali della Mobilità Nuova a Bologna - si aprirà con un dibattito su ciclabilità urbana e ciclovie lungo i percorsi della Bicipolitana di Pesaro. Nell'arco della due giornate verranno affrontati i temi della qualità dello spazio pubblico e dei Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile.

  • Al via "Mobilitime", è tempo di muoversi!

    MOBILITIME 800x450 01 copia copia

    In occasione della Settimana europea della mobilità Cittadinanzattiva lancia "Mobilitime - è tempo di muoversi", progetto volto a sensibilizzare i cittadini sul tema della mobilità sostenibile, ad educarli a diversi e nuovi modelli più sostenibili e responsabili, nonché interrogarli e coinvolgerli nella individuazione delle eventuali criticità e punti di forza legate alla loro diffusione.
    La promozione di una nuova cultura della mobilità rappresenta la strategia più adeguata, nel lungo periodo, per affrontare le questioni connesse alla congestione delle città e a quanto da essa deriva. 

  • Dal 16-22 settembre: Settimana europea della mobilità

    Settimana europea della mobilità copia

    Anche quest'anno l'Europa festeggia la Settimana europea della mobilità che si svolgerà dal 16 al 22 settembre. L'European Mobility Week è un appuntamento che si ripete dal 2002 e che offre alle città l’opportunità di illustrare le sfide che affrontano per indurre un cambiamento nel comportamento dei propri cittadini e compiere progressi verso una strategia dei trasporti più sostenibile. Quest'anno lo slogan è “condividere ti porta lontano”, e il tema sarà la mobilità condivisa, pulita e intelligente

  • La conciliazione nei trasporti

    Trenitalia (Organismo ADR)

     

    Trenord

  • Reclami trasporti

    Trasporto Aereo

    Trasporto Ferroviario 

     

     

  • Tariffe ferroviarie: dal 1 luglio qualche risparmio

    Tariffe ferroviarie

    Dal 1 luglio 2017 è in vigore un nuovo algoritmo che calcolerà le tariffe ferroviarie sovraregionali in modo nuovo, tanto che sono stimati dei risparmi che potrebbero arrivare fino a 300 euro l’anno.

  • "L'Europa in movimento", per una mobilità pulita, competitiva ed interconnessa

    La mobilità è un settore che sta affrontando, a ritmo sempre più sostenuto, numerose trasformazioni tecnologiche, economiche e sociali.

    Con l'iniziativa "L'Europa in movimento", la Commissione europea punta a modernizzare la mobilità e i trasporti a livello europeo. Lo scopo è aiutare il settore a rimanere competitivo nel quadro di una transizione socialmente equa verso l'energia pulita e la digitalizzazione. L'UE guiderà questa transizione con una legislazione mirata e misure di sostegno comprendenti investimenti nelle infrastrutture, nella ricerca e nell'innovazione. In questo modo, in Europa potranno essere sviluppati, offerti e prodotti i migliori veicoli, le migliori attrezzature per i trasporti e le migliori soluzioni per una mobilità pulita, interconnessa e automatizzata.

  • Presentata la road map della mobilità sostenibile

    mobilita sostenibile 2016 copia

    Favorire lo smart working e la mobilità a due ruote, promuovere il car sharing, stimolare l’utilizzo del trasporto pubblico e l’eliminazione dei vecchi veicoli, favorire l’adozione di combustibili alternativi. Queste sono alcune delle proposte emerse nell'ambito della presentazione della road map per una mobilità sostenibile presentate a Roma lo scorso 30 maggio.
    Da tempo Cittadinanzattiva sottolinea la necessità di rendere il sistema dei trasporti e della mobilità sostenibile da diversi punti di vista:

    • sociale, contemplando modalità di spostamento che si dimostrano accessibili e praticabili da parte delle persone diversamente abili o a mobilità ridotta, prevedendo scelte alternative per la mobilità e contribuendo a risolvere la congestione del traffico, nonché a migliorare la tutela di chi viaggia;
    • ambientale, riducendo emissioni inquinanti e rumore. In proposito ricorda l’obiettivo fissato dalla Commissione europea di ridurre per il 2050 i livelli di emissione di CO2 del 60% rispetto al 1990 solo per il comparto dei trasporti;
    • economico, in termini di costi e tariffe da dover sostenere da parte dei cittadini.
  • “Un anno con Johnny”

    un anno con johnny

    Giunti quasi al termine del progetto “Johnny il viaggio di un consumatore tra diritti disattesi sharing economy e nuovi canali di acquisto” le associazioni promotrici vi danno appuntamento per il convegno conclusivo che si terrà l’8 giugno alle ore 9.00 presso il Parlamentino del CNEL in Viale David Lubin, 2 Roma.
    Il convegno “Un anno con Johnny” sarà l’occasione per Cittadinanzattiva, Federazione Confconsumatori – ACP e Movimento Consumatori di presentare le attività, le indagini e le ricerche svolte in questo anno e  discutere le priorità individuate in ogni settore (diritti dei passeggeri; servizi pubblici locali; e-commerce e sharing economy) con Istituzioni, Autorità e attori del Mercato.
    Scarica il programma del convegno.

  • Disservizi nei trasporti pubblici? Dillo a Johnny

    Utilizzi i mezzi pubblici locali per i tuoi spostamenti quotidiani e vivi frequenti disagi e disservizi? Sei un pendolare che quotidianamente si sposta con treni regionali o a lunga percorrenza e ti capita spesso di viaggiare in piedi, in carrozze poco confortevoli oppure di subire cancellazioni e ritardi senza nessun preavviso?

  • Referendum Alitalia: ora si dia voce ai cittadini

    alitalia

    In questi giorni abbiamo più volte ascoltato paragoni tra la situazione di Alitalia e l’Ilva: paragoni che consideriamo assurdi e vergognosi. Anzitutto perché l’Ilva riguardava l’economia di un territorio e un tessuto sociale che avevano già subito enormi danni in questi anni. In secondo luogo, paragonare un lavoratore di una acciaieria che guadagna 1500 euro al mese con un pilota che ne guadagna anche 6 volte di più suona davvero come una beffa. Un paragone oltretutto improprio visti i numerosi interventi a favore di Alitalia che abbiamo già visto in questi anni”. Questo il commento di Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, sul futuro della compagnia aerea Alitalia dopo la bocciatura dei lavoratori del pre-accordo.

  • Mense e trasporti scolastici a Capena: illegittimi gli aumenti del Comune

    Stamattina il TAR Lazio ha emesso la sentenza n. 3831/2017 che ha annullato la delibera della Giunta Comunale di Capena con la quale erano state aumentate le tariffe delle mense scolastiche.

    L’aumento era stato contrastato da un gruppo di genitori di Capena che si sono attivati per tutelare gli interessi di tutta la comunità locale e da Cittadinanzattiva Lazio.

    L’avvocato Gianluca Piccinni, difensore di Cittadinanzattiva e di circa 40 famiglie in tale giudizio, fa presente che “Tale risultato è importante perché rappresenta la prima pronuncia favorevole del Tar Lazio in materia di aumenti indiscriminati delle tariffe scolastiche e ciò a danno di tutte le famiglie in difficoltà economica.”

  • Processo strage di Viareggio, Cittadinanzattiva: finalmente responsabilità chiare

    processo strage di viareggio cittadinanzattiva finalmente responsabilita chiare

    Primo importante riconoscimento per familiari delle vittime. Cittadinanzattiva parte civile.

    Si è concluso oggi, a distanza di più di sette anni , il processo di  primo grado per la strage di Viareggio, in cui Cittadinanzattiva, rappresentata dall’avv. Stefano Maccioni, è stata presente come parte civile accanto ai familiari delle vittime.

    “La  sentenza appena emessa dal Tribunale di Lucca, è una pronuncia importante perché riconosce che all’origine del disastro, che provocò 32 vittime,  vi fu  la violazione delle normative sulla sicurezza ferroviaria”, ha dichiarato Laura Liberto, coordinatrice dei Giustizia per i diritti-Cittadinanzattiva, “e perché attribuisce in modo chiaro le responsabilità a carico degli ex vertici di RFI, Ferrovie e Trenitalia di una strage che poteva essere evitata, accogliendo sotto questo profilo gli argomenti della pubblica accusa e da Cittadinanzattiva come parte civile.

  • JoinJohnny, l’app che ti aiuta per i disservizi nei trasporti

    JoinJohnny, l’app che dà voce a tutti i cittadini che sono stanchi di subire passivamente i disagi cronici che affliggono i trasporti pubblici, ottiene ulteriori riconoscimenti.  È stato infatti proposto come strumento a tutela dei cittadini utenti della Regione Piemonte nell’ambito del Protocollo di Intesa siglato da quest’ultima e l’Agenzia della mobilità con le associazioni di consumatori con lo scopo di favorire un incremento della  tutela e partecipazione dei cittadini. Questa interlocuzione è fondamentale in una fase in cui si stanno ridefinendo i contratti e i servizi di trasporto. Migliorare il trasporto pubblico locale e regionale è l’obiettivo finale del Protocollo appena firmato

  • Il viaggio di Johnny continua in Umbria

    Con il nuovo anno riparte il viaggio di Johnny. A gennaio sarà l’Umbria la regione coinvolta.
    La prima tappa sarà a Perugia presso il Poliambulatorio di Piazzale Europa e proseguirà fino al 3 febbraio a Spoleto presso lo Sportello del Cittadino.
    Al desk di Cittadinanzattiva sarà possibile trovare tutte le informazioni su servizi pubblici locali, acquisti online di prodotti e servizi, sharing economy e diritti dei passeggeri. Sarà anche un'occasione per segnalare eventuali disservizi e problematiche riscontrate nell’ambito delle tematiche oggetto del progetto.

  • Continua il viaggio di Johnny

    Dal 5 al 7 dicembre Johnny è arrivato a Chiaravalle. Presso il Centro Commerciale "La Manifattura", dalle 10.00 alle 16.00, gli operatori di Cittadinanzattiva si sono resi disponibili per fornire informazioni e assistenza in materia di servizi pubblici locali, sharing economy, e-commerce e diritti dei passeggeri. Molte le richieste pervenute al desk del progetto che hanno dimostrato l’interesse dei cittadini e la necessità di approfondire la conoscenza dei propri diritti.

  • Usato sicuro? La Campania investe in bus polacchi usati

    Bus

    In arrivo per i pendolari napoletani che percorrono la tratta Napoli - Pozzuoli nuovi bus pensati per sollevare le sorti dei viaggiatori, ma il fatto strano è che i nuovi pullman pensati per il potenziamento dei servizi napoletani, nuovi non lo sono affatto.

  • Disservizio? Segnalalo a Johnny

    johnny copy copy copy

    Autobus in ritardo, metropolitana interrotta, treni sporchi e affollati? Diventa un cittadino attivo e segnala il disservizio a Joinjohnny! Inviare un reclamo con la nuova app realizzata da Cittadinanzattiva nell’ambito del progetto “Johnny: il viaggio di un consumatore tra diritti disattesi, sharing economy e nuovi canali di acquisto” è semplicissimo: basta scaricare l’app dal proprio smartphone o tablet, registrarsi sul sito www.joinjohnny.it  inserire le informazioni richieste e fare il login.
    La segnalazione, completa dei dettagli, sarà inviata immediatamente al gestore del servizio che poi dovrà rispondere alla segnalazione.

  • XVI Rapporto PiT Servizi: scarica i focus tematici

    pit servizi

    Anche quest'anno Cittadinanzattiva ha presentato il consueto Rapporto PiT Servizi (Progetto integrato di Tutela), giunto ormai alla XVI edizione. Il 27 e 28 ottobre scorso, infatti, si è svolta una due giorni di lavori, con 4 focus tematici nell'ambito dei servizi di pubblica utilità (Energia e ambiente, Mobilità e trasporti, Telecomunicazioni e Servizi postali, Servizi bancari e Servizi assicurativi).

  • Giornata informativa “I finanziamenti dell’Unione europea 2014-2020

    Giornata informativa I finanziamenti dellUnione europea 2014 2020

    Active Citizenship Network presenterà uno dei propri progetti Europei, “Citizenergy - European citizens for renewable”, durante la giornata formativa che lo Europe Direct Roma sta organizzando per il prossimo 9 novembre 2016 a Mentana, su “I finanziamenti dell’Unione europea 2014-2020 e le fonti di informazione europee”.  

  • App-asseggio con i disservizi!

    Una corsa in metro interrotta o annullata, vetture sporche sulle quali si è costretti a viaggiare, continui ritardi dei bus: grazie alla APP di Johnny, da ora in poi  sarà possibile segnalare tutte le difficoltà riscontrate nel quotidiano direttamente al gestore di trasporto interessato dal disservizio, che verrà invitato a fornire informazioni dettagliate.

  • XVI Rapporto PiT Servizi

    Anche quest'anno Cittadinanzattiva presenta il consueto Rapporto PiT Servizi (Progetto integrato di Tutela), giunto ormai alla XVI edizione. Prevista per il 27 e 28 ottobre una due giorni di lavori, con 4 focus tematici nell'ambito dei servizi di pubblica utilità (Energia e ambiente, Mobilità e trasporti, Telecomunicazioni e Servizi postali, Servizi bancari e Servizi assicurativi).

Condividi