Politiche sanitarie

  • Occhio alle buone pratiche: Accademia dell'umanizzazione

    Per poter replicare o implementare una nuova buona pratica seguendo le esigenze socio assistenziali del territorio, Cittadinanzattiva promuove quest'anno "l'Accademia dell'Umanizzazione" un progetto di empowerment sul tema "umanizzazione delle cure in sanità". Scopri il progetto del mese e consulta i database 2011 e 2010

  • La ASL 1 di Massa sotto inchiesta

    Una decina gli imputati, interrogati in questi giorni: le prime analisi e testimonianze fanno emergere giri di assegni per l’acquisto di vetture e oggetti di lusso. Un altro filone d’inchiesta starebbe appurando la regolarità di diverse assunzioni, sospette in quanto parenti di politici e funzionari pubblici. Leggi la notizia

  • Accademia dell’Umanizzazione

    L'Accademia dell'Umanizzazione è un progetto che nasce come seconda annualità dell'iniziativa di promozione e diffusione di buone pratiche per il miglioramento della gestione dei Servizi Sanitari.

    Scopo del progetto: trasferire know how relativo ad esperienze di successo nell’ambito dell’umanizzazione delle cure, in modo da renderle replicabili altrove, definendo e formalizzando le procedure da adottare anche in altri contesti. Si tratta di un progetto pilota, che differisce da altre iniziative che mirano esclusivamente a premiare.

  • Cittadinanzattiva – CnAMC abbatte le barriere della burocrazia

    Nel decreto legge “Semplifica Italia”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 9 febbraio scorso, è stata recepita all’art.4 la proposta di semplificazione delle certificazioni per le persone con disabilità, frutto della collaborazione tra il CnAMC e il Dipartimento della Funzione Pubblica.
    Leggi la lettera di ringraziamenti del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Filippo Patroni Griffi, e scarica il testo del decreto

  • Quando il prepensionamento è davvero necessario

    Un gruppo di genitori di disabili gravi e gravissimi ha raccolto in un volume delle lettere – appello diretto al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero - al fine di sollecitare il riconoscimento giuridico dei care giver. L’obiettivo è fare pressioni sul Governo affinché sciolga il nodo del prepensionamento di chi ha necessità di assistere un familiare 24 ore su 24: il relativo disegno di legge giace in parlamento da ben 17 anni. Approfondisci

  • Decreto semplificazioni e sanità

    Il Decreto semplificazioni approvato venerdì 3 febbraio dal Consiglio dei Ministri apporta non poche novità in tema sanitario e sociale: leggi una sintesi degli articoli concernenti invalidità, astensione dal lavoro per gravidanza e ricerca. Approfondisci

  • Incontro fra Ministero e Cittadinanzattiva/CnAMC

    Positivo l’esito dell’incontro fra l’Associazione e il Sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali Maria Cecilia Guerra. Gli argomenti sollevati da Cittadinanzattiva e CnAMC saranno oggetto di tavoli di approfondimento e indagini sulle criticità: invalidità civile, calcolo ISEE e Livelli essenziali di assistenza sociale. Leggi il comunicato

  • Sostenibilità sanitaria in Piemonte: permangono criticità

    Dopo il convegno sulla sostenibilità sanitaria regionale e la presentazione dei casi da parte di Cittadinanzattiva, l’Assessore alla Sanità Monferino ammette i problemi non risolti: liste d’attesa (12.000 i pazienti in attesa per le RSA), sovraticket e codici di accesso in pronto soccorso. Approfondisci

  • Intramoenia in aumento per parto e tiroide

    Il Ministero della Salute ha pubblicato i dati del suo Osservatorio sull'intramoenia: Lazio e Campania al top per il ricorso alla libera professione. Solo il 14% della spesa dei cittadini, però, rimane alle aziende, il resto va agli operatori. Gli approfondimenti su www.ecostampa.net e www.quotidianosanita.it

  • Riabilitazione

    Cosa è la riabilitazione?

    Per riabilitazione si intende l'uso coordinato di risorse mediche, professionali e sociali per riportare il soggetto al recupero delle normali abilità. È un processo rieducativo che ha come obiettivo il recupero funzionale e sociale di quelle persone affette da patologie acute o croniche. Essa comprende le visite e le prestazioni specialistiche e riabilitative erogate in regime ambulatoriale, semiresidenziale o domiciliare. Il progetto di riabilitazione parte dall'elaborazione di una diagnosi e dalla definizione del bilancio funzionale che permette di capire la gravità della patologia; segue la definizione di un vero e proprio percorso riabilitativo e la messa in pratica dello stesso grazie all'utilizzo di diversi strumenti terapeutici. Le prestazioni riabilitative sono erogate da professionisti sanitari come terapisti della neuro e psicomotricità, logopedisti ed educatori professionali.

    Dove può essere erogata la riabilitazione?
    A seconda della fase o della gravità della patologia, la riabilitazione può avvenire:

    • in regime di ricovero ospedaliero, a ciclo continuativo o diurno (presidi ospedalieri multispecialistici o con reparti ad alta specializzazione, unità spinali unipolari, unità per gravi cerebrolesioni o traumi cranio-encefalici, reparti geriatrici o ambulatori all'interno di ospedali);

    • in regime residenziale extraospedaliero, a ciclo continuativo o diurno (lungodegenze, RSA o strutture di riabilitazione); in relazione alla forte domanda di prestazioni sanitarie di riabilitazione, l'ammissione nella struttura avviene con l'inserimento in una specifica lista di attesa; il servizio chiamerà la persona interessata quando sarà arrivato il suo turno (cronologico);

    • in regime ambulatoriale, extra murale e domiciliare.

    La riabilitazione è a pagamento? Quanto costa?
    Le prestazioni di riabilitazione erogate in regime di ricovero ospedaliero o extra ospedaliero in strutture pubbliche o in convenzione sono esenti da ogni forma di partecipazione alla spesa e vengono garantite dalla Regione e erogate dalla ASL direttamente in convenzione: i cittadini, quindi, non devono pagare nulla tranne alcuni casi (per strutture residenziali e semiresidenziali), in cui il cittadino dovrà versare i costi dell'assistenza sanitaria ed alberghiera. In genere la durata del ciclo riabilitativo non va oltre i 60 giorni, tuttavia, qualora si ravvisasse la necessità di prolungare la riabilitazione, questa dovrà essere richiesta e motivata dalla struttura stessa ed inoltrata alla ASL di riferimento.

    Per le riabilitazioni ambulatoriali o domiciliari invece, il servizio prestato dalle strutture pubbliche o accreditate è gratuito solo per coloro che hanno l'esenzione dal pagamento del ticket, mentre per tutti gli altri si applica la normativa generale sulla partecipazione alla spesa.

    Mio padre è in dimissione dall'ospedale e avrebbe bisogno di un periodo di riabilitazione motoria. A chi compete cercare una struttura adeguata, alla famiglia o all'ospedale?

    La ricerca della struttura riabilitativa compete all'ospedale o alla Asl di appartenenza, che manda una commissione medica per la valutazione e poi inserisce la persona in lista d'attesa.

    Devo essere dimesso dall'ospedale, ma non riesco ancora a camminare. Il trasporto dalla struttura riabilitativa al mio domicilio, devo pagarlo?
    Sì, il trasporto a fine degenza è sempre a carico degli assistiti.

    Se succede un incidente mentre sono ricoverato in riabilitazione e mi devono trasportare in ospedale, perdo il posto?
    Purtroppo, salvo casi particolari, la regola è questa. Se per qualsiasi ragione si viene dimessi per più di un certo numero di ore (stabilite dalla normativa regionale), non si può conservare il proprio posto letto.

    Mia madre è allettata ed ha bisogno di fisioterapia. Devo per forza ricoverarla in una struttura?
    Presso l'ufficio di assistenza domiciliare della propria Asl esiste anche il servizio di fisioterapia domiciliare che permette, nei casi di un paziente allettato che può essere seguito dai familiari, di avere un fisioterapista a casa alcune volte alla settimana.

    Mia zia è in lista d'attesa presso la Asl da più di tre mesi per essere ricoverata in una struttura di riabilitazione. Cosa posso fare?
    Purtroppo vi è un esiguo numero di strutture riabilitative rispetto alla domanda, pertanto, a volte, si aspettano diversi mesi per accedere al servizio. In questi casi è consigliabile inviare una lettera A/R alla Asl in cui, ai sensi e per gli effetti della legge 241/90 e successive modificazioni, si chiede di conoscere la posizione occupata all'interno della lista, i criteri di priorità adottati e gli eventuali tempi che si possono ipotizzare.

    (ultimo aggiornamento: gennaio 2012)

  • Patto per la salute

    Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su Patto per la salute: il peso ricade tutto sui cittadini. Chiediamo di essere convocati al Tavolo

    "Un Patto che, così come proposto nella bozza di oggi, sembra chiedere sacrifici ancora una volta ai cittadini, non può prescindere da un confronto diretto con le associazioni che li rappresentano, come stabilito anche dal Piano sanitario nazionale 2011 - 2013.
    La soluzione che sembra prospettarsi per mantenere i conti in ordine e quindi risparmiare otto miliardi di euro tra il 2013 e il 2014 non è per nulla innovativa: ancora una volta si ridurranno i numeri dei posti letto (da 4 a 3,5 posti letto per mille abitanti), saranno aumentati i costi a carico dei cittadini attraverso l'imposizione di nuovi ticket e una diversa modulazione degli stessi per età, reddito e anche per patologia, e saranno chiusi altri ospedali.

  • A nudo i costi della sanità regionale

    Novità in Lombardia e Piemonte: i referti delle singole prestazioni di ricovero e specialistica (fornite da strutture pubbliche) conterranno l’indicazione dei costi sostenuti dal SSR per erogarli. Assessorati alla salute di Veneto, Toscana e Liguria interessati all’operazione, per i promotori si tratta di una operazione di responsabilizzazione dei cittadini. www.ilfattoquotidiano.it e www.quotidianosanita.it

  • Quando si risparmia sulla pelle dei cittadini

    In questo caso letteralmente. Appello della FAIS - Federazione Associazioni Incontinenti e Stomizzati, associazione aderente al CnAMC di Cittadinanzattiva, a nome di oltre 7.000 cittadini stomizzati, alla Presidente della Regione Lazio Polverini, per il ritiro del decreto che comporta il ritorno a prodotti di vecchia e ormai superata tecnologia, a basso costo e di scarsa qualità, causa di dermatiti, irritazioni, infiammazioni e in molti casi l’insorgenza di vere e proprie piaghe, oltre naturalmente al disagio e alla sofferenza a cui è sottoposto il paziente. Leggi l'appello. Il Decreto Presidenziale della Regione Lazio 24 novembre 2011 n. 112

  • Neuropsichiatria Infantile: niente rinnovo sul contratto per emergenze

    A Roma si trova una delle strutture di eccellenza per la gestione dei pazienti neuropsichiatrici in età infantile; una struttura che ha richieste anche da fuori Regione e che dispone di soli 6 posti letto. I responsabili della struttura non potranno più garantire la gestione delle emergenze, in quanto non si è provveduto al rinnovo del contratto al medico preposto. La notizia passata in sordina da tutti i giornali. Approfondisci

  • Prevenzione vaccinale

    Si aggiunge l'Emilia Romagna alle quattro regioni già coinvolte nell'indagine civica sulla prevenzione vaccinale. Visita la pagina del sito. A Gennaio verranno resi noti i dati dell'indagine. Approfondisci

  • Per la prima volta l'AIFA accoglie in audizione la società civile

    I rappresentanti delle Associazioni dei malati e la società civile organizzativa, nello specifico EPAC onlus e Cittadinanzattiva sono stati accolti in audizione perché è convinzione dell'Agenzia che il paziente e la sua famiglia debbano essere al centro di ogni attività per giungere a decisioni e soluzioni partecipate. Leggi cosa ne pensa Teresa Petrangolini sul suo sito

  • Manovra: liberalizzazione per i farmaci in fascia c

    La liberalizzazione della vendita di medicinali acquistabili con ricetta medica ma non rimborsati dal Ssn arriva a rivoluzionare un mercato che si aggira sui 3 miliardi di euro l'anno. Forte la preoccupazione da parte dei titolari delle 18000 farmacie sparse lungo il territorio, intimoriti dal rischio di perdere un'importante quota di mercato. Approfondisci

  • I diritti dei pazienti vanno d'accordo con rigore, equità e crescita

    Teresa Petrangolini commenta la strategia di governo dimostrata dai primi provvedimenti varati dal Governo Monti, e spiega perché questa potrebbe essere la via giusta per migliorare la sanità pubblica. Approfondisci
  • Riccione - XVII Congresso Nazionale F.A.R.E.

    Dal 30 novembre al 3 dicembre, "L'evoluzione e la sostenibilità del sistema sanità, impatto strategico degli acquisti e ruolo del provveditore - economo".  Approfondisci

  • Monitoraggio civico sulla personalizzazione delle cure in oncologia

    Il "peso" della patologia oncologica nel nostro Paese è importante: nel 2006 in Italia si sono registrati nella popolazione residente oltre 168 mila decessi per cancro. Secondo stime attendibili  nel 2010 in Italia si sono verificati 122.000 decessi per tumore nella fascia d'età compresa tra 0 e 84 anni.

  • Come cambia la comunicazione da e verso il paziente?

    È il titolo della tavola rotonda in programma per il 21 novembre, ed inserita all'interno del 15° meeting congiunto Colonproctologia e Stomaterapia, che si svolgerà dal 20 al 22 novembre a Modena. Parteciperà alla tavola rotonda su come si è evoluta la comunicazione verso i cittadini nel campo della salute Antonio Gaudioso, vice segretario generale di Cittadinanzattiva.  Il programma

  • Convegno sulla sostenibilità

    La sostenibilità del Sistema Sanitario Nazionale è il tema del convegno in programma per il 18 novembre a Bologna. Per Cittadinanzattiva interverrà Francesca Moccia, Coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato in una sessione sul ruolo delle istituzioni e dei cittadini a proposito di sostenibilità, universalismo, qualità. Il programma

  • XIV Rapporto Pit Salute “Diritti al taglio”

    XIV Rapporto Pit Salute “Diritti al taglio”: errori medici e liste di attesa sempre in testa alle lamentele dei cittadini. Aumentano le difficoltà di accesso ai servizi sanitari
    I Lea non più essenziali ma “possibili”

    È l’anno dei “Diritti al taglio”, come richiama il titolo del 14° Rapporto PIT Salute del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva. Le politiche economiche, sociali e sanitarie messe in atto in questo periodo stanno di fatto smantellando il nostro sistema di welfare, con particolare riguardo ai servizi di carattere sanitario e sociale.
    L’annuale fotografia del sistema sanitario dal punto di vista del cittadino, presentata oggi a Roma, riflette chiaramente questa crisi: le persone toccano con mano il progressivo impoverimento del sistema sanitario, notando che laddove c’era un presidio oggi non c’è più o viene ridotto; laddove vi era la possibilità di usufruire di prestazioni in modo gratuito, oggi c’è da metter mano al proprio portafogli.

  • Campagna "I Diritti alzano la voce": un nuovo appuntamento

    Il 3 novembre si terrà una conferenza stampa del cartello di associazioni unitesi per la tutela dei diritti sociali, in cui sarà presentato un documento politico frutto della collaborazione con i promotori della campagna "Sbilanciamoci!". Cittadinanzattiva, tra i promotori della campagna, parteciperà con Anna Lisa Mandorino, vice segretario generale, Vittorino Ferla, responsabile delle relazioni istituzionali e Tonino Aceti, responsabile nazionale CnAMC. Approfondisci

  • I costi in sanità

    "Strategie per il contenimento dei costi in sanità tra esigenze cliniche, organizzative ed economiche" è il titolo del 33° Seminario dei Laghi, in programma il 20 e 21 ottobre, e che avrà tra i relatori Angelo Tanese, ospite della Tavola rotonda "Strategie politiche e contenimento dei costi". Il programma

  • Pd contro proposta Ue etichette senza glutine

    Il Partito democratico ha presentato una mozione contro la proposta Ue che cancella la dicitura 'senza glutine' dalle etichette alimentari. Il governo - ammonisce la deputata Pd Luciana Pedoto - ''tuteli i cittadini celiaci, che in Italia sono più di 60mila''. Approfondisci

  • Riforma fiscale e assistenziale: disegno inaccettabile

    Cittadinanzattiva in audizione su riforma fiscale e assistenziale: inaccettabile scaricare sui cittadini la mancata riforma dei costi della politica e degli enti locali.
    L'obiettivo vero è fare cassa azzerando l'assistenza, anche alle fasce fragili della popolazione

    Cittadinanzattiva respinge al mittente la proposta di Legge A.C. 4566 "Delega al Governo per la Riforma fiscale e assistenziale" chiedendone lo stralcio immediato. Questo il senso di quanto espresso oggi in audizione alla Commissione Finanze della Camera dei Deputati da Tonino Aceti, responsabile del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici-Cittadinanzattiva.

  • Osservatorio civico sul federalismo in sanità - Gli Appuntamenti

    L’Osservatorio Civico sul federalismo in sanità è un’iniziativa di Cittadinanzattiva, nata nel 2011 al fine di approfondire e rendere sistematico il confronto tra territori in merito a criticità e buone pratiche nei servizi sanitari regionali dal punto di vista civico.
    L’assunto da cui si parte è che il cittadino debba essere considerato non solo come utente finale del servizio, ma anche come soggetto attivo all’interno del Servizio Sanitario e che, come tale, può apportare un contributo costruttivo.
    Il progetto prevede un ciclo di incontri in alcune regioni finalizzati alla diffusione dei risultati dell’analisi svolta dall’Osservatorio.
    Il primo appuntamento si terrà il 2 aprile a Milano.
    Nel corso dell’evento, realizzato grazie al contributo non condizionato di Fondazione Cariplo, Johnson&Johnson Medical e Pfizer, è prevista una riflessione sugli screening neonatali, focalizzata su  linee di indirizzo e organizzazione dei servizi al livello regionale, evidenziandone punti di forza e di debolezza.

    Scarica l’invito e leggi il programma dei lavori

     

    Anno di realizzazione: 2012

    Per avere maggiori informazioni contatta Sabrina Nardi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Se vuoi saperne di più in tema di politiche sanitarie, visita la relativa Area di interesse


    Con il contributo non condizionato di:

    fondazione cariplo logo


    johnson johnson medical logo

    pfizer logo


  • Conferenza Stato-Regioni: allarme sui tagli all'assistenza

    Le misure previste per il 2012 dalla manovra finanziaria e dalla prossima riforma fiscale e assistenziale prevedono tagli sostanziali agli enti locali, che inevitabilmente si ripercuoteranno sui servizi per il cittadino, andando a colpire alcune categorie in particolare: bambini, anziani, disabili e immigrati. Approfondisci e leggi la posizione di FISH Onlus sui tagli all'assistenza per i disabili.

  • Hpv. Cneps e Iss: incrementare le campagne di vaccinazione

    Il progetto prevede l'introduzione di uno strumento operativo che possa supportare Regioni e Asl nelle prossime campagne di vaccinazione contro l'Hpv, per incentivare le coperture vaccinali in tutto il territorio nazionale. È questo l'obiettivo del progetto "Valore". Approfondisci

  • Osservatorio su federalismo e sanità

    Regione che vai sanità che trovi. Un Paese a tante facce nel Rapporto dell'Osservatorio sul federalismo in sanità di Cittadinanzattiva

    "Il federalismo è troppo spesso utilizzato come un alibi: le differenze strutturali esistenti tra le Regioni sono state di fatto legittimate, giustificandole come inevitabili. Questa è una visione che noi, come cittadini, non possiamo accettare. Non è infatti giustificabile che in alcuni territori sia data per scontata la violazione sistematica di alcuni diritti fondamentali come l’equità e l’universalità, garantiti invece dalla nostra Costituzione, e in netta controtendenza rispetto alle politiche europee e alla recente Direttiva sui diritti dei pazienti. Di fatto, ogni regione si organizza come vuole e come può".

  • Piano vaccinale. Gli igienisti lo bocciano e preparano una controproposta

    La Siti avanza alcune critiche alla bozza del nuovo Piano nazionale prevenzione vaccinale, secondo la quale si sta inoltre "palesando un livello decisionale centrale con connotati ideologici". Approfondisci

  • Salute e manovra finanziaria: alcune proposte di Cittadinanzattiva

    Livelli essenziali di assistenza, finanziamento dei fondi sociali e indagine sulle difficoltà di accesso ai benefici economici dell'invalidità civile. Tre interventi urgenti, proposti dal Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici (CNAMC) di Cittadinanzattiva, per provare a ridare ai cittadini quanto tolto con la manovra finanziaria. Il comunicato

  • Indagine sul diritto alla prevenzione. Focus su HPV

    Il contesto

    Cittadinanzattiva è impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini in ambito sanitario, affermando e promuovendo il rispetto dei 14 diritti presenti nella Carta europea dei diritti del malato. Essa enuncia come primo punto il diritto a misure preventive: "Ogni individuo ha diritto a servizi appropriati per prevenire la malattia".

  • La sentenza del Tar su Guardiagrele

    Il Tar dell'Aquila, che ha deciso per la riapertura dell'ospedale di Guardiagrele, in realtà ha bocciato tutto il programma operativo regionale, alimentando da un lato le speranze dei nosocomi di Casoli, Gissi, Pescina e Tagliacozzo che avevano subito la stessa sorte. Dall'altra, ha messo in crisi il tavolo di monitoraggio, sottolineando nella sentenza che anche il governo deve rispettare le leggi senza scorciatoie o invasioni di campo. Il link

  • Ci tagliano la salute

    È il titolo dell'inchiesta de L'Espresso che evidenzia le conseguenze dei gravi tagli che il governo ha inflitto alla sanità pubblica, approfondendo l'indagine sulle città di Roma e Venezia. Quest'anno il Servizio Sanitario Nazionale riceverà 1.500 milioni di euro in meno. Approfondisci

  • Riparto 2011. Accordo sulla mobilità sanitaria interregionale

    Un abbattimento del 2% delle tariffe, a vantaggio delle Regioni che "esportano" pazienti. Si riducono dunque le quote delle Regioni ospitanti, che sono comunque consistenti. Approfondisci

  • Stati vegetativi: ecco le Linee guida. "Mai più famiglie abbandonate"

    Un sistema integrato, che costruisca un percorso di "dimissione protetta" riducendo al minimo, per quanto consentito dalle condizioni cliniche del paziente, la permanenza nei reparti di rianimazione e intensivi. Approfondisci

  • Federalismo: fisco regionale e provinciale

    Parere favorevole della Commissione parlamentare competente, individuate le fonti di finanziamento delle Regioni a statuto ordinario e disposta la contestuale soppressione dei trasferimenti statali. Cittadinanzattiva, attraverso l'osservatorio civico sul federalismo vigila sull'applicazione reale delle normative e le differenze tra i servizi sanitari regionali. La notizia

  • Riforma Fazio: ecco il testo

    Il ddl su "Sperimentazione clinica e riforma degli ordini delle professioni sanitarie" è stato approvato ieri dal Consiglio dei Ministri. Ora dovrà superare l'esame del Parlamento a seguito delle richieste avanzate dalle Regioni ad ottobre. Approfondisci

  • Roma: Stati generali della Tubercolosi

    Si terranno mercoledì 23 marzo, presso le aule del Senato a Roma, gli Stati generali della Tubercolosi, per discutere di un fenomeno purtroppo diventato attuale e su una realtà caduta ingiustamente nell'oblio generale. Il programma dell'evento

  • Pubblicato l'atto d'indirizzo delle politiche del Ministero della Salute 2011

    Obiettivo primario è la gestione economica ed efficiente del sistema, nel rispetto dell'appropriatezza nell'erogazione dei servizi ai cittadini. In questo scenario il Ministero individua sei macroaree (e relative proposte) su cui occorre intervenire nel corso del 2011. L'atto d'indirizzo 2011

  • Fascicolo sanitario elettronico - Linee guida nazionali

    Il Fse verrà realizzato dalle Regioni previo consenso dell'assistito, e consiste nell'insieme dei dati e documenti digitali di tipo socio-sanitario generati da eventi clinici presenti e trascorsi, riguardanti il paziente. Approfondisci

  • Approvato il piano nazionale trapianti

    La Conferenza ha approvato un Documento sulla rete nazionale per i trapianti. Approfondisci

  • Alcol: consumo fuori controllo per 8,5 milioni di italiani

    Cresce il consumo di alcolici in Italia e cambia l'identikit del consumatore che privilegia il consumo fuori pasto. Un fenomeno che riguarda soprattuto le donne. Questo e molto altro nella Relazione al Parlamento del Ministero della Salute. Approfondisci

  • Approvato il Piano Oncologico nazionale 2011-2013

    Approvato in via definitiva il Piano in Conferenza Stato Regioni; tra le principali novità la prevenzione, il miglioramento dei percorsi diagnostico-terapeutici, le tecnologie e la formazione del personale. Obiettivi dichiarati sono la riduzione della migrazione sanitaria e del divario di mortalità per cancro fra le varie Regioni. Scarica il Piano

  • Manovra finanziaria 2012-2014

    La manovra finanziaria per il triennio 2012- 2014 approvata dal Governo con il Decreto Legge n. 98 del 6 luglio 2011, «Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria», stabilisce per la Sanità tagli molto pesanti e nuovi ticket.

  • Piano sanitario nazionale 2011-2013 approvato dal Consiglio dei Ministri

    Il Piano, approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 21 gennaio 2010, è basato su alcuni principi tra cui quello di responsabilità pubblica per la tutela del diritto di salute della comunità e della persona; di eguaglianza e di equità d'accesso alle prestazioni; di libertà di scelta. Dossier "Il nuovo Piano Sanitario Nazionale 2011-2013"

  • Cure palliative: in Gazzetta Ufficiale le linee guida Stato-Regioni

    In Gazzetta Ufficiale le linee guida Stato-Regioni che illustrano i principali interventi per favorire l'applicazione concreta della legge 38 sulle terapie per i malati terminali e per chi soffre di dolori cronici. Secondo le stime, l'incidenza di questi ultimi nella popolazione è di circa il 25-30%. Leggi il rapporto di Cittadinanzattiva. La notizia

  • Salute: linee di indirizzo per migliorare l'aria nelle scuole

    Pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale del 13 gennaio le linee guida siglate dalle regioni e dagli enti locali per migliorare salubrità e sicurezza degli ambienti scolastici, e prevenire fattori di rischio come allergie e asma. Approfondisci

  • Laboratorio regionale salute

    Tutela dei diritti in tempo di federalismo

    La riforma del Titolo V della Costituzione ha individuato la "tutela della salute" come materia concorrente tra Stato e Regioni, ma il divario, in termini di offerta delle prestazioni e di qualità delle stesse, sul territorio nazionale è progressivamente aumentato.

  • Futuro del Servizio Sanitario Nazionale

    Leggi il documento di sintesi sui risultati della giornata di studio e di confronto svoltasi il 16 dicembre 2010 col fine di riflettere insieme sul futuro del Servizio Sanitario Nazionale dal punto di vista civico.

  • Nuovo Patto per la Salute 2010-2012

    Cittadinanzattiva, attraverso il Tribunale per i diritti del malato e il Coordinamento nazionale associazioni malati cronici, ha realizzato la propria nota sullo schema di "Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano concernente il nuovo Patto per la salute per gli anni 2010-2012", trasmesso dal Governo alle Regioni in data 20 novembre 2009 per porre all'attenzione del Parlamento, del Governo e delle Regioni la propria posizione in merito. Per saperne di più leggi il documento (2009).

  • Spazientiamoci

    Si tratta di una campagna promossa da Cittadinanzattiva al fine di ricevere segnalazioni di scarsa pulizia nelle strutture ospedaliere.

    Se sei in ospedale e noti rifiuti abbandonati, biancheria sporca, imbrattamenti non rimossi, segni di scarsa pulizia (cartacce, mozziconi di sigaretta, escrementi di animali, etc.), colature e chiazze d'acqua, fili elettrici scoperti, inviaci una foto o un piccolo video precisando il luogo, l'ospedale e la data della segnalazione.

  • Cardiolab

    Cardiolab è un progetto patrocinato da Cittadinanzattiva (insieme ad altre  due associazioni no profit: ALT e FAND), in collaborazione con Bayer finalizzato a sviluppare, sul territorio nazionale, iniziative di sensibilizzazione nei confronti delle malattie cardio-cerebrovascolari.

  • Proposte per la manovra finanziaria 2009-2011

    In prossimità della Finanziaria 2009-2011, Cittadinanzattiva, attraverso le reti del Tribunale per i diritti del malato e del Coordinamento Nazionale Associazioni Malati Cronici, ha inteso porre all'attenzione del Parlamento e del Governo le proprie proposte in campo sanitario.

  • Piano sanitario regionale 2008-2010 della Regione Toscana

    Nel 2008, il Coordinamento Nazionale Associazioni Malati Cronici (Cnamc) ha formulato, su richiesta dell'Assessorato alla Salute della Regione Toscana, un parere rispetto al Piano Sanitario Regionale 2008-2010 della Regione Toscana.

  • Raccomandazione civica sulle tossicodipendenze

    Si tratta di un'iniziativa nata a seguito dell'indagine sui servizi pubblici per le tossicodipendenze INSERT, condotta nel 2007 da Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato.

    A partire dalle criticità evidenziate e dalle esperienze positive promosse sul territorio, è stata elaborata una specifica Raccomandazione civica sulle tossicodipendenze, un insieme di indicazioni di comportamento e di indirizzo rivolta agli attori a vario titolo coinvolti nel processo di cura del paziente tossicodipendente, oltre che una piattaforma di proposte messe a disposizione dei decisori a tutti i livelli delle istituzioni, da quello locale a quello nazionale.

  • Insert. Monitoraggio dei cittadini sui Servizi per le Tossicodipendenze

    Il rapporto prodotto dall'indagine sui Ser.T è suddiviso in quattro capitoli: il primo contiene informazioni generali sulla metodologia adottata, sulla struttura della ricognizione e sul valore e i limiti della stessa. Il Secondo si focalizza sui risultati di un'osservazione condotta dai cittadini volontari in alcune strutture Ser.T. Il terzo approfondisce, mettendoli in parte a confronto, i punti di vista sui servizi dei responsabili dei Ser.T e degli utenti.

  • Tutela della salute respiratoria

    • Leggi il Report che presenta i risultati di un'indagine condotta nell’ambito della campagna di informazione e sensibilizzazione "Progetto Butterfly" per la prevenzione e diagnosi della Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO), realizzata nel 2007 in Puglia e in Sicilia.
    • Quanti sono i tossicodipendenti in Italia?

      Utilizzando come fonte di dati i rapporti realizzati dal Ministero della Salute, "Rilevazione attività nel settore tossicodipendenze – 2005", e del Ministero dell'Interno - Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (DCSA), "Relazione annuale antidroga 2006", in occasione della presentazione del Monitoraggio dei cittadini sui Servizi per le Tossicodipendenze è stata realizzata una fotografia della droga in Italia.

    • Progetto butterfly

      Si tratta di una campagna di prevenzione e tutela della salute respiratoria.

      La campagna d'informazione "Progetto Butterfly" sul tema della Broncopneumopatia cronica ostruttiva nasce dall'attenzione e dalla sensibilità che da anni Cittadinanzattiva dedica alle problematiche relative alla prevenzione.

    • Altra frequenza

      Altra frequenza è un'iniziativa in tema di disagio giovanile nata nelle scuole con l'idea di coinvolgere i ragazzi in una "frequenza altra" rispetto alle normali lezioni scolastiche. "Frequentare le nostre ore - hanno detto coloro che vi hanno partecipato - significa divertirsi, imparando a riflettere su come si affronti la vita al di là della scuola, con gli amici, nella coppia, in discoteca, sul motorino..."

    • Attenti a quei due

      I nemici dei nostri polmoni sono tanti: oltre al fumo anche il gas radon, l’amianto e altri inquinanti atmosferici, seppure con incidenza minore, sono fattori di rischio per l’insorgenza del tumore del polmone, che causa un decesso ogni 30 secondi nel mondo e 40.000 morti ogni anno nel nostro paese.

    • Rincuorando

      Si tratta di una campagna di informazione sull'auto misurazione della pressione arteriosa.

      Perché è utile l'automisurazione domiciliare della pressione arteriosa?

      La misurazione della pressione arteriosa, effettuata dal paziente stesso, offre il vantaggio che i valori pressori possono essere rilevati in giorni diversi e momenti diversi della giornata durante le attività usuali.

Condividi