Canone Tv

  • canone rai rimborso copia copia

    Per tutti i ritardatari, venerdì 30 giugno, è l’ultimo giorno per poter presentare la dichiarazione di non detenzione di un apparecchio  tv ed essere esonerati dal pagamento per il secondo semestre del 2017.

    Scarica il modello e nel sito dell’Agenzia delle Entrale, va compilato il Quadro A da parte dell’intestatario dell'utenza elettrica dell'abitazione.

    Le modalità di invio consentono di scegliere tra il servizio web dell’Agenzia delle Entrate  o  tramite servizio postale, insieme a un valido documento di riconoscimento, e senza busta all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

  • Previste  nuove indicazioni in merito alla sospensione del canone televisivo della Rai per le zone colpie dall'evento dannoso del terremoto del 2016.
    E’ stato infatti prorogato il termine previsto per la sospensione dei versamenti tributari, tra cui il canone TV, dal 30 novembre 2017 al 31 dicembre 2017.
    La sospensione viene applicata nei seguenti casi:
    • soggetti residenti nei Comuni indicati nell'allegato 1 al DL 17 ottobre 2016, n. 189: dal 24 agosto 2016 al 31 dicembre 2017;
    • soggetti residenti nei Comuni indicati nell'allegato 2 al DL 17 ottobre 2016, n. 189: dal 26 ottobre 2016 al 31 dicembre 2017;
    • soggetti residenti nei Comuni indicati nell'allegato 2 bis al DL 9 febbraio 2017, n. 8 dalla sua legge di conversione 7 aprile 2017, n. 45: dal 18 gennaio 2017 al 31 dicembre 2017.

  • A quasi un anno dell’entrata in vigore del canone in bolletta, molte sono state le richieste di informazioni e assistenza pervenute attraverso i canali di Luce sul canone, progetto realizzato con Federazione Confconsumatori – ACP e Movimento Consumatori e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

    Ancora attivo il numero verde 800 821614, gli sportelli on line e quelli territoriali. Per maggiori informazioni sui servizi offerti, puoi consultare la pagina del progetto.

  •  Canone RAI

  • Siamo al primo giro di boa del “nuovo” Canone Rai ed ecco che i cittadini che non detengono un apparecchio televisivo sono nuovamente chiamati a comunicarlo all’Agenzia delle Entrate nel termine massimo del 31 gennaio 2017 o in via telematica.
    Per evitare di richiedere il rimborso della prima rata, addebitata già dal mese di gennaio, è consigliabile anticipare la presentazione della dichiarazione prima della fine di dicembre, in particolare entro il 20 dicembre nel caso in cui la dichiarazione venga presentata per posta.

  • canone rai rimborso copia copia copia

    I cittadini intestatari di un’utenza elettrica, ma che non posseggono un apparecchio televisivo, per non pagare il canone Rai 2018 devono inviare all’Agenzia delle entrate il modulo entro il 31 gennaio 2018 al fine di ottenere l’esonero dal pagamento del canone in bolletta per l’intero anno.
    La dichiarazione di non detenzione tv va inviata per posta, di persona o online, entro il 31 gennaio perché solo in questo modo si potrà acquisire l’esenzione per l’intero anno; se invece viene inviata dopo fine gennaio ed entro luglio, l'esenzione riguarderà solo la seconda metà dell'anno.

  •  

    I cittadini intestatari di un’utenza elettrica, che non possiedono una televisione, per non pagare il canone Rai 2018 devono inviare all’Agenzia delle entrate il modulo di esenzione entro il 31 gennaio al fine di ottenere l’esonero dal pagamento del canone in bolletta per l’intero anno 2018. Il modulo è scaricabile dal sito dell'Agenzia delle Entrate.

    Il modulo di esenzione deve essere presentato così:

    1) Può essere compilato ed inviato online direttamente dal contribuente qualora possieda le credenziali di accesso ai servizi telematici Agenzia delle Entrate o Fisconline.

    2) Può essere presentato sempre per via telematica rivolgendosi agli intermediari autorizzati Caf e ai commercialisti.

    3) Può essere spedito per posta tramite una raccomandata contenente il modello di dichiarazione di non possesso tv e copia di un documento di identità al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV - Casella Postale 22 - 10121 Torino.

  • scadenza pagamento canonerai

    Quali sono gli obblighi delle imprese elettriche nei confronti dell’Agenzia delle entrate in tema di canone tv? Con l’introduzione nel 2016 del canone di abbonamento televisivo ad uso privato nelle bollette di energia elettrica, le imprese elettriche devono comunicare annualmente all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai canoni addebitati, accreditati, riscossi e riversati. Le imprese devono versare gli importi dovuti a titolo di canone Tv, degli interessi e delle sanzioni.

  • Ancora pochi giorni per presentare la richiesta di esonero per i contribuenti ultrasettantacinquenni con un reddito inferiore a 6.713 euro che lo richiedono per la prima volta. La scadenza è fissata per il 30 aprile mentre chi intende beneficiare dell’esonero a partire dal secondo semestre la data ultima è quella del 31 luglio. Se le condizioni di esonero non variano negli anni successivi non è necessario presentare ulteriori dichiarazioni in caso contrario va versata l’imposta.

    La richiesta compilata secondo il modulo dell’Agenzia delle Entrate e corredata di un valido documento d’identità va presentata, dall’interessato, presso qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate o spedita  senza busta al seguente indirizzo Agenzia delle Entrate, Ufficio Torino 1 Sat - Sportello abbonamenti tv - Casella Postale 22 10121 – Torino.

  • Con le prime utenze di energia elettrica dell’anno 2017, non sono pochi i cittadini che hanno trovato in bolletta l’addebito del canone tv pur avendo regolarmente presentato la richiesta di esonero per l’anno 2017. La richiesta aveva scadenza ultima il 31 gennaio ma che l’Agenzia delle Entrate aveva consigliato di presentare entro il 20 dicembre per evitare l’accumulo di pratiche da lavorare.

    L’errore potrebbe essere attribuito proprio a questo “ritardo”. In ogni caso ricordiamo che la richiesta di esonero in caso di non detenzione dell’apparecchio televisivo va presentata ogni anno. Il contribuente è chiamato pertanto a dare comunicazione annualmentente in caso di non possesso dell’apparecchio.

  • luce sul canone

    Se posseggo un computer dal quale guardo i programmi televisivi sono obbligato a pagare il canone?
    Nella nota del Ministero dello Sviluppo Economico si legge che  "per apparecchio televisivo si intende un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente (in quanto costruito con tutti i componenti tecnici necessari) o tramite decoder o sintonizzatore esterno. Per sintonizzatore si intende un dispositivo, interno o esterno, idoneo ad operare nelle bande di frequenze destinate al servizio televisivo secondo almeno uno degli standard previsti nel sistema italiano per poter ricevere il relativo segnale TV. Non costituiscono quindi apparecchi televisivi computer, smartphone, tablet, ed ogni altro dispositivo se privi del sintonizzatore per il segnale digitale terrestre o satellitare".

  • canone rai rimborso

    Doppio appuntamento. In scadenza il termine per pagare il Canone Rai 2017, nonché quello per richiedere e ottenere l’esenzione dal pagamento dello stesso per tutti coloro che non dispongono di alcun apparecchio televisivo.
    L’esenzione va rinnovata ogni anno, di seguito il modulo esenzione canone RAI.

  • I primi dati ufficiali, presentati durante la conferenza stampa di giovedì 9 febbraio dall’Agenzia delle Entrate e dal ministro dell’economia Poadoan, parlano di oltre 19 miliardi di euro portati nelle casse dallo Stato dalla lotta all’evasione. Si tratta del 28% in più rispetto all’anno 2015 che rappresenta una cifra da record. Anche l’introduzione del canone tv in bolletta ha contribuito a questo innalzamento con un gettito complessivo di 2,1 miliardi, ben 500 milioni in più rispetto all’anno precedente.

  • canone RAI

    Come ogni anno il 31 gennaio c'è l'appuntamento fisso con la scadenza ultima del canone RAI che dal 2016 si paga direttamente con la bolletta energetica. E' bene ricordare però la scadenza del 31 gennaio 2019 per chi non possiede un televisore e ha diritto alla esenzione dal pagamento del canone RAI in bolletta.

    Potrà richiedere l'esenzione dalla imposta colui che non possiede una TV (propria o di un componente della propria famiglia anagrafica) in nessuna delle abitazioni in cui ha un’utenza elettrica intestata, come anche colui che ha compiuto 75 anni e possiede un reddito annuo non superiore a 6.713,98 euro. Per presentare domanda di esenzione o di rimborso è necessario compilare un modulo ad hoc disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

  • Numerosi i casi di utenti che ad oggi non hanno ancora ricevuto l’addebito in bolletta per il pagamento del canone.  In particolare si tratta principalmente dei soggetti non connessi con la rete di trasmissione nazionale, coloro che non hanno pagato il Canone perché nessuno dei componenti della famiglia è titolare di contratto di fornitura elettrica e coloro che sono entrati in possesso di una tv nel corso del 2016.

Condividi

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.