Conciliazione

  • La conciliazione paritetica sempre più al fianco dei consumatori

    conciliazione

    Che gli organismi di negoziazione paritetica siano uno strumento proficuo per i consumatori non c'è dubbio. Le ADR, Alternative Dispute Resolution, offrono la possibilità di definire in modo gratuito, rapido, semplice ed extragiudiziale le controversie tra imprese e consumatori.

    In una ottica di promuovere l'utilizzo di questa soluzione, è notizia di pochi giorni fa l'accordo tra 7 operatori del settore energetico e 20 Associazioni dei consumatori del CNCU - Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (organo rappresentativo delle associazioni dei consumatori a livello nazionale) di cui fa parte Cittadinanzattiva, per valorizzare la conciliazione paritetica.

  • Il dossier del Gruppo CRC su risorse dell'infanzia e adolescenza

    diritti dellinfanzia

    Il Gruppo CRC ha presentato lo scorso 14 giugno il Dossier "le risorse dedicate all'infanzia e all'adolescenza in Italia". Nella stessa giornata a Bruxelles è stata adottata la Garanzia europea per l'infanzia: ciascun stato membro, e quindi anche l'Italia, ha 9 mesi di tempo per elaborare un piano per la sua implementazione al fine di prevenire la povertà minorile. L'allocazione delle risorse per l'infanzia e adolescenza ha un'importanza fondamentale per garantire i diritti riconosciuti dalla Convenzione ONU all'infanzia e all' adolescenza (CRC).

  • Conciliamo? Scopri come fare

    Conciliazionetelecomunicazioni copia

    Sono diverse le segnalazioni relative al settore delle telecomunicazioni che ci arrivano quotidianamente e che riguardano i più svariati disservizi: dalla difficoltà di migrare a un nuovo operatore telefonico, al ritardo nella attivazione e/o riattivazione della linea telefonica e/o Adsl, dalle attivazioni di servizi non richiesti alla scarsa qualità del servizio telefonico e/o di Adsl, etc.
    In tali casi l'utente deve prima di tutto inoltrare un reclamo all'azienda interessata dal contenzioso e in caso di mancata gestione della anomalia occorsa, potrà attivarsi per risolvere bonariamente la controversia in essere mediante il tentativo conciliativo. In particolare se il disservizio riguarda Fastweb, Tim, Vodafone o Windtre, l'utente potrà attivare una conciliazione paritetica grazie a dei protocolli di conciliazione siglati tra le suddette aziende telefoniche e le associazioni di consumatori tra cui Cittadinanzattiva.

Condividi