Servizi bancari e finanziari

  • XIII Rapporto PiT Servizi 2013 - Focus Banche e Assicurazioni

    Banche e assicurazioni: cittadini ancora troppo indifesi dalla stretta del credito e dai rischi di sovraindebitamento. Cittadinanzattiva presenta a Roma il Focus su banche, finanziarie e assicurazioni.

    Un cittadino su cinque ha avuto nel 2012 un problema relativo a Banche e Finanziarie (73%) o Assicurazioni (27%). I principali problemi segnalati, e contenuti nel Focus su banche e assicurazioni del XIII Rapporto PiT Servizi di Cittadinanzattiva, diffuso oggi, riguardano non solo le difficoltà legate alla crisi, come la difficoltà di accesso al credito, la “stretta” operata dagli Istituti e l’eccessivo indebitamento, ma anche gli aumenti ingiustificati delle polizze RC Auto, con enormi e inspiegabili differenze territoriali.

  • XIII Rapporto PiT Servizi - Focus su Banche e assicurazioni

    Si terrà a Roma il 31 ottobre 2013 dalle ore 9:30 alle ore 13:00 presso il Parlamentino del Cnel, Viale David Lubin, 2, la presentazione del Focus su Banche e assicurazioni del XIII Rapporto PiT Servizi. Scarica l'invito

  • EconomiAmica

    Il progetto, promosso da PattiChiari, nasce per sensibilizzare sui temi dell’economia e della finanza e si rivolge ai cittadini adulti, con l’obiettivo di stimolare, attraverso incontri con esperti qualificati delle banche e delle Associazioni dei Consumatori, una gestione più consapevole delle risorse economiche. Approfondisci

  • EconomiAmica

    Progetto di Educazione finanziaria “EconomiAmica”
     realizzato in partnership tra il Consorzio PattiChiari e 14 Associazioni dei Consumatori

    Dal 2006 il Consorzio PattiChiari collabora con le Associazioni dei Consumatori per diffondere l’educazione finanziaria tra i cittadini. Quest’anno partecipano al progetto “EconomiAmica”: Adiconsum, ADOC, Altroconsumo, Asso-consum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, La Casa del Consumatore, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori, realizzando una serie di iniziative differenti a seconda delle peculiarità che caratterizzano ciascuna Associazione.

  • Educazione finanziaria

    Crisi economica: al via EconomiAmica la campagna nazionale di educazione finanziaria di PattiChiari e quattordici Associazioni dei Consumatori dedicata ai cittadini adulti per parlare di economia, denaro e risparmio

    Incontri territoriali info-educativi per gli adulti e Giornate della cittadinanza economica con un obbiettivo unico e condiviso: diffondere la cultura della consapevolezza economica. 
    L’educazione finanziaria è un aspetto fondamentale nella vita di ogni persona, ma oggi saper scegliere quanto e come risparmiare, quanto e come consumare, come provvedere alla propria pensione o alle spese sanitarie da affrontare nella prospettiva di un allungamento temporale dell’aspettativa di vita diventa sempre più complesso, soprattutto in relazione ai cambiamenti che hanno interessato lo scenario economico globale. La crisi in atto aumenta di fatto la complessità nelle scelte finanziarie a carico delle persone ed è per questa ragione che le Associazioni dei Consumatori, il Consorzio PattiChiari e le banche hanno attivato un nuovo fronte di alfabetizzazione che aiuti i risparmiatori ad acquisire le nozioni di carattere economico-finanziario, indispensabili per gestire al meglio le proprie risorse.

  • Rateazioni, pignoramenti e ipoteche: ecco le novità

    Il Decreto del Fare cambia le regole per la riscossione dei tributi e il pagamento dei debiti fiscali, in particolare nell'ambito di rateizzazioni, pignoramenti e ipoteche, stabilendo l'impignorabilità per prime case e beni d’impresa, l'estensione della rateazione e l’abolizione dell’aggio a Equitalia. Per saperne di più

  • Prorogati termini della conciliazione BPM

    Il Consiglio di Gestione della Banca Popolare di Milano ha deliberato la proroga dei termini per la presentazione delle domande di ammissione alla procedura di conciliazione paritetica fino al 31 dicembre 2013 e ha fissato al 30 giugno 2014, la data entro cui le procedure dovranno essere espletate tutte le attività conciliative. Per saperne di più

  • Estinzione anticipata del mutuo? Polizza rimborsata

    E' nulla la clausola che prevede che la polizza collegata al mutuo resti in vigore anche dopo l'estinzione anticipata del finanziamento. E le somme già versate, anche come commissioni bancarie o finanziarie, devono essere rimborsate al consumatore in misura proporzionalmente corrispondente alle quote di mutuo riferibili al periodo non goduto. Approfondisci

     

  • Educazione finanziaria in Tv?

    E' questa la richiesta che Associazioni di consumatori e ABI-Associazione Bancaria Italiana, rivolgono a Presidente e Direttore generale della Rai, perché dedichinospazi televisivi al tema dell'educazione finanziaria, al fine di rendere il consumatore più consapevole nella scelta dei servizi finanziari, dandogli allo stesso tempo adeguati strumenti di tutela. Leggi la lettera

  • Tasso di usura? No grazie

    Quando si chiede un mutuo, un prestito o un fido alla propria banca c'è un tasso di interesse massimo che l'istituto può applicare nel rispetto della legge. Ma la legge viene rispettata? A quanto sembra non sempre, tanto che in alcuni casi è lo stesso istituto bancario a applicare un tasso di interesse usuraio, in danno dei suoi clienti. E il cittadino come si può tutelare? Approfondisci

  • Decalogo sulla cessione del quinto

    Nell'ambito di “Noi&Unicredit”, la collaborazione tra Unicredit e le associazioni dei consumatori, tra cui anche Cittadinanzattiva, che va avanti da tempo, è stato realizzato il Decalogo Cessione V Stipendio. La partnership tra le associazioni dei consumatori e Unicredit in tema di semplificazione e trasparenza ha permesso di realizzare strumenti utili a facilitare l’acquisto consapevole da parte dei consumatori dei principali prodotti bancari e finanziari. Scarica il Decalogo

  • Riparte il Fondo solidarietà mutui prima casa

    Si tratta del Fondo destinato a tutte le persone che si trovano in difficoltà economiche e non riescono a pagare le rate del mutuo acceso per l'acquisto della prima casa. In determinati casi e condizioni, infatti, si può accedere al fondo e sospendere così le rate del proprio mutuo fino a un massimo di 18 mesi di tempo. Approfondisci e scarica il modulo

  • In arrivo il Grande Fratello dei conti correnti

    A ottobre le banche dovranno inviare i primi dati all'Agenzia delle Entrate. Il direttore dell'Agenzia ha infatti firmato il provvedimento che rende operativa l'Anagrafe dei rapporti finanziari. Uno strumento in più per la lotta all'evasione fiscale, ma anche un occhio vigile su conti correnti, depositi, contratti derivati, fondi pensioni, investimenti vari, acquisti di oro e preziosi, utilizzo delle carte di credito e persino delle cassette di sicurezza. E la privacy dei consumatori? Approfondisci

  • Accordo ABI-Associazioni consumatori

    Cittadinanzattiva ha aderito all'accordo siglato tra la Commissione Regionale Abi Emilia Romagna e alcune Associazioni dei consumatori per le popolazioni colpite dal sisma dell'Emilia Romagna. Tra le misure dell’intesa, la sospensione del pagamento delle rate dei mutui delle famiglie al 30 giugno 2013 come misura emergenziale e la costituzione di un tavolo di confronto sulla ricostruzione. Scarica l'Accordo

  • Polizze dormienti: al via i rimborsi

    I consumatori che non sono riusciti a riscattare le polizze dormienti, perchè cadute in prescrizione per effetto della retroattività prevista dalle legge 166/2008 che aveva ridotto i termini a due anni, ora possono fare domanda di rimborso alla Consap, Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A. C'è tempo da giovedi 13 febbraio e fino al 15 aprile 2013. Scarica il modulo. Approfondisci

  • Mutui: al via quinta proroga sospensione rate fino a marzo 2013

    Rinnovato l’accordo tra Abi e 13 Associazioni dei Consumatori. A dicembre sospesi circa 85.000 mutui per 9,8 miliardi di euro. Positivo il parere del Parlamento sul Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa. Ora però necessaria la piena operatività. Leggi tutto

  • Debito record per Bankitalia

    Il debito pubblico italiano a novembre 2012 ha superato i 2.020,7 miliardi di euro, in aumento di 6 miliardi rispetto al mese precedente. L’incremento record, secondo la Banca d’Italia, è dovuto essenzialmente al fabbisogno (al netto delle dismissioni), pari a 4,4 miliardi e agli effetti accrescitivi sul debito degli scarti di emissione e dell’andamento del cambio (complessivamente pari a 0,7 miliardi). A dicembre, comunque, il rilevante avanzo osservato per il settore statale e il forte decumulo della liquidità del Tesoro dovrebbero aver riportato il debito ampiamente al di sotto della soglia dei 2.000 miliardi. Approfondisci. Scarica il rapporto Bankitalia

  • Sisma Emilia: mutui prorogati a giugno 2013

    Prorogato fino al 30 giugno 2013 il termine per presentare le domande per la sospensione delle rate di mutui e finanziamenti per le vittime del terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna nel maggio scorso. A renderlo noto con un comunicato stampa è l'ABI, Associazione Bancaria Italiana. Di seguito sono riportate le banche che hanno aderito alla proroga

  • Conciliazione "Convertendo" prorogati i termini

    Gli utenti della Banca Popolare di Milano che hanno sottoscritto i titoli Convertendo, possono ottenere i rimborsi grazie al protocollo sottoscritto dalla Banca con le Associazioni dei consumatori. Le domande di accesso alla procedura di conciliazione possono essere presentate dal 15 settembre 2014 e fino al 30 settembre 2015, grazie alla proroga dei terminiprevista dal nuovo Protocollo di conciliazione.

    Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi al PiT servizi di Cittadinanzattiva, il lunedi, mercoledi e venerdi ore 9,30-13,30 chiamando il numero 0636718555 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

    Scarica il modulo di conciliazione. Leggi le Faq

  • Il consumatore e il credito

    In che percentuale i consumatori ricorrono al credito al consumo? E come giudicano la crisi economica che stiamo attraversando? Secondo l'indagine di Cittadinanzattiva oltre una persona su due ha fatto ricorso a qualche forma di credito al consumo. Il 57% degli intervistati, infatti, ha fatto acquisti almeno una volta ricorrendo al credito e circa la metà di questi (27%) dichiara che vi ricorrerà nuovamente nei prossimi 12 mesi.

    Sempre secondo l'indagine, i consumatori non sono ottimisti rispetto all’attuale contesto economico: ben il 73% degli intervistati infatti, ritiene che la propria situazione economica sia meno sicura (46%) e molto meno sicura (27%) rispetto allo scorso anno. Il 72% del campione ha cercato di ridurre le spese negli ultimi mesi. In previsione per il prossimo anno, il 67% crede che avrà una minore disponibilità economica e il 23% più o meno la stessa dell’anno in corso. A fronte di ciò, il 62% dichiara che nei prossimi mesi ridurrà le spese, e solo il 28% rimarrà costante. Leggi l'articolo di Repubblica. L'indagine di Cittadinanzattiva. Guarda il grafico

     

  • Mutuo senza garante?Mission impossible

    Ottenere un mutuo senza un garante è sempre più difficile. Negli ultimi sei mesi il 27% di coloro che ne ha richiesto uno ha avuto bisogno di una figura di garanzia. E’ quanto emerge dall’analisi del broker online Mutui.it, che ha condotto l’indagine analizzando l’erogato del periodo aprile-settembre del 2012. L'indagine, pubblicata sul settimanale "Il Salvagente", mette in evidenza un livello di crisi concreta che colpisce i consumatori in modo diretto. Approfondisci

  • Google e Amazon fanno le banche!

    In un periodo di recessione, dove anche il credito al consumo spesso viene negato, i due giganti del web lanciano due programmi di finanziamento per le imprese con lo scopo di far fruttare l’enorme liquidità a loro disposizione, facendo sì che il guadagno sia doppio. Approfondisci

  • Mettiamo in comune l’educazione finanziaria - Edizione 2012

    Prende il via a ottobre 2012 la seconda edizione del progetto di formazione “Mettiamo in Comune l’educazione finanziaria”,  realizzato in partnership tra il consorzio PattiChiari e 14 associazioni dei consumatori presenti nel CNCU. Una collaborazione avviata nel 2006 per diffondere l’educazione finanziaria tra i cittadini.

    Quest’anno partecipano alla seconda edizione del progetto, oltre a Cittadinanzattiva: Adiconsum, ADOC, Altroconsumo, Asso-consum, Assoutenti,Codacons, Codici, Confconsumatori, La Casa del Consumatore, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.

     

  • Pensioni accreditate su c/c

    Dal 1 ottobre infatti, niente più contante per i pagamenti delle pensioni superiori ai 1000 euro, ma solo accrediti su conto corrente bancario o postale o, in alternativa, su carta-conto dotata di codice Iban.
    Entro fine mese infatti, i pensionati italiani dovranno adeguarsi a quanto previsto dalla norma Salva Italia, in tema di accrediti su un conto "base", al fine di agevolare l'inclusione finanziaria delle fasce di popolazione socialmente deboli. Approfondisci

  • Percorso Famiglia & misure anticrisi

    Cittadinanzattiva su "Percorso Famiglia": la sospensione dei mutui, misura certa e immediatamente applicabile per andare incontro alle difficoltà dei consumatori, unica in Europa

    Cittadinanzattiva esprime sostegno e apprezzamento per il pacchetto di interventi presentato in dato odierna dal Ministro con delega alla famiglia, Andrea Riccardi, ABI e Associazioni dei Consumatori.

  • Liquidazione Banca Network: cancellare dalle Crif le segnalazioni dei correntisti

    Cittadinanzattiva scrive alla Banca d'Italia su liquidazione Banca Network:
    cancellare dalle Crif le segnalazioni dei correntisti intervenute
    durante il periodo di blocco dei conti correnti

    Cittadinanzattiva ha inviato una formale richiesta alla Banca d'Italia per intervenire sulle banche dati cattivi pagatori affinchè siano cancellate le segnalazioni dei correntisti di Banca Network Investimenti s.p.a. intervenute durante il periodo di blocco dei conti correnti.

     

  • Per chi è incappato nella procedura di liquidazione coatta di Banca Network

    La società, già in amministrazione straordinaria da novembre 2011, e in regime di sospensione dei pagamenti e delle passività, nel 2012 è stata sottoposta alla procedura di liquidazione coatta amministrativa, in seguito a un decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 16 luglio 2012, emanato su proposta della Banca d'Italia.

     

  • Liquidazione Banca Network Investimenti

    Per chi è incappato nella procedura di liquidazione coatta di Banca Network, ecco cosa fare.

    1. Ho diritto al rimborso delle somme depositate?
    Si, grazie al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantisce, nei limiti previsti dallo Statuto, i depositanti delle banche italiane, delle succursali di queste negli altri paesi comunitari, nonché delle succursali in Italia di banche comunitarie ed extracomunitarie consorziate.

  • liquidazione Banca Network Investimenti

    Cittadinanzattiva su liquidazione Banca Network Investimenti s.p.a: rimborsi per i correntisti vicini, ma le autorità preposte vigilino su rispetto dei tempi e trasparenza delle procedure.
    On line su www.cittadinanzattiva.it la lettera di reclamo

    Una buona notizia per i quasi 30.000 correntisti di Banca Network da tempo col fiato sospeso per i propri risparmi: l'avvio della procedura di liquidazione cui è stata sottoposta la banca ne sblocca finalmente la situazione permettendo così di ottenere, entro 20 giorni, rimborsi per complessivi 65 milioni di euro.
  • Siglato Protocollo su Educazione Finanziaria

    Come tenere sotto controllo la situazione finanziaria? E ancora, come programmare entrate e uscite delle singole famiglie? In una parola educare! È questo l’obiettivo del protocollo siglato lo scorso 13 luglio tra il Consorzio Patti Chiari e il Forum delle Associazioni Familiari. Previsti incontri formativi ed esperti di finanza per sensibilizzare le famiglie italiane su risparmio, servizi bancari, sovra-indebitamento e uso del denaro come strumento di benessere presente e futuro per la famiglia. Approfondisci su www.forumfamiglie.org e su www.pattichiari.it

  • Calo dei mutui del 47%

    Il dato emerge dalla 32esima edizione dell'Osservatorio sul credito al dettaglio di Assofin, Crif e Prometeia, e si riferisce in particolare all’erogazione dei mutui immobiliari per l'acquisto di abitazioni nel primo trimestre 2012. In netto calo anche il fenomeno del credito al consumo, -2% nel 2011 e -11% nei primi tre mesi del 2012, per cui è prevista una ripresa solo a partire dal 2014. Ma le banche comunicano ai consumatori della possibilità di accesso al Fondo di garanzia per l’accesso ai mutui? A quanto pare non è proprio una prassi diffusa! Approfondisci. Per saperne di più
  • Scandalo Barclays

    Barclays tenta di manipolare Libor ed Euribor, i tassi di interesse che le banche usano per prestare denaro, Stati Uniti e Regno Unito la multano per 450 milioni di euro e i suoi vertici di dimettono. A quanto pare la società avrebbe manipolato i dati per anni per aumentare i profitti e, dopo l’inizio della crisi finanziaria, per nascondere i rischi cui era sottoposta. Che rischio corrono i risparmiatori che hanno dato fiducia a Barclays? Approfondisci su
    www.liquida.it e www.ilpost.it
  • Bloccati i conti dei correntisti di BNI

    Dopo essere stata sottoposta a procedura di amministrazione straordinaria, i Commissari straordinari di Banca Network Investimenti s.p.a., come procedimento cautelativo per far fronte alla difficoltà della banca, deliberano la sospensione del pagamento delle passività di qualsiasi genere, per il periodo di un mese. E i correntisti ne pagano le conseguenze! Approfondisci Scarica la lettera di reclamo da inoltrare alla Banca.

  • BPM, finanza corrotta e irresponsabile

    Associazioni Consumatori su vicenda Ponzellini:
    recuperare i soldi della BPM rubati ai risparmiatori
     
    Dalla Banca Popolare di Milano giunge l'ennesimo caso di finanza corrotta e irresponsabile, dannosa per i risparmiatori e per tutto il sistema bancario.
    In una nota congiunta, Adusbef, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e Movimento Consumatori prendono posizione sul malaffare bancario portato alla luce dalla magistratura.
  • Credito al consumo

     

    Cittadinanzattiva su tutela consumatori: prosegue il ciclo di incontri sul credito al consumo. Prossimo appuntamento il 11 maggio in Liguria

    Sempre più spesso gli italiani accedono al credito al consumo, ma quanto ne sanno in tema di tutela dei propri diritti? Quali domande fare e a quali informazioni prestare particolare attenzione? Come comportarsi in caso di dubbi sulle condizioni contrattuali? Come cancellarsi dalla banca dati dei cattivi pagatori e in quali casi è possibile ricorrere all'Arbitro Bancario Finanziario? Per rispondere a queste ed altre domande, il prossimo venerdì 11 maggio esperti di Cittadinanzattiva saranno a disposizione dei cittadini a Chiavari, dove è in programma un incontro di informazione utile per acquisire i segreti del consumo responsabile e per saperne di più su come tutelarsi.

  • Credito al consumo

     

    Cittadinanzattiva su tutela consumatori: prosegue il ciclo di incontri sul credito al consumo. Prossimo appuntamento il 10 maggio in Molise

    Sempre più spesso gli italiani accedono al credito al consumo, ma quanto ne sanno in tema di tutela dei propri diritti? Quali domande fare e a quali informazioni prestare particolare attenzione? Come comportarsi in caso di dubbi sulle condizioni contrattuali? Come cancellarsi dalla banca dati dei cattivi pagatori e in quali casi è possibile ricorrere all'Arbitro Bancario Finanziario? Per rispondere a queste ed altre domande, il prossimo giovedì 10 maggio esperti di Cittadinanzattiva saranno a disposizione dei cittadini a Campobasso, dove è in programma un incontro di informazione utile per acquisire i segreti del consumo responsabile e per saperne di più su come tutelarsi.

  • EMERGENZA MUTUI

     

    EMERGENZA MUTUI: TASK FORCE DI NOTARIATO

    E ASSOCIAZIONI DI CONSUMATORI

     

    Il Consiglio Nazionale del Notariato e 11 associazioni di consumatori (Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori), riuniti questa mattina nel consolidato tavolo tecnico di confronto, hanno analizzato le criticità rilevate sul territorio legate alla concessione dei mutui bancari.

  • Credito al consumo

     

    Cittadinanzattiva su tutela consumatori: prosegue il ciclo di incontri sul credito al consumo. Prossimo appuntamento il 3 maggio in Piemonte

     

    Sempre più spesso gli italiani accedono al credito al consumo, ma quanto ne sanno in tema di tutela dei propri diritti? Quali domande fare e a quali informazioni prestare particolare attenzione? Come comportarsi in caso di dubbi sulle condizioni contrattuali? Come cancellarsi dalla banca dati dei cattivi pagatori e in quali casi è possibile ricorrere all'Arbitro Bancario Finanziario?

  • Credito al consumo

    Cittadinanzattiva su tutela consumatori: prosegue il ciclo di incontri sul credito al consumo. Prossimo appuntamento il 27 in Emilia-Romagna

    Sempre più spesso gli italiani accedono al credito al consumo, ma quanto ne sanno in tema di tutela dei propri diritti? Quali domande fare e a quali informazioni prestare particolare attenzione? Come comportarsi in caso di dubbi sulle condizioni contrattuali? Come cancellarsi dalla banca dati dei cattivi pagatori e in quali casi è possibile ricorrere all'Arbitro Bancario Finanziario? Per rispondere a queste ed altre domande, il prossimo venerdì 27 aprile esperti di Cittadinanzattiva saranno a disposizione dei cittadini a Ravenna, dove è in programma un incontro di informazione utile per acquisire i segreti del consumo responsabile e per saperne di più su come tutelarsi.

  • Non è un Paese per contanti!

    L’Italia, il Paese per eccellenza del contante, dove “9 volte su 10 per pagare si tirano fuori i soldi piuttosto che fare un bonifico o usare una carta di pagamento” è anche il Paese del “nero” e...della evasione fiscale. Lo rivela una preoccupante inchiesta di Report dello scorso 15 aprile a cura di Stefania Rimini. Approfondisci. Puntata del 15 aprile di Report. www.waroncash.org

  • Risparmiatori tutelati

    Una recente sentenza del Tribunale di Ariano Irpino, ha stabilito che sulle banche gravano degli obblighi contrattuali aggiuntivi derivanti dalla adesione al consorzio “Patti Chiari”. La sentenza relativa alla tutela dei risparmiatori italiani vittime del crac Lehman Brothers nel 2009, pone in evidenza che, in caso di obbligazione convenzionale presa con il risparmiatore la banca è tenuta a rispettare il contratto. Approfondisci

  • Credito al consumo

    Cittadinanzattiva su tutela consumatori: prosegue il ciclo di incontri sul credito al consumo. Prossimo appuntamento il 21 aprile nel Veneto

    Approda in Veneto l'iniziativa itinerante di Cittadinanzattiva in tema di credito al consumo: l'appuntamento è previsto a Dolo (VE) il prossimo sabato 21 aprile. In programma nel comune veneto un incontro di informazione utile per acquisire i segreti del consumo responsabile e per saperne di più su come tutelarsi.

  • Credito al consumo

    Cittadinanzattiva su tutela consumatori: prosegue il ciclo di incontri sul credito al consumo. Prossimi appuntamenti il 19, 26 a Pulsano ed il 29 a Massafra (TA)

    Continua l'iniziativa itinerante di Cittadinanzattiva in tema di credito al consumo: tre gli appuntamenti previsti nella provincia di Taranto, il 19 e 26 aprile a Pulsano ed il 29 a Massafra. In programma nei comuni pugliesi un ciclo di tre incontri di informazione utile per acquisire i segreti del consumo responsabile e per saperne di più su come tutelarsi.

  • Credito al consumo

    Seminario sul credito al consumo: rinviato l'appuntamento previsto domani a Roma

    Rinviato l'appuntamento previsto per domani a Roma in tema di credito al consumo e tutela dei consumatori promosso da Cittadinanzattiva.

    La nuova data del seminario verrà resa nota nei prossimi giorni sul sito www.cittadinanzattiva.it.

  • Credito al consumo

    Cittadinanzattiva su tutela consumatori: prosegue il ciclo di incontri sul credito al consumo. Prossimo appuntamento mercoledì 18 aprile a Roma

    Approda nella capitale l'iniziativa itinerante di Cittadinanzattiva in tema di credito al consumo: l'appuntamento è previsto per il pomeriggio di mercoledì 18 aprile a Roma. In programma nel capoluogo laziale un incontro di informazione utile per acquisire i segreti del consumo responsabile e per saperne di più su come tutelarsi.

    L'iniziativa rientra nell'ambito di "Informa-Con" progetto realizzato da Cittadinanzattiva con il contributo del Ministero dello Sviluppo Economico ed in partnership con altre quattro Associazioni dei Consumatori e dello Sviluppo Economico.

    Con l'appuntamento capitolino, il ciclo dei seminari tenutosi nelle diverse provincie italiane è al suo tredicesimo appuntamento. Ad oggi, l'affluenza dei partecipanti è di circa quattrocento cittadini, per una media di trenta partecipanti ad appuntamento.

  • Credito al consumo

    Cittadinanzattiva su tutela ai consumatori: prosegue il ciclo di incontri sul credito al consumo. Prossimi appuntamenti 11 aprile a Macerata e il 14 ad Andria

    Fa tappa a Macerata l'iniziativa itinerante di Cittadinanzattiva in tema di credito al consumo: l'appuntamento è previsto per mercoledì 11 aprile. In programma nel capoluogo marchigiano un incontro di informazione utile per acquisire i segreti del consumo responsabile e per saperne di più su come tutelarsi.
    Dopo Macerata, la prossima tappa in programma sarà in Puglia, ad Andria sabato 14 aprile.

  • Scoperto di conto corrente quanto mi costi?

    Commissioni di massimo scoperto, cambia il nome, ma i costi restano! La legge Bersani li aveva eliminati, eppure le banche continuano ad applicarli, ma sotto altro nome, “Commissione manca fondi”, “Commissione immediata disponibilità fondi”. Ora il decreto Liberalizzazioni, al vaglio del Parlamento, li vorrebbe eliminare nuovamente. Approfondisci

  • Credito al consumo

    Cittadinanzattiva su tutela ai consumatori: parte dalla Campania un ciclo di 30 incontri sul credito al consumo.Primo appuntamento sabato a Portici, secondo a Napoli lunedì 20

    Al via un ciclo di 30 incontri di informazione e seminari di formazione sul credito ai consumatori: primi due appuntamenti in Campania, poi ci si sposterà in Liguria. L'iniziativa rientra nell'ambito di "Informa-Com" progetto realizzato da Cittadinanzattiva con il contributo del Ministero dello Sviluppo Economico ed in partnership con altre quattro Associazioni dei Consumatori.

  • Che consumatore sei?

    Compila il questionario e scoprirai se sei propenso al sovraindebitamento o al risparmio! Continua il progetto Informa-Con sul credito al consumo. Scarica il modulo e invialo a Cittadinanzattiva. Approfondisci

  • Nuova proroga per il "Piano Famiglie"

    Grazie al nuovo accordo siglato tra l'Abi - Associazione Bancaria Italiana e le Associazioni dei consumatori, fino al 31 luglio 2012 i consumatori in difficoltà potranno richiedere al proprio istituto bancario, la sospensione delle rate del mutuo. Per saperne di più www.abi.it e www.radio24.ilsole24ore.com

  • PROROGA SOSPENSIONE MUTUI

    Adoc, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Movimento Consumatori su proroga sospensione mutui: apprezzamento per decisione doverosa, ora dal Governo rapide misure anticrisi

    Un gesto di grande responsabilità che speriamo possa essere accompagnato al più presto da immediati interventi del Governo a supporto delle famiglie.
    In una nota congiunta Adoc, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e Movimento Consumatori esprimono apprezzamento per la decisione di prorogare fino al 31 luglio il termine di presentazione delle domande per la sospensione delle rate dei mutui.

  • L’A.v.i.c.e. dalla parte dei cittadini

    In un Paese in piena crisi, dove Equitalia continua a richiedere debiti con modi a volte di dubbia legittimità, nasce l’Associazione Vittime Istituti di Credito e Equitalia, per assicurare un sostegno a cittadini e imprese che si sono trovati in difficoltà con il proprio istituto bancario. Approfondisci

  • Informa-Con

    Il progetto Informa-Con nasce con l'obiettivo di promuovere e facilitare l'esercizio dei diritti dei consumatori e la conoscenza delle opportunità e degli strumenti di tutela a disposizione su diverse tematiche come il credito ai consumatori, il telemarketing, i servizi turistici, le garanzie post-vendita, ecc.

  • Nuove disposizioni per l’ABF

    Dal 1 gennaio 2012 il funzionamento dell’Arbitro Bancario Finanziario è regolato da nuove disposizioni che tengono conto dell’entrata in vigore della normativa sulla mediazione in materia civile e commerciale. Tra le novità, dal 1° luglio 2012, l’ABF non potrà occuparsi delle controversie anteriori al 1° gennaio 2009. Approfondisci

  • Servizi bancari e finanziari

     

    Scarica il modulo direclamo generico verso la banca

    Scarica il modulo di reclamo per portabilità mutuo

    Scarica il modulo per spese di surrogazione mutuo

     

  • Domanda di conciliazione Banca Intesa

    Modulo di conciliazioneBanca Intesa
  • Conciliazione per Banca Intesa

    Chi può ricorrere alla procedura Banca Intesa?

    I cittadini, clienti di Banca Intesa che al momento della presentazione della domanda di accesso alla procedura posseggono i seguenti requisiti:

    •  Rientrano nella definizione di consumatore;
    •  Sono titolari di uno di questi prodotti: Conto Intesa, Conto Intesa Personal, Conto Intesa 18-26, Conto Intesa Light, Conto cappuccino, Mutuo 95, Mutuo atipico, Mutuo flex, Mutuo punto fermo, PrestIntesa, PrestIntesa maxi, Carta flash.

    (ultimo aggiornamento: gennaio 2012)

  • Mettiamo in comune l’educazione finanziaria

    Si tratta di un progetto di Edufin realizzato in partnership tra il Consorzio PattiChiari, l’ANCI e 12 delle Associazioni dei consumatori aderenti al CNCU.

    PattiChiari e le Associazioni dei Consumatori insieme per l’educazione finanziaria
    Dal 2006 il Consorzio PattiChiari collabora con le Associazioni dei Consumatori per diffondere l’educazione finanziaria tra i cittadini.

  • Divieto di anatocismo: importante precedente

    Parliamo, nella pratica, del calcolo degli interessi sugli interessi. Dopo la causa vinta anni fa da Cittadinanzattiva, che ha affermato un precedente fondamentale, il Giudice di Pace di Palermo ha emesso una sentenza in materia di ''interessi sugli interessi'' per la tutela dei crediti ai consumatori. La sentenza. Leggi la nostra guida utile sul credito.

  • Nostro intervento sulla BPM

    Vincenzo Di Benedetto, componente della Direzione Nazionale di Cittadinanzattiva, è intervenuto sull'annosa vicenda che da anni coinvolge la Banca Popolare di Milano. Leggi il suo intervento pubblicato dal quotidiano "Italia Oggi" e, per approfondire, la denuncia di Cittadinanzattiva inoltrata tempo fa a Consob, Antitrust e Banca d'Italia. Approfondisci

  • Cittadinanzattiva promuove il gioco online www.paghero.it

     87a Giornata mondiale del risparmio: Cittadinanzattiva promuove il gioco online www.paghero.it: per divertirsi e imparare i "trucchi" del credito ai consumatori e i rischi del sovraindebitamento

    Imparare a gestire i propri acquisti e i meccanismi del credito al consumo divertendosi. È questo il senso del gioco online disponibile da oggi sul sito www.paghero.it, realizzato dalla agenzia Art Attack Advertising per Cittadinanzattiva diffuso in occasione della odierna 87a Giornata Mondiale del Risparmio.

  • Tassi usurai sui mutui

    Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha emanato di recente i Tassi di interesse effettivi globali medi ai sensi della legge sull'usura n. 108 del 1996. I nuovi limiti, previsti dalla legge sull'usura, sono stati calcolati dalla Banca d'Italia secondo il meccanismo introdotto dal Decreto legge n. 70 del 13 maggio 2011, in vigore dal 14 maggio scorso. I tassi così calcolati saranno in vigore per il trimestre 1° ottobre - 31 dicembre 2011. Approfondisci

  • Carta di Credito o Bancomat?

    • Le differenze

    Quante volte si sente fare questa domanda alla cassa di un negozio o di un supermercato? Ma qual è esattamente la differenza?

    Le carte sono strumenti di pagamento "alternativi al contante" che consentono l'acquisto di beni e servizi presso esercizi commerciali convenzionati. Si distinguono in due grandi famiglie:

  • Consigli per utilizzare le carte in tutta sicurezza

    • custodire la carta con la massima cura;

    • memorizzare il codice segreto senza trascriverlo. In ogni caso il PiN non dovrà mai essere conservato insieme alla carta;

    • stare attenti a che nessuno veda il PIN mentre viene digitato;
    • Vai all'estero? scopri cos'è la SEPA

      La SEPA ovvero la Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti in Euro) è l'area unica in cui possiamo effettuare e ricevere pagamenti in euro, sia all'interno dei confini nazionali che fra i paesi che ne fanno parte, utilizzando un unico conto bancario ed un'unica carta, indipendentemente dal paese europeo in cui ci troviamo.

    • Servizi finanziari e “corporate governance”

      Sullo scandalo della banca Popolare di Milano puoi leggere la denuncia di Cittadinanzattiva inoltrata a Consob, Antitrust e banca d'Italia a dicembre 2007.

    • Mutui: consigli utili

      Devi richiedere un mutuo alla banca per acquistare una casa ma non sai da dove iniziare e come muoverti? Hai già sottoscritto un mutuo ma non riesci a pagare le rate?  Vuoi rinegoziare il tuo mutuo con la banca? Per poterti districare nel difficile e complesso mondo dei mutui immobiliari leggi i consigli di Cittadinanzattiva.

    • Codice Iban

      A partire dal 1° gennaio 2008 per gli utenti che effettuano e ricevono un bonifico bancario c' è una novità, infatti, è entrato in vigore l'IBAN, il codice unico bancario che identifica il proprio conto corrente e la relativa banca di riferimento.

    • Link Utili

      Di seguito riportiamo alcuni link utili in tema di servizi bancari e finanziari:

      • BANCA D'ITALIA - www.bancaditalia.it
      • ABI - www.abi.it
      • Mutui: concessa un'altra proroga per la sospensione delle rate fino al 2012

        L'Associazione bancaria italiana e le 13 Associazioni dei consumatori firmatarie, rinnovano l'accordo. È così prorogato al 31 gennaio 2012 il termine di presentazione delle domande per la sospensione delle rate dei mutui. Il comunicato stampa

      • Stop a espropri ed ipoteche sotto i 20mila euro

        Niente più ipoteche o espropri se il debito è inferiore ai 20mila euro. Il contribuente dovrà essere avvisato prima che l'agente di riscossione proceda a qualsiasi iscrizione sul bene immobile, ed avrà 30 giorni per sistemare la sua posizione debitoria. Per i debiti inferiori a 2000 euro, invece, il contribuente potrà ricevere solo solleciti di pagamento e non più fermi amministrativi. Approfondisci

      • Bancomat

        Contanti o carta? Bancomat o carta di credito? Sempre più spesso, al momento di dover mettere mano al portafogli, ci sentiamo rivolgere queste domande. Solitamente come ci comportiamo nel pagare i nostri acquisti? Quando decidiamo di utilizzare il bancomat o la carta di credito, e quando invece ci sentiamo frenati dall'utilizzarle e preferiamo pagare con denaro contante? In questa sezione troverai le risposte alle domande più diffuse sull'uso della carta bancomat.

        Cos’è il Bancomat?

        E’ uno strumento di pagamento, anche conosciuto come carta di debito, alternativo al denaro contante che permette di effettuare acquisti presso gli esercizi commerciali convenzionati, in Italia e all’estero e di prelevare denaro contante in Italia e all’estero.

        Chi può richiedere una carta di credito?

        La Carta di Credito può essere richiesta dal titolare di un conto corrente presso il proprio istituto bancario.

        Cosa faccio con il bancomat, oltre al prelievo di denaro e gli acquisti?

        Tramite il Bancomat è possibile anche pagare le bollette, effettuare bonifici e ricariche telefoniche e pagare il casello autostradale.

        Quanto costa il possesso di un Bancomat?

        La spesa da sostenere ogni anno per il possesso del bancomat varia da banca a banca, a seconda che il nostro bancomat sia abilitato solo ai circuiti nazionali o anche a quelli internazionali, e a seconda del nostro profilo. In media, il canone annuo si aggira sui 10/13 €; ma in molti casi è compreso nelle spese per la tenuta del conto corrente. Quando paghiamo con il bancomat non ci viene addebitata alcuna commissione né costo di scrittura dell’operazione in conto corrente sia in Italia che all’estero. Se preleviamo denaro contante presso gli sportelli bancomat del nostro istituto non paghiamo nulla, mentre se preleviamo presso sportelli di altri istituti ci viene addebitata una commissione il cui costo medio è di circa 2 €. Se preleviamo denaro contante all’estero ci viene addebitata una commissione standard.

        Quando mi vengono addebitate le spese sul conto corrente?

        Se prelevi contanti allo sportello automatico o effettui acquisti negli esercizi convenzionati in Italia, la spesa viene addebitata immediatamente sul tuo conto corrente, al contrario, se utilizzi il Bancomat per prelevare contanti o pagare nei negozi all’estero, l’addebito avverrà dopo qualche giorno.

        Qual è il limite di utilizzo cui è sottoposto il mio bancomat?
        Il plafond giornaliero e mensile di utilizzo, sia per i prelievi che per i pagamenti, possono variare a seconda dell’istituto di credito e delle condizioni dei clienti. . Il massimale standard prelevabile nel corso di una giornata è solitamente di 250 euro, mentre l’importo mensile disponibile può arrivare a 1.500 euro; per i pagamenti solitamente è previsto un importo disponibile di 1500 euro giornaliero e mensile.

        E' possibile aumentare il limite di utilizzo del bancomat?

        Per poter richiedere una variazione sul limite di utilizzo della carta e' sufficiente farne richiesta alla propria banca, la quale può però, a suo insindacabile giudizio, stabilire un limite di utilizzo vincolante per il titolare di carta.

        Posso usare il bancomat se la somma sul conto non copre le spese?

        No, quando si utilizza il Bancomat sul conto deve essere presente la corrispondente somma di denaro.

        Presso quali sportelli posso prelevare denaro contante?

        E' possibile prelevare contante in Italia e all'estero presso tutti gli sportelli ATM che espongono lo stesso marchio del circuito di pagamento della carta.

        Uno sportello Atm mi ha trattenuto il Bancomat, cosa devo fare?

        Puoi chiedere alla Banca che ha ritirato la Carta la restituzione entro 72 ore dal ritiro. Qualora la banca che l'ha trattenuta non volesse restituirla dovrai chiamare il numero verde per bloccarla e richiedere una nuova emissione.

        Come posso tenere sotto controllo le spese effettuate con Bancomat?

        Controllando l’estratto conto mensile e quello online e conservando sempre gli scontrini degli acquisti e dei prelievi.

        Se non riconosco le spese nell’estratto conto o trovo doppio addebito?

        Puoi contestarlo entro 60 giorni dalla ricezione mediante lettera scritta e firmata. E’ necessario specificare il motivo della contestazione, il numero della carta, data luogo e importo dell'acquisto contestato e, in caso di importo diverso, allega la copia dello scontrino P.O.S. Se entro tale limite non perviene alla Banca per iscritto alcun reclamo, l’estratto conto si intende approvato.

        Cosa faccio se la banca non risponde al mio reclamo?

        In tal caso l’utente può fare ricorso tramite raccomandata AR all’Ombudsman bancario (Via delle Botteghe Oscure 46, 00186 Roma), allegando copia del primo reclamo e ogni altra documentazione utile. L’Ombudsman, che è coadiuvato da una segreteria tecnica, può chiedere ulteriori dati e notizie sia alla banca sia al consumatore e deve decidere entro 90 giorni, comunicando comunque la decisione alle parti.

        Come devo comportarmi in caso di furto o smarrimento del Bancomat?

        Devi richiedere immediatamente il blocco del Bancomat telefonando al numero verde (800-822056) attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno se sei in Italia o al numero a pagamento (+39 02 45403768) se sei all’estero. Dopo aver effettuato il blocco ricordati che, devi denunciare il furto/smarrimento alle autorità competenti e alla tua banca.

        Cosa succede se il bancomat viene usato da altri (causa furto)?

        Finché non si effettua la richiesta di blocco tutti i prelievi ed addebiti effettuati da terzi restano a carico del titolare. Dal momento in cui viene effettuata la richiesta di blocco del Bancomat il titolare non ha più alcuna responsabilità a riguardo.


        Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      • Carta di credito

        Contanti o carta? Bancomat o carta di credito? Sempre più spesso, al momento di dover mettere mano al portafogli, ci sentiamo rivolgere queste domande. Solitamente come ci comportiamo nel pagare i nostri acquisti? Quando decidiamo di utilizzare il bancomat o la carta di credito, e quando invece ci sentiamo frenati dall'utilizzarle e preferiamo pagare con denaro contante? Di seguito, troverai le risposte alle domande più diffuse sull'uso della carta di credito.

        Cosa devo fare se la carta (per furto, smattimento) viene usata da altri?

        Finché non si effettua la richiesta di blocco tutti i prelevamenti ed addebiti effettuati da terzi restano a carico del titolare. Effettuato il blocco rimane a carico del titolare una franchigia di 150 euro, a prescindere dall’importo complessivamente sottratto dopo il blocco. Alcuni gestori di carte, per importi complessivamente sottratti inferiori alla franchigia, non fanno pagare neppure questa. Riguardo agli addebiti effettuati fino alla data del blocco, laddove venga esclusa qualsiasi responsabilità da parte del titolare nell’uso della carta, gli importi relativi vengono in genere riaccreditati dalla società emittente. A volte però può capitare che la società ritenga il titolare responsabile dell’uso fraudolento della carta e insista per il pagamento di tali addebiti. Bisogna valutare caso per caso.


        Come devo comportarmi in caso di furto o smarrimento della carta?

        Devi richiedere immediatamente il blocco della Carta di Credito telefonando al numero verde attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno. Dopo aver effettuato il blocco ricordati che, entro 48 ore, devi denunciare il furto/smarrimento della Carta alle autorità competenti e conservare una copia della denuncia per almeno 12 mesi. La carta verrà riemessa automaticamente a seguito del blocco della carta rubata o smarrita.


        Se la banca non risponde al mio reclamo o la risposta è insoddisfacente?

        In tal caso l’utente può fare ricorso tramite raccomandata AR all’Ombudsman bancario (Via delle Botteghe Oscure 46, 00186 Roma), allegando copia del primo reclamo e ogni altra documentazione utile. L’Ombudsman, che è coadiuvato da una segreteria tecnica, può chiedere ulteriori dati e notizie sia alla banca sia al consumatore e deve decidere entro 90 giorni, comunicando comunque la decisione alle parti.


        Se nell'estratto conto ci sono spese che non riconsco o addebiti doppi?

        Puoi contestarlo entro 60 giorni dalla ricezione mediante lettera scritta e firmata. E’ necessario specificare il motivo della contestazione, il numero della carta, data luogo e importo dell'acquisto contestato e, in caso di importo diverso, allega la copia dello scontrino P.O.S. Se entro tale limite non perviene alla Banca per iscritto alcun reclamo, l’estratto conto si intende approvato.

        Come posso controllare le spese effettuate con carta di credito?

        Controllando l’estratto conto mensile e quello online e conservando sempre gli scontrini degli acquisti e dei prelievi.


        Uno sportello Atm mi ha trattenuto la carta, cosa devo fare?

        Puoi chiedere alla Banca che ha ritirato la Carta la restituzione entro 72 ore dal ritiro. Qualora la banca che l'ha trattenuta non volesse restituirla dovrai chiamare il numero verde per bloccarla e richiedere una nuova emissione.

        Presso quali sportelli posso prelevare denaro contante?

        E' possibile prelevare contante in Italia e all'estero presso tutti gli sportelli ATM che espongono lo stesso marchio del circuito di pagamento della carta.

        Se a fine mese il saldo disponibile sul mio conto non basta a coprire?

        Se la banca verifica un utilizzo irregolare della Carta, superiore allo scoperto di C/C accordato, può a discrezione provvedere a bloccare la Carta secondo le norme vigenti.

        E' possibile aumentare il limite di utilizzo della carta?

        Per poter richiedere una variazione sul limite di utilizzo della carta e' sufficiente farne richiesta alla propria banca, la quale può però, a suo insindacabile giudizio, stabilire un limite di utilizzo vincolante per il titolare di carta.


        Qual è il limite di utilizzo cui è sottoposta la mia carta?

        Ad ogni carta di credito è associato un limite di credito, ovvero la somma massima che si può utilizzare per gli acquisti e i prelievi di contante su base mensile (è sempre indicata nell'estratto conto). L'importo viene definito al momento della richiesta della carta.


        Differenza tra carta revolving ed carta di credito con rimborso a rate?

        Con la carta di credito a rate una volta definita la rata di rimborso con la banca, questa non può essere cambiata senza rivedere le condizioni contrattuali. Con le carte revolving il cliente può scegliere mese per mese la rata di rimborso che preferisce pagare, purché superiore ad una rata minima, oppure può saldare completamente le spese effettuate. In entrambi i casi è previsto il pagamento di un tasso di interesse che varia a seconda delle carte.


        Posso rimborsare a rate le spese effettuate con carta di credito?
        Si, se sei in possesso di una Carta di credito a rate o di una Carta revolving.

        Quando mi vengono addebitate le spese sul Conto Corrente?

        Le spese che hai effettuato con la carta, non sono addebitate sul tuo conto corrente immediatamente ma solo il mese dopo, a scadenza fissa e in unica soluzione.

        Posso usare la Carta anche se non ho ancora ricevuto il codice PIN?

        Si, puoi utilizzare la Carta per effettuare i tuoi acquisti. Il codice PIN serve unicamente per il prelievo di contanti presso gli sportelli ATM.

        Quanto costa il possesso di una carta di credito?

        Il possesso di una carta di credito prevede il pagamento di una quota associativa annua, che varia in base al tipo di carta e all'istituto di emissione. Alcune banche offrono canoni gratuiti a condizione di effettuare determinate spese nell’arco di un anno.

        L’utilizzo della carta di credito per il pagamento di beni e servizi non prevede costi aggiuntivi, salvo a volte per il pagamento presso i distributori di benzina. L’utilizzo, invece, della carta di credito per anticipo contanti mediante prelievo allo sportello automatico in Italia e all’estero, prevede una commissione in percentuale sull’importo richiesto (variabile solitamente dal 2% al 4%).

        Cosa devo fare, ricevuta la carta di credito, per attivarla?

        Per attivare la Carta occorre fare una telefonata al Servizio Clienti. Una volta attivata, prima di utilizzarla è necessario apporre la propria firma nello spazio predisposto sul retro della Carta.

        Chi può richiedere una carta di credito?

        La Carta di Credito può essere richiesta dal titolare di un conto corrente presso il proprio istituto bancario.

        Cos’è la carta di credito?

        E’ uno strumento di pagamento alternativo al denaro contante che permette di effettuare acquisti presso gli esercizi commerciali convenzionati, in Italia e all’estero; prenotare ed acquistare a distanza un prodotto o un servizio; acquistare su Internet; prelevare denaro contante in Italia e all’estero.


        Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      • Mutui

        Devi richiedere un mutuo alla banca per acquistare una casa ma non sai da dove iniziare e come muoverti? Hai già sottoscritto un mutuo ma non riesci a pagare le rate? Vuoi rinegoziare il tuo mutuo con la banca? Leggi le faq più diffuse.

        Che cos'è un mutuo?

        Il Codice Civile, all'art. 1813, ci dà la nozione esatta di mutuo: si tratta di un contratto con il quale una parte, detta mutuante, consegna una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili ad un'altra, detta mutuatario, che si assume l'obbligo di restituire, al momento della scadenza del termine, altrettante cose della stessa specie e quantità. Si tratta di un contratto generalmente oneroso, che presuppone il corrispettivo degli interessi, nella misura legale, prevista dall'art. 1284 Codice Civile, oppure in quella convenzionale, stabilita cioè su accordo delle parti. Il mutuo viene generalmente richiesto per acquistare o costruire un immobile, o per ristrutturarlo.

         

        Chi concede i mutui?

        I mutui sono concessi dalle banche, dagli istituti di credito e dalle società immobiliari in genere. Non fidatevi mai dei privati che non rendono nota la società per cui lavorano, ovvero, in casi dubbi, cercate di verificare l'esattezza della qualifica del soggetto con il quale trattate. I tempi per ottenere un mutuo si aggirano intorno ai 60 giorni.

         

        Cos'è il tasso di interesse?

        L'interesse è il prezzo dell'utilizzo del denaro ottenuto in prestito dalle banche. Misura dell'interesse è il tasso o saggio di interesse, che rappresenta l'interesse del capitale di 1 Euro (tasso percentuale), in un'unità di tempo (anno, trimestre, semestre). Il tasso di interesse viene indicato secondo misure percentuali, quali, ad esempio, 5, 6 o 7 %. Si ricorda che l'interesse, calcolato generalmente su base annua o semestrale, può essere semplice o composto: è semplice quando l'interesse maturato non si aggiunge al capitale per andare a produrre un ulteriore interesse. E', invece, composto, quando, alla fine di ogni periodo, si accumula al capitale, cioè si capitalizza diventando a sua volta fruttifero. In genere l'interesse semplice si utilizza nei finanziamenti di breve durata, mentre quello composto si usa nelle operazioni di lunga durata, come il mutuo.

         

        Quali sono le spese accessorie?

        Occorre esaminare con attenzione tutte le spese di un mutuo, che possono essere molto elevate e variare sensibilmente da banca a banca: chiedete, quindi, l'ammontare delle spese di perizia e di istruttoria, di assicurazione (sono le spese con le quali, di solito, la banca si garantisce contro il rischio di incendio, di esplosione ovvero di scoppio dell'immobile, oppure di morte del mutuatario). Il mutuo viene generalmente richiesto per acquistare o costruire un immobile, o per ristrutturarlo.

         

        Cosa si intende per "Piano di rimborso?

        E' la maniera in cui il mutuo deve essere restituito. Il piano più diffuso e quello c.d. ad "ammortamento alla francese" quando le quote sono crescenti per il capitale e decrescenti per l'interesse. In ogni caso, la banca può imporre sistemi propri ed autonomi, ed è bene, in ogni caso, accertarsi in anticipo delle modalità di rimborso, per evitare spiacevoli sorprese.

        Ultimo aggiornamento: 01/2011. Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      • Consumatori

        ACU - ADICONSUM - ADOC - ADUSBEF - Altroconsumo - Cittadinanzattiva - Casa del consumatore - CODACONS - Codici - ConfConsumatori - CTCU - Lega Consumatori - FEDERConsumatori - Movimento Consumatori- Movimento Difesa del Cittadino - Unione Nazionale Consumatori

        Consumatori: "Ingannevoli e insufficienti le misure del governo sui mutui. Pericolosa la revisione dei tassi di usura". Associazioni dei Consumatori propongono un tavolo diretto con l’ABI che vada oltre le proposte del Governo

        Le Associazioni dei Consumatori, riunite dopo un incontro di lavoro con l’ABI in cui c’è stato un confronto sul DL Sviluppo, giudicano le misure riguardanti i mutui a tasso variabile assolutamente insufficienti e addirittura ingannevoli, mentre per la revisione del tasso di usura lanciano un allarme per la possibile recrudescenza del grave fenomeno.

      • Carte di credito revolving: una inchiesta

        Una inchiesta de "Il Salvagente" in edicola questa settimana riaccende il dibattito sulle carte di credito a rate, e dei costi effettivi di questi strumenti. Un "assaggio" dell'inchiesta in questa tabella

      • Protocollo Abi-Associazioni dei consumatori:conti correnti più trasparenti

        Semplificare le informazioni sui conti correnti e renderle maggiormente trasparenti ai consumatori, questo l'impegno del Protocollo siglato dall'Abi e dalle AACC. Previsto un Foglio informativo più snello che darà la possibilità ai consumatori di confrontare e comparare con facilità costi, prodotti e servizi offerti dalle singole banche, permettendo così una fattiva concorrenza e competitività del mercato. L'attenzione si focalizzerà in un secondo momento anche sui mutui e sul credito al consumo. Approfondisci

      • Detraibili gli interessi del mutuo rinegoziato per chi apre un conto accessorio

        Lo ha deciso l'Agenzia delle Entrate con la risoluzione 43/E che risponde ad una richiesta dell'Associazione Bancaria Italiana. In sostanza, chi rinegozia il mutuo ed apre un conto corrente accessorio per farlo, godrà delle agevolazioni sul mutuo prima casa anche sugli interessi maturati su tale conto corrente. Approfondisci

      • Antitrust, al via i controlli su mutui, conti correnti e costi allo sportello

        L'Autorità Garante della concorrenza e del mercato ha deciso di avviare un'indagine conoscitiva per verificare le tipologie, l'entità e la dinamica dei prezzi dei conti correnti e dei servizi di incasso e pagamento. Lo ha annunciato lo scorso 25 marzo l'Antitrust, precisando che l'inchiesta prende le mosse anche dalle "numerose segnalazioni ricevute dai consumatori". Leggi il comunicato. Leggi il provvedimento.

      • Anatocismo: approvato il Milleproroghe, decreto "salva banche"

        Il decreto introduce una norma in base alla quale i correntisti, per ottenere la restituzione di somme trattenute dalle banche per interessi illegittimamente addebitati sul conto a titolo di anatocismo, avranno una prescrizione decennale che decorre dal giorno dell'operazione stessa e non più dalla data di chiusura del conto. Vanificata così la sentenza della Corte di Cassazione che dava una maggiore tutela ai consumatori.

      • Consumatori

        Cittadinanzattiva su "tassa" su prelievo allo sportello: i cittadini usati per "fare cassa". Disincentivare l'uso del contante possibile, ma non pesando su fasce già in difficoltà

        Continua la settimana nera degli utenti - bancari. Sabato scorso è passato in aula (Milleproroghe) un ordine del giorno sull'anatocismo, in base al quale il Governo dovrà "valutare l'opportunità di intervenire in tempi rapidi con eventuali interventi normativi a tutela degli interessi legittimi dei cittadini negli eventuali contenziosi con gli istituti bancari", una norma chiaramente salva - banche.

      • Trasparenza per il credito ai consumatori: le nuove disposizioni Bankitalia

        Si completa così il processo di attuazione della direttiva europea 2008/48/CE all'interno del Testo Unico Bancario. Lo scopo è quello di consentire al consumatore di selezionare in modo consapevole, tra le varie offerte presenti sul mercato, il prodotto piu' adatto alle proprie esigenze. Per saperne di più le disposizioni e l'allegato
      • Ipoteca del mutuo: dal 2 gennaio cancellarla non è più gratuito

        A stabilirlo è il Dlgs 141/10 sul credito al consumo, modificato e reso definitivo dal Dlgs.218/10. La norma va applicata solo ai mutui non fondiari, per i quali è richiesto di nuovo l'intervento del notaio con un aggravio sia economico che di tempi per i consumatori. Unica eccezione per i mutui fondiari, per i quali continua a valere la legge Bersani. Visualizza la normativa

      • Sospensione delle rate del mutuo: c'è tempo fino al 31 luglio

        La proroga è frutto dell'accordo tra l'Associazione Bancaria Italiana e 12 Associazioni dei consumatori, per venire incontro alle famiglie che si trovano in difficoltà economica. Gli eventi per i quali è possibile richiedere la sospensione devono essersi verificati entro il 30 giugno 2011. Leggi l'accordo Abi e AACC

      • Consumatori in difficoltà con i mutui ? Chiedi la sospensione entro il 31/01

        Secondo quanto stabilito dall'accordo siglato tra Abi e le Associazioni dei consumatori nel 2009, i consumatori che si trovano in difficoltà economica, secondo i parametri stabiliti dall'accordo medesimo, sono ancora in tempo per richiedere la sospensione delle rate del mutuo entro il 31 gennaio 2011. Scarica l'accordo Abi - Associazioni dei consumatori

      • Occhi aperti

        L'obiettivo del progetto è stato quello di facilitare l'esercizio dei diritti dei consumatori e la conoscenza dei comuni strumenti di tutela in materia di pratiche commerciali scorrette e di garanzie post-vendita, nonché l'educazione nell'uso di strumenti creditizi, anche al fine di evitare i rischi dell'indebitamento eccessivo delle famiglie.

      • Banche

        Cittadinanzattiva su nuovi assetti Unicredit: Profumo primo banchiere a tenere conto delle esigenze dei cittadini.

        La banca non si limiti a rispondere solo agli azionisti

        "Ad Alessandro Profumo va dato atto di essere stato uno dei primi, se non il primo banchiere italiano ed europeo a tenere conto delle esigenze dei cittadini clienti, a guardare non solo dentro casa sua ma alla società nel suo complesso. Non sempre con successo, perché il sistema bancario resta ancora lontano dall’essere incentrato sui bisogni dei consumatori, ma comunque ci ha provato, attraverso scelte di

      • Usura

        Usura: ennesima faccia di una illegalità diffusa  nel paese cittadinanzattiva aderisce al "no usura day"

        Usura come ennesima faccia di una illegalità diffusa, fenomeno sul quale è necessario squarciare quel velo di omertà che da tempo lo avvolge. Con questa motivazione, Cittadinanzattiva partecipa all’odierno "No usura Day", promosso da Confesercenti e Sos Impresa.
        "Ogni cittadino, sia esso commerciante, imprenditore o capofamiglia che cade nel vortice dell’usura rappresenta una sconfitta per lo Stato e l’intera società civile" commenta Antonio Gaudioso, vice

      • Consumatori

        Slitta il Fondo di solidarietà per la sospensione fino a 18 mesi delle rate di mutuo
        Adiconsum, Adoc e Cittadinanzattiva al Ministro del Tesoro: varare al più presto Disciplinare e nominare Gestore
        Ampliare le risorse: i 20 milioni di euro sufficienti solo per 3.000 famiglie

        L’entrata in vigore, prevista per il 2 settembre, del Fondo di Solidarietà che consente la sospensione fino a 18 mesi delle rate di mutuo, è solo formale.
        Lo slittamento è dovuto in primis alla tardiva emanazione del Regolamento di attuazione (circa due anni) dalla legge istitutiva.
      • Consumatori

        Fondo mutui: Cittadinanzattiva, Adiconsum e Adoc plaudono al regolamento attuativo. Il Governo intervenga per estenderne l’accesso ed integrarlo con le altre politiche a favore delle famiglie

        Cittadinanzattiva, Adiconsum ed Adoc plaudono al Fondo di solidarietà per i mutui prima casa, reso operativo nei giorni scorsi, ma chiedono un ampliamento delle risorse e un allargamento dei potenziali utenti, nonchè maggiore sistematicità nelle iniziative a favore delle famiglie.
        "Siamo soddisfatti che sia stato reso finalmente operativo un Fondo per il quale ci eravamo battuti e che attendevamo da oltre un anno e mezzo",

      • servizi bancari & finanziari

        Cittadinanzattiva su contenuti relazione annuale Abi:
        Con PattiChiari, Abi gioca un ruolo centrale in tema di trasparenza e concorrenza nel settore bancario

        Alla Associazione Bancaria Italiana va riconosciuto il merito di aver intrapreso negli ultimi anni un percorso di autoregolamentazione che ha costituito la premessa per importanti novità legislative per il settore bancario e finanziario. Se oggi il comparto bancario è relativamente più concorrenziale e trasparente di prima, molto lo si deve alle iniziative di PattiChiari, nelle quale sin da subito l’Abi ha voluto coinvolgere le Associazioni dei Consumatori, iniziative che nel loro insieme stanno contribuendo ad elevare il livello medio del sistema bancario italiano dal punto di vista dei bisogni e della tutela degli utenti.

      • Mutui

        Cittadinanzattiva su fondo di solidarietà & mutui prima casa: Stanziamento utile ma insufficiente, da integrare nell'accordo Abi-Consumatori

        "Un provvedimento utile anche se insufficiente, che rischia di produrre effetti limitati se non potenziato nelle risorse economiche e non integrato con altre misure di sostegno già esistenti. Soprattutto un provvedimento che arriva in grave ritardo, come dimostra l'aumento delle vendite di immobili attraverso le aste giudiziarie, conseguenza di una vorticosa crescita dei pignoramenti subiti da tante famiglie che non ce la fanno a pagare le rate del mutuo a fine mese".

      • Non mischiamo le carte

        Si tratta di una campagna d'informazione al cittadino sugli strumenti di pagamento alternativi al denaro contante, quindi carte di credito, bancomat, carte ricaricabili e via dicendo.
        Nonostante lo sviluppo tecnologico abbia consentito la realizzazione di strumenti di pagamento via via più pratici, economici e sicuri, il denaro contante continua a rappresentare in Italia la principale modalità di pagamento per le transazioni al dettaglio.

      • Dialogo

        Dopo il progetto pluriennale "La bussola del risparmiatore", Cittadinanzattiva ha dato seguito al suo impegno in tema di educazione finanziaria e tutela del risparmio con la promozione della campagna "Dialogo", realizzata in collaborazione con il Consorzio PattiChiari ed altre Associazioni dei Consumatori. L'iniziativa è stata finalizzata a potenziare la capacità dei cittadini di gestire in modo consapevole i propri risparmi, di orientare le scelte sulla base delle proprie esigenze effettive, valorizzando la chiarezza ed il dialogo nel rapporto con la propria banca.

      • Bussola del risparmiatore

        Pluriennale campagna di educazione ai servizi finanziari e al risparmio consapevole promossa da Cittadinanzattiva e Forum per la Finanza Sostenibile in partnership con Citigroup Foundation. Una rete civica di "educatori finanziari", cittadini aderenti a Cittadinanzattiva debitamente formati, è stata impegnata nell'alfabetizzazione di base degli adulti ai servizi finanziari e nella tutela del risparmio.

Condividi