Politiche sanitarie

  • farmaci dxg2c9 copy

    "Ripetuti sono stati gli allarmi sulla sostenibilità economica delle innovazioni in campo farmaceutico, eppure è proprio il nodo delle risorse che sembra vivere un paradosso stando almeno a un dato, di colore rosso, contenuto all'interno del Monitoraggio AIFA della Spesa Farmaceutica Nazionale e Regionale Gennaio-Novembre 2017 pubblicato sul sito AIFA il 30 marzo 2018."

    Cittadinanzattiva, tramite il commento del responsabile nazionale Tonino Aceti sulle pagine online di Quotidiano Sanità, si riferisce alle "Tabelle 9 e 9 bis del Report AIFA, relative alla spesa farmaceutica gennaio-novembre 2017 per i farmaci innovativi non oncologici e oncologici che accedono ai Fondi del Ministero della Salute (i cosiddetti fondi per i farmaci innovativi) di cui all'Art. 1 commi 402, 403 e 404 della Legge di Bilancio 2017."

  • protocollo notizia comunicato copia

    Promuovere e tutelare la salute, sulla base di un insieme di valori e obiettivi condivisi. Questo in estrema sintesi il contenuto del Protocollo d’intesa  fra Abbott e Cittadinanzattiva siglato a Roma la scorsa settimana.Il Protocollo si ispira alla Carta Europea dei diritti del malato promossa da Cittadinanzattiva, e agli articoli 3 e 32 della Costituzione, impegnando l’organizzazione e l’azienda a collaborare, nel rispetto della trasparenza e della legalità, per sviluppare e realizzare iniziative e progetti comuni, con l’obiettivo di aiutare le persone a vivere una vita al massimo della propria salute.

  • E’ stata presentata questa mattina la terza edizione della campagna nazionale “IO Equivalgo” per sensibilizzare, coinvolgere e informare i cittadini nella conoscenza dei farmaci equivalenti.

    Negli ultimi venti anni, i farmaci equivalenti hanno gradualmente visto aumentare le loro prescrizioni da parte dei medici e l’utilizzo da parte dei pazienti ma, da diverse analisi, l’Italia è uno degli ultimi Paesi in Europa nell’impiego degli stessi. Il rapporto dell’Osservatorio dei medicinali (istituito presso l’Aifa) evidenzia come in Inghilterra e in Germania la percentuale d’utilizzo dei medicinali equivalenti sia superiore al 60%. In Italia la percentuale è decisamente inferiore e gli equivalenti rappresentano il 27,7% dei consumi (Fonte Rapporto OSMED-luglio 2018). Anche all’interno del territorio nazionale coesistono delle disparità: le Regioni del Sud Italia, che in generale hanno una spesa farmaceutica procapite più elevata, hanno un consumo limitato di farmaci equivalenti, a differenza delle Regioni del Nord (Fonte OSMED, Luglio 2018). La campagna “Io Equivalgo”, promossa da Cittadinanzattiva ONLUS, con la collaborazione dell’assessorato regionale dell’Igiene e sanità, presentata oggi in conferenza stampa, ha tra le finalità l'agevolazione dei cittadini e pazienti nella conoscenza dei farmaci equivalenti, informarli e fornire loro un’opportunità di scelta consapevole, a vantaggio della sostenibilità economica delle famiglie, promuovere la trasparenza sulle politiche dei prezzi e ridurre gli sprechi da mancata aderenza terapeutica, dovuta molto spesso ad un’interruzione delle cure per difficoltà economiche.

  • Cittadinanzattiva e ESTAR (Ente di Supporto Tecnico-Amministrativo della Regione Toscana per gli acquisti in sanità) firmano un protocollo d'intesa per lavorare insieme sul tema dell'assistenza protesica, per dare il giusto valore non solo al prezzo ma anche alla personalizzazione, qualità, sicurezza ed accessibilità dei dispositivi medici, di protesi e ausili, mettendo i bisogni dei cittadini al centro delle gare di acquisto in sanità.

  • spagna

    In occasione del 10° anniversario del Foro Español de Pacientes, celebrato a Madrid il passato 17 marzo, la rete europea di Cittadinanzattiva, Active Citizenship Network e il Foro Español De Pacientes hanno firmato un accordo di collaborazione per promuovere a livello europeo e in Sud America sinergie in tema di tutela dei diritti di cittadini e pazienti. Per saperne di più sull’associazione spagnola clicca qui (link in spagnolo).

  • petizione aifa firmiamo

    L'Associazione LILA, assieme a Cittadinanzattiva, Nadir e Plus, promuove una petizione online per l'accesso alle terapie innovative contro l'Epatite C, da parte dei cittadini che presentino una situazione di co-infezione.
    Ecco una parte del testo condiviso da LILA: "Nonostante una co-infezione da Hiv, Epatite C, Epatite B e l'emofilia - una malattia che provoca gravi problemi di coagulazione del sangue, Carlo non ha accesso ai nuovi farmaci anti Hcv. Ma se il suo fegato raggiungesse lo stadio di gravità necessario per ottenerli secondo i criteri oggi stabiliti da Aifa, sarebbe troppo tardi per lui. Carlo (nome di fantasia) ci ha inviato una forte lettera di richiesta di aiuto nei mesi scorsi. Con il suo consenso, abbiamo deciso di inviarla alla ministra della Salute Beatrice Lorenzin e, successivamente, di pubblicarla.

  • liste attesa rapporto pit salute

    Alla pagina apposta del nostro sito web si trovano le informazioni su come partecipare alla XIII edizione del Premio Andrea Alesini per l'umanizzazione delle cure.

    Il bando per la raccolta dei progetti di Buone Pratiche sarà on line fino al 12 febbraio: organizzazioni sanitarie pubbliche e private potranno candidare i loro progetti fino a tale data.

  • fine vita

    Firmato a Roma il Manifesto Interreligioso dei Diritti nei Percorsi di Fine Vita. Si tratta del lavoro frutto di una particolare sensibilità nei confronti del dialogo interreligioso in ambito sanitario, nella prospettiva di un percorso di impegni concreti e che si traduce in nove punti: Diritto di disporre del tempo residuo; Diritto al rispetto della propria religione; Diritto a servizi orientati al rispetto della sfera religiosa, spirituale e culturale; Diritto alla presenza del Referente religioso o Assistente spirituale; Diritto all’assistenza di un mediatore interculturale; Diritto a ricevere assistenza spirituale anche da parte di Referenti di altre fedi; Diritto al sostegno spirituale e al supporto relazionale per sé e per i propri familiari; Diritto al rispetto delle pratiche pre e post mortem; Diritto al rispetto reciproco.

  • tagli sanità 2015 02 15

    Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva su dichiarazioni Presidente Chiamparino per finanziamento SSN: altri tagli in vista? Noi non ci stiamo

    “Si sta facendo il gioco delle tre carte: se si tolgono più di 2 miliardi al SSN anche per il 2016, possiamo dire che si smantella la salute come bene comune”. È quanto afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito alle dichiarazioni rilasciate dal Presidente Chiamparino nell'ambito della Conferenza Stato Regioni in corso oggi.

  • Federsanita

     

    Si svolgerà il prossimo 28 giugno a Firenze, presso l'Auditorium CRFI in via Folco Portinari, il Forum Dei Direttori Generali di Federsanità ANCI sul tema "1978-2018. Aziende Sanitarie e Comuni per la salute Scenari e prospettive a quarant’anni dall’istituzione del SSN". 
    L'occasione sarà utile per avviare un confronto fra tutti gli stakeholders e avviare un dialogo istituzionale costruttivo e propositivo su iniziative, azioni e progetti per rispondere al meglio ai bisogni di salute della popolazione.

  • Parere favorevole della Commissione parlamentare competente, individuate le fonti di finanziamento delle Regioni a statuto ordinario e disposta la contestuale soppressione dei trasferimenti statali. Cittadinanzattiva, attraverso l'osservatorio civico sul federalismo vigila sull'applicazione reale delle normative e le differenze tra i servizi sanitari regionali. La notizia

  • Oggi a Napoli il seminario sullo stato di salute del Sistema sanitario Nazionale in Campania,  promosso da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato e Fondazione Lilly.

    “L’evento di oggi rappresenta per noi un importante punto di rottura con il passato. A differenza di quanto avvenuto in precedenza, la Regione Campania dimostra di voler avviare una interlocuzione con le realtà dell’attivismo civico, al fine di migliorare la sanità regionale, a partire dai punti critici che abbiamo messo in evidenza. E prendendo esempio dalle buone pratiche che anche in Campania esistono e vanno valorizzate”. Con queste parole Francesca Moccia, vice segretario generale di Cittadinanzattiva, ha aperto l’appuntamento campano del ciclo di seminari sullo stato di salute del Sistema sanitario Nazionale e Regionale,promosso da Cittadinanzattiva e Fondazione Lilly.

  • Il Fse verrà realizzato dalle Regioni previo consenso dell'assistito, e consiste nell'insieme dei dati e documenti digitali di tipo socio-sanitario generati da eventi clinici presenti e trascorsi, riguardanti il paziente. Approfondisci

  • congresso farmacisti

    “Il IV congresso nazionale dei farmacisti italiani si apre con una importante premessa: il mondo della salute sta cambiando rapidamente ed è pertanto necessario ridisegnare i percorsi di cura per garantire alle future generazioni qualità dei servizi, contenimento dei costi e sostenibilità del Sistema.

    E' prioritario attivare nuovi modelli per la presa in carico del paziente, in un'ottica di riorganizzazione della Sanità secondo logiche di integrazione, condivisione e network.

  • SIFO

    SCARICA IL RAPPORTO

    Oltre il 70% dei cittadini si dichiara soddisfatto del servizio pubblico di farmacia ospedaliera, perché giudica professionale e disponibile il personale preposto e sufficientemente garantito l’accesso ai farmaci. Orari di apertura delle farmacie ospedaliere, così come informazione e comunicazione al momento della consegna delle terapie sono invece le due aree su cui si dovrebbe intervenire per una maggiore garanzia dei diritti dei pazienti. Emerge infatti che sebbene oltre una farmacia su tre sia aperta almeno sei giorni a settimana, solo una su quattro garantisce l’orario continuato. E sul fronte della informazione, sebbene gli stessi farmacisti lo ritengano parte fondamentale del proprio ruolo, il cittadino afferma di riceverla più dal proprio medico (nel 52% dei casi) che dal farmacista (38%). Su entrambi gli aspetti pesa sicuramente la carenza di personale, denunciata dai direttori responsabili del servizio, che interessa per il 43% il servizio di erogazione al pubblico e per il 63% le aree di counseling, informazione e comunicazione.

    Sono questi i principali aspetti che emergono dal Monitoraggio civico delle farmacie ospedaliere. Focus sulla distribuzione dei farmaci, presentato oggi a Genova da Cittadinanzattiva nell’ambito del XL Congresso nazionale SIFO.

  • farmaci

    I numeri sono quelli analizzati da Ims Health e Assosalute, e fanno riferimento all’anno 2014. Il tema, invece, è quello dell’acquisto, da parte dei cittadini/pazienti, delle varie forme medicinali o prodotti salutistici, con e senza prescrizione; il dato rilevato fa emergere una leggera contrazione (intorno all’uno per cento) negli acquisti di farmaci che necessitano della prescrizione, soprattutto all’interno delle farmacie. Più stabile, anzi in chiaro aumento, la parte di mercato che riguarda i farmaci da banco, quelli per la cura della persona, i parafarmaci propriamente detti e gli integratori nutrizionali: si tratta di una fetta pari, in complessivo, a circa 11 miliardi di Euro.

  • farmaci 2015 02 15 copy

    Assofarm organizza per il 4 ottobre p.v. una giornata di studio dal titolo “La vis espansiva della Legge 124/2017 sulle farmacie comunali“, all’interno del convegno nazionale FarmacistaPiù 2019. L'obiettivo è di allargare la prospettiva sullo status quo ed esaminare se e come le norme per la concorrenza costituiscano un’opportunità anche per le Farmacie Comunali, tenuto conto del ruolo ad esse attribuito dall’ordinamento e del ruolo che ad esse riconosce la società civile.

  • La puntata del 7 giugno del programma Rai “Ballarò” ha dedicato uno spazio al tema dei farmaci introvabili e del mercato parallelo: pazienti e tecnici sono stati intervistati per chiarire i motivi dietro la mancanza di alcuni farmaci e le possibili soluzioni al problema. Anche Tonino Aceti, responsabile nazionale del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva, è stato brevemente intervistato.

  • deter aifa

     

    Presentato il documento di analisi civica di Cittadinanzattiva sulla Determina AIFA n.1535/2017 che definisce criteri e procedure per l’attribuzione del requisito di innovatività di un farmaco. Il Position Statement, scaturito dall’analisi civica, è stato elaborato dopo il confronto con rappresentanti di Istituzioni, di Società scientifiche, di professionisti sanitari e di Associazioni di pazienti e del mondo accademico.  Hanno partecipato all’approfondimento AIL; AIOM; ASBI; CIPOMO; Famiglie SMA; FEDEMO; GIMBE; LILA; SIE; SIF; SIFO; SIN; WALCE.

    L’importanza della Determina per i cittadini e per il Servizio Sanitario Nazionale è duplice: da una parte definisce cosa sia veramente innovativo e quindi meritorio di un accesso facilitato a queste cure per i cittadini, dall’altra consente di poter garantire l’acquisto attraverso fondi dedicati.

  • deter aifa

    Cittadinanzattiva su Determina AIFA su innovatività dei farmaci. Garantire certezza dei tempi e partecipazione delle organizzazioni civiche e di pazienti. Bene attenzione a qualità di vita e ai malati rari.

    Presentato il documento di analisi civica di Cittadinanzattiva sulla Determina AIFA n. 1535/2017 che definisce criteri e procedure per l’attribuzione del requisito di innovatività di un farmaco. Il Position Statement, scaturito dall’analisi civica, è stato elaborato dopo il confronto con rappresentanti di Istituzioni, di Società scientifiche, di professionisti sanitari e di Associazioni di pazienti e del mondo accademico.  Hanno partecipato all’approfondimento AIL; AIOM; ASBI; CIPOMO; Famiglie SMA; Fondazione GIMBE; LILA; SIF; SIFO; SIN; WALCE*.

    L’importanza della Determina per i cittadini e per il Servizio Sanitario Nazionale è duplice: da una parte definisce cosa sia veramente innovativo e quindi meritorio di un accesso facilitato a queste cure per i cittadini, dall’altra consente di poter garantire l’acquisto attraverso fondi dedicati. Per effetto della Determina, quando un farmaco ottiene il riconoscimento dell’innovatività piena, lo mantiene per 36 mesi; ha dei benefici economici accedendo a uno dei due fondi nazionali di 500 milioni di euro ciascuno (per farmaci innovativi oncologici e non oncologici); ha l’inserimento diretto nei Prontuari Terapeutici Regionali, superando così passaggi burocratici che oggi rallentano l’accesso alle terapie. 

  • farmaci innovativi

    Le questioni che emergono dalla Indagine civica presentata a Roma da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, con il contributo non condizionato di MSD. che ha coinvolto 286 professionisti sanitari, sull’accesso ai farmaci innovativi, lasciano emergere che i Centri abilitati alla prescrizione dei farmaci innovativi sono sottodimensionati per strumentazioni tecnologiche, personale e competenze.
    Inoltre quasi un medico su due dichiara di non aver potuto prescrivere un farmaco innovativo perché non disponibile nella struttura (36%) o per seguire indicazioni amministrative o delle Commissioni regionali/aziendali sull’accesso al trattamento (34%).

  • farmaci fascia C

    “Anche se la legge dà alle imprese la possibilità di aumentare, ogni due anni, il costo dei farmaci, in una fase storica come quella attuale chiediamo il massimo senso di responsabilità”. Così Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, a proposito delle tabelle con le quali Federfarma ha comunicato alle farmacie associate i nuovi prezzi su circa 3740 . Con un decreto legge del 2005 (n. 87), infatti, è stato stabilito che ogni due anni, il gennaio di ogni anno dispari, le aziende farmaceutiche possono aumentare il prezzo dei farmaci - quelli inseriti in fascia C - con obbligo di ricetta non rimborsati dal Servizio sanitario nazionale.

  • Farmaci equivalenti: Italia fanalino di coda. Cittadinanzattiva -Tribunale per i diritti del malato lancia  una nuova campagna  sulla corretta informazione  promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato
    Il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva lancia una nuova campagna per la corretta informazione sui farmaci equivalenti. Tra i primi passi, l'insediamento del tavolo di lavoro che collaborerà alla messa a punto dei messaggi chiave delle attività di sensibilizzazione il cui obiettivo è di contribuire a promuovere un rapporto «maturo e consapevole» con il farmaco equivalente. Hanno aderito AIFA, Auser, Ipasvi, Federfarma, Fnomceo, Fofi, Sifact, Sifo, Sigg, Simg, Spi-CGIL, Sunifar, dimostrando piena disponibilità a "fare network" per condividere l'impostazione dei contenuti, la diffusione dei materiali e la realizzazione delle attività previste dal programma.

  • I pazienti che hanno pagato i salvavita di tasca loro dopo il 5 dicembre possono far ricorso al giudice civile per ottenere il rimborso in virtù dell'articolo 32 della Costituzione. In generale, infatti, per l'erogazione dei farmaci ritenuti indispensabili e insostituibili, diverse pronunce della Corte di Cassazione e della Corte Costituzionale riconoscono sia l'accesso al farmaco in via preventiva sia il rimborso successivo.

  • accordo CA SIF

    Fornire ai cittadini una informazione chiara, trasparente e documentata su tutti i temi che coinvolgono il farmaco e gli integratori alimentari. È questo uno dei principali obiettivi del protocollo di collaborazione siglato tra Cittadinanzattiva e Società Italiana di Farmacologia (SIF) presentato a Roma il 28 febbraio scorso.
    "Per noi questo protocollo è molto importante perché salda una collaborazione centrale tra cittadini e farmacologi - ha dichiarato Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva - per realizzare attività di informazione che da un lato garantiscano l’uso più appropriato e corretto dal farmaco, e dall'altro un uso altrettanto corretto degli integratori alimentari. Questa collaborazione ha come obiettivo non solo quello di favorire l'appropriatezza dell’uso dei farmaci, ma anche di essere un segno di come all'interno del SSN soggetti che hanno ruoli diversi possano, lavorando insieme, prendersi cura dell’interesse generale.

  • sif e ca insieme per informazione chiara

    Recentemente, preso atto della comune volontà di fornire al cittadino una informazione chiara, trasparente e documentata su temi che coinvolgano il farmaco (vaccini compresi) e gli integratori alimentari, la Società Italiana di Farmacologia e Cittadinanzattiva hanno siglato un protocollo d’intesa per progettare ed attuare insieme: l modalità di informazione indipendente, chiara, trasparente e documentata sui medicinali e sulle modalità del loro sviluppo clinico; l attività formative rivolte al cittadino sul corretto e appropriato uso dei farmaci in generale e sui farmaci equivalenti e biosimilari in particolare.

  • Una alleanza strategica per fornire ai cittadini una informazione chiara, trasparente e documentata su tutti i temi che coinvolgono il farmaco e gli integratori alimentari. È questo uno dei principali obiettivi del protocollo di collaborazione siglato tra Cittadinanzattiva e Società italiana di farmacologia (SIF) presentato oggi a Roma.

    Tra le azioni che le organizzazioni metteranno in campo ci sarà la progettazione di campagne di informazione sui medicinali e sulle modalità del loro sviluppo clinico e, ancora, informazione di prossimità ai consumatori, in collaborazione con le farmacie: l’accordo prevede che SIF e Cittadinanzattiva costituiscano un vero e proprio ponte tra il mondo della ricerca farmacologica, dove si produce conoscenza, e la società civile, dove la conoscenza deve trovare applicazione a beneficio dei cittadini.

  • farmaci biosimilari
    Adeguata informazione e condivisione con il paziente, per riconoscere un ruolo attivo nel percorso di cura; trasparenza e accesso a dati ed evidenze cliniche; continuità terapeutica e attenzione alla qualità della vita. Sono queste le principali proposte avanzate dal Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici (CnAMC) di Cittadinanzattiva nel documento di risposta alla consultazione pubblica dell’Agenzia Italiana del Farmaco, che si è chiusa il 15 settembre scorso.

  • sicurezza e salute milano

    Cittadinanzattiva Lombardia, il prossimo 9 di dicembre, nell'ambito nell’ambito del progetto “Sicurezza è Salute”, realizza l'evento su "Farmaci appropriati e sicuri". L'evento intende sensibilizzare i cittadini sui rischi legati al traffico di farmaci contraffatti e sui possibili pericoli legati all’assunzione di prodotti (farmaci e sostanze) “originali”, ma non rispondenti a indicazioni di appropriatezza terapeutica e di sicurezza.

    La partecipazione all’evento è gratuita ma con iscrizione obbligatoria. Iscriviti ora oppure scrivi un email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • farmaci a scuola

    L'ultima vicenda ha interessato un bambino di due anni, diabetico, che ha dovuto interrompere la frequenza del nido perchè il personale scolastico non era disposto a somministrargli l'insulina.

    Ci sono le «Linee Guida in materia di somministrazione dei farmaci a scuola» che prevedono una serie di passaggi per garantire ai bambini, che necessitano della somministrazione di farmaci durante l'orario scolastico, la frequenza scolastica, a partire dall'asilo nido, Spetta al dirigente scolastico trovare la modalità per favorire l’inserimento del bambino. 

  • farmaci 3d

    "Da molti anni per una decisione cervellotica e priva di alcun senso logico, clinico ed economico, la prescrizione dei farmaci innovativi è stata inibita ai Medici di medicina generale sulla base di considerazioni prive di sostanza clinica e sanitaria", considerano Claudio Cricelli, presidente di SIMG e Silvestro Scotti segretario nazionale di FIMMG.

    "Questa decisione perdura tuttora e ha portato danni incalcolabili alla salute dei cittadini, a cui è stato di fatto impedito l’accesso alle cure di patologie importanti come il diabete e le malattie cardiovascolari”. Secondo Cricelli e Scotti “ha ragione Gelli quando afferma che questa situazione è solo italiana. Aggiungiamo – proseguono - che a causa di questa assurdità i medici di medicina generale non hanno più accesso all'informazione scientifica e alla conoscenza sui nuovi farmaci cosiddetti innovativi, molti dei quali sono stagionati e già invecchiati. Addirittura si paventa oggi l’inibizione a prescrivere classi di farmaci per le patologie respiratorie croniche rispetto alle quali la medicina generale è l’unico comparto medico in grado di reggere l’impatto della cronicità crescente”.

  • Familiari caregiver

    In media i caregiver di famiglia (mariti, mogli, genitori, fratelli o amici) dedicano due ore a settimana in attività legate alla salute del loro caro. Più del 20 per cento degli intervistati ha dichiarato di entrare con il proprio assistito all’interno dello studio medico e di parlare al telefono con il dottore di riferimento. Circa la metà dei partecipanti al sondaggio ha affermato di affrontare insieme al proprio parente con malattia cronica una serie di questioni cruciali sulla sua condizione: gli effetti collaterali delle medicine, i costi delle cure, la gestione del dolore e così via…

  • Ieri nella puntata della "Gabbia" su La7 si è parlato dello scandaloso problema dei disabili e la nuova legge di stabilità.
    Secondo questa legge le indennità di accompagnamento e la pensione d’invalidità, per i disabili gravi e gravissimi che richiedono assistenza H24, sono inserite nel nuovo ISEE, questi contributi rientrano nel reddito familiare e sono soggetti a parametri di tassazione.
    Questa legge colpisce circa 580 mila disabili gravi, nonostante le 3 Sentenze del Tar del Lazio, che definiscono questa legge illegittima.

  • AICH Roma

    Il 28 febbraio 2017, presso il CNR Sede Centrale Aula Marconi in Piazzale Aldo Moro 7 – Roma, nella Giornata Mondiale delle Malattie Rare, ci sarà la presentazione del libro: “AFFRONTARE IL RISCHIO GENETICO E PROTEGGERE LA SPERANZA” Storia e risultati di un modello di collaborazione tra ricercatori, medici e famiglie con Malattia di Huntington.
    Nato da un’iniziativa dell’Associazione Italiana Còrea di Huntington Roma Onlus (A.I.C.H.-Roma Onlus) con il supporto di Biorep, service provider e banca biologica di riferimento a livello internazionale per diversi progetti di ricerca sulla Malattia di Huntington, è prefato dalla Sen. Elena Cattaneo ed è edito da Mondadori.

  • sanita 2015 2 17

    Nelle giornate del 10 e 11 giugno, la Federazione Italiana Aziende Sanitaria e Ospedaliere (FIASO) promuove l’evento nazionale “Etica, trasparenza e legalità nelle Aziende sanitarie: il ruolo dei controlli interni ed esterni”.  Alle giornate di studio, dedicate in particolare al ruolo dei controlli interni ed esterni nella prevenzione della corruzione, interverranno Don Luigi Ciotti, Presidente di Libera e del Gruppo Abele, e Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.

  • Agenas

    È possibile presentare domanda per l’iscrizione all’Albo degli esperti e dei collaboratori AGENAS (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali) fino alle ore 18.00 del 15 maggio 2017.

    Anche coloro che risultano già iscritti all’Albo sono tenuti a confermare la propria iscrizione ed eventualmente aggiornare il loro profilo, per evitare che la precedente iscrizione all’Albo decada.


  • lila tdm

    Siamo tra i partner del programma promosso dal Tribunale per i diritti del Malato per informare e assistere le persone con Epatite C. 
    Tra le prime iniziative, un dossier che evidenzia l'esigenza di affrontare il tema della co-infezione e proposte di emendamenti al piano nazionale per le epatiti che ad oggi non si occupa di persone con Hiv.
    "Devo aspettare di aggravarmi per essere curato?": la domanda, provocata dalla decisione di Aifa di garantire solo ai malati con alto grado di fibrosi i nuovi farmaci in grado di far guarire dall'Epatite C, è quella che è stata rivolta più spesso al servizio di ascolto e consulenza gratuita del programma nazionale “Epatite, C siamo!" avviato a luglio da Cittadinanzattiva, di cui come LILA siamo partner.

  • 5x1000 dichiarazione dei redditi

    “Epatite, C siamo” è il servizio di Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato, con il contributo non condizionato di AbbVie, che si occupa di fornire informazioni e assistenza per quanto riguarda la patologia Epatite C, le terapie attuali, i nuovi farmaci, i Centri di riferimento e di prescrizione.

  • csiamo mani

    Sarà attivo a partire da lunedì 13 luglio il progetto "Epatite, C siamo!", un Programma nazionale di tutela sociale e legale dei diritti per le persone affette da epatite C. Il progetto è svolto con il contributo non condizionato di ABBVIE.

    Tale Programma avrà lo scopo di fornire gratuitamente informazioni, assistenza e consulenza sui temi legati all’epatite C, all’accesso ai servizi ed ai percorsi di cura, utilizzando la metodologia PIT (Progetto Integrato di Tutela) su cui si basa l'azione di tutela caratteristica di Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato.

  • epatite c programma

    Un sito web dedicato www.csiamo.cittadinanzattiva.it  ed un servizio telefonico di consulenza ed assistenza gratuita per i pazienti affetti dall'epatite C (06.36718216, attivo il martedì e giovedì ore 9.30-13.30 e 14.30-17.30). Sono questi i due servizi del Programma nazionale “Epatite, C siamo!" promosso dal Tribunale per i diritti del malato attraverso le sue 300 sezioni territoriali, con il sostegno non condizionato di ABBVIE, attivi da oggi per tutelare ed informare i pazienti affetti da epatite C su tutti gli aspetti dell’assistenza socio sanitaria, e in particolare anche sui criteri di accesso nazionali e regionali alle nuove terapie farmacologiche per l’eradicamento della patologia. Il programma “Epatite, C siamo” è realizzato con la collaborazione di Società scientifiche e di Associazioni di pazienti e cittadini anche per monitorare, denunciare e ripristinare il rispetto dei diritti.

  • Dal 13 luglio, il sito web dedicato www.csiamo.cittadinanzattiva.it , ed il servizio telefonico di consulenza ed assistenza gratuita per i pazienti affetti dall'epatite C (06.36718216, attivo il martedì e giovedì ore 9.30-13.30 e 14.30-17.30): sono questi i due servizi del Programma nazionale “Epatite, C siamo!” promosso dal Tribunale per i diritti del malato attraverso le sue 300 sezioni territoriali, con il sostegno non condizionato di ABBVIE, attivi da oggi per tutelare ed informare i pazienti affetti da epatite C su tutti gli aspetti dell’assistenza socio sanitaria, e in particolare anche sui criteri di accesso nazionali e regionali alle nuove terapie farmacologiche per l’eradicamento della patologia. Il programma “Epatite C, siamo!” è realizzato con la collaborazione di Società scientifiche e di Associazioni di pazienti e cittadini anche per monitorare, denunciare e ripristinare il rispetto dei diritti.

  • epatite india

    Epatite C e farmaci innovativi: una nuova forma di “turismo”, quello per curarsi in India. Le denunce dei cittadini a “C Siamo”, il programma di tutela di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato per le persone affette da Epatite C.
    Ancora confusione nelle informazioni ai cittadini sull’accesso ai farmaci innovativi anti Epatite C, tempi di accesso e trasparenza delle liste di attesa, e casi di turismo in Oriente per accedere alle terapie per chi non è oggi eleggibile al trattamento gratuito in Italia, perché non è malato tanto quanto previsto dai criteri stabili dall’AIFA. Questo, in estrema sintesi, il quadro che emerge a due settimane dall’avvio del programma di tutela di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato “Epatite, C Siamo”.

  • Epatite C: al via il programma di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato “Epatite, C siamo!”. Troppe sperequazioni nell'accesso ai nuovi farmaci: il diritto a guarire è per pochi. Chiesto l’intervento del Comitato nazionale di Bioetica e del Dipartimento per le Pari Opportunità.
    Un sito web dedicato www.csiamo.cittadinanzattiva.it  ed un servizio telefonico di consulenza ed assistenza gratuita per i pazienti affetti dall'epatite C (06.36718216, attivo il martedì e giovedì ore 9.30-13.30 e 14.30-17.30).

  • In Conferenza Stato-Regioni è stato approvato il documento che individua le priorità del settore, con attenzione posta sulle strutture singole e sulle reti per garantire continuità anche ai pazienti a bassa complessità assistenziale. In programma anche il potenziamento dei distretti sanitari, che potrebbero gestire le emergenze in codice verde e bianco riducendo il sovraccarico degli ospedali rispetto ai codici che necessitano minore tempo di intervento. Leggi la notizia sul web e approfondisci qui

  • Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su emergenza pronto soccorso a Roma: è il risultato del tagliare i posti letto prima di adeguare i servizi sul territorio

    "Se si tagliano i posti letto prima di aver dotato il territorio dei servizi adeguati, questo è il risultato. E Roma ne è in questo momento esempio lampante e a pagarne le conseguenze sono i cittadini", questo il commento di Giuseppe Scaramuzza, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in riferimento a quanto sta accadendo nei Pronto soccorso romani.

     

  • abolizione superticket

    Cittadinanzattiva su ticket sanitario: eliminare il superticket  per rilanciare il Servizio sanitario nazionale e garantire ai cittadini accesso alle cure.
    Il superticket sanitario rappresenta un ostacolo all’accesso alle cure dei cittadini: è iniquo e per molti una ragione per rinunciare alle cure. E anche sul suo reale supporto economico al SSN ci sono dubbi: sulla carta è 834 milioni euro l'anno ma da alcuni approfondimenti il reale gettito si aggirerebbe intorno ai 500 milioni di euro. E su questo chiediamo una verifica puntuale e una operazione di trasparenza sul reale gettito.

  • IMG DONNA FUTURA

    Si terrà il prossimo sabato 19 ottobre a Lamezia Terme, presso corso Giovanni Nicotera, dalle ore 15,30 alle 21,00 la prima tappa del mini Road Show della nostra campagna di informazione e sensibilizzazione sui Farmaci biologici-biotecnologici Ehi, Futura.
    All'interno del villaggio, i cittadini potranno ricevere ibformazioni utilil  ed i più piccoli partecipare ad un laboratorio didattico per comprendere - giocando - i farmaci biotecnologici.
    Il laboratorio prevede esperimenti ed attività ludico-scientifiche dedicate al DNA e alla comprensione dei farmaci biotecnologi. Cosa vuol dire biotecnologia? Com’é fatto il DNA? Possiamo estrarre il DNA da una banana?
    In allegato la locandinadel laboratorio e il save the date.

  • IMG DONNA FUTURA

    L’impegno per l'accesso all'innovazione in ambito farmacologico è una delle sfide più importanti per il nostro servizio sanitario. La ricerca sta facendo passi da gigante ma non è scontato che i suoi risultati raggiungano chiunque ne abbia bisogno. 
    Da qui la nascita di Ehi, Futura, la nostra campagna di informazione e sensibilizzazione sui farmaci biologici e biotecnologici e sul loro corretto uso. 

  • IMG EHI FUTURA PAGINA PROGETTO copy copy copyLa prossima tappa della campagna sui farmaci biotecnologici si terrà il prossimo sabato 26 ottobre ad Ancona in Piazza Roma, dalle ore 15,30 alle 21,00, dove sarà allestito un villaggio sul tema. All'interno del villaggio, i cittadini potranno ricevere informazioni utili ed i più piccoli partecipare ad un laboratorio didattico per comprendere - giocando - i farmaci biotecnologici. Il laboratorio (nella locandina orari e telefono per prenotare) prevede esperimenti ed attività ludico-scientifiche dedicate al DNA e alla comprensione dei farmaci biotecnologi. Cosa vuol dire biotecnologia? Com’è fatto il DNA? Possiamo estrarre il DNA da una banana?

     

  • IMG EHI FUTURA PAGINA PROGETTO

    www.ehifutura.it

    Cittadinanzattiva sin dal 2013 si è occupata del tema biologici e biosimilari con  il I° rapporto nazionale sui farmaci biologici e biosimilari, nel 2014 con l’indagine civica sull’esperienza dei pazienti rispetto all’uso dei farmaci, con focus su farmaci biologici e biosimilari e nel 2017 con l’indagine civica sull'esperienza dei medici in tema di aderenza alle terapie, con focus su farmaci biologici e biosimilari, cogliendo il punto di vista dei cittadini e pazienti, oltre che dei professionisti, su l’opportunità fornita dall’arrivo di questi farmaci, commisurata alla garanzia di offrire alle persone che li utilizzano la migliore cura, fornendo il proprio contributo alla discussione che ha portato alla pubblicazione del primo position paper sui farmaci biosimilari del 2013 e del secondo position paper sui farmaci biosimilari di AIFA pubblicato a marzo 2018.

  • IMG EHI FUTURA PAGINA PROGETTO copy

    Prodotti per la prima volta nel 1982, i farmaci biotecnologici hanno rivoluzionato la vita di molti pazienti, favorendo un maggiore accesso alle cure e offrendo nuove possibilità di trattamento per molte gravi malattie. Da qui la nascita della campagna di comunicazione e sensibilizzazione, con il supporto non condizionato di Federchimica Assobiotec, di Cittadinanzattiva sui farmaci biotecnologici: "Ehi Futura".

  • disabili scuola due 2015 02 18 copy

    Èstata approvata dalla Camera, dopo il primo passaggio e la conferma in Senato, la proposta di legge che riguarda l’assistenza ai disabili che rimangono soli a causa del decesso dei genitori o comunque di chi esercita la funzione di tutore; prende il nome di “Dopo di noi” (“Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare”) e si basa sulle indicazioni della legge n. 104/92.

  • In occasione del recente congresso dello SMI (Sindacato Medici Italiani) è stato presentato un dossier che analizza il costo del lavoro dei medici, con approfondimenti che riguardano anche le differenze fra le regioni, età media e contesto di esercizio (Guardia Medica, Ospedale, ASL). Approfondisci la notizia e i dati, con la sintesi presente alla pagina apposita

  • Sono state emanate pochi giorni fa le nuove linee guida per la privacy, che riguardano il dossier sanitario elettronico: attraverso il provvedimento n. 331 del 4/06/15, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 164 del 17/07/15, il Garante per la protezione dei dati personali ha inserito, all’interno del Codice in materia di protezione dei dati personali, istruzioni e modalità specifiche per la segnalazione delle violazioni della privacy.

  • donne in gravidanza

    Il Ministero della Salute, nel ribadire l’importanza delle vaccinazioni come strumento di prevenzione da gravi patologie infettive in ogni fase della vita, ha emanato  il 7 agosto 2018 una circolareper la promozione della salute femminile in età fertile, in previsione e durante la gravidanza con l'obiettivo di proteggere la donna e il nascituro da alcune malattie attraverso specifici vaccini. Per un’informazione più completa sono riportate anche le vaccinazioni che non possono essere fatte in gravidanza.

    Anche nella nostra guida utile sui vaccini #Rompilatrasmissione abbiamo dedicato una parte ai vaccini per le donne in età fertile e in gravidanza. All'interno della pagine è possibile individuare anche nel calendario vaccinale i vaccini ed eventuali richiami da fare.

  •  napoli donna intubata sommersa da formiche in ospedale g2ufi

    Una donna in coma, colpita da ictus, tubi e sondini che le entrano in ogni parte del corpo, immobile, indifesa, totalmente incapace di chiedere aiuto o di lamentarsi; totalmente nelle mani di un sistema sanitario chiamato a difenderla, ad occuparsi della sua salute, del suo benessere, della sua dignità di essere umano. La immaginiamo sola, senza una rete familiare in grado di accudirla, una migrante che non ha nessuno che possa starle accanto, se non il personale sanitario della struttura in cui è ricoverata.

    Le immagini che osserviamo sono però agghiaccianti. Questo corpo immobile, disteso su un fianco, inerte alle sollecitazioni esterne, completamente ricoperto di formiche che banchettano con la sua carne, che si muovono tra gli spazi del letto. Non un lamento, impossibile vista la condizione, non un aiuto esterno. Il totale abbandono. Forse essendo in coma qualcuno ha pensato che non meritasse un gesto umano, il calore di una carezza, il suono di una voce.

  • Giocando si impara

    In occasione della Giornata Nazionale UILDM 2017, i fondi raccolti dal 1 al 19 aprile 2017 saranno destinati al progetto “Giocando si impara”.

    L’obiettivo è quello di dotare i parchi di giostre adatte anche dai bambini con disabilità. Per sostenere il progetto basta inviare un SMS al numero 45542 per donare 2 euro o chiamare da rete fissa lo stesso numero per donare 5 o 10 euro.

    Dal 3 al 16 aprile i volontari UILDM saranno presenti con circa 300 punti di raccolta su tutto il territorio nazionale per offrire anche la tavoletta di cioccolato, con un contributo minimo di 6 euro.

  • Raccomandazione civica per un nuovo governo dell’assistenza farmaceutica: domani la presentazione di Cittadinanzattiva–Tribunale per i diritti del malato.
    L’evento si terrà domani 6 ottobre a Roma, presso la Sala dell’Albergo del Senato, in Piazza della Rotonda 73, dalle ore 9.00 alle ore 13.30.
    Questo incontro si inserisce nel percorso del Patto per la Salute 2014 – 2016 che affronta in diversi punti le politiche del farmaco e sembra voler ripartire da una corretta programmazione ed erogazione dei servizi sanitari.

  • Fino a ottobre 23 città per la campagna del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva. www.sonomalatoanchio.org
    Farà tappa il 21 e 22 aprile a Napoli, in Piazza Dante, la campagna itinerante “Sono malato anch’io-La mia salute è un bene di tutti”, il progetto del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva con cui l’organizzazione celebra i 35 anni dalla sua fondazione e ribadisce l’impegno a tutela dei diritti dei cittadini e di un SSN pubblico, universale, equo, accessibile e di qualità.
    La campagna è realizzata con il sostegno non condizionato di ABBVIE, e ha come partner il portale di crowdfunding “EPPELA”

  • partecipazione 800x450 indagine copy copy

    Sul nostro sito è disponibile il primo documento sulla partecipazione civica in sanità, redatto da 100 stakeholder della partecipazione – fra esponenti di istituzioni e di organizzazioni civiche, cittadini ed esperti – che si sono confrontati il 30 e 31 gennaio a Roma nell’ambito del progetto “Consultazione sulla partecipazione civica in sanità”, con il contributo non condizionante di Novartis, per individuare punti di forza, indice di rischi e azioni per minimizzarli, per una partecipazione di qualità dei cittadini alle politiche sanitarie pubbliche.
    Il documento sarà online fino al 16 aprile 2019 e sarà presentato nella sua versione finale, in occasione di un evento pubblico che si svolgerà a Roma il prossimo 16 maggio 2019.

  • farmaci biosimilari

    "Le specificità orogeografiche dei territori, il grado di presenza dei servizi di trasporto pubblico, lo stato di salute della popolazione, l'età media, la ricchezza complessiva, il tasso di rinuncia alle cure sono fattori da cui non si può prescindere se si vuole individuare una modalità di distribuzione dei farmaci più appropriata, anche perché il rischio è che possano aumentare le disuguaglianze nella risposta assistenziale ai pazienti o che si possa produrre una rinuncia alle cure".

  • nuovi lea

    "Siamo in un trend regressivo per quello che riguarda il diritto alla salute. Questo fa sì che le risorse stanziate non siano adeguate agli impegni presi, prima di tutto riguardo le prestazioni previste nei nuovi livelli di assistenza (Lea), che ancora restano un miraggio per la maggior parte dei cittadini". Così all'ANSA Tonino Aceti, coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, in merito all'allarme lanciato a nome della Conferenza delle Regioni da Davide Caparini, assessore al bilancio della Lombardia, in audizione sul Def alle Commissioni speciali di Camera e Senato.

  • diritto a non soffrire la7 intervista ca sul tema del dolore inutile

    “Quello che bisogna garantire è pari opportunità per tutti i cittadini sul territorio nazionale”: il diritto a non soffrire inteso come fondamento e parte integrante dell’offerta di assistenza ai cittadini, ottenuto tramite la formazione e l’informazione agli stessi e a chi opera professionalmente nel settore.

  • Salute mentale 11 12 mag 2018

    Unasam promuove, con diverse organizzazioni, un incontro nazionale a Roma presso la Protomoteca del Campidoglio l’11 e 12 maggio 2018, nel quarantesimo della Legge 180.

    "La Legge 180 approvata quarant’anni fa, il 13 maggio 1978, ha allargato gli spazi della cittadinanza e della democrazia sancendo la chiusura dei manicomi, liberando migliaia di uomini e di donne lì rinchiusi e restituendo diritti, dignità e cittadinanza alle persone con disturbi mentali. Grazie alla Legge 180, l’Italia è considerata dall’OMS il Paese che dispone della legislazione più rispettosa dei diritti delle persone con disturbi mentali.Tuttora, seppure ostacolata, parzialmente attuata e persino tradita, la legge 180 é potente motore di trasformazione delle istituzioni e di affermazione dei diritti civili e sociali dei soggetti più fragili.

  • liste d attesa i nostri consigli

    È online l’approfondimento del Corriere della Sera sull’argomento liste d’attesa: Cittadinanzattiva ricorda quanto previsto dalle nuove normative, per quanto riguarda la pubblicità delle informazioni, il rispetto dei tempi di attesa e l’appropriatezza delle procedure.
    A tutela dei cittadini vengono chiarite le indicazioni del recente Piano Nazionale di Governo delle Liste d’Attesa, e le novità che riguardano i ricoveri, le tempistiche di attesa e il numero verde del Ministero sul tema.

  • aifa

    Nonostante l'innovazione apprezzabile che l'attuale Ministro della Salute ha apportato nella procedura di nomina del nuovo Direttore Generale dell'Aifa, l'iter purtroppo coinvolge ancora solo il Ministero della Salute e le Regioni. Le Associazioni di cittadini e pazienti non sono coinvolte in alcun modo. Stesso ragionamento vale anche per la figura del Presidente dell'Aifa. Eppure le decisioni che il Direttore e il Presidente dell'Aifa devono assumere ogni giorno entrano innanzitutto nella vita e nella salute di tutti i pazienti!". Così Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva, che rileva una criticità ormai annosa nel sistema della partecipazione.

  •  

    “Le dimissioni del Presidente dell’AIFA sono una scelta che comprendiamo e rispettiamo perché coerente con la sua storia, con i principi che ispirano la professione medica e con il concetto di tutela della salute sancito dalla nostra Costituzione e dalla Legge istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale.

    La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo, questo e non altro prevede la Costituzione, questo e non altro prevede la Legge 833/78 istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale”, queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato - Cittadinanzattiva, in merito alle dimissioni del Presidente dell’Aifa Stefano Vella.

  • Cittadinanzattiva su dichiarazioni Monti: gravissimo, la visione della sanità solo come costo porta a interpretarla come insostenibile. I cittadini hanno già affrontato un enorme peso

    "Dopo 25 mld di euro di tagli al Servizio sanitario nazionale in 3 anni, l'azzeramento di tutti i fondi per le politiche sociali, il massiccio ricorso a sistemi di compartecipazione alla spesa come i ticket, e che rendono il servizio pubblico già non più concorrenziale rispetto alla sanità privata, l'aumento vertiginoso dell'Irpef nelle regioni sottoposte a piano di rientro, ci sembra al limite dell'assurdo ascoltare che il Sistema sia insostenibile. Ci chiediamo allora a cosa siano servite queste operazioni che hanno richiesto enormi sacrifici a cittadini e operatori sanitari.
    Queste il commento di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato in merito alle dichiarazioni del Presidente del Consiglio Monti sul rischio sostenibilità del SSN.

  • Rapporto Diabete 800x450 01

    Il diabete è una delle tre emergenze sanitarie mondiali: in Europa circa 60 milioni di persone sono affette da questa patologia, il tasso è in continuo aumento, raggiungendo già il 10-12% in alcuni Stati membri; nel giro di 35 anni l'incidenza della diabete è quasi quadruplicata. Per ogni persona con diabete lo Stato spende mediamente 4.000 euro all'anno, per un totale di circa 16 miliardi di euro, ovvero il 15 per cento del fondo sanitario nazionale.
    Nonostante ciò, la patologia diabetica è una di quelle per cui il legislatore è intervenuto maggiormente nel corso degli anni, a partire dalla Legge 115 del 15 marzo 1987. Pur essendo passati trent’anni continuano a giungere segnalazioni circa la carenza di assistenza, la chiusura dei centri di cura, una situazione a macchia di leopardo sul territorio e la difficoltà nel gestire la patologia e insorgenza di complicanze. Tutte criticità ben evidenziate negli anni da FAND Associazione Italiana Diabetici, a partire dal Rapporto “Linea D - Un percorso integrato per il paziente con diabete”.

  • save the date 27 nov2017

    Italian Barometer Diabetes Observatory Foundation (IBDO) si occupa di diabete, nella certezza che questa patologia oggi debba essere affrontata attraverso un confronto continuo sulle tematiche cliniche, sociali, economiche e politico-sanitarie.
    Il confronto strutturato, l’analisi e il monitoraggio continuo dei dati permettono di valutare una varietà di indicatori per giungere a individuare strategie a breve, medio e lungo termine in grado di determinare reali cambiamenti gestionali.

  • "Un NO a caratteri cubitali alla Determina AIFA emerge dall’incontro a porte chiuse che nelle scorse settimane ha visto riuniti Cittadinanzattiva–Tribunale per i diritti del malato, AMICI, AMRI, ANMAR, ASSOCIAZIONE MALATI DI RENI, CARDIOSALUS (CONACUORE), DIABETE ITALIA, FAND, FARE, FIMMG, FNOMCEO, FORUM NAZIONALE DIALIZZATI E TRAPIANTATI, SID, SIDEMAST, SIF, SIMBA, SIMG, SIN (Nefrologia).

  • La tutela della salute dei cittadini, che dovrebbe essere costituzionalmente garantita, è sempre più messa in crisi da un contesto culturale e socio-economico nel quale regnano la stagnazione delle idee, la mancanza di coraggio e di vere effettive progettualità.
    Il convegno "Il medico e il cittadino tra definanziamento e falsa appropriatezza", promosso da Cittadinanzattiva/TdM e Tribunale dei diritti e doveri del medico, intende aprire un dibattito per arrivare a formulare una vera e propria Carta dell'appropriatezza, con la quale gettare le basi per tornare a garantire vere tutele di salute ai cittadini e dignità piena agli operatori sanitari.

  • Ca SpesaSanitaria allarme

    DEF 2017, FIMMG e Cittadinanzattiva: allarme su spesa sanitaria, se continua a scendere a rischio livelli assistenza. Scotti (FIMMG): finanziamento SSN va fortemente riconsiderato. Aceti (Tdm): SSN è bene comune su cui investire.

    “Condividiamo la preoccupazione espressa da più parti in occasione dell’approvazione del DEF in Parlamento relativa al rapporto spesa sanitaria pubblica/PIL nel prossimo triennio. Se si prosegue in questa direzione la sanità italiana rischia di scivolare sotto il livello di guardia e si mettono a rischio i livelli essenziali di assistenza”. FIMMG e Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato si uniscono al grido d'allarme lanciato dall'Aula del Senato durante la discussione sul Documento di economia e finanza.

  • Il Decreto semplificazioni approvato venerdì 3 febbraio dal Consiglio dei Ministri apporta non poche novità in tema sanitario e sociale: leggi una sintesi degli articoli concernenti invalidità, astensione dal lavoro per gravidanza e ricerca. Approfondisci

  • Decreto riorganizzazione sanità campana: un buon inizio, ma necessario che dalla carta si passi alla realtà.

    “Con il decreto 18 si comincia anche in Campania a affrontare il tema delle cure primarie, sicuramente un primo passo, ma non è sufficiente approvare un decreto per garantire il miglioramento dell’assistenza ai cittadini e un vero cambiamento. Il primo nodo ora sarà garantire l’effettività delle decisioni prese, e cioè che dalla carta si passi alla realtà, garantendo la implementazione delle misure, cioè avviare le strutture territoriali (AFT, UCCP) coprendo le necessità di tutto il territorio campano, ma è necessario farlo subito, perché troppe volte in questi anni abbiamo assistito al razionamento dei servizi ospedalieri senza che ai cittadini fosse poi davvero offerta una alternativa sul territorio”.

  • “Con il Decreto per il governo delle liste di attesa presentato oggi dalla Regione Lazio, siamo in presenza di una piccola ma significativa rivoluzione” ha dichiarato Elio Rosati, segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio.

    “il primo elemento centrale di questo Decreto è, dal nostro punto di vista, la presa in carico del cittadino da parte del servizio sanitario regionale,  sia attraverso il medico di base che il medico specialista. Finalmente si pone un argine alla burocrazia e alla disorganizzazione con cui finora i cittadini hanno dovuto fare i conti ad esempio nel cercare, tra una telefonata e l’altra,. di trovare dove e quando fare una prestazione sanitaria. Con questo strumento ora è il medico ad avere la responsabilità di prendersi carico della persona”.

    Altri punti fondamentali che, dal punto di vista dell’associazione, possono contribuire in maniera sostanziale a garantire maggiore equità di accesso ai cittadini alle cure sanitarie:

  • Decreto di riparto Fondo ticket sanitari criteri di riparto rafforzano diseguaglianze

    Il decreto di riparto del Fondo di 60 MLN di euro per il 2018-2020, previsto nell’ultima legge di bilancio per ridurre il peso dei ticket in sanità, domani sarà oggetto di confronto tecnico tra lo Stato e le Regioni, fondo ottenuto grazie alla mobilitazione di Cittadinanzattiva per l’abrogazione del Superticket con la raccolta di 40mila firme.
    “Siamo molto preoccupati e delusi per le anticipazioni che abbiamo ottenuto in merito alla bozza di decreto. Oltre a giungere con due mesi di ritardo e senza alcun confronto con le organizzazioni di cittadini, contiene misure inique, che penalizzano ancora una volta soprattutto le popolazioni delle Regioni del centro sud, più in difficoltà nell’erogazione dei Lea, con più alto tasso di rinuncia alle cure, minor reddito pro capite, con maggiori problemi di occupazione e un più alto livello di IRPEF”, queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva.

  • Da poche ore è in Gazzetta Ufficiale il testo definitivo del cosiddetto Decreto Balduzzi, ossia il piano di riordino del SSN che mette mani ai Lea, alla farmaceutica (farmaci innovativi e revisione Prontuario nazionale) e alla libera professione. Dopo la manifestazione di fine ottobre (20.000 camici bianchi piazza), perplessità sull’attuazione di alcune misure soprattutto per le autonomie alle Regioni. Leggi il testo e approfondisci

  • Decreto appropriatezza: sia  sospeso con legge. Al via il servizio di tutela “SOSappropriatezza”di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su difficoltà per cittadini.
    Per contrastare limitazioni nelle cure, diniego illegittimo di prescrizioni necessarie per “mancanza di criteri”, rinvio al privato, rimpallo di competenze tra medici di famiglia e specialisti, monitorare la situazione che vivono i cittadini per effetto del Decreto e supportarli, Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato ha avviato questa mattina l’Osservatorio Appropriatezza. 

  • Cittadinanzattiva promuove un Osservatorio sul decreto appropriatezza: da oggi è infatti attivo un account di posta elettronica dedicato, che registrerà gli effetti del decreto sui cittadini, al fine di denunciare e contrastare ogni conseguente violazione dei loro diritti.

  • La circolare del Ministero della Salute del 25 marzo 2016 contiene indicazioni per i medici prescrittori e per i medici specialisti, nonché chiarimenti su alcune prestazioni e su altri aspetti, e intende quindi regolamentare la fase transitoria in atto nell'applicazione del decreto appropriatezza del 9 dicembre 2015; il documento si ispira all'incontro dello scorso 12 febbraio tra il Ministro della Salute, il Coordinamento della Commissione Salute delle Regioni e la FNOMCeO.

  • ddl responsabilità professionale

    DDL responsabilità professionale sanitaria: si approvino gli emendamenti proposti da Cittadinanzattiva. Un ulteriore impegno su Fondo di garanzia per autoassicurazioni insolventi e su uniforme utilizzo del Fascicolo sanitario elettronico

    “Abbiamo apprezzato il metodo di lavoro, la capacità di ascolto e di confronto e siamo lieti che alcune delle nostre proposte siano state accolte e trasformate in emendamenti. Ci aspettiamo che il testo che sarà licenziato dalla 12a Commissione del Senato recepisca questi emendamenti, rafforzando così sicurezza, trasparenza, partecipazione delle associazioni di cittadini, garanzie nell'accesso al risarcimento, compreso il contenimento dei costi e dei tempi, oltre che la capacità di stare al passo con la scienza e l’innovazione”- queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, in merito al lavoro fatto in Commissione, dopo le audizioni, sul ddl sulla responsabilità professionale sanitaria.

  • day hospital

    Cittadinanzattiva, con la collaborazione di AIL e il contributo non condizionato di Roche, presenta i risultati del primo monitoraggio sui Day Hospital Onco-ematologici, realizzato dal Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.
    E' possibile partecipare all'evento - che si terrà il 4 aprile 2019, dalle 09:30 alle 13:30 presso il centro congressi AIL in via Casilina 5 a Roma - registrandosi all'apposita pagina online.

  • carta della qualita dei day hospital oncoematologici copy copy

    Si è svolto lo scorso 29 ottobre a Napoli il primo evento regionale di presentazione dei dati del monitoraggio dei DH oncoematologici - effettuati in Campania - e della Carta della qualità dei day hospital oncoematologici, promossa da Cittadinanzattiva in collaborazione con AIL e grazie al contributo non condizionato di Roche.

    L'evento, a cui seguiranno quelli di Lazio, Sicilia e Lombardia, è stato l'occasione per discutere - insieme gli esponenti di Cittadinanzattiva, AIL, Direttori Generali delle ASL, delle AOU e i vertici della struttura commissariale - lo spaccato regionale del monitoraggio, affrontare nodi critici e riconoscere le buone pratiche in corso, oltre che quello di condividere, attraverso la Carta della qualità dei Day hospital oncoematologici, gli standard di qualità su cui le strutture dovranno lavorare per consentire percorsi di cura che mettano al centro davvero i bisogni dei cittadini.

  • monitoraggio civico

    Si terrà a Roma giovedì 4 aprile dalle ore 9.30 alle ore 13.30 presso il Centro Convegni AIL in Via Casilina 5 la presentazione dei dati del “Monitoraggio civico dei Day Hospital onco-ematologici”, realizzato da Cittadinanzattiva – Tribunale per i Diritti del Malato con il contributo non condizionato di Roche Italia.

    Il monitoraggio, svolto nel 2018 da Cittadinanzattiva in collaborazione con AIL all’interno di 44 Day Hospital onco ematologici diffusi sul territorio nazionale, ha analizzato in particolare: la qualità e l’efficienza dell’organizzazione del percorso dei servizi e dell’assistenza offerti ai pazienti nei D.H., la tempestività nell’erogazione delle terapie, la capacità di garantire la continuità assistenziale tra ospedale e territorio, l’attenzione da parte delle strutture ai bisogni e ai diritti della persona e delle relative famiglie. Un focus specifico è stato, inoltre, riservato al rispetto del tempo del paziente.

  • Sarà presentato il 13 dicembre, a Napoli, il libro “Vecchiaia. La benedizione nascosta”: un contributo alla riflessione su una fase della vita che nasconde grandi risorse di socialità e umanità. La presentazione è programmata per le 17, presso la chiesa di San Pietro Martire, Piazza Ruggiero Bonghi, 1 (Angolo Via Porta di Massa, di fronte all’Università Centrale). Leggi i dettagli dell’appuntamento

  • Progetto senza titolo 2

    Il prossimo 29 giugno a Massa  si terrà il convegno dal titolo "Dall'infanzia all'età anziana: quale continuità Assistenziale sul territorio?" Anche questo incontro fa parte del progetto toscano "DIALOGO". Progetto di informazione e comunicazione tra cittadini, istituzioni socio-sanitarie e politiche, dove la partecipazione e la collaborazione diventano punti d’incontro tra persone e istituzioni, tra capacità di saper esprimere i bisogni e quella di saper offrire servizi adeguati, realizzato da Cittadinanzattiva Toscana.

  • farmaci EU

    Con le nuove indicazioni l'industria dovrà apporre sulle confezioni dei medicinali soggetti a prescrizione un codice a barre bidimensionale e un dispositivo anti-manomissione. Le farmacie (comprese quelle online) e gli ospedali dovranno verificare l'autenticità dei medicinali prima di dispensarli ai pazienti. Si tratta della fase finale di attuazione della direttiva sui medicinali falsificati, adottata nel 2011, che mira a garantire la sicurezza e la qualità dei medicinali venduti nell'UE.
    Inoltre ogni farmacia od ospedale dell'UE dovrà dotarsi di un sistema che renderà più facile ed efficiente l'individuazione dei medicinali falsificati.

  • operazione sicurezza

    Dal fumo allo spazzolino di riserva, il quotidiano inglese Daily Mail ha realizzato un articolo con una rassegna degli errori da non commettere nella fase di preparazione ad un intervento chirurgico.
    Il primo punto è dedicato alle donne che non vogliono rinunciare a essere impeccabili anche sul lettino operatorio: la ceretta non va fatta mai il giorno prima.

  • festival salute globale

    In un mondo globale, interconnesso e sempre più “piccolo”, occuparsi della salute anche di chi è più lontano, significa curare e prevenire le malattie di chi ci sta accanto. La salute globale non è soltanto un diritto fondamentale di ogni uomo che vive su questa terra, ma riguarda da vicino lo sviluppo dei popoli e la pace. Per valutare lo stato di salute di una persona o di una comunità oggi è, quindi, necessario tener conto delle condizioni, sociali, ambientali, economiche e culturali in cui ciascun essere umano vive. Si tratta di allargare lo sguardo sia in senso geografico, analizzando l’interdipendenza esistente tra fenomeni locali e globali (al Nord come al Sud del mondo) sia in senso disciplinare, perché ci si avvale del contributo non solo delle scienze mediche ma anche di quelle sociali e umane, dell’economia, del diritto.

  • È in Gazzetta Ufficiale (D.M. 31.07.2015, Ministero Economia e Finanze: “Specifiche tecniche e modalità operative relative alla trasmissione telematica delle spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria, da rendere disponibili all’Agenzia delle Entrate per la dichiarazione dei redditi precompilata”), la misura che indica il comportamento da adottare per effettuare la detrazione delle spese mediche, a partire dal prossimo aprile 2016: non sarà più necessario conservare le ricevute, in quanto le informazioni relative alle spese sostenute saranno inserite direttamente in Tessera Sanitaria e nel suo sistema di gestione elettronico e centralizzato. La procedura sarà possibile grazie all’utilizzo del modello 730 precompilato, anch’esso disponibile dal 2016.


    Leggi il documento sul sito web delle Regioni e approfondisci il tema.

  • E’ partita in data 1 marzo l’iniziativa di sensibilizzazione sul tema della chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari; la chiusura è stabilita dalla legge per il 31 marzo e il Comitato StopOPG ha indetto una serie di iniziative in tutta Italia per sensibilizzare sul tema e ricordare alle Istituzioni gli impegni presi in termini di presa in carico dei pazienti attualmente trattenuti all’interno delle strutture psichiatriche giudiziarie.

  • L'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha pubblicato una versione preliminare di reflection paper che delinea un modello per l'estrapolazione dei dati delle sperimentazioni cliniche dagli adulti ai bambini per sostenere l'autorizzazione di nuovi farmaci pediatrici.

  • Sanitàepolitica da sempre per la separazione copy

    “Sosteniamo da sempre la necessità di garantire una separazione netta tra politica e incarichi direttivi nel mondo della sanità. Ed è per questo che ci trova favorevoli ogni segnale che va in questa direzione, come l’emendamento presentato oggi in Commissione Affari Sociali che definisce la rosa dei candidati alla carica di direttore generale sulla base di una graduatoria di merito”. Queste le dichiarazioni di Anna Lisa Mandorino, vice segretario di Cittadinanzattiva.

  • robotica

    L’Europa ha scommesso (due milioni e mezzo di euro, il finanziamento) sulla ricerca della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, i cui laboratori di biorobotica hanno messo a punto, testato e presentato, pochi giorni fa, i primi modelli di protesi d’arto robotica “Cyberlegs” (acronimo di “The CYBERnetic LowEr-Limb CoGnitive Ortho-prosthesis”).

  • È stata presentata ieri, nel corso di un evento a Roma, la Matrice per la qualità delle pratiche partecipative in sanità, come risultato del progetto “Consultazione sulla partecipazione civica in sanità”, promosso da Cittadinanzattiva con il contributo non condizionante di Novartis. La Matrice vuole essere uno strumento utile per le istituzioni, al fine di qualificare le pratiche partecipative nelle politiche sanitarie pubbliche e garantire un effettivo ed efficace coinvolgimento dei cittadini.

    Quattro le dimensioni della pratica partecipativa previste dalla Matrice: dimensione dell’inclusività (capacità delle istituzioni di coinvolgere tutti i cittadini, singoli e associati, interessati alla pratica); dimensione del “grado di potere”(capacità delle istituzioni di riconoscere ed attribuire potere ai cittadini su questioni rilevanti); dimensione dell’“esito”(capacità delle istituzioni di garantire i risultati della pratica); dimensione dell’accountability (capacità delle istituzioni di render conto ai cittadini della pratica partecipativa).

    La Matrice è il risultato finale del processo di consultazione, promosso da Cittadinanzattiva a fine gennaio, che ha coinvolto 100 stakeholder della salute. A partire dall’analisi del contesto e dai risultati di una indagine civica sulle pratiche partecipative attuate in un campione di Regioni ed Enti pubblici (fra Assessorati, Asl, Aziende ospedaliere ed IRCSS), i 100 stakeholder hanno elaborato un Documento che è stato poi diffuso online per recepire ulteriori indicazioni e suggerimenti.

  • casa don diana

    Cittadinanzattiva, Cleprin, Coop “Al di là dei sogni”, Fanpage.it, Fondazione Roche, NCO (Nuova Cooperazione Organizzata), Roche SpA e Sodexo SpA presentano il progetto Terra Amata: un partenariato tra il mondo dell’impresa e quello delle organizzazioni civiche, nazionali e locali, con l'obiettivo della promozione della legalità, l’inserimento di persone svantaggiate nel mondo del lavoro, la realizzazione e il potenziamento degli screening e la prevenzione nel campo oncologico.

  • In Gazzetta Ufficiale le linee guida Stato-Regioni che illustrano i principali interventi per favorire l'applicazione concreta della legge 38 sulle terapie per i malati terminali e per chi soffre di dolori cronici. Secondo le stime, l'incidenza di questi ultimi nella popolazione è di circa il 25-30%. Leggi il rapporto di Cittadinanzattiva. La notizia

  • fuoriTGAnnalisa

    Nella puntata del programma di approfondimento del TG di Rai 3 Annalisa Mandorino, Vicesegretario di Cittadinanzattiva, commenta un servizio sulle cure odontoiatriche all'estero "Romania: un viaggio di salute" Con in studio anche la Presidenza Andi e Medici specialisti, la puntata si incentra sulle motivazioni che spingono alla cura all'estero, sui risultati, sui materiali e sul discorso sicurezza. Mandorino focalizza il quadro dei servizi erogati in italia, il peso economico sulle spalle dei cittadini, le scelte della politica al riguardo e l'odontoiatria sociale

  • “Nessun cittadino vede l’ora di andarsi a curare lontano da casa propria, sostenendo per di più le spese di viaggio. Se lo fa è perché il nostro sistema sanitario, in alcuni territori, è inadeguato. Per questo la proposta di “tagliare” le cure fuori regione laddove si tratti di interventi semplici e in strutture private convenzionate è irricevibile”. E' quanto sostiene Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva in merito alla proposta della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni che annuncia un piano di ridimensionamento nel rimborso delle cure fuori regione.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.