×

Errore

[SIGPLUS_EXCEPTION_SOURCE] Image source is expected to be a full URL or a path relative to the image base folder specified in the back-end but approfondimenti/consumatori/politiche_dei_consumatori/villirillo is neither a URL nor a relative path to an existing file or folder.
[SIGPLUS_EXCEPTION_SOURCE] Image source is expected to be a full URL or a path relative to the image base folder specified in the back-end but Guarda la foto gallery is neither a URL nor a relative path to an existing file or folder.

Politiche dei consumatori

  • Rincaro dell'IMU per chi affitta

    Secondo i calcoli effettuati dall’Ufficio studi della Confedilizia infatti, l’applicazione della maggiore aliquota deliberata dai vari Comuni, rispetto a quella base uniformemente adoperata per la prima rata e pari al 7,6 per mille, comporterà per la seconda rata dei forti rincari, anche fino al 200%, soprattutto per i proprietari di immobili dati in affitto. Confedilizia illustra il quadro degli aumenti determinati dall’applicazione dell’Imu, rispetto all’Ici, dopo le modifiche approvate dai Comuni – con nuove delibere o con variazioni alle delibere già approvate – entro il termine di legge del 31 ottobre 2012. Approfondisci

  • Tasse e iva: nuovo salasso

    Cittadinanzattiva su manovra Governo: un salasso per famiglie già stremate dalla crisi.

    Aumento IVA ulteriore danno per fasce a reddito basso di 250 euro annui.

     

    “Le famiglie italiane sembrano essere diventate dei salvadanai da svuotare, con tasse,  Iva e tagli di risorse al servizio sanitario e alle politiche sociali”, queste le dichiarazioni di Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva

  • Istat: in calo redditi e risparmi

    Nel secondo trimestre 2012 il potere d'acquisto delle famiglie italiane, si è ridotto dell'1,6% rispetto al trimestre precedente e del 4,1% rispetto al secondo trimestre 2011. A comunicarlo è l'Istat con la consueta indagine su consumi, reddito e risparmi delle famiglie, dove emerge un calo del reddito disponibile delle famiglie consumatrici pari all'1% rispetto al trimestre precedente, e all'1,5% rispetto al corrispondente periodo del 2011. Approfondisci

  • "Globalizzazione dei mercati e tutela dei consumatori"

    Anche quest'anno la Facoltà di Economia "Federico Caffè" dell'Università Roma Tre, prevede una nuova edizione del Master di II livello "Globalizzazione dei mercati e tutela dei consumatori". C'è tempo fino al 10 gennaio 2013 per presentare la domanda di ammissione. Per maggiori info. Scaricail programma del Master

  • Osservatorio I-Com sui Consumatori

    “Consumatori più consapevoli, mercati più efficienti. Le migliori pratiche di associazioni, aziende e istituzioni per promuovere un circolo virtuoso”, questo il titolo del convegno che si terrà a Roma il 28 settembre prossimo, dalle ore 9.30 alle ore 13.30 presso la Sala delle Conferenze, Piazza di Monte Citorio 123/A. All’evento organizzato dall’ I-Com, l’Istituto per la competitività, parteciperà Antonio Gaudioso, Segretario generale di Cittadinanzattiva. L'evento inoltre, inaugura le attività del neo-costituito Osservatorio I-Com sui Consumatori. Scarica il programma del convegno. Approfondisci

  • Coinvolgere i cittadini per vigilare sul pulito

    La politica di Cittadinanzattiva in tema di igiene e pulizia: a scuola, negli ospedali, nei luoghi e servizi pubblici

    Introduzione
    Tra gli elementi che impattano in modo significativo sulla qualità della vita e delle persone c'è senza dubbio la pulizia che, come sappiamo, gioca un ruolo fondamentale ed irrinunciabile per assicurare la salubrità dei nostri ambienti di vita quotidiana. Per questo Cittadinanzattiva – in qualità di movimento che rappresenta gli interessi dai cittadini – mette in campo da anni precise politiche e campagne atte a monitorare il livello di pulizia in tre grandi aree: ospedali, scuola e servizi al pubblico.

  • XII Rapporto PiT servizi

    Telecomunicazioni ed energia al top nella classifica dei disservizi. Pratiche commerciali sempre più aggressive e  cittadini senza tutele. E’ quanto emerge dalla XII Relazione PIT Servizi di Cittadinanzattiva, dal titolo “Servizi e cittadini: lo spread dei diritti”, presentata lo scorso 13 settembre a Roma. Scarica il rapporto e leggi il nostro comunicato stampa

  • Clausole vessatorie? Nuova competenza dell’Antitrust

    Dal 12 settembre, grazie al nuovo regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole, pratiche commerciali scorrette e clausole vessatorie, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato si occuperà anche di stabilire se una clausola, inserita nei contratti tra imprese e consumatori, possa essere vessatoria o meno. Il tutto dietro segnalazione specifica della parte "lesa". Approfondisci

  • Numero verde unico per Equitalia

    I consumatori potranno contattare il contact center di Equitalia al numero 800 178 078, chiedendo informazioni sull'attività di riscossione. Per saperne di più. Consulta l'elenco degli sportelli Equitalia

  • XII Relazione Pit Servizi

    Servizi e cittadini: lo spread dei diritti.

    Il 13 settembre a Roma la presentazione della XII Relazione Pit Servizi di Cittadinanzattiva

    Qual è lo stato dei servizi pubblici in Italia visti dai cittadini? Quali le principali problematiche che l'utente-consumatore incontra quando ha a che fare con servizi bancari e postali, pubblica amministrazione, società fornitrici di energia e gas, aziende telefoniche ed altro ancora?

     

  • Caro vita

    CRISI: IL 18 SETTEMBRE A PIAZZA MONTECITORIO PRESIDIO DELLE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI (ADICONSUM, ADOC, ADUSBEF, CITTADINANZATTIVA, FEDERCONSUMATORI) CONTRO IL CARO VITAE PER RIVENDICARE MISURE PER LO SVILUPPO.

    La situazione economica che il Paese e le famiglie stanno affrontando è insostenibile: è pertanto indispensabile individuare soluzioni che portino necessariamente ad una decisa ripresa dell'economia nazionale.

  • Spending review: le novità per i consumatori

    Tra le novità in tema di tutela dei consumatori vi è la soppressione dell’Isvap,Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private di interesse collettivo, che a quanto pare verrà accorpata insieme alla Covip,  Commissione di vigilanza sui fondi pensione, in un unico nuovo ente ad hoc, l’IVARP, che si occuperà unitamente, della vigilanza sulle assicurazioni e sul risparmio previdenziale. Approfondisci

  • Aumento IVA

    Cittadinanzattiva su aumento IVA: effetti deleteri sulle famiglie, puntare su altre misure

    "Le famiglie non possono sopportare ulteriori aumenti dell'Iva. Già colpite dalla crisi e dai tagli al welfare, che costringe i nuclei familiari italiani a una spesa privata in crescita per asili nido, tassa rifiuti, acqua, solo per riferirci a quanto annualmente monitoriamo con il nostro Osservatorio Prezzi e tariffe, l'aumento dell'Iva le costringerebbe a fare i conti con ulteriori aumenti, a cominciare da quelli per la spesa alimentare", afferma Antonio Gaudioso, neo segretario generale di Cittadinanzattiva commentando i dati resi noti oggi da Centromarca che stima che la variazione delle aliquote causerà un maggiore esborso annuo di 528 euro a famiglia, pari a 44 euro al mese.
  • IMU: novità di pagamento per chi risiede all'estero

    Anche i contribuenti che non resiedono in Italia dovranno versare l'IMU (Imposta municipale propria), e il calcolo dovrà seguire le disposizioni generali presenti nella circolare n. 3/DF del 18 maggio 2012 del MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze). Nel caso in cui non sia possibile utilizzare il modello F24 per effettuare i versamenti IMU dall'estero, il contribuente dovrà scindere le quote da corripondere al Comune e allo Stato effettuando due bonifici distinti, come spiega il Ministero. Approfondisci

  • La “Fiducia dei consumatori”?

    Da un'indagine Istat a maggio risulta decisamente in netto calo l'indice del clima di fiducia dei consumatori: da 88,8 a 86,5. Il clima economico generale scende da 71,6 a 64,4, e peggiorano sia i giudizi espressi dai consumatori sulla situazione economica attuale (il saldo passa da –128 a –140), sia le attese per i prossimi 12 mesi (da –70 a –80). Invece, il clima personale sale da 94,3 a 95,2 e cresce la quota di coloro che prevedono aumenti della disoccupazione (il saldo passa da 106 a 113). A livello territoriale il clima di fiducia peggiora al Centro e nel Nord-ovest; migliora lievemente nel Mezzogiorno e nel Nord-est. Approfondisci su www.istat.it e scarica l'allegato

  • Antitrust


    Antitrust: ci preoccupano fortemente le recenti decisioni del Consiglio di Stato


    Siamo fortemente preoccupati per le recenti decisioni adottate dall'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato in materia di tutela del consumatore.
    Infatti, il principio in base al quale l'esistenza di una normativa settoriale sottrae la competenza all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato rischia di privare i consumatori italiani di una reale ed efficace tutela nei confronti delle scorrettezze e degli abusi messi in campo dalle aziende.

  • Economia sommersa in Italia

    A fronte di un’inflazione in costante aumento negli ultimi 10 anni, e del livello dei salari dei lavoratori italiani tra i più bassi d’Europa, i sintomi della crisi sono evidenti: solo un terzo delle famiglie italiane riesce ad arrivare “tranquillamente” a fine mese. Leggi tutto

  • Aid Your City

    Uno strumento gratuito, rivolto alla cittadinanza attiva, che permette di segnalare alle autorità qualsiasi problema presente nel proprio territorio di appartenenza con l’obiettivo di migliorare la vivibilità delle nostre città. Si può inviare la segnalazione tramite il sito web o con uno smartphone, e il sistema la girerà in tempo reale agli enti competenti. Il cittadino potrà controllarne l’operato. Visita il sito della sede regionale del Lazio di Cittadinanzattiva e approfondisci

  • Clausola abusiva? Il contratto è nullo

    Una clausola abusiva può rendere nullo il contratto stipulato tra un consumatore e un professionista. Lo stabilisce una recente sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, precisando che la direttiva comunitaria 93/13 tende ad eliminare le clausole abusive contenute nei contratti con i consumatori, salvaguardando ove possibile la validità del contratto nel suo complesso.
    La Corte precisa anche che, se in un contratto di credito il TAEG -Tasso annuo effettivo globale- pubblicizzato è inferiore a quello reale, la pratica commerciale è scorretta poiché induce il consumatore medio ad assumere una decisione di natura commerciale che non avrebbe altrimenti preso. Per saperne di più

  • La parola ai conciliatori

    Giuliana, conciliatrice Poste di Cittadinanzattiva

    Giuliana Borello

    PIEMONTESE

    In Cittadinanzattiva dal 1997

    Conciliatrice poste

    Quale è un bilancio della tua esperienza di conciliatrice ?
    Bilancio molto positivo per la possibilità offerta ai cittadini che hanno subito un danno di essere sostenuti da una organizzazione civica per far valere i propri diritti.

    Nel rispetto della regola della riservatezza prevista per lo svolgimento delle conciliazione, ci puoi raccontare qualche caso che ti sta particolarmente a cuore o qualche episodio emblematico trattato in conciliazione?

  • Pesce tarocco? No grazie

    Coldiretti Impresa Pesca si è occupata di un problema serio che spesso si presenta sulle tavole dei ristoranti italiani, quello della contraffazione del pesce. L’allarme della Coldiretti è per alcuni pesci “tarocchi” che puntualmente finiscono nei menù dei nostri ristoranti, mentre il consumatore, ignaro, crede di aver messo sotto i denti un pesce controllato. Un'etichetta d'origine per il settore ittico, in grado di tracciare interamente il pesce fino alla destinazione finale, sia esso il banco del mercato, o la tavola del ristorante, secondo Coldiretti porrebbe fine a questo problema. Approfondisci

  • Liberalizzazioni

    Consumatori: "Bene approvazione delle proposte su conto correnti, mutui e class action"

    Adoc, Adiconsum, Cittadinanzattiva Federconsumatori e Movimento Consumatori esprimono soddisfazione per l'approvazione delle proposte su mutui, conti correnti e class action.
    Per quanto riguarda le assicurazioni legate all'erogazione di mutui immobiliari nelle proposte si legge che "le banche, gli istituti di credito e gli intermediari finanziari se condizionano l'erogazione del mutuo alla stipula di un contratto di assicurazione sulla vita sono tenuti a sottoporre al cliente almeno due preventivi di due differenti gruppi assicurativi non riconducibili alle banche, agli istituti di credito e agli intermediari finanziari stessi.

  • Liberalizzazioni

    Liberalizzazioni. Consumatori: "Chiediamo una Class Action a portata dei cittadini"

    "Siamo contrari all'eventuale decisione di lasciare al Tribunale delle imprese la competenza a trattare le richieste di class action. Una eventualità che diventerebbe un ostacolo per l'accesso alla giustizia da parte dei consumatori". Le associazioni Adoc, Adiconsum, Cittadinanzattiva, Federconsumatori e Movimento Consumatori chiedono che venga abbandonata questa linea che si sta adottando in Commissione Senato, dove si sta correndo il rischio di dare il via a un percorso che renderebbe ancora più difficoltoso l'accesso alla giustizia da parte dei cittadini.

  • Tarsu, Tia1, Tia2… tassa, tariffa o tributo?

    Tarsu, Tia1, Tia2…tassa, tariffa o tributo? Tutte e nessuno! In questi anni diverse sentenze, dalla Corte Costituzionale alla Cassazione, hanno dato pareri contraddittori in merito alla natura del tributo, e ora scopriamo che la manovra “Salva Italia” introdurrà la “Res”, un nuovo tributo locale sui rifiuti e servizi, che andrà a sostituire le vecchie tariffe…e intanto i consumatori come devono comportarsi? Hanno diritto a richiedere i rimborsi dell’IVA per la Tia indebitamente pagata alle società che a livello locale gestiscono la raccolta, il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti urbani?
    Approfondisci

  • A proposito di concorrenza

    Martedì 7 febbraio Cittadinanzattiva è stata audita presso la Commissione Attività produttive della Camera dei Deputati in merito all’indagine conoscitiva deliberata dalla stessa commissione per approfondire il tema della tutela della concorrenza dei mercati in Italia. Leggi il documento esposto da Liliana Ciccarelli, area utenti e consumatori di Cittadinanzattiva.

  • A Milano la annuale sessione del CNCU

    Per garantire la qualità dei servizi pubblici è importante attivare forme di partecipazione dei cittadini-utenti alle fasi di programmazione e di monitoraggio dei servizi da parte degli enti locali. Leggi il comunicato stampa di chiusura dell'appuntamento annuale del Consiglio Nazionale dei Consumatori e Utenti. Approfondisci

  • Le liberalizzazioni punto per punto

    Ecco le novità salienti della Manovra. Per l'Rc Auto, ad esempio, è chiaro l'intento del Governo di limitare le truffe prevedendo sconti per gli assicurati che acconsentono a una perizia del proprio veicolo prima della stipula dell'assicurazione o all'installazione di una scatola nera a bordo. Approfondisci

  • Lettera al Governo Monti sulle liberalizzazioni

    Cittadinanzattiva è da tempo fortemente convinta che alcuni processi di liberalizzazione siano ormai urgenti. Riteniamo che l'aumento della concorrenza in alcuni settori possa produrre efficienza e innovazione. In particolare, dalle liberalizzazioni i cittadini consumatori si attendono un miglioramento della qualità dei beni e dei servizi erogati e/o una diminuzione dei prezzi e delle tariffe.

  • Liberalizzazione, quanto mi costi?

    A distanza di cinque anni dalla Legge Bersani, quali i vantaggi per i consumatori? Secondo uno studio della Cgia, la Confederazione artigiani di Mestre, il bilancio delle privatizzazioni e delle liberalizzazioni nel nostro Paese è nettamente negativo. Nonostante la maggiore apertura dei mercati alla concorrenza, i prezzi dei servizi invece di scendere sono aumentati, con poche eccezioni. Approfondisci

  • Il Governo taglia i fondi Antitrust e Aeeg

    La Legge di stabilità, approvata definitivamente dalla Camera lo scorso 12 novembre prevede, tra le altre cose, "l'acquisizione definitiva al bilancio dello Stato delle somme versate entro il 31 ottobre 2011 e non ancora riassegnate alle pertinenti unità previsionali, relative alle sanzioni dell'Antitrust e dell'AEEG". Il tutto in danno dei consumatori, che in questo modo non saranno più i destinatari dei progetti di formazione-informazione, finora finanziati con i proventi delle multe Antitrust. Approfondisci. Il comunicato stampa di CA
  • "Pagherò": Istruzioni per un acquisto consapevole

    In concomitanza della 87ª giornata mondiale del risparmio, Cittadinanzattiva presenta il gioco on-line "pagherò", per imparare i segreti di un consumo responsabile.Leggi il comunicato. Approfondisci

  • 87 ° Giornata Mondiale del risparmio

    "Il risparmio per la crescita economica e sociale", questo il titolo della 87° Giornata mondiale del risparmio, che sarà celebrata mercoledì 26 ottobre 2011, presso il Palazzo della Cancelleria, in Piazza della Cancelleria 1 a Roma. In concomitanza dell'evento, Cittadinanzattiva presenterà il gioco on-line, parte dell'omonima campagna, "Pagherò", per imparare i segreti di un consumo responsabile. Approfondisci

  • Protocollo CNCU-UNI a tutela dei consumatori

    L'accordo, siglato dal Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti e dall'Ente Nazionale Italiano di Unificazione, si pone l'obiettivo di migliorare la qualità e la sicurezza di prodotti e servizi a tutela dei consumatori, ed ancora, di promuovere e consolidare un dialogo sistematico volto alla realizzazione di progetti comuni e che dia voce alle esigenze dei consumatori nel processo di elaborazione delle norme volontarie in settori di particolare interesse consumeristico. Approfondisci

  • Conciliamo

    "Conciliamo" è il nome del progetto che Cittadinanzattiva ha attivato da aprile 2007 e per 18 mesi grazie ai fondi provenienti dalle multe Antitrust con il fine di sviluppare e diffondere la cultura della pratica conciliativa quale strumento di tutela stragiudiziale tra i cittadini, le imprese e le Pubbliche amministrazioni.

  • Buone Pratiche - Premio Roberto Villirillo

    Lo scopo del premio Buone Pratiche nei servizi di pubblica utilità, quali trasporti, energia, banche, ecc., è stato quello di valorizzare progetti che abbiano come obiettivo il miglioramento del rapporto tra cittadini e servizi, e siano programmati e gestiti da risorse umane impegnate nella riforma dei loro modelli professionali.

  • Il pacchetto Cittadino consumatore

    Il 21 giugno 2006, Cittadinanzattiva ha consegnato al Ministro dello sviluppo economico, Pier Luigi Bersani, una proposta di agenda sulle politiche dei consumatori.

    A partire da quel contributo, il Movimento ha inteso ribadire il massimo sostegno ai provvedimenti adottati dal Governo il 30 giugno 2006, divenuti poi legge, in particolare sul tema delle liberalizzazioni (il pacchetto Cittadino consumatore). Infatti, nel loro insieme quelle linee d’intervento vanno nel senso giusto per riaprire una stagione di crescita e di sviluppo del Paese.

  • Seminari di formazione sulle conciliazioni

    "Tutela dei diritti e gestione pacifica dei conflitti: teoria e pratica della conciliazione". Ciclo di seminari di formazione a carattere nazionale sulle conciliazioni rivolto ad avvocati e operatori di diritto, difensori civici, operatori di centri di ascolto e tutela sociale, referenti per la gestione dei reclami nel settore aziendale, studenti universitari.

  • Studi di Cittadinanzattiva sugli effetti del Federalismo fiscale

    Si tratta di una serie di studi realizzati da Cittadinanzattiva per approfondire gli effetti del federalismo fiscale:

    • "Servizi pubblici locali e utenze domestiche" (ottobre 2010). Lavoro congiunto tra l'Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva e le Associazioni dei consumatori Adoc e Adiconsu.
    • Archivio Buone pratiche - Premio Villirillo 2007

      Buone pratiche nei servizi di pubblica utilità - 2007

      Di seguito le immagini della cerimonia della premiazione.

      {gallery id=mygallery_treno layout=hidden}approfondimenti/consumatori/politiche_dei_consumatori/villirillo{/gallery} {gallery link=mygallery_treno}Guarda la foto gallery{/gallery}

      A seguire, i riferimenti dei progetti:

    • Come funziona la conciliazione?

      La parte che intende agire in giudizio (iniziare una causa) ha l'onere di tentare la mediazione e deve essere informata dal proprio avvocato con un documento sottoscritto dall'assistito. La domanda va indirizzata ad uno degli organismi di mediazione: enti pubblici o privati iscritti al Registro tenuto e vigilato dal Ministero della giustizia. Il procedimento di Mediazione ha inizio con una domanda di mediazione presentata dall'interessato presso un organismo accreditato.

    • Come scegliere l'organismo di mediazione?

      La mediazione obbligatoria è oramai una realtà. È necessario fornire ai cittadini informazioni e consigli utili per orientarsi nella scelta dell'organismo di mediazione. Proponiamo si seguito un primo vademecum:

      1. Scegli l'organismo dall'elenco accreditato presso il Ministero della Giustizia www.giustizia.it
      2. Scarica dal sito dell'organismo individuato il Regolamento di procedura che può variare notevolmente da un organismo all'altro su questioni anche molto rilevanti come ad esempio la proposta del mediatore e la possibilità di utilizzare i risultati delle negoziazioni.
      3. La Carta conciliativa

        flag eng

        A distanza di anni dalla proclamazione della "Carta dei diritti dei cittadini consumatori" che prevede tra i diritti fondamentali il "diritto al risarcimento del danno e alla soluzione alternativa delle controversie", Cittadinanzattiva, forte dell'esperienza maturata sul versante della prevenzione e gestione dei conflitti, si impegna a rispettare il presente decalogo in ottemperanza a quanto stabilito dalla Raccomandazione della Commissione Europea 2001/310/CE (Principi applicabili agli organi extragiudiziali che partecipano alla risoluzione consensuale delle controversie in materia di consumo).

      4. The Charter of conciliation

        After many years the proclamation of the "Charter of the Rights of citizens and consumers" involving among the fundamental rights "the right to claim damages and alternative dispute resolution," Cittadinanzattiva strong experience gained on prevention and management of conflict, agrees to comply with this handbook in accordance with the provisions of the European Commission Recommendation 2001/310/EC (Principles applicable to court bodies involved in the consensual resolution of consumer disputes).

      5. Sondaggio civico sulla conciliazione


        In relazione al progetto "Conciliamo" realizzato nel 2008 da Cittadinanzattiva è possibile scaricare il seguente materiale divulgativo:

        • Card;
        • Locandina;
        • Giustizia alternativa: i dati

          • Scarica il V Rapporto sulla diffusione della giustizia alternativa in Italia, al quale Cittadinanzattiva ha partecipato fornendo i propri dati sulle conciliazioni (2011).

          • La valutazione civica dei servizi e la disciplina introdotta dalla Finanziaria 2008

            Una delle principali novità introdotte dalla Legge n. 244 del dicembre 2007 (la Legge Finanziaria 2008), è la nuova disciplina del controllo dei servizi pubblici locali (art.2 comma 461). Per Cittadinanzattiva si tratta della realizzazione di un principio che è alla base dell'esistenza stessa del nostro Movimento e punto di arrivo di un impegno concreto che si è espresso in una molteplicità di iniziative fin da quando nel 1994 fu emanata la Direttiva Ciampi-Cassese sulle Carte dei servizi.

          • Consumatori per la qualità dei servizi

            Il progetto biennale "Consumatori per la qualità dei servizi" è stato cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive (ora Ministero dello Sviluppo Economico) attraverso i fondi delle multe dell'Antitrust. Il progetto ha visto la realizzazione di attività di consulenza al cittadino, d'informazione, di ricerca e di analisi sui servizi di pubblica utilità in Italia.

          • Cittadini che contano

            Il progetto biennale "Cittadini che contano. Rilevazione civica e proposte sui prezzi e le tariffe dei servizi di pubblica utilità" (2004/2005) è stato cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive (ora Ministero dello Sviluppo Economico) attraverso i fondi delle multe dell'Antitrust.

          • Ristorazione amica

            La qualità del servizio mensa all'esame degli utenti

            "Ristorazione amica" è il nome del progetto pilota che Cittadinanzattiva ha realizzato dal 2001 al 2005 con l'obiettivo di monitorare la qualità del servizio di ristorazione erogato presso scuole, ospedali e residenze per anziani. Il progetto ha permesso di realizzare anche indagini sulla soddisfazione degli utenti e di avanzare proposte per migliorare il servizio, avendo tre finalità di carattere generale:

          • Osservatorio per il monitoraggio degli appalti

            Si tratta di un osservatorio nazionale per il monitoraggio degli appalti e la diffusione delle buone pratiche.

            La costituzione di un osservatorio nazionale sugli appalti nasce dall'accordo sottoscritto a Roma nel marzo 2002 da Cittadinanzattiva-onlus e le principali Associazioni di rappresentanza del movimento cooperativo italiano - Ancst/Legacoop, Ancosel/Agci, Agci/Solidarietà, Federlavoro e Servizi/Confcooperative Federsolidarietà/Confcooperative.

          • Servizi di ristorazione collettiva

            In questa sezione sono ospitati i documenti realizzati nell'ambito del progetto "Ristorazione Amica". L'iniziativa ha contribuito ad accrescere la sensibilità e l'impegno di Cittadinanzattiva non solo in tema di qualità dei pasti nelle mense ospedaliere e scolastiche, ma anche sul versante più generale della sicurezza alimentare e della corretta alimentazione. Per una panoramica delle uscite stampa prodotte su questi temi, clicca qui: rassegna stampa 2002-2007 e rassegna stampa 2007-2012.

          • Servizi in appalto e partecipazione civica

            Cittadinanzattiva ha avviato sin dal 1998 - con parti del movimento cooperativo - iniziative di sperimentazione concreta sull'accessibilità e sulla qualità dei servizi. L'insieme delle attività di seguito elencate ha rappresentato il programma quadro "appalti e partecipazione civica", sviluppato dal 1998 al 2005. Per una panoramica delle uscite stampa prodotte su questi temi, cliccaqui: rassegna stampa 2001-2005

          • Atto d’indirizzo sulla partecipazione civica

            L'atto d'indirizzo sulla partecipazione civica è suddiviso in due sezioni riguardanti tre fasi ben distinte: quella della progettazione dei servizi e della definizione dei capitolati d'appalto; quella del monitoraggio dell'attuazione dei contratti di appalto; quella della valutazione per la ridefinizione dei contratti e dei capitolati.

          • La customer satisfaction nelle Amministrazioni Pubbliche

            "Rilevare la customer satisfaction consente alle amministrazioni di uscire dalla propria autoreferenzialità, aiutandole a relazionarsi con i cittadini, a conoscere e comprendere sempre meglio i bisogni dei destinatari ultimi delle proprie attività e a riprogettare, di conseguenza, sia le politiche pubbliche che il sistema di erogazione dei servizi.

Condividi