Farmaci

  • ioequivalgo copy

    Dopo la tappa inaugurale di Fiuggi degli scorsi 28 e 29 maggio, parte ufficialmente il tour di Ioequivalgo, la campagna di informazione sui farmaci equivalenti promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, con il sostegno non condizionato di Assogenerici.
    La campagna farà tappa in ulteriori 11 città, fra luglio ed ottobre, con un villaggio itinerante per fare corretta informazione sull'uso appropriato e consapevole dei farmaci equivalenti.

  • diritto pazienti cipro

    Si è svolto a Roma il 5 novembre il Focus Group “Patologie croniche: risposte di salute e criticità nel rapporto con la Farmacia”. I rappresentanti di 7 organizzazioni aderenti al CnAMC si sono confrontate sul ruolo della Farmacia nella gestione della patologia cronica, sugli elementi di maggiore efficacia nel supporto da parte dei farmacisti all'aderenza terapeutica, sulla valorizzazione di best practices, con particolare riferimento alle Aree interne del Paese. L'iniziativa rientra nel progetto “Rapporto annuale sulla Farmacia italiana” che sarà presentato il prossimo 20 novembre alla presenza di interlocutori istituzionali e politici.

  • “Salve: mi rivolgo a voi per un problema di indisponibilità di un farmaco. Il farmacista mi ha parlato di mercato parallelo: di che si tratta e come faccio ad ottenere il farmaco di cui necessito?” A questa domanda si fornisce chiarimento e approfondimento, nella consueta rubrica “Il PiT Salute risponde”. Approfondisci il tema di questo numero, e gli altri trattati precedentemente, sulla pagina del progetto

  • medicine

    "Salve, mi rivolgo a voi perché sono un paziente con epatite C. Sono a conoscenza del fatto che esistono nuovi farmaci che potrebbero favorire la guarigione dalla malattia, ma i medici mi hanno riferito che queste nuove terapie hanno un costo molto alto e non vengono concesse gratuitamente a tutti. Perché? Cosa posso fare? A me i farmaci servono per guarire!!". A questa domanda si fornisce chiarimento e approfondimento, nella consueta rubrica “Il PiT Salute risponde”. Approfondisci il tema di questo numero e gli altri trattati precedentemente, sulla pagina del progetto.

  • farmaci

    Buongiorno, vi scrivo per avere informazioni rispetto alla possibilità di acquistare all’estero un farmaco per la cura della mia patologia. Sono affetto da ipertensione arteriosa e spesso mi reco all’estero, prevalentemente in Germania, per lunghi periodi a causa del mio lavoro. È capitato più volte che mi dimenticassi le scorte del farmaco o le esaurissi a causa della necessità di prolungare la mia permanenza all’estero di alcune settimane. È possibile acquistare all’estero il farmaco?

  • AIFA ha presentato il report annuale su consumi e spese dei farmaci nel nostro Paese. I dati più rilevanti riguardano l'aumento della compartecipazione alla spesa da parte dei cittadini, dovuto principalmente ai ticket, calo dei prezzi per i farmaci rimborsati dal SSN, riduzione nell'uso degli antibiotici e spesa convenzionata particolarmente alta in alcune Regioni, come Sicilia, Sardegna e Campania. Leggi il rapporto

  • epatite c

    “E' disponibile in Italia un nuovo farmaco anti-epatite C a base di sofosbuvir, il quarto prodotto che contiene l'antivirale in grado di eradicare il virus Hcv responsabile dell'infezione. Lo comunica Gilead Sciences, dopo l'esito positivo della trattativa con l'Agenzia italiana del farmaco, annunciando la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della determina che autorizza l'ammissione alla rimborsabilità del medicinale”.

  • Il 15 ottobre si terrà a Roma la presentazione del I Rapporto di Cittadinanzattiva - Tribunale per i Diritti del Malato sui farmaci biologi e biosimilari. Con questa iniziativa si intende fare il punto sulle procedure di acquisto e sull'accesso nelle regioni, avviando un dibattito con istituzioni, regioni, associazioni di categoria, società scientifiche e associazioni di pazienti. Per saperne di più

  • In occasione della giornata europea degli antibiotici, è stato presentato il rapporto ECDC (European Centre for Disease prevention and Control), in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità. "Oltre all’allungamento dei tempi di degenza, a fallimenti terapeutici, aumento della mortalità e aumento dei costi sanitari, il rischio legato all’ipotesi dell’assenza antibiotici efficaci è quello del ritorno all’epoca in cui le infezioni rappresentavano la prima causa di morte ed interventi o terapie complesse erano impensabili”, spiega l’ISS tramite i suoi rappresentanti. Approfondisci il tema e consulta il rapporto

  • E’ stata presentata questa mattina la terza edizione della campagna nazionale “IO Equivalgo” per sensibilizzare, coinvolgere e informare i cittadini nella conoscenza dei farmaci equivalenti.

    Negli ultimi venti anni, i farmaci equivalenti hanno gradualmente visto aumentare le loro prescrizioni da parte dei medici e l’utilizzo da parte dei pazienti ma, da diverse analisi, l’Italia è uno degli ultimi Paesi in Europa nell’impiego degli stessi. Il rapporto dell’Osservatorio dei medicinali (istituito presso l’Aifa) evidenzia come in Inghilterra e in Germania la percentuale d’utilizzo dei medicinali equivalenti sia superiore al 60%. In Italia la percentuale è decisamente inferiore e gli equivalenti rappresentano il 27,7% dei consumi (Fonte Rapporto OSMED-luglio 2018). Anche all’interno del territorio nazionale coesistono delle disparità: le Regioni del Sud Italia, che in generale hanno una spesa farmaceutica procapite più elevata, hanno un consumo limitato di farmaci equivalenti, a differenza delle Regioni del Nord (Fonte OSMED, Luglio 2018). La campagna “Io Equivalgo”, promossa da Cittadinanzattiva ONLUS, con la collaborazione dell’assessorato regionale dell’Igiene e sanità, presentata oggi in conferenza stampa, ha tra le finalità l'agevolazione dei cittadini e pazienti nella conoscenza dei farmaci equivalenti, informarli e fornire loro un’opportunità di scelta consapevole, a vantaggio della sostenibilità economica delle famiglie, promuovere la trasparenza sulle politiche dei prezzi e ridurre gli sprechi da mancata aderenza terapeutica, dovuta molto spesso ad un’interruzione delle cure per difficoltà economiche.

  • farmaco logico

    E' un progetto, nato da un'idea della cooperativa sociale Canale Scuola di Bolzano, che ha coinvolto gli studenti delle scuole medie e superiori della città. L'obiettivo è formare i più giovani su temi come l'uso corretto degli antibiotici, delle loro caratteristiche educandoli ad un uso corretto.

  • farmaci 2015 02 19

    Cittadinanzattiva su indisponibilità del farmaco OncoTICE per il tumore della vescica: bisogna fare di più e subito, il cancro non aspetta

    Al Tribunale per i diritti del malato sono giunte, nelle ultime settimane, numerose segnalazioni di cittadini che lamentano l'indisponibilità del farmaco OncoTICE per la cura del tumore alla vescica. L'indisponibilità, ad una attenta analisi, è riconducibile alla carenza del farmaco in Italia, e non solo, a causa di problemi di produzione.

     

  • farmaci contraffatti

    Si torna a parlare di farmaci contraffatti acquistati on-line e del pericolo, spesso inconsapevole, che si corre utilizzandoli.   Recentemente è stata svolta un’indagine in quattro Paesi europei - Italia, Spagna, Portogallo e Regno Unito - su un campione di quattromila persone, nell’ambito del programma europeo di contrasto alla contraffazione farmaceutica Fakeshare II, coordinato dall’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, e cofinanziato dall’Unione europea.

  • congresso farmacisti

    “Il IV congresso nazionale dei farmacisti italiani si apre con una importante premessa: il mondo della salute sta cambiando rapidamente ed è pertanto necessario ridisegnare i percorsi di cura per garantire alle future generazioni qualità dei servizi, contenimento dei costi e sostenibilità del Sistema.

    E' prioritario attivare nuovi modelli per la presa in carico del paziente, in un'ottica di riorganizzazione della Sanità secondo logiche di integrazione, condivisione e network.

  • farmaci

    I numeri sono quelli analizzati da Ims Health e Assosalute, e fanno riferimento all’anno 2014. Il tema, invece, è quello dell’acquisto, da parte dei cittadini/pazienti, delle varie forme medicinali o prodotti salutistici, con e senza prescrizione; il dato rilevato fa emergere una leggera contrazione (intorno all’uno per cento) negli acquisti di farmaci che necessitano della prescrizione, soprattutto all’interno delle farmacie. Più stabile, anzi in chiaro aumento, la parte di mercato che riguarda i farmaci da banco, quelli per la cura della persona, i parafarmaci propriamente detti e gli integratori nutrizionali: si tratta di una fetta pari, in complessivo, a circa 11 miliardi di Euro.

  • Oggi online un nuovo approfondimento su un argomento di tutela: i farmaci. A partire da un caso concreto e reale, diamo risposta alle domande che più frequentemente le persone ci pongono per poter far valere i propri diritti. Leggi la storia e le FAQ

  • Si è svolto l'8 febbraio il Convegno AIFA sull'accesso ai farmaci, che ha coinvolto alcune associazioni di cittadini, tra le quali Cittadinanzattiva - CnAMC , con l'obiettivo di discutere di criticità, punti deboli e proposte civiche per il miglioramento del sistema. Cittadinanzattiva chiede un impegno per ridurre i tempi di approvazione dei farmaci da parte di AIFA, di abolire i prontuari terapeutici ospedalieri regionali vincolanti e di passare da una politica dell'ascolto ad una politica della partecipazione attiva da parte di cittadini e associazioni. Leggi le relazioni del giorno e il comunicato stampa di Cittadinanzattiva

  • Nuove terapie salvavita per Epatite C: farmaci disponibili? Non per i pazienti.
    La denuncia di Cittadinanzattiva ed Epac

    Dopo 2 mesi dalla possibilità di accedere ai nuovi farmaci salvavita “rivoluzionari” contro l’Epatite C, e 18 mesi di attesa perché questa decisione venisse presa, i cittadini non possono ottenerli se non a fronte di forti limitazioni. A denunciarlo le due associazioni Cittadinanzattiva e Epac.

  • Grazie alla neo introdotta Nota 94 da parte dell’Agenzia Italiana del farmaco (AIFA) le specialità medicinali a base di Pufa N-3 (Omega-3) saranno rimborsabili per tutti quei pazienti che hanno sofferto di una recente sindrome coronarica acuta.
    Per la “prevenzione della morte improvvisa dopo infarto del miocardio” la rimborsabilità sarà  riconosciuta ai pazienti cui tale terapia viene prescritta entro i primi 3 mesi dall’evento acuto. Per saperne di più

  • Cittadinanzattiva contro il mancato accesso al farmaco Roflumilast per gli emiliani affetti da BPCO."Il Ministero garantisca l'unitarietà del sistema farmaceutico"

    L'assistenza farmaceutica, nel nostro Paese, è sempre più a macchia di leopardo. Ultima riprova è la grave difficoltà di accesso lamentata dai cittadini residenti in Emilia Romagna affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva grave (BPCO) relativamente ad un farmaco, garantito su tutto il territorio nazionale e rimborsato dal Ssn, utilizzato nella terapia di mantenimento della malattia quando questa è associata a bronchite cronica nei pazienti adulti.

  • deter aifa

     

    Presentato il documento di analisi civica di Cittadinanzattiva sulla Determina AIFA n.1535/2017 che definisce criteri e procedure per l’attribuzione del requisito di innovatività di un farmaco. Il Position Statement, scaturito dall’analisi civica, è stato elaborato dopo il confronto con rappresentanti di Istituzioni, di Società scientifiche, di professionisti sanitari e di Associazioni di pazienti e del mondo accademico.  Hanno partecipato all’approfondimento AIL; AIOM; ASBI; CIPOMO; Famiglie SMA; FEDEMO; GIMBE; LILA; SIE; SIF; SIFO; SIN; WALCE.

    L’importanza della Determina per i cittadini e per il Servizio Sanitario Nazionale è duplice: da una parte definisce cosa sia veramente innovativo e quindi meritorio di un accesso facilitato a queste cure per i cittadini, dall’altra consente di poter garantire l’acquisto attraverso fondi dedicati.

  • deter aifa

    Cittadinanzattiva su Determina AIFA su innovatività dei farmaci. Garantire certezza dei tempi e partecipazione delle organizzazioni civiche e di pazienti. Bene attenzione a qualità di vita e ai malati rari.

    Presentato il documento di analisi civica di Cittadinanzattiva sulla Determina AIFA n. 1535/2017 che definisce criteri e procedure per l’attribuzione del requisito di innovatività di un farmaco. Il Position Statement, scaturito dall’analisi civica, è stato elaborato dopo il confronto con rappresentanti di Istituzioni, di Società scientifiche, di professionisti sanitari e di Associazioni di pazienti e del mondo accademico.  Hanno partecipato all’approfondimento AIL; AIOM; ASBI; CIPOMO; Famiglie SMA; Fondazione GIMBE; LILA; SIF; SIFO; SIN; WALCE*.

    L’importanza della Determina per i cittadini e per il Servizio Sanitario Nazionale è duplice: da una parte definisce cosa sia veramente innovativo e quindi meritorio di un accesso facilitato a queste cure per i cittadini, dall’altra consente di poter garantire l’acquisto attraverso fondi dedicati. Per effetto della Determina, quando un farmaco ottiene il riconoscimento dell’innovatività piena, lo mantiene per 36 mesi; ha dei benefici economici accedendo a uno dei due fondi nazionali di 500 milioni di euro ciascuno (per farmaci innovativi oncologici e non oncologici); ha l’inserimento diretto nei Prontuari Terapeutici Regionali, superando così passaggi burocratici che oggi rallentano l’accesso alle terapie. 

  • farmaci innovativi

    Le questioni che emergono dalla Indagine civica presentata a Roma da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, con il contributo non condizionato di MSD. che ha coinvolto 286 professionisti sanitari, sull’accesso ai farmaci innovativi, lasciano emergere che i Centri abilitati alla prescrizione dei farmaci innovativi sono sottodimensionati per strumentazioni tecnologiche, personale e competenze.
    Inoltre quasi un medico su due dichiara di non aver potuto prescrivere un farmaco innovativo perché non disponibile nella struttura (36%) o per seguire indicazioni amministrative o delle Commissioni regionali/aziendali sull’accesso al trattamento (34%).

  • farmaci fascia C

    “Anche se la legge dà alle imprese la possibilità di aumentare, ogni due anni, il costo dei farmaci, in una fase storica come quella attuale chiediamo il massimo senso di responsabilità”. Così Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, a proposito delle tabelle con le quali Federfarma ha comunicato alle farmacie associate i nuovi prezzi su circa 3740 . Con un decreto legge del 2005 (n. 87), infatti, è stato stabilito che ogni due anni, il gennaio di ogni anno dispari, le aziende farmaceutiche possono aumentare il prezzo dei farmaci - quelli inseriti in fascia C - con obbligo di ricetta non rimborsati dal Servizio sanitario nazionale.

  • Sicuramente avrai gia sentito parlare del farmaco generico, apparso sugli scaffali delle farmacie italiane nel 1996, ma forse non sai che, da pochissimi anni, non si parla più di farmaco generico ma di equivalente. L’aggettivo “generico” dava l’impressione che si trattasse di un farmaco “buono per tutti gli usi”, non dotato quindi di specificità per una o più indicazioni.


  • Scarica i documenti a corredo del progetto "Usa bene i farmaci":

    • la descrizione di un caso concreto in tema di effetti indesiderati dei farmaci;
    • l'editoriale apparso nel 2005 sul The Lancet "Farmaci equivalenti (ex–generici)";
    • La Giunta regionale del Molise ha disposto la prosecuzione fino al 31 dicembre 2013 dell'erogazione gratuita dei farmaci di fascia 'C' ai pazienti affetti da patologie rare. Leggi la notizia e la delibera

    • Farmaci equivalenti: Italia fanalino di coda. Cittadinanzattiva -Tribunale per i diritti del malato lancia  una nuova campagna  sulla corretta informazione  promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato
      Il Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva lancia una nuova campagna per la corretta informazione sui farmaci equivalenti. Tra i primi passi, l'insediamento del tavolo di lavoro che collaborerà alla messa a punto dei messaggi chiave delle attività di sensibilizzazione il cui obiettivo è di contribuire a promuovere un rapporto «maturo e consapevole» con il farmaco equivalente. Hanno aderito AIFA, Auser, Ipasvi, Federfarma, Fnomceo, Fofi, Sifact, Sifo, Sigg, Simg, Spi-CGIL, Sunifar, dimostrando piena disponibilità a "fare network" per condividere l'impostazione dei contenuti, la diffusione dei materiali e la realizzazione delle attività previste dal programma.

    • Cittadinanzattiva su nuove prescrizioni farmaci: misura importante per risparmio cittadini.
      Responsabilità per ritardo aggiornamento software, ma non giustificabile ostruzionismo  

      “Siamo scandalizzati dell'ostruzionismo che stanno facendo in particolare i medici di famiglia sulle ricette. Mentre se da una parte e' vero che i sistemi operativi potevano essere aggiornati in meno tempo, dall'altra non si puo' sempre assumere una posizione di opposizione quando ormai in tutti i paesi occidentali queste norme sono consolidate”.

    • Salve, in farmacia mi hanno proposto di acquistare un farmaco equivalente al posto del solito farmaco che ho sempre acquistato. Sono in dubbio se passare al farmaco equivalente perché non so se è altrettanto efficace e sicuro, e vorrei anche il vostro parere.

    • Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su prescrizione farmaci epilettici: le Regioni rispettino la raccomandazione dell'Aifa. Il Ministero si faccia garante dei diritti dei cittadini

      Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato ha inviato oggi una lettera al Ministro della Salute e alle Regioni perchè sia rispettato il diritto dei cittadini con attacchi epilettici a reperire i farmaci Topamax e Keppra senza aggravio di costi così come già raccomandato dall'AIFA.

    • Cittadinanzattiva ad AIFA: nei processi decisionali necessario passare dall'ascolto alla partecipazione attiva dei cittadini e delle loro organizzazioni rappresentative 

      Un cittadino italiano aspetta in media oltre 700 giorni, dunque più di due anni, per poter accedere a un farmaco approvato a livello europeo.

    • accordo CA SIF

      Fornire ai cittadini una informazione chiara, trasparente e documentata su tutti i temi che coinvolgono il farmaco e gli integratori alimentari. È questo uno dei principali obiettivi del protocollo di collaborazione siglato tra Cittadinanzattiva e Società Italiana di Farmacologia (SIF) presentato a Roma il 28 febbraio scorso.
      "Per noi questo protocollo è molto importante perché salda una collaborazione centrale tra cittadini e farmacologi - ha dichiarato Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva - per realizzare attività di informazione che da un lato garantiscano l’uso più appropriato e corretto dal farmaco, e dall'altro un uso altrettanto corretto degli integratori alimentari. Questa collaborazione ha come obiettivo non solo quello di favorire l'appropriatezza dell’uso dei farmaci, ma anche di essere un segno di come all'interno del SSN soggetti che hanno ruoli diversi possano, lavorando insieme, prendersi cura dell’interesse generale.

    •  

      Epatite C: presentata l’Indagine civica sull’accesso alle nuove terapie, di Cittadinanzattiva ed EpaC onlus. Pochi i pazienti trattati, poco personale dedicato e difformità regionali nella organizzazione dei servizi

      Solo il 15% dei pazienti con epatite C è ritenuto idoneo all’utilizzo dei farmaci innovativi per la cura della malattia e fra questi solo un paziente su quattro ha avuto un accesso immediato alla nuova terapia, mentre il 35% è inserito in lista di attesa.

    • La nuova sezione del sito web dei Farmacisti Ospedalieri e delle Aziende Sanitarie (SIFO) in collaborazione con Cittadinanzattiva, fornisce  ai cittadini informazioni sui farmaci, sui comportamenti salutari e sulle modalità da adottare quando si ha a che fare con le terapie farmacologiche. Questa settimana si parla di farmaci equivalenti. Consulta lo spazio www.sifoweb.it

    • Una alleanza strategica per fornire ai cittadini una informazione chiara, trasparente e documentata su tutti i temi che coinvolgono il farmaco e gli integratori alimentari. È questo uno dei principali obiettivi del protocollo di collaborazione siglato tra Cittadinanzattiva e Società italiana di farmacologia (SIF) presentato oggi a Roma.

      Tra le azioni che le organizzazioni metteranno in campo ci sarà la progettazione di campagne di informazione sui medicinali e sulle modalità del loro sviluppo clinico e, ancora, informazione di prossimità ai consumatori, in collaborazione con le farmacie: l’accordo prevede che SIF e Cittadinanzattiva costituiscano un vero e proprio ponte tra il mondo della ricerca farmacologica, dove si produce conoscenza, e la società civile, dove la conoscenza deve trovare applicazione a beneficio dei cittadini.

    • I prezzi dei farmaci al centro del “sondaggio civico” di Cittadinanzattiva

    • farmaci dxg2c9

      La Commissione europea ha svolto un’indagine comparativa tra le sanzioni detentive e pecuniarie, previste nei singoli Stati membri, per chi è coinvolto nella produzione e commercializzazione di medicinali contraffatti.  Dall’indagine emerge un panorama eterogeno che va da pene detentive di 1 anno in Svezia, Finlandia e Grecia fino a 15 in Slovenia, Austria e Slovacchia. Anche per quanto riguarda le ammende pecuniarie si va da un minino di € 4.300 in Lituania ad un massimo di 1 milione di euro in Spagna, mentre nel Regno Unito non si prevede nessun limite.
      A livello comunitario esistono delle leggi che regolamentano il settore volte a limitare la diffusione di farmaci falsi ma nonostante ciò la diffusione della vendita di questi prodotti è comunque diffusa tanto che la Commissione europea ha previsto per febbraio del prossimo anno l’entrata in vigore di provvedimenti che limitino ulteriormente la diffusione dei medicinali falsificati attraverso un sistema condiviso in Europa per l’autenticazione dei medicinali. La normativa sta andando quindi in una direzione che tutela maggiormente il consumatore e che deve essere in grado di riconoscere in maniera autonoma l’originalità del prodotto.

    • Secondo gli ultimi dati di Federfarma, 7 medicinali su 10, fra quelli venduti online, sono contraffatti. La UE avverte l'Italia che deve adeguarsi, entro gennaio, alla normativa europea in materia: obiettivo è far sì che a vendere sul web solo i farmaci senza ricetta siano poche farmacie autorizzate, che dovranno essere tracciate e identificabili. Approfondisci su Ansa.
      Partecipa al nostro sondaggio "Il web ed io" per le scuole superiori, per sapere quanti giovani sono "incappati" nella vendita di farmaci contraffatti

       

    • Dalla Direzione Generale AIFA le dichiarazioni che aprono nuove possibilità per l’accesso ai farmaci innovativi: è allo studio una procedura che permetterà l’erogazione dei farmaci innovativi di area oncologica immediatamente dopo la decisione di rimborsabilità, evitando le approvazioni regionali e i tempi di attesa per l’inserimento nei relativi prontuari terapeutici. Leggi la notizia e approfondisci

    • Cittadinanzattiva su farmaci antitumorali a pagamento: finta soluzione ad un problema reale. Il Ministro Lorenzin ci convochi al tavolo di lavoro

      "Una finta soluzione ad un problema reale che è quello di velocizzare l'iter per l'immissione dei farmaci sul mercato" ad affermalo Tonino Aceti, neo coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito alla norma Balduzzi che di fatto consente solo a pagamento l'accesso a due farmaci antitumorali. "Ad oggi in Italia i tempi medi per l'accesso effettivo a farmaci innovativi approvati a livello europeo sono ancora troppo lunghi e incompatibili con le esigenze di salute dei cittadini.

    • "Una finta soluzione ad un problema reale che è quello di velocizzare l’iter per l’immissione dei farmaci sul mercato” ad affermalo Tonino Aceti, neo coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva in merito alla norma Balduzzi che di fatto consente solo a pagamento l’accesso a due farmaci antitumorali innovativi. Approfondisci

    • farmaci a scuola

      L'ultima vicenda ha interessato un bambino di due anni, diabetico, che ha dovuto interrompere la frequenza del nido perchè il personale scolastico non era disposto a somministrargli l'insulina.

      Ci sono le «Linee Guida in materia di somministrazione dei farmaci a scuola» che prevedono una serie di passaggi per garantire ai bambini, che necessitano della somministrazione di farmaci durante l'orario scolastico, la frequenza scolastica, a partire dall'asilo nido, Spetta al dirigente scolastico trovare la modalità per favorire l’inserimento del bambino. 

    • Inizia la sperimentazione del progetto di Federfarma, relativo alla consegna dei farmaci al domicilio per le persone impossibilitate a recarsi in farmacia. Il servizio viene svolto dalle farmacie associate all’iniziativa e si attiva tramite un numero verde, 800 189 121; risponde un operatore per prendere nota delle generalità del richiedente (farmaco e indirizzo di residenza/domicilio), e individuare la farmacia più vicina.

    • Come vengono classificati i farmaci, quali sono gratuiti e quali a pagamento?
      Tutti i medicinali sono distinti in classi con regimi differenti dal punto di vista della loro rimborsabilità da parte del SSN.

       

    • Cittadinanzattiva scrive all’AIFA: intervento urgente per garantire pazienti in trattamento con Benzipenicillina, farmaco aumentato del 1200%.  Perché non farlo produrre da Istituto Chimico Farmaceutico Militare?

      Cittadinanzattiva, con una lettera firmata dai coordinatori del Tribunale per i diritti del malato e del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici, ha inviato una richiesta di intervento all’AIFA in merito alla grave difficoltà d’accesso lamentata dai cittadini relativa al farmaco Benzilpenicillina Benzatinica.  Il farmaco  è impiegato nel trattamento di infezioni sostenute da microrganismi sensibili alla Benzilpenicillina, nella profilassi della malattia reumatica e delle recidive.

    • farmaci 3d

      "Da molti anni per una decisione cervellotica e priva di alcun senso logico, clinico ed economico, la prescrizione dei farmaci innovativi è stata inibita ai Medici di medicina generale sulla base di considerazioni prive di sostanza clinica e sanitaria", considerano Claudio Cricelli, presidente di SIMG e Silvestro Scotti segretario nazionale di FIMMG.

      "Questa decisione perdura tuttora e ha portato danni incalcolabili alla salute dei cittadini, a cui è stato di fatto impedito l’accesso alle cure di patologie importanti come il diabete e le malattie cardiovascolari”. Secondo Cricelli e Scotti “ha ragione Gelli quando afferma che questa situazione è solo italiana. Aggiungiamo – proseguono - che a causa di questa assurdità i medici di medicina generale non hanno più accesso all'informazione scientifica e alla conoscenza sui nuovi farmaci cosiddetti innovativi, molti dei quali sono stagionati e già invecchiati. Addirittura si paventa oggi l’inibizione a prescrivere classi di farmaci per le patologie respiratorie croniche rispetto alle quali la medicina generale è l’unico comparto medico in grado di reggere l’impatto della cronicità crescente”.

    • epatite c

      L’Agenzia Italiana del Farmaco (A.I.FA.) ha dato finalmente disposizioni per la classificazione, e quindi per l’accesso al pubblico, al farmaco a base di Sofosbuvir, per la cura dell’Epatite C: la fascia di rimborso è la “A”. Il Ministero della Salute ha anche dato disposizioni per inserire, tramite emendamento, all’interno della Legge di Stabilità, la creazione di un fondo per una cifra complessiva di 1.5 miliardi di Euro (750 milioni l’anno, per due anni) da destinare proprio all’accesso alle terapie per Epatite C. Leggi il testo della determina AIFA, e consulta la notizia dalla stampa

    • Epatite C: al via il programma di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato “Epatite, C siamo!”. Troppe sperequazioni nell'accesso ai nuovi farmaci: il diritto a guarire è per pochi. Chiesto l’intervento del Comitato nazionale di Bioetica e del Dipartimento per le Pari Opportunità.
      Un sito web dedicato www.csiamo.cittadinanzattiva.it  ed un servizio telefonico di consulenza ed assistenza gratuita per i pazienti affetti dall'epatite C (06.36718216, attivo il martedì e giovedì ore 9.30-13.30 e 14.30-17.30).

    •  

      L'azienda Italiana del Farmaco ha emanato due delibere a proposito dei nuovi farmaci e terapie per la cura dell'HCV. Si tratta di farmaci - VIEKIRAX e EXVIERA - che permettono di trattare i pazienti con Hcv di genotipo 1 e 4, compresi anche i soggetti con co-infezione Hcv-Hiv e i trapiantati di fegato.

    • farmaci 2015 02 19

      I NAS dei carabinieri sono stati allertati e inviati dal Ministero in diversi uffici regionali, per via di una sospetta sproporzione fra numero di centri autorizzati all’erogazione del farmaco Sovaldi, per la cura dell’Epatite C, e il numero effettivo di pazienti che al momento ha ricevuto la terapia. I centri sono 242 e i pazienti che hanno iniziato la cura appena 30. Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato: “Possibile problema di liquidità da parte delle Regioni, difficoltà di accesso al fondo messo a disposizione dallo Stato”. Leggi la notizia e approfondisci il tema

    • Il 6 febbraio, a Roma, si terrà l'evento di presentazione dei risultati dell'Indagine civica sull'accesso alle nuove terapie farmacologiche per il trattamento dell'epatite C. L'indagine, realizzata da Cittadinanzattiva in collaborazione con EpaC Onlus, ha coinvolto sia i pazienti che i Centri, nonchè le Istituzioni sanitarie regionali. I dettagli del progetto possono essere visualizzati qui mentre, per effettuare la prenotazione alla sala, basta seguire l'apposito link

    • Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea la nuova legislazione per prevenire l'ingresso nell'UE di farmaci falsi. La direttiva entrerà in vigore il prossimo 21 luglio e gli stati membri avranno tempo fino a Gennaio 2013 per iniziare ad applicare le misure in essa contenute. Approfondisci

    • IMG DONNA FUTURA

      L’impegno per l'accesso all'innovazione in ambito farmacologico è una delle sfide più importanti per il nostro servizio sanitario. La ricerca sta facendo passi da gigante ma non è scontato che i suoi risultati raggiungano chiunque ne abbia bisogno. 
      Da qui la nascita di Ehi, Futura, la nostra campagna di informazione e sensibilizzazione sui farmaci biologici e biotecnologici e sul loro corretto uso. 

    • IMG EHI FUTURA PAGINA PROGETTO

      www.ehifutura.it

      Cittadinanzattiva sin dal 2013 si è occupata del tema biologici e biosimilari con  il I° rapporto nazionale sui farmaci biologici e biosimilari, nel 2014 con l’indagine civica sull’esperienza dei pazienti rispetto all’uso dei farmaci, con focus su farmaci biologici e biosimilari e nel 2017 con l’indagine civica sull'esperienza dei medici in tema di aderenza alle terapie, con focus su farmaci biologici e biosimilari, cogliendo il punto di vista dei cittadini e pazienti, oltre che dei professionisti, su l’opportunità fornita dall’arrivo di questi farmaci, commisurata alla garanzia di offrire alle persone che li utilizzano la migliore cura, fornendo il proprio contributo alla discussione che ha portato alla pubblicazione del primo position paper sui farmaci biosimilari del 2013 e del secondo position paper sui farmaci biosimilari di AIFA pubblicato a marzo 2018.

    • IMG EHI FUTURA PAGINA PROGETTO copy

      Prodotti per la prima volta nel 1982, i farmaci biotecnologici hanno rivoluzionato la vita di molti pazienti, favorendo un maggiore accesso alle cure e offrendo nuove possibilità di trattamento per molte gravi malattie. Da qui la nascita della campagna di comunicazione e sensibilizzazione, con il supporto non condizionato di Federchimica Assobiotec, di Cittadinanzattiva sui farmaci biotecnologici: "Ehi Futura".

    • In seguito alla polemica su farmaci e liberalizzazioni, Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva, ha scritto un editoriale (2006).

    • Nel giugno del 2006 il Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici ha inviato al direttore dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) un dossier sulle principali problematiche segnalate dai cittadini e dai malati cronici nell'accesso a farmaci essenziali per la cura di numerose patologie croniche e invalidanti.

    • Raccomandazione civica per un nuovo governo dell’assistenza farmaceutica: domani la presentazione di Cittadinanzattiva–Tribunale per i diritti del malato.
      L’evento si terrà domani 6 ottobre a Roma, presso la Sala dell’Albergo del Senato, in Piazza della Rotonda 73, dalle ore 9.00 alle ore 13.30.
      Questo incontro si inserisce nel percorso del Patto per la Salute 2014 – 2016 che affronta in diversi punti le politiche del farmaco e sembra voler ripartire da una corretta programmazione ed erogazione dei servizi sanitari.

    • farmaci biosimilari

      "Le specificità orogeografiche dei territori, il grado di presenza dei servizi di trasporto pubblico, lo stato di salute della popolazione, l'età media, la ricchezza complessiva, il tasso di rinuncia alle cure sono fattori da cui non si può prescindere se si vuole individuare una modalità di distribuzione dei farmaci più appropriata, anche perché il rischio è che possano aumentare le disuguaglianze nella risposta assistenziale ai pazienti o che si possa produrre una rinuncia alle cure".

    • pressione farmaci portapillole copia

      La lotta al diabete è una delle tre emergenze sanitarie mondiali: in Europa circa 60 milioni di persone soffrono di diabete, il tasso è in continuo aumento, raggiungendo già il 10-12% in alcuni Stati membri; nel giro di 35 anni l'incidenza del diabete è quasi quadruplicata.

      Per ogni persona con diabete lo Stato spende mediamente 4000 euro all'anno, per un totale di circa 16 miliardi di euro, ovvero il 15 per cento del fondo sanitario nazionale[1].

      Nonostante ciò, la patologia diabetica è una di quelle per cui il legislatore è intervenuto maggiormente nel corso degli anni, a partire dalla Legge 115 del 15 marzo 1987. Pur essendo passati trent’anni continuano a giungere segnalazioni da parte delle persone affette da diabete circa la carenza di assistenza, la chiusura dei centri di cura, una situazione a macchia di leopardo sul territorio e la difficoltà nel gestire la propria patologia e insorgenza di complicanze. Tutte criticità ben evidenziate negli anni da FAND, Federazione Associazione Nazionale Diabetici, a partire dal Rapporto “Linea D - Un percorso integrato un percorso integrato per il paziente con diabete”.

    • Non possiamo che giudicare negativamente il passo indietro del Governo sulla introduzione di maggiore concorrenza nel settore dei farmaci prescrivibili", questo il commento di Francesca Moccia, Coordinatrice del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva sull'emendamento introdotto ieri sera in tema di farmaci. Leggi il comunicato

    • La farmacia potrà diventare un presidio nel quale il cittadino, oltre ai farmaci, troverà anche una serie di servizi di alta valenza socio-sanitaria. Approfondisci

    • farmaci EU

      Con le nuove indicazioni l'industria dovrà apporre sulle confezioni dei medicinali soggetti a prescrizione un codice a barre bidimensionale e un dispositivo anti-manomissione. Le farmacie (comprese quelle online) e gli ospedali dovranno verificare l'autenticità dei medicinali prima di dispensarli ai pazienti. Si tratta della fase finale di attuazione della direttiva sui medicinali falsificati, adottata nel 2011, che mira a garantire la sicurezza e la qualità dei medicinali venduti nell'UE.
      Inoltre ogni farmacia od ospedale dell'UE dovrà dotarsi di un sistema che renderà più facile ed efficiente l'individuazione dei medicinali falsificati.


    • Nell'aprile 2008 Cittadinanzattiva, attraverso il Tribunale per i diritti del malato e il Coordinamento nazionale associazioni malati cronici (Cnamc), ha comunicato il proprio parere in vista della consultazione pubblica avviata dalla Direzione Generale Impresa e Industria (Commissione Europea) rispetto all'ipotesi di disciplina per l'informazione ai pazienti sui farmaci con ricetta da parte delle industrie farmaceutiche. Scarica il documento.

    • Dai lunghi tempi di attesa alla difficoltà di accedere alle cure farmacologiche innovative, dalla carenza dei servizi sul territorio alle difficoltà psicologiche legate alla malattia. È il labirinto in cui si muove il paziente oncologico nel nostro Paese, come emerge dai dati raccolti nell’ultimo anno da Cittadinanzattiva che sarà presente con il segretario generale Antonio Gaudioso ai lavori del 55° Congresso mondiale Asco, in programma a Chicago dal 31 maggio al 4 giugno.

      Medicina personalizzata e umanizzazione delle cure sono due temi fondamentali, al centro dei lavori del Congresso ASCO, che riguardano anche il nostro Paese, come mostrano i nostri dati. Ciò significa avere la possibilità di adattare la medicina ai bisogni delle persone, così differenti nel nostro Paese soprattutto fra aree interne e città, garantire un accesso trasparente all’innovazione e insieme un percorso di umanizzazione delle cure che tenga conto dei bisogni delle persone, e ancora accessi rapidi e organizzazione dei servizi territoriali all’altezza di un Paese civile. Questo vale soprattutto per le malattie oncologiche che riguardano la vita di tanti cittadini e delle loro famiglie”, afferma Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva.

    • Dall'8 all'11 giugno a Roma, Cittadinanzattiva parteciperà, con un intervento del Segretario Generale, ad un grande evento internazionale sull'automedicazione. Saranno presenti i più importanti stakeholder europei della salute. Approfondisci

    • ioequivalgo policoro

      Si è chiusa il 2 dicembre a Policoro la seconda edizione del tour di “Ioequivalgo”, la campagna promossa da Cittadinanzattiva, con il sostegno non condizionato di Assogenerici, e con il patrocinio di AIFA, per promuovere la conoscenza dei farmaci equivalenti e della loro efficacia.
      La campagna ha permesso di incontrare circa 15000 cittadini attraverso le tappe, distribuire più di 700.000 leaflet illustrativi (italiano, inglese, francese, spagnolo, arabo, tigrino e bengalese) e 21000 locandine in tutti gli appuntamenti in piazza, attraverso le sezioni del Tribunale per i diritti del malato, nelle farmacie e in decine di appuntamenti promossi dalle organizzazioni partner, nonché di realizzare una app omonima, presente su tutti i principali app store, che fornisce in tempo reale informazioni sui farmaci e i rispettivi equivalenti e che è stata scaricata da circa 17000 persone.

    • I medicinali scaduti non devono essere buttati nel cassonetto dell’indifferenziata: i principi attivi presenti al loro interno possono danneggiare il sottosuolo e inquinare i pozzi di acqua potabile. Regioni e Comuni forniscono indicazioni per smaltirli correttamente.

    • farmaci 2015 02 15

      Il consumatore sceglie sempre più spesso di acquistare prodotti on-line come dimostrano i dati emersi dalle ultime ricerche di Netcomm. Molto diffusa è l’abitudine di acquistare anche i medicinali via web come dimostra il 10% dei consumatori che ha utilizzato questa pratica di acquisto. Tra le principali motivazioni sicuramente l’alto costo, rispetto alla media europea, dei farmaci da banco induce il consumatore ad acquistare ad un prezzo inferiore un medicinale che in altri paesi ha un costo più basso.

    • farmaci

      Presented a civic assessment on patients’ experience on drugs use with focus on biologicals and biosimilars. Working on adherence to treatments and information for physicians and patients

      Not always people completely follow treatments, not really trusting bioequivalent drugs, and wishing for less pills and less side effects.Moreover, concerning biosimilars there are still uncertainty  and confusions. This is the identikit of the “relationship” between drugs and patients with chronic diseases that came to light in the “Civic assessment on patients’ experience on drugs use with focus on biological drugs and biosimilars” presented today by Cittadinanzattiva through the Italian Coalition of Associations for Patients suffering Chronic Diseases (CNAMC).

    • farmacie ospedaliere

      Un’osservazione sul campo delle attività delle farmacie ospedaliere, con il fine di misurare dal punto di vista dei cittadini l’accessibilità e la qualità dei servizi offerti, la loro capacità di garantire i diritti del malato, nonché individuare possibili azioni di miglioramento per una organizzazione più a misura di cittadino, valorizzandone al contempo il ruolo fondamentale all'interno del Servizio Sanitario Nazionale. Questi i principali obiettivi del progetto “Monitoraggio civico delle farmacie ospedaliere. Focus sulla distribuzione dei farmaci”, promosso da Cittadinanzattiva con il Patrocinio della SIFO, e il sostegno non condizionante di Teva, presentato oggi a Napoli in occasione della giornata di apertura del Congresso nazionale 2018 della Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende sanitarie.

    • abolizione superticket

      «L'abolizione del superticket tutti la vogliono ma nessuno si assume la responsabilità di proporla con forza nella legge di Bilancio». A dirlo è Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tdm-Cittadinanzattiva, che commenta così i segnali «non positivi» che arrivano dai lavori in Commissione Bilancio della Camera sugli emendamenti al Ddl. Dove l'abrogazione tout court è stata bocciata e sono state per il momento accantonate altre proposte di modifica.

    • Cittadinanzattiva ancora sulla questione dell’equivalenza terapeutica: le parole di Tonino Aceti, responsabile nazionale Tribunale per i diritti del malato: “L’equivalenza terapeutica è cosa ben diversa da un farmaco equivalente, nel secondo caso infatti si sostituisce il medicinale branded con un altro contenente lo stesso principio attivo. Nel caso dell’equivalenza terapeutica invece si sostituirebbero farmaci della stessa classe terapeutica ma con diversi principi attivi”.

    • AIFA RIDURRE LA SPESA

      "La spesa va sicuramente governata, così come va ridotto l’impatto della spesa privata dei cittadini per l’acquisto dei farmaci. Però c’è un’altra faccia della stessa medaglia: è la governance che va scritta a garanzia dell’equità d'accesso e che oggi non solo non è garantita, ma nel nuovo documento non è "esplosa": mancano le indicazioni all’Aifa sul se e come governare le disuguaglianze che oggi caratterizzano l’accesso alle terapie sul territorio nazionale". Così Tonino Aceti, coordinatore Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato, sulla questione della governance dei farmaci e sulle nuove indicazioni AIFA.

    • Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato su Decreto in materia di off label: il diritto alla sicurezza delle cure sacrificato in nome del risparmio

      "In sole 12 righe l'articolo sull'impiego dei farmaci off label introduce il principio per cui il SSN è autorizzato a risparmiare sacrificando il diritto delle persone alla sicurezza delle cure", questo il commento di Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, sul Decreto n.36 del 20 marzo 2014, in materia di droghe e farmaci off label, già approvato alla Camera e che ieri ha ricevuto parere favorevole dalle Commissioni Giustizia e Sanità del Senato.

    • automedicazione

      In occasione del Self Care Forum, evento organizzato da Federchimica Assosalute e dedicato ai farmaci da automedicazione, Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva/Tribunale per i diritti del malato, ha commentato: “La formazione di cittadini consapevoli, soggetti forti, attivi nella scelte per la propria salute è uno dei nostri obiettivi principali.

    • In tema di accesso ai farmaci, negli ultimi anni sono state adottate misure volte alla sostenibilità da parte del SSN; adesso il pericolo concreto è che, in base agli accordi fra Stato e farmaceutiche, le Aziende Sanitarie o Ospedaliere possano chiedere il rimborso di alcune spese, sulla base dell’efficacia reale nell’utilizzo di alcuni farmaci. Tale eventualità potrebbe creare gravi ripercussioni ai cittadini, anche se è stato predisposto un fondo apposito. Aceti, per Tdm/Cittadinanzattiva e CnAMC, ha chiesto chiarimenti al Ministro. Leggi il comunicato e la notizia.

    • Cittadinanzattiva e EpaC: ostacoli e ritardi nell'accesso alle cure salvavita per l'Epatite C

      Da circa 6 mesi sono stati approvati anche in Italia i nuovi farmaci inibitori della proteasi che aumentano del 30% la possibilità di guarire dall'Epatite C (in altri Paesi europei già disponibili da tempo), ma nonostante la Determinazione dell'AIFA, l'accesso effettivo a queste terapie da parte dei cittadini è fortemente limitato, con differenze importanti da Regione a Regione, e le cause sono molteplici.

    • Carta Qualita Farmacia

      A vent’anni dalla prima stesura, il Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva e Federfarma rinnovano ed aggiornano il testo della Carta della qualità della farmacia
      La nuova Carta della qualità della farmacia elenca i diritti dei cittadini e gli impegni che la  farmacia si assumeper rispettarli ed essere sempre più vicina alle esigenze di ciascuno,offrire  un servizio a misura di cittadino, garantire alti standard di qualità.
      Le farmacie che aderiscono all’iniziativa, siadopereranno per rispettare e diffondere i 14 diritti della Carta europea dei diritti del malato ed  assicurare ai cittadini Accessibilità, Accoglienza e attenzione alla singola persona, informazione, sicurezza, standard di qualità,

    • Sarà erogata gratuitamente soltanto per la profilassi della malattia reumatica e recidive e per curare la sifilide. I nuovi criteri di erogazione sono stati ufficializzati nella Determinazione AIFA del 24 maggio 2012 e pubblicati in gazzetta ufficiale n.128 del 4 giugno 2012. Scarica qui il testo della Determinazione AIFA.

    • Il 22 marzo, Tonino Aceti, Coordinatore nazionale del CnAMC, insieme a Francesca Moccia, Coordinatrice nazionale del Tribunale per i diritti del malato, verranno ascoltati dal Gruppo di Lavoro per il Monitoraggio dell'Accesso al farmaco, istituito presso l'Agenzia Italiana del Farmaco. Lo scopo dell'incontro sarà la raccolta di elementi di riflessione e approfondimento. Lettera di invito AIFA. La nota dell'audizione

    • Si terrà a Roma, il 6 febbraio, la presentazione dei risultati dell'Indagine civica sull'accesso alle nuove terapie farmacologiche per il trattamento dell'epatite C. L'Indagine è promossa da Cittadinanzattiva e EpaC Onlus, e ha coinvolto pazienti e centri di cura, oltre che le istituzioni sanitarie regionali. All'apposito link possono essere visulizzati i dettagli del progetto mentre, per effettuare la registrazione all'evento, basta cliccare qui

    • 1 h9GSruuRrvYN5LF8WdvaGA

      Premessa
      Le farmacie rappresentano un importante punto di riferimento nella rete di servizi e di professionisti qualificati che offrono risposta ai bisogni di salute dei cittadini, sia in termini di potenziale di prossimità e personalizzazione, sia in ordine alla implementazione del modello della “farmacia dei servizi”, a forte valenza socio-sanitaria.
      Apoteca Natura comprende una rete di circa 600 farmacie in Italia e 300 in Spagna in regime di franchising gestisce le 21 farmacie Comunali di Firenze riconosciute come Società Benefit. La filosofia che caratterizza Apoteca Natura mira a valorizzare un approccio sistemico alla salute, inteso come esercizio di corretti stili di vita, attenzione all’ambiente, appropriatezza della cura e centralità delle relazioni ai fini del benessere della persona e, quindi, del suo stato di salute.

    • Farmaci sempre più costosi, difficoltà di accesso per i cittadini in aumento, tempi lunghi per i farmaci innovativi. I Rapporto di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato sull'accesso all'assistenza farmaceutica.

      L'assistenza farmaceutica è uno degli ambiti del nostro SSN che negli anni è stato ed è oggetto i una numerosi interventi, che con il dichiarato obiettivo di razionalizzazione, hanno in realtà inciso profondamente sulle disponibilità.In particolare, un fenomeno che è venuto ad acuirsi negli ultimi anni è la presenza di grandi disparità tra Regioni. Alcuni esempi: introduzione di ticket sulla farmaceutica, prezzi di riferimento di farmaci equivalenti, implementazione di forme di distribuzione diretta e per conto, uso di limiti prescrittivi per alcune categorie di farmaci, prontuari terapeutici regionali, di area vasta, ospedalieri, vincolanti e non vincolanti, ecc. A cui si è aggiunta l'introduzione di ticket a seguito delle manovre succedutesi nel 2011 e nel corso del 2012.

    • Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato su assistenza farmaceutica: equità, accesso e partecipazione dei cittadini, ancora molto da fare

      I dati delle associazioni di pazienti e delle segnalazioni dei cittadini mostrano che accedere ai farmaci è ancora oggi un percorso ad ostacoli: costi privati, burocrazia, tempi di accesso troppo lunghi in particolare per le terapie innovative,  difformità tra territori e scarso coinvolgimento delle associazioni nelle scelte che li riguardano sono le questioni più rilevanti.

      Questi alcuni dei temi discussi nel corso del confronto promosso da Cittadinanzattiva, con il sostegno non  condizionato di Farmindustria, dal titolo “Assistenza farmaceutica: equità, accesso, partecipazione”, in corso oggi a Roma.

    • Questo il titolo dell’iniziativa di Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del Malato in programma per il prossimo 14 gennaio, presso la Sala della Mercede di Palazzo Marini, Camera dei Deputati, dalle ore 10.00 alle ore 12.30.  
      L’evento, realizzato  grazie al sostegno non condizionato di Farmindustria, vuole essere un momento di confronto tra associazioni di pazienti e istituzioni sui profili delle attuali politiche pubbliche in tema di assistenza farmaceutica e l’importanza del coinvolgimento delle associazioni dei pazienti nelle decisioni che attengono la governance del nostro SSN, con l’obiettivo di individuare possibili azioni di miglioramento volte a meglio garantire i diritti dei cittadini e una migliore sostenibilità del nostro SSN.
      Scarica l'invito e la bozza di programma dei lavori.

    •  anche cittadinanzattiva nel comitato scientifico di farmacista piu

      Non solo Federfarma, ma anche Cittadinanzattiva entra da quest’anno nel comitato scientifico di Farmacista Più in programma per il 12 e 13 ottobre prossimi a Roma.
      “Farmacista Più sta diventando - ha spiegato Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, ospite di Federfarma Channel - un appuntamento fondamentale sul mondo della farmacia e del farmacista nel nostro Paese.

    • FarmaciInnovativi 800x450 01

      Scarica la nostra Analisi Civica 

      L’emanazione della recente Determinazione n.1535/2017  da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) sulla classificazione dei farmaci innovativi e oncologici innovativi ha riaperto il dibattito sul tema dell’ innovazione in ambito farmacologico, che negli ultimi anni, è stato oggetto di discussione tra gli operatori sanitari ed altre professionalità competenti: Istituzioni nazionali e regionali, Aziende produttrici, professionisti sanitari, Agenzie regolatorie, Società scientifiche, Associazioni di cittadini e pazienti, mondo accademico.

      Ci si è confrontati spesso sull’opportunità di attribuire all’innovazione una accezione chiara e al tempo stesso rigorosa per distinguere ciò che è nuovo da ciò che è “dirompente” disruptive come si dice a livello internazionale; cioè che cambia radicalmente il modo in cui i consumatori sono abituati ad usare i prodotti. Innovazioni che portano  cambiamenti che rivoluzionano un intero ecosistema.

    • allattamentoalseno

      “Il Tavolo tecnico ministeriale che si occupa di allattamento al seno ha elaborato il documento “Position statement sull’uso di farmaci da parte della donna che allatta al seno” che affronta il tema relativo all’allattamento da parte della puerpera che abbia contestuale necessità di sottoporsi a trattamento con farmaci.

    • Si parte l’8 settembre da Chiavari (GE), l’11/09 ad Aosta, il 14/09 a Pisa, il 16/09 a Bolzano, il 23/09 a Varese, il 26/09 a Bologna, il 1 ottobre a Latina, l’8/10 a Policoro (MT), il 14/10 a Cagliari, il 21/10 a Lamezia. Sono queste le città in cui farà tappa la seconda edizione di Io equivalgo”, la campagna di informazione sui farmaci equivalenti promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, con il patrocinio dell’Agenzia Italiana del Farmaco e con il sostegno non condizionato di Assogenerici.

      L’iniziativa, che ha preso il via lo scorso anno, ha raggiunto nel corso del 2016 importanti numeri: 12 città e 15mila cittadini raggiunti nelle tappe; 90mila gli utenti che hanno visitato il sito internet dedicato www.ioequivalgo.it; 4600 like alla pagina Facebook; 165mila visualizzazioni del video spot su Youtube e Facebook; 5670 download della App dedicata, per avere informazioni sul prezzo dell’equivalente corrispondente al farmaco di marca.

    • 5x1000 dichiarazione dei redditi

      A partire dal 1 marzo 2016 è attivo su tutto il territorio nazionale il sistema di prescrizione farmaci attraverso le “ricette dematerializzate”: in sintesi, si sfrutta un sistema elettronico condiviso fra medico prescrittore e farmacia territoriale, assegnando un codice per ogni prescrizione (ed esenzione eventualmente relativa), collegandolo alla tessera sanitaria e rendendo - di fatto - inutile la classica ricetta rossa.

    • Si riparte l’8 settembre da Chiavari (GE), l’11/09 ad Aosta, il 14/09 a Pisa, il 16/09 a Bolzano, il 23/09 a Varese, il 26/09 a Bologna, il 1 ottobre a Latina, l’8/10 a Policoro (MT), il 14/10 a Cagliari, il 21/10 a Lamezia. Sono queste le città in cui farà tappa la seconda edizione di "Io equivalgo”, la campagna di informazione sui farmaci equivalenti promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, con il patrocinio dell’Agenzia Italiana del Farmaco e con il sostegno non condizionato di Assogenerici.

    • Si terrà a Roma, il giorno 8 febbraio, l’occasione per tecnici e associazioni di interloquire con l’Agenzia del farmaco su varie questioni, avviando un confronto fra le esperienze (anche internazionali) e le proposte relative alle criticità ancora da risolvere. Per Cittadinanzattiva/CnAMC parteciperà Tonino Aceti. Maggiori informazioni sull’evento sulla pagina istituzionale, così come il programma della giornata

    • csiamo mani

      L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) comunica che sono stati ridefiniti i criteri di trattamento per la terapia dell’Epatite C cronica. Elaborati nell’ambito del Piano di eradicazione dell’infezione da HCV in Italia, consentiranno di trattare tutti i pazienti per i quali è indicata e appropriata la terapia.

      Gli 11 criteri sono scaturiti dal dialogo con le Società scientifiche e sono stati condivisi con la Commissione Tecnico Scientifica (CTS) dell’AIFA. Il Direttore Generale Mario Melazzini, prima dell’adozione formale, ha inoltre illustrato la nuova impostazione alle associazioni dei pazienti.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.